Connect with us

Casarano

Vasto incendio: ore di lavoro nel casaranese

Pubblicato

il


Una colonna di fumo che ha iniziato ad ampliarsi trasformandosi in una nube diffusa. Le fiamme che si sono propagate col vento e sotto al sole cocente. Una domenica di fuoco nel casaranese.





Un incendio ha messo in ginocchio l’agro della zona a ridosso della strada provinciale tra Casarano e Taviano.





Il pronto intervento dei vigili del fuoco, coadiuvati dalla protezione civile casaranese, ha scongiurato il peggio. Ore di lavoro per pompieri e volontari impegnati per impedire al rogo di diffondersi per le campagne.




Sul posto anche i carabinieri. Fortunatamente in serata la situazione sembra rientrare, anche se l’odore forte di bruciato è rimasto nell’aria.





Foto di Protezione Civile Casarano, da Facebook


Casarano

Casarano: scampato un anno fa a imboscata, oggi accoltella in strada 49enne

Pubblicato

il


Un 49enne di Casarano è stato accoltellato nel pomeriggio di oggi in strada nel suo paese.





Ad aggredirlo il 29enne di origine marocchina Antonio Amin Afendi, vittima di un agguato il 25 ottobre dell’anno scorso al quale sopravvisse per miracolo (clicca qui per rileggerne la notizia e gli sviluppi di un anno fa).




Il 49enne vittima dell’aggressione di oggi è stato trasportato d’urgenza in ospedale, dove è stato immediatamente sottoposto ad un intervento.





I carabinieri sono al lavoro per ricostruire le cause dell’accaduto. Afendi invece è stato tratto in arresto. L’imboscata di un anno fa gli fu tesa da Giuseppe Moscara nell’ambito della faida tra clan acuitasi dopo l’uccisione del boss Augustino Potenza, freddato nel parcheggio dell’Iper Mac di Casarano 3 anni ed 1 giorno prima dell’agguato ad Afendi: il 26 ottobre 2016.


Continua a Leggere

Casarano

Lavoro nero e senza distanziamento: sospesa attività di call center a Casarano

Pubblicato

il


Attività imprenditoriale di Casarano nei guai dopo un controllo dei carabinieri di Parabita.





I militari, con il supporto di personale dell’Ispettorato del Lavoro, hanno effettuato un’attività ispettiva volta al contrasto del fenomeno del lavoro nero ed al rispetto delle misure di prevenzione al contagio Covid-19. I controlli han portato alla identificazione di 12 lavoratori di cui 5 risultati in nero e 7 irregolari.




È scattato quindi il deferimento in stato di libertà dell’amministratore unico della società in questione, B. D., 62enne, ritenuto responsabile dei reati:
– d.L. 12/2002: art. 3, comma 3 (lavoro nero); d.Lgs. 81/2008:
– art. 14, comma 1 (disposizioni per il contrasto del lavoro irregolare e per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori – sospensione attività imprenditoriale);
– art. 36 “per non aver informato i lavoratori sui rischi presenti sul luogo di lavoro”;
– art. 37, “Per non aver formato i lavoratori sui rischi presenti sul luogo di lavoro”;
– art. 18 co. 1 lett. G. “per non aver sottoposto alla prescritta sorveglianza sanitaria i lavoratori dipendenti”;

Nell’occasione è stata contestata altresì la violazione della normativa Covid-19 “per non aver provveduto a mantenere il distanziamento di almeno un metro tra i lavoratori”.
L’attività imprenditoriale è stata sospesa.
Nel corso del suddetto servizio di prevenzione, i carabinieri hanno elevato sanzioni amministrative per un importo totale di euro 30mila e 400 euro ed hanno contestato ammende per un totale di euro 17mila e 200 euro circa.
Autorità giudiziaria e competenti enti assistenziali, previdenziali e fiscali sono stati informati dal Nucleo Ispettorato del Lavoro di Lecce di quanto riscontrato.






Continua a Leggere

Attualità

La mappa aggiornata del contagio in provincia di Lecce

Il report settimanale dell’Asl Lecce: sono 2.052 i cittadini della provincia di Lecce attualmente Covid positivi. I centri più colpiti sono: Lecce (215), Taurisano (204), Galatina (66), Melendugno (62), Tricase (56), Ruffano (53) e Casarano (53). La distribuzione dei casi in ogni paese, le statistiche su, positivi, ricoveri e i decessi

Pubblicato

il

Restano piuttosto sostenuti i numeri del contagio in provincia di Lecce come riportato dal report settimanale dell’Asl Lecce.

Nel report emerge l’andamento dell’infezione da SARS-CoV-2 con i dati dal 29 febbraio al 31 luglio e con i dati dal 1° agosto a oggi.

Sono 2.052 i cittadini della provincia di Lecce attualmente Covid positivi.

Il report evidenzia la distribuzione dei casi Comune per Comune, il numero dei degenti, dei ricoveri e dei decessi con la distinzione per genere ed età e la distribuzione per luogo di esposizione e per stato clinico iniziale.

Il documento riporta inoltre il numero dei tamponi complessivamente eseguiti e il trend settimanale del rapporto casi positivi/casi testati.

Riguardo agli attualmente positivi nei singoli paesi (vedi foto in alto) resta di grandi dimensioni il numero dei contagiati a Taurisano giunto a quota 204 su meno di 12mila abitanti. Basti pensare che a Lecce su quasi centomila abitanti sono 215, appena 11 in più.

Gli altri paesi sopra i 50 in provincia di Lecce sono: Galatina (66), Melendugno (62), Tricase (56), Ruffano (53), Casarano (53).

Non hanno attualmente positivi sul territorio comunale solo Bagnolo del Salento, Giuggianello e Melpignano.

Altro dato degno di menzione è quello relativo alla distribuzione per fascia d’età dal 1° agosto ad oggi: ben 1.113 casi, pari al 38%, riguardano la fascia d’età da zero a 35 anni, quella più colpita.

Riguardo ai ricoveri, sempre dal 1° agosto ad oggi sono 249, di cui 107 dimessi e 31 deceduti. Cambia l’incidenza sulel fasce di età per quanto riguarda i ricoveri: la fascia più colpita è quella che va dai 50 ai 69 anni con il 35% seguita dalla fascia da 70 a 79 con il 19% e da quella dagli 80 agli 89 anni con il 17%.

Il report dell’Asl Lecce del 20 novembre



 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus