Connect with us

Cronaca

Traffico di uomini: un arresto

In manette 29enne con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al reato di immigrazione clandestina

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio, a Novoli, i carabinieri della compagnia di Campi Salentina, sono intervenuti presso la stazione ferroviaria, arrestando un uomo per aver favorito cittadini extracomunitari a restare sul territorio italiano senza autorizzazione.


L’atteggiamento circospetto dell’uomo, Idrus Yusuf, 29enne di Mogadiscio, residente a Bologna, ha destato qualche dubbio. Trattandosi di cittadino extracomunitario di presunte origini somale, è stato identificato mediante le impronte digitali. Da ulteriori accertamenti è risultato che sul conto del cittadino somalo pendeva un’ordinanza di custodia in carcere emessa, il 14 novembre scorso, dal Tribunale di Catania, per associazione per delinquere finalizzata al reato di immigrazione clandestina, di cui egli stesso era capo e promotore anche attraverso attività che favorivano la permanenza sul territorio dello Stato Italiano dei migranti clandestini che non ne avevano diritto nel territorio, agevolando altresì l’immigrazione anche negli altri Paesi dell’Unione Europea.


Idrus Yusuf procacciava migranti presso i centri di accoglienza di Pozzallo e Mineo, procurandogli alloggio, falsificando i documenti e fornendo loro i biglietti aerei.

Yusuf, che nel novembre scorso era riuscito a sottrarsi alla cattura, da parte delle Forze dell’Ordine di Ragusa, non è riuscito, questa volta, ad eludere il controllo dei Carabinieri. Dopo essere stato dichiarato in stato di arresto – in applicazione della custodia cautelare –l’uomo è stato accompagnato nella Casa Circondariale di Lecce, ove è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria siciliana.


Proseguono, nel frattempo, su vasta scala, in provincia, i controlli da parte dei Carabinieri, in relazione ai reati connessi all’immigrazione clandestina, sia sulle coste salentine che all’interno della provincia, soprattutto presso gli scali ferroviari ed i terminal delle imprese di trasporto passeggeri. Durante l’ultimo recente sbarco di immigrati sulle coste salentine, dell’11 gennaio scorso, si è registrato un altro tragico evento, ossia la morte di una donna somala, stessa nazionalità dell’arrestato. Sull’evento sono in corso le indagini.


Cronaca

Ladri al McDonald’s di Surbo nella notte

Pubblicato

il


Furto nella notte al ristorante McDonald’s di Surbo. Questa mattina, all’apertura, è subito saltato all’occhio il colpo perpetrato nella notte.





Si sono recati sul posto carabinieri, vigilanza privata e direttore dell’esercizio. Il bottino è in fase di quantificazione. I responsabili ancora non identificati.




La prima ipotesi è che possa trattarsi della stessa banda che sta colpendo in questi giorni nei centri commerciali. In pochi giorni si sono registrati infatti un tentativo fallito di furto al BricoCenter ed uno invece andato a segno, con bottino considerevole, a Surano, presso il Gulliver.





Foto Enrico Roggi


Continua a Leggere

Cronaca

Presicce-Acquarica: auto prende fuoco mentre porta figlio a scuola

Pubblicato

il


Non un buon inizio di giornata per una malcapitata automobilista ad Acquarica del Capo, nel Comune di Presicce-Acquarica.
La sua auto, una utilitaria Ford, ha preso fuoco durante la marcia (foto a fine articolo).
Come riporta Protezione Civile Salento, la donna stava accompagnando il figlio a scuola quando, a qualche decina di metri dalla destinazione, ha notato del fumo uscire dal vano motore.
Fortunatamente ha avuto la prontezza di fermare l’auto. Pochi attimi e dal cofano si sono sprigionate le fiamme.
Una colonna di fumo si è sollevata dalla vettura, alimentata anche a GPL.
Sul posto i vigili del fuoco. Per la donna ed il figlio nessuna conseguenza.









Continua a Leggere

Cronaca

Volo stoppato un attimo prima del decollo: “Il carburante non basta”

Pubblicato

il


Un ritardo, quando si viaggia, è sempre fastidioso. Lo è ancor di più se la causa rischia di scadere nell’assurdo.





Quanto accaduto ieri a Brindisi, all’aeroporto del Salento, potrebbe rientrare proprio in questa categoria: un volo, pronto al decollo, ha tardato a partire per insufficienza di carburante nel serbatoio.




Episodio talmente singolare da esser stato, poi, prontamente smentito. Ma i passeggeri a bordo, tra cui un avvocato che ha reso nota la vicenda, ripreso dalla stampa, han sentito chiaro e forte ciò che è stato comunicato in cabina: il ritardo era dovuto alla necessità di rifornimento.





Ora tra i tanti viaggiatori, poi decollati con ritardo, si medita una richiesta di risarcimento.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus