Connect with us

Alezio

Alezio regina della differenziata

Primo Comune della provincia di Lecce per percentuale di raccolta differenziata. Dato relativo al  2019e certificato da Legambiente e Regione Puglia

Pubblicato

il

Si è svolta a Bari la cerimonia di premiazione  dei Comuni Ricicloni a cura di Legambiente in collaborazione con la Regione Puglia.

L’iniziativa mira a premiare tutti i Comuni pugliesi che hanno raggiunto un’alta percentuale di raccolta di fferenziata e si basa su dati certi e tracciabili.

Alezio ha ricevuto il premio di Comune Riciclone di seconda categoria avendo nei primi 9 mesi del 2019 superato la percentuale del 65% di raccolta differenziata, raggiungendo quindi l’obiettivo di legge.

Alezio registra un dato di raccolta differenziata pari al 74,6% risultando così il sesto Comune in regione e addirittura il primo in provincia di Lecce  ai primi 9 mesi del 2019.

«Un risultato incredibile e mai raggiunto dal nostro Comune negli anni passati. Siamo pienamente soddisfatti», dichiara il sindaco Andrea Barone, «ringraziamo tutti i cittadini che sin dal primo giorno di raccolta differenziata hanno aderito al progetto con entusiasmo e convinzione. Merito soprattutto dell’attento e competente lavoro dell’assessore Eleonora Romano e della sua grande sensibilità nei confronti dei temi ambientali e di salvaguardia del territorio».

«Stiamo investendo tanto nel settore dell’ambiente», sostiene l’assessore all’ambiente Eleonora Romano, «crediamo che la qualità della nostra vita non possa non prescindere dalla tutela dell’ambiente. Ora andiamo avanti con ulteriori iniziative come l’istituzione delle Guardie Ambientali Aletine e la presenza di un Ecomobile per 2 giorni alla settimana a partire da Giovedì 19. Siamo fieri del risultato ottenuto. Alezio e gli aletini meritano questa grande soddisfazione».

«Il cambiamento verso la raccolta differenziata spinta  in poco tempo sta diventando per tutti un modo di vivere»,  aggiunge la Romano, «i risultati sono molto più che incoraggianti ed il riconoscimento ricevuto da Legambiente e dalla Regione Puglia oggi non fa altro che certificare che la strada intrapresa è quella giusta».

In chiusura la Eleonora Romano ringrazia «tutta la Comunità Aletina che sta dimostrando un grande senso civico e tutte le persone che quotidianamente lavorano per garantire ai cittadini il miglior servizio possibile: gli operatori, la Società Gialplast, i tecnici comunali e tutti i colleghi amministratori».

Alezio

A piedi per 5 chilometri e in due sui motorini: fermati e sanzionati!

Almeno 5 persone sorprese dalla Polizia Locale di Alezio fuori casa e senza valido motivo. Il sindaco Andrea Barone: “Restate a casa”

Pubblicato

il

Continua senza sosta l’attività della Polizia Locale di Alezio, sul territorio comunale, al fine di controllare la legittimità degli spostamenti ed il rispetto delle norme dettate per il contrasto alla diffusione del COVID-19.

Sono stati effettuati numerosi controlli su persone e esercizi commerciali, prestando particolare attenzione ad ogni potenziale luogo di assembramento.

Durante il servizio gli agenti hanno raccolto le autocertificazioni, come previsto dal D.P.C.M.

Almeno cinque delle persone controllate, nella sola giornata di ieri, non hanno saputo fornire una giustificazione valida a dimostrare la legittimità del loro spostamento, in alcuni casi erano a piedi, in altri si trovavano a bordo di un veicolo.

È il caso di una podista che, provenendo da un paese vicino aveva già percorso cinque chilometri a piedi, ed è stata sanzionata per l’importo di  400 euro.

Analogamente nel caso di quattro giovani scooteristi provenienti dalla vicina Gallipoli, entrambi in due sul ciclomotore, in violazione della regola che obbliga al distanziamento sociale ed al divieto di allontanamento dal proprio Comune, se non per motivi di urgenza, salute o lavoro.

In uno di questi casi, gli scooteristi hanno tentato la fuga tra le viuzze del centro, ma venivano prontamente raggiunti ed acciuffati.

Il ciclomotore, dal successivo controllo è risultato sprovvisto di copertura assicurativa ed il conducente sprovvisto di patente perché mai conseguita.

I controlli volti a verificare il rispetto delle disposizioni emergenziali proseguiranno da parte della Polizia Locale per tutta la durata dell’emergenza epidemiologica.

Il sindaco Andrea Barone, rammenta alla Cittadinanza che “ogni spostamento all’interno del territorio comunale deve essere giustificato da comprovate esigenze lavorative, da uno stato di necessità o da motivi di salute. L’attività motoria all’aperto o una breve passeggiata con il proprio animale domestico sono consentite, ma esclusivamente in prossimità della propria abitazione e per un breve lasso di tempo. Andrà tutto bene, ma solo se restiamo a casa”.

Continua a Leggere

Alezio

Tamponi positivi anche ad Alezio, Collepasso e Racale

Come accaduto a MAtino anche da Alezio e Collepasso i sindaci invitano ad evitare la caccia al contagiato, ricordando che “chi risulta positivo al Covid-19 non ha colpe e il nome e cognome è riservato e coperto da privacy”

Pubblicato

il

Alezio, Collepasso e Racale: arriva ancora dai sindaci l’ufficialità dei casi positivi al covid 19.

ALEZIO

Ieri sera il sindaco di Alezio Andrea Barone aveva postato su facebook: “Cari concittadini, vi informo che anche nel nostro Comune si è verificato un caso positivo al Covid 19. Si tratta di un operatore sanitario già posto sotto sorveglianza dalle autorità competenti”.

Il sindaco ha poi manifestato la sua “completa vicinanza alla famiglia del soggetto coinvolto e vi esorto, ora più che mai , a rispettare le regole: restiamo a casa!”.

Barone ha poi infine esprimere “un sincero ringraziamento a tutti gli operatori sanitari che, con immenso coraggio e generoso impegno, lottano in prima linea per tutelare la salute di tutti noi.
A loro e a tutti i familiari va il mio riconoscente abbraccio
”.

RACALE

Da Racale, un po’ come aveva fatto il suo collega Johnny Toma da Matino all’ex sindaco Donato Metallo (da poco dimissionario per correre alle elezioni regionali) ha dovuto metaforicamente alzare la voce per interrompere la caccia all’uomo scatenatasi dopo l’ufficialità del tampone positivo.

Non chiedete chi è, non ha senso”, ha scritto sulla sua pagina facebook, “comprendo la paura ma le autorità hanno già fatto quello che c’era da fare e lo stanno continuando a fare per mettere tutti in sicurezza. A noi spetta solo rispettare il dolore e le regole che vengono imposte”.

A tal proposito ha poi aggiunto rivolgendosi direttamente a chi ha contratto il virus: “Un solo pensiero, con tutto il cuore. Che ti possano arrivare forza e carezze. Un abbraccio forte a tutti i familiari. Vi siamo tutti vicini. Preghiamo e speriamo con voi”.

COLLEPASSO

Infine a Collepasso da dove il sindaco Paolo Menozzi ha postato su facebook la notizia: “Cari concittadini, mi hanno comunicato la brutta notizia di un nostro concittadino che era in isolamento fiduciario insieme alla famiglia già da diversi giorni e che, sottoposto ad analisi, è risultato positivo al Tampone covid-19”.

Ho contattato personalmente la famiglia”, ha aggiunto, “stanno tutti bene è stanno eseguendo rigidamente il protocollo che ormai, purtroppo, tristemente noto in tutto il mondo. Ho espresso la nostra solidarietà e vicinanza a nome di tutta la comunità di Collepasso. Per quanto di mia competenza”, ha concluso il suo post, “assicurerò una attenta vigilanza sulla questione e rinnovo cari cittadini ve lo chiedo veramente da padre di famiglia con forza di non uscire di casa per nessuna ragione siamo cittadini responsabili”.

A distanza di un apio d’ore, però, il sindaco di Collepasso ha dovuto rimettere mano alla tastiera questa volta per richiamare i suoi concittadini: “Invito tutti a smetterla con commenti di “caccia al contagiato”. Chi risulta positivo al Covid-19 non ha colpe e il nome e cognome è riservato e coperto da privacy”, ha postato ancora, “comprendo la paura ma abbiate fiducia nelle autorità. Stiamo già operando tutto ciò che necessita. Restiamo uniti e insieme ce la faremo”.

Continua a Leggere

Alezio

Marijuana e proiettili tra i rovi

Tra Alezio e Sannicola la singolare scoperta dei carabinieri

Pubblicato

il

Quasi un chilo di marijuana (820 grammi) nascosta tra i rovi.

Ttolari della singolare scoperta tra Alezio e Sannicola i carabinieri che hanno rinvenuto anche sedici proiettili calibro 38 special e tre bossoli dello stesso calibro.

Avviate le indagini per risalire ai proprietari della droga e delle munizioni.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus