Connect with us

Cronaca

Spaccio e violenza sessuale: in 3 agli arresti a Ugento

Pubblicato

il


Arresti a Ugento ad opera dei carabinieri.





Spaccio per due





Primo fermo per un incensurato del luogo sorpreso, con una perquisizione veicolare e personale nel corso di un controllo alla circolazione stradale, a detenere:
– 4 involucri contenenti complessivamente 550 grammi di marijuana;
– 1 bilancino di precisione;
– 300 euro in denaro contante.
perquisiz





La successiva ione domiciliare ha consentito di rinvenire ulteriori due involucri contenenti altri 7,50 grammi di erba.





Lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro, repertato e custodito, mentre il denaro contante – ritenuto provento della attività illecita spaccio – sarà depositato su libretto postale intestato a “fondo unico giustizia”. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso propria abitazione in regime arresti domiciliari, così come disposto dall’autorita giudiziaria.





Altro soggetto raggiunto da ordinanza d’arresto per spaccio è M. S., 28enne. La Corte d’Appello di Lecce lo ha riconosciuto colpevole del reato di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti di cui fu accusato, in Ugento, nel novembre 2018.




Dovrà espiare la pena definitiva residua di anni 4, mesi 4 e giorni 7 di reclusione presso la propria abitazione di residenza, in regime di detenzione domiciliare.





Ora i domiciliari, tra un anno il carcere





Anche un pensionato, in questo caso già ristretto ai domiciliari, è stato oggetto di un provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce.





L’uomo è stato condannato ad un periodo di detenzione domiciliare di un anno (sino al 15 dicembre 2021) seguito da un restante periodo (sino all’aprile 2025) in regime di detenzione carceraria. La decisione è scaturita da una unificazione di pene concorrenti, poichè riconosciuto colpevole per il reato di violenza sessuale, commesso nel 2001 e nel 2006, nonchè di evasione, commessa nel 2018. Per cui è stato condannato alla pena complessiva di 12 anni e mesi 8 di reclusione.





“Han rubato l’auto” e poi…la vende





Inoltre, i carabinieri hanno deferito in stato di libertà due uomini di ugento. In particolare, nel corso di controllo circolazione stradale, è emerso che l’autovettura condotta da uno dei due, sprovvista di copertura assicurativa, era stata acquistata da questi presso una concessionaria di autovetture, senza la formalizzazione del passaggio di proprietà. Motivo per cui l’ex proprietario (il secondo dei deferiti), ne aveva denunciato falsamente il furto presso la stazione carabinieri di Ugento. Circostanza di cui era a conoscenza il primo dei due ma noncurante, continuava a circolare con quell’auto.


Cronaca

Crolla casolare durante lavori: muore 39enne

Tragedia nelle campagne di Palmariggi: strappato alla vita giovane padre

Pubblicato

il

Non è sopravvissuto alle gravi ferite provocate dal crollo del casolare a cui stava lavorando.

È morto così, nella giornata di oggi, Fabio Sicuro, 39enne di Martano. È morto mentre ristrutturava un rudere nelle campagne di Palmariggi.

Non era da solo: con lui i suoi colleghi, che han provato a soccorrerlo ed hanno allertato il 118. La corsa in ospedale però non è bastata. L’operaio è deceduto nel nosocomio di Scorrano, a causa delle gravi ferite riportate.

I carabinieri hanno raggiunto il luogo dell’incidente. Andranno accertate le ragioni del crollo del rudere in fase di ristrutturazione. E controlli sono in corso anche sulla natura e sulla regolarità dei lavori posti in essere. Lo Spesal ha effettuato un sopralluogo sul posto che, ora, è sotto sequestro.

La vittima era diventata padre da poco. La sua salma è stata trasportata presso la camera mortuaria del Vito Fazzi di Lecce su disposizione dell’autorità giudiziaria.

Continua a Leggere

Andrano

Incendio nell’ecocentro di Andrano

Scarti in fiamme, il Comune consiglia di chiudere le finestre. Ma fortunatamente non si tratta di rifiuti pericolosi

Pubblicato

il

Fiamme nell’ecocentro di Andrano in serata.

Lo annuncia il Comune, sulla sua pagina Facebook: un incendio ha avvolto parte del punto di smaltimento collocato in via Vecchia Comunale per Marittima.

Hanno preso fuoco diversi scarti raccolti sul posto. Intervento dei vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase per riportare la situazione in sicurezza. Mentre il suggerimento, dall’amministrazione, è di tenere le finestre chiuse ed evitare di avvicinarsi alla zona.

Sarebbe stato un corto circuito ad un lampione a fare da innesco. Ben 4 i cassoni intaccati, a partire dalle 18. Le operazioni di spegnimento si sono concluse attorno alle 23.

Nota positiva: a bruciare, semplici sfalci di potatura. 

Continua a Leggere

Cronaca

Si è spento don Eugenio Licchetta

Originario di Corsano, era stato storico parroco della parrocchia di Sant’Andrea, nel rione di Caprarica del Capo, a Tricase

Pubblicato

il

Lutto a Tricase per la morte di don Eugenio Licchetta.

Originario di Corsano, il parroco avrebbe compiuto 84 anni a dicembre. Si è spento nella sua dimora, a pochi passi dalla parrocchia di Sant’Andrea dove nel 2012 aveva celebrato 50 anni di sacerdozio.

Dopo aver preso i voti nel 1962, divenne anche docente di religione presso il Liceo Stampacchia di Tricase. Durante la sua permanenza nel rione di Caprarica del Capo, tra le altre cose, edificò la casa di accoglienza e le opere del Santuario della Madonna di Fatima e creò una rete di beneficenza per la vicina Albania, dopo gli sbarchi degli anni 90.

Una lunga malattia lo aveva costretto a letto negli ultimi anni, prima di portarlo inesorabilmente via nel pomeriggio di oggi.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus