Connect with us

Attualità

Da Casarano il trasporto a levitazione magnetica

Lorenzo Parrotta è un salentino cresciuto in terra salentina prima di spiccare il volo alla conquista del mondo

Pubblicato

il

C’è un lungo filo rosso che lega Elon Musk, il miliardario imprenditore ed inventore sudafricano, tocca la tecnologia innovativa di cui si fa promotore, passa da un ascensore super tecnologico a “levitazione magnetica” ed arriva sino a Casarano.


Questo legame ha il nome di Lorenzo Parrotta ed il volto pulito di un giovanissimo casaranese doc che, appena 28enne, ha già presentato al mercato (con il suo team di lavoro) un nuovo e rivoluzionario ascensore che cambierà il modo di spostarsi all’interno dei palazzi.


Diplomatosi al Vanini di Casarano, nel 2010 vince il concorso al Sant’Anna di Pisa e si laurea in ingegneria meccanica.


Il contatto con le idee di Elon Musk avviene nel 2016, quando Lorenzo partecipa, in Texas, alla gara per il treno super veloce Hyperloop, il progetto fantascientifico di un treno sparato all’interno di un tubo pressurizzato a velocità pazzesche; un progetto oggi proseguito da diverse aziende e ancora in fase di ricerca.


Un ragazzo sveglio come Lorenzo, in quel mondo altamente tecnologico e pieno di spunti e di idee, trae la giusta ispirazione e, insieme al suo amico e collega Luca Cesaretti, fonda la “Ales Tech” che si occupa di quel complesso mondo dello “smorzamento delle vibrazioni meccaniche”.


La svolta avviene però quando con l’incontro tra la Ales Tech ed Adriano Girotto, un imprenditore di Treviso dalla cui idea nasce “Ironlev”, l’azienda con la quale Lorenzo and friends hanno intenzione di rivoluzionare il mercato della movimentazione all’interno delle aziende, dello scorrimento dei serramenti o, appunto, questo sistema di sollevamento dei carichi (un ascensore appunto) in assenza di contatto.



La tecnologia, chiamata “levitazione ferromagnetica passiva”, si basa su un flusso magnetico che attraversa una barra in acciaio e che sfrutta un disegno geometrico del pattino che racchiude al proprio interno l’intero campo elettromagnetico rendendolo invece nullo al proprio esterno.

Tutto ciò comporta che non vi sia alcun contatto fisico fra i binari e la parte mobile, con un dimezzamento dei consumi energetici ed un azzeramento della rumorosità e delle vibrazioni.


«L’ascensore, se ci pensate, è il mezzo di trasporto più usato al mondo e questa è solo una tra le applicazioni di questa tecnologia», ha dichiarato Lorenzo Parrotta, in esclusiva per “il Gallo”, «noi crediamo di poter passare a sistemi di trasporto per brevi tratte, come navette per aeroporti o collegamenti fra aeroporti e il centro delle città, tram o, perché no… anche treni; sfruttando poi la peculiarità di utilizzare sempre e comunque le barre metalliche, si potrebbe pensare di sfruttare gli standard delle infrastrutture ferroviarie con piccole modifiche».


Lorenzo è un salentino cresciuto in terra salentina prima di spiccare il volo alla conquista del mondo, ed allora non potevamo esimerci dal chieder lui un messaggio rivolto a tutti i ragazzi suoi conterranei, in particolar modo a coloro che proprio in questi giorni stanno affrontando i loro esami di maturità.


Lui non si è certo tirato indietro: «Non c’è nulla di facile ed immediato; ogni successo è sempre frutto di sacrifici e anche di alcuni precedenti insuccessi ma l’errore più grande sarebbe arrendersi! Basta seguire le proprie passioni e aspirazioni», conclude Lorenzo, «tenendo però sempre presente che lo scenario si sta sempre più evolvendo verso orizzonti sempre più globali e quindi preparare la propria valigia per fare esperienze in giro per il mondo è spesso indispensabile. Con la speranza magari di tornare in questa fantastica terra che è il Salento e non solo in vacanza».


È bello ogni tanto poter dare buone notizie, così come è bello parlare di ragazzi in gamba che fanno ben sperare per il futuro di questa città e di questa terra.


Antonio Memmi


Attualità

La scrittrice Marina Di Guardo, mamma della Ferragni, si gode il Salento

Pubblicato

il

La scrittrice Marina Di Guardo, mamma di Chiara Ferragni, si gode il Salento.

Piatti tipici, mare, centri storici nostrani. Le sue storie instagram raccontano il suo soggiorno nel basso Salento tra Specchia, Presicce, Ugento ed altri centri del Tacco.

Ospite di un resort di Torre San Giovanni, risolleva il morale della marina di Ugento, oggi comparsa sulle pagine di cronaca di mezza Italia per l’arresto di un boss della camorra finito in manette proprio sulle sue spiagge.

Continua a Leggere

Attualità

Un biglietto per il Salento? Costa oro

Pubblicato

il

L’alternativa al Frecciargento? Più che il Frecciarossa, il Frecciaoro.

È ciò che si direbbe consultando i prezzi che stanno comparendo sul sito di Trenitalia per l’alta stagione.

Quest’estate non torno

Una nostra lettrice di Montesano ci segnala l’incredibile rincaro dei biglietti. Complice il Coronavirus e le misure antiassembramento che hanno ridotto i posti utilizzabili nelle carrozze, la disponibilità di sedute è dimezzata. Ma la richiesta non va di pari passo, anzi.

Dopo mesi di lockdown, sono tanti i salentini che ancora attendono di poter tornare a casa. Dal lavoro o dall’università. E molti di loro non potranno farlo in queste vacanze estive. Il motivo? Il costo dei biglietti. Prendere un treno per Lecce da Torino, un sabato di agosto, costa minimo 150€. Le tariffe volano vertiginosamente (non solo per chi arriva da Piemonte).

Come in foto, dal capoluogo torinese in agosto partiranno treni per i quali vi è sola disponibilità di biglietti executive con un prezzo indicibile: 304 euro.

Chissà che, con ancora 3 settimane di tempo, il costo non possa salire ancora da qui al fischio del capotreno.

Continua a Leggere

Attualità

Lecce attende un nuovo prefetto

Pubblicato

il

Il Prefetto di Lecce cambia ancora.

Dopo la breve esperienza, Maria Teresa Cucinotta verrà trasferita in Calabria, presso la Prefettura di Catanzaro.

Prende il suo posto Maria Rosa Trio, 65 anni, di Ancona, laureata in giurisprudenza e ad oggi in carica a Latina.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus