Connect with us

Castrignano dei Greci

Folle fuga tra le campagne poi si schiantano su albero

Arrestati due ladri brindisini in trasferta nel Salento ed intercettati a Corigliano dai carabinieri

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Maglie e della Stazione di Scorrano hanno tratto in arresto per furto in abitazione, resistenza a pubblico ufficiale, possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli, guida con patente revocata (recidiva biennale) due brindisini in trasferta per mettere a segno uno o più colpi nella provincia di Lecce.


In manette ci sono finiti Franco Perrone, 67 anni e Alessandro Caldiron, 35 anni, entrambi di San Pietro Vernotico e ben noti alle forze di polizia per i loro precedenti.


I fatti: intorno alle due della notte trascorsa i carabinieri  hanno notato un Opel Corsa aggirarsi in zona visto l’orario hanno intimato l’alt per un controllo . Ma Perrone alla guida dell’Opel Corsa per tuta risposta ha pestato sull’acceleratore ed ha iniziato una folle fuga percorrendo strade interpoderali, compiendo manovre pericolose e tentando più volte di speronare l’auto dei carabinieri.


La folle corsa, però, è finita contro un albero sul quale la Corsa con a bordo i due malviventi si è andata a schiantare.


A bordo dell’autovettura o carabinieri hanno rinvenuto numerosi fusti in alluminio per un totale di circa 300 litri d’olio d’oliva nonché due passamontagna e arnesi atti allo scasso.

Le successive indagini hanno consentito ai carabinieri di ricostruire la brava notte dei due brindisini che qualche ora prima avevano effettuato un furto ai danni 66enne di Castrignano de’ Greci.


A seguito dell’incidente Caldiron è stato medicato da personale


sanitario dell’ospedale di Scorrano per patologia traumatica senza prognosi. Perrone è stato anche denunciato per guida senza patente (gli era stata revocata), con recidiva biennale. LA refurtiva è stata recuperata e restituita all’avente diritto. Auto e arnesi da scasso sono stati sequestrati; la refurtiva restituita la legittimo proprietario. Per gli arrestati, infine, si sono aperte le porte del carcere di Lecce


Caprarica di Lecce

Violenta grandinata, tanti i danni

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. Le foto

Pubblicato

il

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. L’unica variazione all’opera è quella toponomastica dopo Poggiardo e Ruffano di ieri, oggi il maltempo ha imperversato nella Grecia salentina ed in particolar modo a Galatina. La sorpresa, per questo periodo di quasi estate, è stata quella di vedere, dopo le prime gocce d’acqua, dei rovesci con grossi cubetti di grandine, e le strade che sembrano ricoperte di neve. In un battibaleno sono state colpite anche e distrutte verdure e vigneti. Di seguito alcune foto pubblicate dalla protezione civile.
Continua a Leggere

Campi Salentina

Violazioni norme anticoronavirus: denunciate altre 101 persone

Erano fuori di casa o addiritttura fuori dal Comune di residenza, senza lecite comprovate esigenze

Pubblicato

il

Sono proseguiti anche nel girono di San Giuseppe i controlli per violazione delle norme restrittive volute dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per contrastare il contagio da Covid 19

Sul territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Gallipoli, tra Galatina, Copertino, Nardò, Neviano, Seclì, Galatone e Gallipoli, denunciate 13 persone che, al controllo dei militari dell’Arma, non sono stato in grado di fornire valide giustificazioni circa la loro presenza fuori dal Comune residenza.

Nella giurisdizione dei carabinieri della Compagnia di Campi Salentina, tra Leverano, Novoli, Porto Cesareo, Salice Salentino, Squinzano, Veglie e Campi Salentina,  denunciate 25 persone colte fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione.

I carabinieri hanno denunciato altre 4 persone, tra Specchia, Santa Maria di Leuca, Salve e Tricase, trovate controllati fuori dalle rispettive abitazioni senza lecite comprovate esigenze. Nella zona di loro competenza i carabinieri della Compagnia di Tricase hanno controllato in totale 98 persone e 90 veicoli.

Nell’ambito della propria giurisdizione, i carabinieri della Compagnia di Casarano tra Ugento, Casarano, Melissano, Parabita, Racale, Ruffano e Taviano hanno denunciato sempre per violazione del DPCM  35 persone.

Nell’ambito del territorio di competenza della Compagnia di Maglie, tra Cursi, Martano, Castrignano De’ Greci, Melpignano e Surano, hanno denunciato altre  17 persone che circolavano in assenza di valida motivazione dettata da stato di necessità.

Infine sempre per violazione delle restrizioni 7 persone denunciate tra Lecce e Surbo.

Continua a Leggere

Castrignano dei Greci

Aggredito perché omosessuale: 5 accuse di tentato omicidio aggravato

Musicista assalito da gruppo di turisti lo scorso San Lorenzo a Porto Miggiano: le indagini portano a 5 nomi

Pubblicato

il

Sono 5 gli accusati di tentato omicidio aggravato per l’aggressione della scorsa estate ai danni di un musicista di Castrignano dei Greci, reo di essere omosessuale.

E.G.A.S., 26 anni, di Trepuzzi; R.D.F., 21enne, di Milano; C.B., 25 anni, di Cernusco sul Naviglio; S.D.A., 24enne, di Cologno Monzese e B.L.F., 21, di Milano: per l’accusa sono loro (quasi tutti turisti in vacanza in Salento, due di loro militanti di Casa Pound) i protagonisti dell’aggressione al malcapitato 44enne.

Aggressiome aggravata appunto dai motivi di sfondo: l’orientamento sessuale della vittima.

L’epidosio risale allo scorso San Lorenzo. La vittima fu assalita a Porto Miggiano, davanti ad un locale. Per poi essere ricoverata d’urgenza in ospedale a Tricase.

La ricostruzione effettuata con le indagini si è avvalsa del lavoro dei carabinieri di Poggiardo e di Maglie.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus