Connect with us

Attualità

A Casarano la libreria du Pippi Venneri sentinella di cultura

L’antica libreria Dante Alighieri, ultimo baluardo ad una cultura fatta di parole che puoi quasi toccare, di cui puoi anche quasi sentire il profumo; emozioni e rituali che nessuno strumento elettronico potrà mai sostituire

Pubblicato

il

Nelle cittadine e nei paesi come i nostri, ci sono delle attività commerciali che vanno al di là di una semplice partita IVA e del semplice comprare e rivendere articoli e merce varia, ma che sono in grado di diventare, nel tempo, delle vere e proprie istituzioni.


Un’attività che non è fatta solo di mero commercio ma che ha una connotazione anche sociale” è la libreria; in un’era in cui la cultura (vera o taroccata che sia) la si spaccia in rete, dalle comode pagine di un social o da quelle fredde invenzioni che si chiamano e-book scaricabili anche su qualsiasi telefono, la libreria costituisce forse l’ultimo baluardo ad una cultura fatta di parole che puoi quasi toccare, di cui puoi anche quasi sentirne il profumo; emozioni e rituali che nessuno strumento elettronico potrà mai sostituire.


Ed allora le librerie, quelle storiche,  quelle poche che sono oramai sopravvissute all’estinzione, diventano quasi le sentinelle di questa cultura, così come di quel rituale fatto di gesti consueti come sfogliare, leggere la biografia dell’autore o di sentire, appunto, il caratteristico profumo della carta, o di chiedere “consigli” al libraio che generalmente è sempre in grado di guidarti fra le migliaia di libri di cui lui è il custode più che il rivenditore.


A Casarano un angolo come questo, unico superstite, ancora esiste (o forse potremmo dire… resiste); si è sempre chiamata libreria “Dante Alighieri” (anche per via della sua prima sede che i più anziani ricordano ubicata nella centralissima via Dante) ma per molti anni e ancora oggi per i residenti, è sempre stata la libreria “du Pippi Venneri”.


Le caratteristiche e le peculiarità descritte ci sono ovviamente tutte, così come, in aggiunta,  le varie presentazioni di libri in presenza dell’autore fatte negli anni ma, come sempre accade quando entra  una nuova generazione nella gestione delle cose, entra anche l’innovazione tecnologica (whatsapp o sito che sia) che, soprattutto in questo periodo di quarantena, è stata determinante per garantire quell’indispensabile servizio (anche a domicilio) verso tutti coloro che di libri si nutrono, che del libraio si fidano e che con lui hanno instaurato un rapporto anche di consulenza o di scambio di sensazioni.


Ora il nuovo Decreto consentirà (ovviamente con le dovute precauzioni) di riprendere quegli antichi ed insostituibili rituali che porteranno a rivivere l’ambiente di questo storico presidio di cultura casaranese sicuri che, il difficile percorso verso il ritorno alla normalità, passa anche dalle librerie.


Antonio Memmi


Attualità

Collemeto: iniziano i lavori per il postamat

Dal 6 al 31 luglio l’Ufficio Postale della frazione di Galatina resterà chiuso per consentire l’effettuazione dei lavori di installazione dell’ATM Postamat e di restyling interno

Pubblicato

il

Poste Italiane comunica che dal 6 al 31 luglio l’Ufficio Postale di Collemeto resterà chiuso per consentire l’effettuazione dei lavori di installazione dell’ATM Postamat e di restyling interno.

Per tutti i servizi postali e finanziari, compreso il ritiro delle raccomandate, è disponibile  la vicina sede di Galatina Centro, in Piazza F. Cesari, con il seguente orario: 8,20 – 19,05 dal lunedì al venerdì; 8,20 – 12,35 il sabato.

A Galatina è operativo anche l’ufficio di Via Corigliano 19, aperto dalle 8,20 alle 13,35 dal lunedì al venerdì; dalle 8,20 alle 12,35 il sabato.

Continua a Leggere

Attualità

Calimera: Fiusis conquista anche l’Oriente

Uno spot della Mistubishi indica l’azienda salentina come esempio mondiale di Sampo Yoshi (antichissima filosofia giapponese di  sviluppo sostenibile)

Pubblicato

il

Il colosso nipponico Mitsubishi realizza uno spot di un minuto, indicando la Fiusis di Calimera come esempio mondiale di Sampo Yoshi (antichissima filosofia giapponese di  sviluppo sostenibile).

Un altro meritato riconoscimento per l’azienda salentina guidata da Marcello Piccinni e dalla Commissione europea per dare un contributo fattivo alla realizzazione dell’agenda europea sull’ecosostenibilità per i prossimi 20 anni.

La Fiusis produce energia elettrica grazie alla combustione di cippato di legno vergine, raccolto nelle campagne del Salento come scarto della potatura degli alberi di ulivo.

Il loro impianto adotta la tecnologia più moderna presente attualmente in Europa e consta essenzialmente di una caldaia a griglia mobile, fornita da Uniconfort, in cui, tramite un nastro trasportatore, viene conferito il cippato (legno vergine di ulivo proveniente dagli scarti di potatura, raccolto e triturato).

Successivamente il calore viene veicolato attraverso un fluido che arriva ad azionare la turbina, fornita da Turboden, che produce energia elettrica.

La struttura e la composizione della caldaia non è idonea a bruciare alcun tipo di materia prima che non sia biomassa legnosa.

Fiusis produce energia da fonte rinnovabile, quindi il rispetto dell’ambiente costituisce  una priorità. Tutte le ceneri generate dall’impianto calimerese, in seguito alla combustione della biomassa legnosa, vengono raccolte e direttamente consegnate ad aziende specializzate nello smaltimento nel totale rispetto dell’ambiente.

Continua a Leggere

Attualità

Tutto pronto a Diso: parte il progetto per mappare il Covid

Pubblicato

il

Parte il progetto per mappare il Covid sottoscritto da 15 Comuni della provincia di Lecce e di cui vi avevamo parlato martedì.

Apre il Comune di Diso, con le candidature per effettuare il test sierologico.
Potranno presentare il consenso ad effettuare il test:
– Volontari di Protezione Civile
– Forze dell’Ordine
– Dipendenti pubblici che non hanno usufruito di smart working
– Medici di base
– Farmacisti
– Operatori sanitari
– Altri cittadini individuati dall’Amministrazione Comunale

Per domande sul test sierologico leggi le FAQ: http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=236

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus