Connect with us

Gallipoli

Stefano Minerva nuovo presidente della Provincia di Lecce

Il primo cittadino di Gallipoli ha battutto alle urne il sindaco di Squinzano Gianni Marra con il 58,56% delle preferenze

Pubblicato

il

Dopo nove anni il centrosinsitra torna a guidare Palazzo dei Celestini.

È il sindaco di Gallipoli Stefano Minerva  il nuovo presidente della Provincia di Lecce.

Ha battuto Gianni Marra, primo cittadino di Squinzano.

Stefano Minerva, è lui il nuovo presidente della Provincia di Lecce

Minerva ha incassato il 58,56% delle preferenze e si è aggiudicate tutte le sfide nelle diverse fasce previste: fino a tremila abitanti; da tre a cinquemila; da cinque a diecimila; da dieci a trentamila; da trenta a centomila.

Il tutto nell’ambito del voto ponderato, vale a dire quanto più grande è il Comune, tanto più pesa il voto espresso dagli eletti nei vari consigli comunali della provincia di Lecce.

L’affluenza nei due seggi allestiti a Palazzo dei Celestini è stata del 78 per cento degli aventi diritto.

Il risultato delle consultazioni è stato reso noto nel corso della notte.

Dopo 10 anni finisce dunque l’era di Antonio Gabellone ed inizia quella di Stefano Minerva.

Uno straordinario risultato, un’emozione indescrivibile“, ha postato sullA sua pagina Facebook il nuovo Presidente, “inizia oggi un nuovo percorso che mi vede Sindaco di tutti i Sindaci della Provincia di Lecce. Grazie ad Antonio Gabellone“, conclude Minerva, ” per il lavoro svolto fino ad ora. E ancora, grazie a tutti“.

Approfondimenti

Fitto: la morte dell’on Gorgoni merita rispetto

Un atto vile e spregevole

Pubblicato

il

 “’Una società che non conserva il culto dei morti fra i suoi valori spirituali più preziosi, non merita di sopravvivere’, affido alle parole di Foscolo tutta l’amarezza che provo dopo aver appreso la notizia che un gruppo di cittadini di Cavallino ha festeggiato, addirittura con una torta, la morte dell’ex parlamentare e sindaco, Gaetano Gorgoni.

“Si può essere avversari politici e non condividere l’operato di un amministratore, ma la morte, anche del peggior nemico, merita rispetto. Sono vicino alla famiglia e a tutta la comunità di Cavallino per questo vile e spregevole gesto”.

Raffaele Fitto

Continua a Leggere

Casarano

Gallipoli e Casarano: arresti per droga

A Gallipoli incastrato spacciatore 51enne. Un uomo i 31 anni di Casarano invece spacciava nonostante fosse ai domiciliari

Pubblicato

il

A Gallipoli i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato S.B., 51 anni.

Lo hanno sorpreso mentre cedeva 7,5 grammi di marijuana ad un acquirente.

La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire all’interno del suo garage altri 257,6 grammi di marijuana, 4,12 grammi di eroina, 50 grammi di hashish e 9.410 euro in contanti.  Il 51enne è ora agli arresti domiciliari.

Toccherà andare in carcere, invece, a Lucio Parrotto, 31 anni, di Casarano, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

A seguito di perquisizione domiciliare è stato sorpreso a detenere: 14 involucri contenenti 79 grammi di hashish, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento.

Continua a Leggere

Cronaca

Molotov sull’auto in sosta, esplosione all’alba

Bottiglia incendiaria nel vano motore di una Peugeot 1007 proprietà di un imbianchino 59enne parcheggiata in via Carlo Massa alla periferia di Gallipoli

Pubblicato

il

Attentato intimidatorio ai danni di un operaio edile alla periferia di Gallipoli.

È avvenuto stamani all’alba, erano le 5,30 circa, quando alcune persone da un’auto in corsa hanno piazzato una bottiglia incendiaria nel vano motore di una Peugeot 1007 di proprietà di un imbianchino 59enne parcheggiata in via Carlo Massa.

La forte esplosione è stata avvertita in modo nitido in tutta la zona e molte persone svegliate di soprassalto sono scese in strada per vedere cosa stesse accadendo.

Sul posto per domare l’incendio i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli.

I carabinieri che hanno avviato le indagini stanno valutando se telecamere di sicurezza presenti in zona possano aver ripreso gli attentatori.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus