Connect with us

Cronaca

Violentò la compagna incinta: condannato

Cinque anni e 4 mesi con rito abbreviato

Pubblicato

il


Con rito abbreviato, è arrivata nella mattinata di ieri la condanna ai danni di un uomo reo di aver violentato la propria compagna.





I fatti risalgono al novembre 2016 quando, pochi giorno dopo aver scoperto di essere incinta, una giovane donna ha patito la furia della morbosa e violenta gelosia del suo ragazzo.





Alla polizia la vittima ha raccontato di esser stata picchiata in due occasioni. L’uomo, in uno dei due casi, le avrebbe anche sbattuto la testa contro la portiera dell’auto intimandole di non urlare.




L’episodio per il quale l’uomo è stato condannato a 5 anni e 4 mesi (oltre al non avvicinamento alla donna ed ai luoghi da lei frequentati per un anno dopo la fine della pena) si è invece consumato alla periferia di Lecce. Qui, dopo aver portato la sua compagna di notte in un luogo appartato, l’uomo le avrebbe strappato i vestiti di dosso abusando di lei.





Sconvolta dal degenerare dei comportamenti del suo uomo, la donna ha sporto denuncia e deciso di abortire.





Dopo l’ascolto dell’imputato, che ha negato tutto in questura nel gennaio dello scorso anno, il processo ha fatto il suo corso. Ed è arrivato, come detto con rito abbreviato, alla sentenza di condanna emessa dal gup Sergio Tosi.


Cronaca

Rave party nelle campagne: blitz in mattinata delle forze dell’ordine

Pubblicato

il

Maxi intervento delle forze dell’ordine nella mattinata di domenica per sgomberare delle campagne nell’agro di Scorrano da un rave party illegale.

Una ventina di partecipanti alla festa sono stati identificati, decine gli altri che si sono dati alla fuga tra le campagne ed ancora di più quelli che nella notte hanno sicuramente preso parte all’evento. Addentrato nelle campagne, lontano da case e centri abitati, il rave è durato tutta la notte.

Musica a palla per ore e una segnalazione ai carabinieri in mattinata hanno fatto scattare l’operazione di sgombero di carabinieri, polizia e Digos. Si ipotizza possano aver preso parte all’evento, nella notte tra sabato e domenica, sino a 300 persone.

Foto di repertorio

Continua a Leggere

Cronaca

Bimba rischia di annegare: salvata in extremis a Tricase Porto

Pubblicato

il

Grande spavento in mattinata nelle acque di Tricase Porto. Una bambina di 7 anni ha rischiato di annegare ed è stata salvata prontamente da altri bagnanti e da medici presenti sul posto.

Erano le 12 circa quando, nei pressi della spiaggetta del porto, la bambina è improvvisamente finita a faccia giù in acqua, galleggiando inerme. Forse a causa di malore, la piccola era rimasta immobilizzata.

Immediatamente soccorsa e portata fuori dall’acqua, è stata poi raggiunta da due medici che si trovavano sul posto, un dottore ed una dottoressa.

Hanno praticato sulla bambina delle manovre per tenerla in vita e per farle espellere l’acqua che aveva ingerito. Pian piano la piccola si è ripresa e la sua famiglia ha potuto tirare un sospiro di sollievo.

Continua a Leggere

Cronaca

Corsa a Palazzo Gallone: Distante c’è

Pubblicato

il

Tanti i nomi che circolano a Tricase per le ormai prossime amministrative. E tante anche le smentite.

Non è il caso però dell’avvocato Alessandro Distante. La sua eventuale candidatura, caldeggiata nelle ultime settimane, trova la disponibilità del diretto interessato. La conferma nelle dichiarazioni rilasciate al Nuovo Quotidiano di Puglia.

“Mi sono giunte numerose sollecitazioni ad offrire una mia disponibilità alla candidatura a sindaco”, ammette Distante. “Sollecitazioni alle quali, per rispetto a chi me lo ha proposto, non ho opposto logiche di convenienza personale o motivi professionali oppure altri impegni già presi. Si tratta tuttavia di una disponibilità e non di una candidatura o, peggio, di una autocandidatura”, ha spiegato.

“Una disponibilità che potrà essere valutata se ritenuta utile alla Città, se può dare un contributo di entusiasmo, favorire un largo coinvolgimento dei cittadini e momento di possibili sintesi. Sono da sempre convinto che l’impegno politico può e deve essere svolto in vari modi, sia in ruoli istituzionali, sia, per esempio, curando un giornale cittadino (Distante è direttore de Il Volantino, NdA)”.

“Pertanto”, conclude, “in un modo o nell’altro, con assoluta serenità, continuerò ad occuparmi della città, con la solita passione e con lo sforzo di professionalità di questi lunghi anni di impegno civico”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus