Connect with us

Cronaca

Tiggiano: il resort con le finte pajare verrà distrutto

Ottennero autorizzazione a ristrutturare pajare inesistenti per realizzarle ex novo in pieno parco “Otranto-Santa Maria di Leuca”

Pubblicato

il

A distanza di due anni dal primo grido allo scandalo, a Tiggiano si prospetta la fine per la vicenda del resort abusivo sulla scogliera a ridosso del mare.


Una ditta del torinese aveva ottenuto dall’amministrazione locale una autorizzazione per ristrutturare delle pajare in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, in pieno parco “Otranto-Santa Maria di Leuca”. Negli intenti della società piemontese, sarebbe dovuto nascere un villaggio turistico con le antiche costruzioni contadine riadattate a chalet.


Peccato però che quelle costruzioni di antico avessero ben poco: insospettiti dal via vai di mezzi pesanti nella zona, gli inquirenti diedero il là alle indagini. La scoperta, anche grazie all’utilizzo di un drone, fu sorprendente: come da aerofotogrammetria più recente (2005), sul posto esisteva una sola pajara prima dell’intervento della ditta piemontese. Le restanti 23 sarebbero state del tutto inventate e quindi in via di costruzione ex novo e non ristrutturate.

Bloccati i lavori e posto sotto sequestro l’intero terreno, con l’accusa di lottizzazione abusiva e falso, si attendevano gli sviluppi giudiziari della vicenda. Sviluppi che sono arrivati negli scorsi giorni e porteranno la società piemontese alla demolizione di quanto realizzato ed alla restituzione al parco dell’originale parvenza. Il tutto, smaltimento dei rifiuti ovviamente incluso, a proprie spese.


Cronaca

Avvocato nasconde al fisco ricavi per oltre 200mila euro

il professionista era completamente sconosciuto al fisco in quanto evasore totale per gli anni d’imposta dal 2016 al 2022

Pubblicato

il

Nell’ambito dei controlli fiscali volti a contrastare l’evasione tributaria, disposti dal Comando Provinciale di Lecce, i Finanzieri della Compagnia di Otranto hanno individuato, anche a seguito di una mirata analisi di rischio, un avvocato completamente sconosciuto al fisco in quanto evasore totale per gli anni d’imposta dal 2016 al 2022.

L’attività ispettiva ha consentito di accertare che il predetto professionista, nel corso del periodo preso in esame, ha omesso di dichiarare all’erario consistenti compensi derivanti da prestazioni rese a numerosi clienti.

Al termine dell’attività di controllo, le Fiamme Gialle idruntine hanno quindi ricostruito l’effettivo volume d’affari dell’avvocato, quantificando in oltre 200mila euro i ricavi percepiti in nero durante lo svolgimento della professione legale.

L’evasione fiscale costituisce un grave ostacolo allo sviluppo economico perché distorce la concorrenza e l’allocazione delle risorse, mina il rapporto di fiducia tra cittadini e Stato e penalizza l’equità, sottraendo spazi di intervento a favore delle fasce sociali più deboli.

Continua a Leggere

Cronaca

Sfondano ingresso con auto e danno alle fiamme concessionario

Distrutti sei veicoli nella notte in quel di Matino: necessario l’intervento di più squadre del 115 per domare il rogo

Pubblicato

il

Incendio presso locale commerciale a Matino: intervento tempestivo dei Vigili del Fuoco di Lecce.

Incendio nella notte a Matino dove più squadre del Comando dei Vigili del Fuoco di Lecce sono dovute intervenire per domare le fiamme divampate in un locale commerciale.

A prendere fuoco è stato un concessionario d’auto in via Anellini, di proprietà di un 31enne.

All’arrivo sul luogo dell’incidente, i Vigili del Fuoco hanno immediatamente iniziato le operazioni di spegnimento, seguite dalla bonifica dell’area. L’incendio ha causato danni considerevoli all’edificio, compromettendo i solai, e ha portato alla distruzione di sei autoveicoli.

Per garantire la sicurezza pubblica e privata, è stato temporaneamente vietato l’accesso all’intera struttura. L’intervento rapido ed efficace dei Vigili del Fuoco ha impedito ulteriori danni a persone e beni.

Le cause dell’incendio sono attualmente oggetto di indagine, ma gli elementi preliminari fanno supporre un’origine dolosa, considerando il ritrovamento di un’auto Alfa Romeo Giulietta senza targa che ha sfondato la vetrata all’ingresso del locale.

Continua a Leggere

Cronaca

È un cane o un lupo? Avvistamento a Marina Serra

Pubblicato

il

Live News su WhatsApp: clicca qui

Un video (che troverete a fine articolo) circola in rete a Tricase e dintorni.

Un automobilista ha ripreso un esemplare che non è semplice, dalle immagini, definire cane o lupo.

Il video è stato girato a Tricase, su via Marinelli, la strada che conduce a Marina Serra, a pochi metri dalla litoranea.

In tanti giurano di averlo visto, dal centro abitato tricasino sino alla Marina di Andrano.

Stazza, manto e fisionomia dell’animale richiamano molto l’idea di lupo. Destano invece perplessità il fatto che lo si ved circolare in strada in pieno giorno nonché il fatto che sia fuori dal branco. Nulla di tutto ciò però si può del tutto escludere, visto che di per sé la presenza del lupo è già una eccezione dalle nostre parti.

Eccezione tuttavia che, fortunatamente, sta ritornando con frequenza: sembrerebbe infatti che, dopo decenni di quasi completa assenza, il lupo stia tornando a popolare la penisola salentina.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus