Connect with us

Attualità

Cursi, restyling a 360°

Serie di finanziamenti. Il sindaco Antonio Melcore: «Un restyling su più fronti che migliora la qualità della vivibilità nel nostro paese ed insieme a quelli già messi in campo in questi anni, come la fibra ottica sull’intero territorio comunale,  rendono il nostro paese adeguato alle esigenze della vita moderna, interessante ed attrattivo anche a livello turistico»

Pubblicato

il

Cursi nei prossimi anni avrà una nuova immagine grazie ad una serie di finanziamenti. Un restyling  che comprenderà varie aree del paese dell’entroterra idruntino: dal centro storico, alle case popolari, agli spazi verdi ai parchi giochi,  con la soluzione anche di annosi problemi di allagamento in varie vie del paese.


Per la riqualificazione del borgo antico ben 500mila euro sono stati finanziati dal fondo sviluppo comunitario 2014/2020 “turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali, interventi per le attività di promozione e di infrastrutturazione turistica e valorizzazione dei beni demaniali“, che permetteranno il rifacimento del basolato in pietra di Soleto di Piazza Pio XII e dei due tratti di strada che costeggiano la chiesa matrice, via Melpignano e via Trioti, fino all’altezza degli incroci con via Ammiraglio Turi.


A completamento dell’intervento è prevista la realizzazione di due aree verdi con alberi ed opere di ingegneria naturalistica, il posizionamento di panchine arredo intelligenti in pietra di Cursi, l’installazione di nuovi pali artistici con illuminazione a Led e la sostituzione delle vecchie lampade.


L’intervento prevede anche la realizzazione di due tratti pluviali insistenti su Piazza Pio XII lato ovest che consentirà il deflusso delle acque meteoriche.


LE CASE POPOLARI DI VIA SANTUARIO



Un altro importante finanziamento (in totale saranno impegnati 691mila euro) permetterà di riqualificare l’area delle case popolari di via Santuario.


Un progetto presentato grazie ad un protocollo d’intesa con Arca Puglia, con il quale il Comune di Cursi ha ottenuto 320mila euro ed Arca altri 371mila nell’ambito del “Programma dell’abitare Sostenibile e Solidale Regione Puglia“.


Due linee d’intervento distinte presentate insieme ad Arca,  che permetteranno un miglioramento della qualità della vita degli abitanti ed una riqualificazione dell’intera area. L’intervento porterà alla rigenerazione degli spazi aperti alla fruizione collettiva, mediante l’inserimento di aree a verde per il gioco, parcheggi e spazi di sosta, abbattimento delle barriere architettoniche, nuovi impianti di illuminazione, miglioramento delle infrastrutture viarie esistenti e delle aree ciclo-pedonali, installazione arredo urbano, la riqualificazione interesserà anche il Parco di via Salvatore Fitto.


Il finanziamento di 950mila euro per “interventi riferiti ad opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio – risanamento e potenziamento della rete pluviale nel centro abitato”, permetterà di porre fine a continue problematiche di allagamento di un intero rione che va da Piazza Isonzo, con le relative strade adiacenti, sino a via Santuario.

Il progetto prevede la sistemazione del recapito finale, rappresentato da un’antica area di cava riconvertita a bacino assorbente e filtrante, situata lungo la provinciale Cursi-Melpignano, mediante la realizzazione di un insieme sistematico di opere necessarie a dotare l’approvvigionamento finale di un il sistema di trattamento, grigliatura e dissabbiatura delle acque meteoriche.


Nel corso dei lavori sarà potenziata la rete di fognatura pluviale urbana esistente, a servizio del centro abitato, con la creazione di una rete autonoma ed indipendente che prendendo dal punto a valle dell’intero sistema fognante sia a servizio del bacino imbrifero che si sviluppa lungo la dorsale est dell’abitato – da Nord a Sud (da via Melpignano sino a via Santuario) – comprendendo tutta l’area compresa tra via Santuario e via Verga sempre oggetto di continui allagamenti durate gli episodi temporaleschi di intensa portata.


Sarà riutilizzata una quota parte di acqua che, in uscita dal trattamento di grigliatura e dissabbiatura, sarà sottoposta anche a disoleazione, prima di essere convogliata nella vasca di accumulo, di capacità pari a circa 20 metri cubi, che servirà per irrigare il verde pubblico cimiteriale.


IL PARCO GIOCHI



Infine nei giorni scorsi Cursi ha ricevuto un finanziamento di diecimila euro per rendere inclusivo Parco Antonio Cezzi con attrezzature ludiche adatte alle esigenze di bambini diversamente abili.


IL SINDACO: «RISOLTI ANNOSI PROBLEMI»


«Un parco», spiega il sindaco Antonio Melcore, «che migliora gli aspetti sociali e ludici, comprendendo anche coloro che hanno più difficoltà, e  favorirà l’inclusione e la socializzazione di tutti i bambini. Siamo particolarmente contenti di questo finanziamento che si aggiunge agli altri che abbiamo avuto nell’ultimo periodo. Fondi che permetteranno di riqualificare Cursi sotto vari aspetti: funzionale, turistico e sociale, e risolvono annosi problemi che puntualmente creavano disagi ai cittadini.  Un restyling su più fronti che migliora la qualità della vivibilità nel nostro paese ed insieme a quelli già messi in campo in questi anni, come la fibra ottica sull’intero territorio comunale,  rendono il nostro paese adeguato alle esigenze della vita moderna, interessante ed attrattivo anche a livello turistico».


Attualità

Mirko, 20enne leccese, nella Top 10 del Global Student prize

Allo studente “più impattante del mondo”, in caso di vittoria, è riservato un premio di 100mila dollari

Pubblicato

il

Mirko Cazzato, 20enne leccese, ideatore nel 2016 del progetto antibullismo ‘Mabasta’, è uno dei 10 studenti al mondo ad aver superato le doppie selezioni internazionali (3.500 candidature da 94 nazioni) qualificandosi nella ‘Top 10’ della prima edizione del ‘Global Student Prize’, dedicato agli studenti “più impattanti”. 

Gli altri nove finalisti arrivano da Canada, Kenya, Nigeria, India, Usa, Uk, Brasile, Sierra Leone.

Il premio è gemello del ‘Global Teacher Prize’, che dal 2015 premia i migliori docenti del mondo. Allo studente “più impattante del mondo” è riservato un premio di 100mila dollari.

Mirko Cazzato, si è diplomato nel 2020 all’istituto ‘Galilei-Costa’ di Lecce. Nel 2016, a 14 anni, quando frequentava il primo anno alle superiori, insieme agli altri alunni della sua classe, ha dato vita alla startup sociale ‘Mabasta’, un acronimo che si legge da sé: Movimento anti bullismo animato da studenti adolescenti. 

Dopo il diploma ha continuato a impegnarsi, studiare e lavorare a tempo pieno per ‘Mabasta’. Dal giugno 2020 ha fatto crescere la startup facendola conoscere in tutta Italia. 

Un anno fa ha realizzato il progetto ‘1000 a 0 – Sport Vince Bullismo Perde’, coinvolgendo il mondo dello sport italiano e ottenendo la collaborazione e il patrocinio di 34 federazioni sportive nazionali, di Sport e Salute (Coni), del Comitato Italiano Paralimpico, di 4 Leghe nazionali e decine e decine di squadre e team in tutta Italia. 

Per affinare conoscenze e competenze sta frequentando un corso dedicato all’imprenditorialità sociale presso la WeDo Academy in modalità “learning by doing”, con la guida di esperti coach.

Secondo Sunny Varkey, fondatore della Varkey Foundation, la storia di Mirko “evidenzia chiaramente l’importanza dell’istruzione nell’affrontare le grandi sfide che ci attendono, dal cambiamento climatico alla crescente disuguaglianza e alle pandemie globali“. 

Invece Lila Thomas, responsabile di ‘Chegg.org’, a asserito: “Mirko e gli altri finalisti rappresentano gli studenti coraggiosi e laboriosi di tutto il mondo, che stanno lottando per il loro futuro“.

Continua a Leggere

Attualità

Gallipoli, gabbiani affamati, mangiano sui tavoli i tarallini leccesi

La loro voracità per la specialità salentina è stata immortalata in un video…

Pubblicato

il

Il video è stato girato a Gallipoli: in un locale all’aperto che si affaccia sul lungomare di Gallipoli, tra le mete più note del turismo in Salento.

Alcuni gabbiani, probabilmente affamati, si fermano sui tavoli occupati da turisti dove le persone stanno per consumare l’aperitivo: gli uccelli, senza dimostrare timore, e come sovente accade, a dir poco invadenti, si posano tra le fila dei tavoli e mangiano dei tarallini rubandoli ai clienti seduti ai tavoli.

La loro voracità per la specialità salentina è stata immortalata in un video, un momento di allegria e stupore per i visitatori dei bar.

Giovanni D’Agata,  Sportello dei Diritti.

Continua a Leggere

Attualità

Tutti a Bari per la ‘terza volta’ della Buona Destra

“In questo panorama politico disastrato”, aggiunge Adriana Poli Bortone, “si impone una riflessione sulla destra…”

Pubblicato

il

Domani, martedì 19 ottobre, a partire dalle 18.30, al Caffè d’Arte, in via San Francesco d’Assisi 11, a Bari, si terrà il terzo incontro del partito fondato da Filippo Rossi, la Buona Destra.

Un dibattito pubblico che verte sul perché  “Perché serve una destra di governo” e che vedrà protagonisti il giornalista triestino, fondatore del Festival Caffeina, e Adriana Poli Bortone, tra le altre ex Ministro delle Risorse Agricole, Alimentari e Forestali ed ex Sindaco di Lecce.

Il partito, fondato nell’ottobre 2020 e lanciato verso la convenzione fondativa del prossimo 13 novembre, nasce con l’obiettivo di porsi come forza politica che si ispiri a principi di difesa del bene comune esplicati in un manifesto programmatico fondato su 20 punti.

Tra questi, la rinuncia “alle promesse che non si possono mantenere” e “al clientelismo”, la difesa costante dei diritti e non dei privilegi, la scelta di evitare “di ricorrere a forme disumane di chiusura o respingimento” dei “migranti con lo status di profughi e quelli economici in pericolo di vita” chiarendo “che il sacro dovere di salvare vite umane in mare non coincide con il dovere dell’accoglienza sempre e comunque”.

L’appuntamento di domani sarà il terzo delle ultime settimane in Puglia. Seguirà infatti l’incontro dello scorso 12 settembre a Lecce e quello del 16 ottobre di Taranto, durante il quale i coordinatori regionali Rocco Suma, Ascanio carlucci, Marcello Rizzo Affinito e Felicita Jirillo hanno rilevato “la presenza di una comunità pugliese viva e aperta, che guarda con attenzione alla Buona Destra”.

Quello del 19 ottobre“, spiega Rossi “è un evento singolo, ma tanti ne devono seguire ancora per costruire anche in Italia una destra di governo, capace di prendersi responsabilità; una destra europea, che sappia astenersi dal ricorso alla propaganda perpetua”.

In questo panorama politico disastrato“, aggiunge Adriana Poli Bortone, “si impone una riflessione sulla destra, per definirne esattamente l’identità rispetto all’attualità. Anche gli eventi degli ultimi giorni ci dicono che c’è confusione ed è difficile per i cittadini trovare oggi un partito che interpreti sentimenti, valori e missione di una destra moderna”.

L’incontro, nel rispetto delle normative vigenti per il contenimento dal contagio da COVID-19, è aperto a tutti.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus