Connect with us

Cronaca

Torna il buio sul caso Mauro Romano: la Procura ne chiede l’archiviazione

Pubblicato

il


Anni di attesa e speranza, poi mesi intensi di lavoro e determinazione. Tutto sembra volgere al termine, almeno dal punto di vista giudiziario. La vicenda Mauro Romano è ancora ben lontana dal dare risposte definitive. Il bimbo scomparso da Racale nel 1977 non si sa ancora in che destino si sia ritrovato. Ma una delle piste seguite da qualche anno a questa parte, la più calda di questi mesi, si trova ora un muro dinanzi: la Procura di Lecce ha chiesto l’archiviazione del caso, riaperto a decenni dalla scomparsa.





È l’ipotesi araba a tramontare definitivamente. Sorta da una presunta somiglianza notata in paese su un rotocalco, aveva riaperto un giro di voci, diventare poi testimonianze. La Procura nell’ultimo anno ha ascoltato una donna, presunta informata dei fatti, ed un parroco. Poi, salita alla ribalta della cronaca, la richiesta di un confronto con colui che la famiglia Romano riteneva potesse essere oggi Mauro, ossia il figlio di un importante imprenditore degli Emirati Arabi.




Dall’altra parte freddezza e compostezza. Il grande lavoro della famiglia di Racale e del suo avvocato oggi incassa però un duro colpo. Ancora non note le motivazioni per cui la Procura avrebbe chiesto l’archiviazione del caso. Evidentemente nessun riscontro rispetto alle testimonianze rese dagli ascoltati. E, senz’altro, avrà giocato un ruolo importante anche l’ultimo degli sviluppi mediatici: la foto da bambino di colui cui oggi la famiglia Romano chiede il test del Dna. Nello scatto, la somiglianza con Mauro è praticamente inesistente.





Leggi qui i precedenti articoli sul caso.


Casarano

Giornata di fuoco: bruciano ettari di campagne a Casarano

Pubblicato

il

Giornata intensa di lavoro per i Vigili del Fuoco e per i volontari della Protezione Civile di Casarano.

Diversi gli incendi che hanno interessato terreni intorno all’abitato di Casarano; in particolare uno in contrada Petrose esteso per circa 3 ettari. Qui, sono stati impegnati anche i volontari Aib della Protezione Civile di Parabita.

Di seguito le foto della Protezione Civile di Casarano.

Continua a Leggere

Cronaca

Una dozzina di contagi nel Leccese: il bollettino racconta un Covid a rilento

Scendono i positivi: i nuovi totali, oggi, in Puglia sono appena 61

Pubblicato

il

I contagi Covid nel bollettino di oggi della Regione Puglia sono in tutto 61 suddivisi così: 11 in provincia di Bari, 13 in provincia di Brindisi, cinque nella Bat, 4 in provincia di Foggia, 12 in provincia di Lecce, 17 in quella di Taranto. Un caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito.

Sono tre i decessi registrati nell’ultimo report – in provincia Bat – e portano il totale delle vittime a 6mila 604. Mentre con 492 guariti in più, i negativizzati arrivano a 237mila 305. Così, gli attualmente positivi (casi totali meno decessi e guariti) scendendo a 8mila 909. Di questi 203 sono in ospedale.

Attualmente positivi sempre in discesa, oggi sotto quota novemila. Sono 61 i nuovi casi di infezione da Covid-19, a fronte di 7mila 142 test effettuati, secondo i dati diffusi nel bollettino del 19 giugno. I nuovi tamponi positivi rispetto a tutti quelli effettuati – compresi quelli di controllo – rappresentano lo 0,85 per cento, quasi un punto e mezzo in meno rispetto alla percentuale della scorsa settimana

Continua a Leggere

Cronaca

Fatale schianto tra suv e camion a Salve: un morto sulla 274

Pubblicato

il

Dramma su una delle principali strade del Salento: la statale 274, Gallipoli-Leuca.

Un incidente mortale si è consumato questa mattina alle 8 nel tratto di via nel territorio di Salve, all’altezza di contrada Schiafazzi. Uno schianto tremendo che ha visto un suv, un Nissan Qashqai, finire violentemente contro un camion e rimanervi schiacciato nella parte anteriore.

I vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase, intervenuti sul posto, hanno disperatamente tentato di estrarre il conducente ancora in vita. Ma non c’è stato nulla da fare: l’uomo, un 82enne residente a Varese e titolare di una struttura ricettiva nel Capo di Leuca, sarebbe morto sul colpo. par

Choc per il conducente del mezzo pesante, un 54enne di Castrignano del Capo, che ha tentato invano di scongiurare l’impatto: secondo prima sommaria ricostruzione sarebbe stata proprio la Nissan ad occupare la corsia del senso di marcia opposto al suo.

Sul posto i carabinieri di Presicce-Acquarica che hanno chiuso al traffico il tratto di statale. Il traffico, molto intenso in quel punto nei weekend di questo periodo, è in tilt e registra già lunghe code.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus