Connect with us

Attualità

Mascherine in dono dalla Cina per UniSalento

Alcune in arrivo dalla Northwest University di Xi’an, altre dallo Huaiyin Institute of Technology. Il Rettore Fabio Pollice: «Superata questa crisi torneremo in Cina per rinsaldare la collaborazione tra le università»

Pubblicato

il

Una storia di collaborazione accademica, ma soprattutto di amicizia.


Dalla Northwest University di Xi’An, nella Cina nord-occidentale, sono giunti ieri due pacchi contenenti mascherine, destinate al Rettore e ai docenti dell’Università del Salento coinvolti in un programma formativo congiunto fra le due Università per l’attivazione di un nuovo corso di laurea a titolo doppio in Beni Culturali.


Il Rettore Fabio Pollice e la professoressa Grazia Semeraro, coordinatrice dell’accordo con Xi’an, hanno deciso di metterle a disposizione del personale dell’Ateneo: «Le destiniamo a chi è impegnato in prima linea, a contatto con il pubblico», spiega il Rettore, «e faremo lo stesso con altre mascherine in arrivo dallo Huaiyin Institute of Technology (un istituto di ricerca nella Cina centrale con il quale l’Ateneo salentino sta stringendo una forte sinergia, ndr), affidandole al Direttore Generale della ASL Lecce Rodolfo Rollo».


La professoressa Grazia Semeraro con le mascherine cinesi


Il nuovo corso tra UniSalento e Northwest  University, “Cultural Heritage FineArts/Cultural Relics Preservation Technology”, «è il risultato di due anni di intenso lavoro a cura di una commissione mista, italiana e cinese, di cui hanno fatto parte anche i colleghi Presidenti di Corso di Laurea del Dipartimento di Beni Culturali Flavia Frisone e Raffaele Casciaro e lo staff tecnico coordinato dalla dottoressa Angela Montinaro», spiega la professoressa Semeraro, «un lavoro fianco a fianco che ha dovuto affrontare molte differenze negli ordinamenti di studio e difficoltà di ordine amministrativo e burocratico, superati grazie ai continui contatti personali che hanno alimentato un clima di collaborazione e solidarietà. Per l’accreditamento del corso presso il Ministero dell’Istruzione della Repubblica Cinese, era prevista alla fine di febbraio una visita a Pechino della delegazione ufficiale di UniSalento. L’infuriare dell’epidemia ha ovviamente stravolto i piani, ma intendiamo in ogni modo arrivare all’avvio del corso dall’Anno Accademico 2020/21».

Il corso sarà il primo a titolo congiunto italo-cinese per l’Ateneo salentino, e il primo in Italia del genere nell’ambito dei Beni Culturali: «Non a caso coinvolge due poli universitari dove l’ottimo livello degli studi sul patrimonio culturale si lega profondamente alla rilevanza storica del territorio», conclude Semeraro, «se Lecce e il Salento sono ricche di numerose testimonianze storiche e di uno straordinario patrimonio archeologico, non da meno è Xi’an, l’antica capitale al termine della Via della Seta, famosa nel mondo per il rinvenimento dell’esercito di terracotta».


La donazione di mascherine dalla Northwest University e dallo Huaiyin Institute of Technology sono le più evidenti di una serie di attestazioni di stima e vicinanza giunte nelle scorse settimane da vari partner accademici cinesi: «Nei primi giorni dell’emergenza, quando precauzionalmente abbiamo ritenuto di annullare i nostri viaggi in Cina, ho sentito l’esigenza di esprimere la nostra solidarietà ai Rettori delle Università partner, inviando delle lettere di solidarietà», spiega Pollice, «oggi non facciamo che ricevere a nostra volta, sia a livello istituzionale che personale, offerte di supporto e collaborazione. Sin da bambino ho guardato alla Cina come a un grande Paese, ero affascinato dalla sua cultura millenaria, dall’essere stata la culla di una grande civiltà, oggi più che mai viva e vitale, e dalla determinazione del suo popolo. Trovavo delle incredibili affinità tra i nostri popoli, che in tempi recenti mi sono apparse ancor più evidenti in virtù dell’esperienza maturata in Cina e negli incontri con le delegazioni cinesi che ho accolto a Lecce».


«Sono più che mai convinto che quel filo indissolubile che da secoli unisce i nostri due Paesi, i nostri due popoli, meriti di essere rinsaldato», conclude il Rettore Pollice, «tessendo attorno a esso altri fili perché possa diventare una corda robusta e resistente. Superata questa crisi sanitaria, torneremo in Cina per gettare le basi di una solida collaborazione tra l’Università del Salento e le Università cinesi».


Attualità

Strade, palestra e impianto sportivo: Supersano investe milioni nel futuro

Pubblicato

il


Il Comune di Supersano strizza l’occhio al futuro e si prepara alla messa di un atto di una serie progetti che riguardano strade, palestra ed un impianto sportivo (foto-rendering a fine articolo).





A loro, sostegno per la copertura della spesa di progettazione definitiva ed esecutiva, anche dei fondi ministeriali.





Il Ministero dell’interno ha infatti stanziato 93mila euro che saranno così ripartiti:
• 16mila per la messa in sicurezza delle strade comunali;
• 38mila per la messa in sicurezza dell’impianto sportivo “Rocco De Vitis” – via Bellini;
• 39mila per la messa in sicurezza edificio palestra scuola primaria – via Puccini





Progetti per cui, nel complesso, verranno investite le seguenti somme:





-l’importo del progetto esecutivo per la messa in sicurezza delle strade comunali ammonta a 1 milione di euro.





– l’importo del progetto esecutivo dell’impianto sportivo “Rocco De Vitis” – via Bellini ammonta a 355mila euro.
-l’importo del progetto esecutivo per la messa in sicurezza edificio palestra scuola primaria – via Puccini ammonta a 1 milione di euro.




“Continua l’impegno”, commenta l’amministrazione, “con attenzione al reperimento di risorse utili alla cura del nostro territorio. Continua l’impegno nel programmare progetti che potranno essere realizzati nel prossimo futuro, perché ci sta a cuore Supersano, perché ci stanno a cuore i nostri ragazzi, perché ci stanno a cuore tutti i cittadini”.






















Continua a Leggere

Attualità

Tricase: gli studenti del “Via Apulia” premiati dal Presidente della Repubblica

Primo posto assoluto al concorso nazionale “I giovani ricordano la Shoah”: collegamento in remoto con Mattarella e la ministra Azzolina prima della diretta su Rai 1. Presente anche il sindaco De Donno che ha consegnato un riconoscimento alla scuola per «aver onorato la città con un così prestigioso risultato»

Pubblicato

il

Mattinata prestigiosa per l’Istituto comprensivo “Via Apulia” di Tricase premiato direttamente dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dalla ministra dell’istruzione Lucia Azzolina per il primo posto assoluto conseguito dalla Terza B della scuola media al concorso nazionale “I giovani ricordano la Shoah” e annunciato lo scorso 23 gennaio.

Causa covid, purtroppo la cerimonia si è svolta in remoto ed è stata impossibile la consueta visita dei ragazzi al Quirinale per presenziare di persona il cerimoniale della Giornata della Memoria.

Prima della diretta tv (Rai 1) gli alunni della Terza B hanno tenuto un collegamento privato con il Quirinale e incassato gli apprezzamenti del Presidente e della Azzolina.

Poi la diretta televisiva a cura del Tg1 dal Quirinale.

In rappresentanza del Comune, presso la sede centrale della scuola in corso Apulia hanno affiancato per l’occasione la dirigente scolastica Rina Mariano: il sindaco Antonio De Donno, l’assessore Anna Forte e la presidente del consiglio comunale Rosanna Zocco.

«Siamo presenti», ha detto il sindaco, «per onorare questo risultato prestigioso, in un periodo in cui purtroppo le condizioni non permettono altro tipo di manifestazioni. Perché non si ripeta mai più ciò che è accaduto nel momento più triste della nostra storia è necessario ricordare e testimoniare!».

De Donno si poi rivolto «ai ragazzi, la dirigente scolastica Rina Mariano e tutti i docenti, cui rivolgiamo i nostri complimenti ed il nostro grazie per aver onorato la Città di Tricase con un premio così significativo».

La motivazione che ha accompagnato il prestigioso risultato: «Gli alunni hanno approfondito la storia della vita di Ida Marcheria Di Segni e della sua fabbrica di cioccolatini; la protagonista ha saputo ricostruire la sua esistenza, dopo la deportazione nei campi di sterminio, dedicandosi al suo laboratorio di dolciumi. La lettura del libro “La ragazza che sognava la cioccolata” e il documentario “Auschwitz e la cioccolata” entrambi di Roberto Olla, sono le fonti a cui si sono ispirati gli allievi. I disegni, gradevoli nella loro semplicità, dialogano con la storia rievocata, fondendosi con le modalità proprie del linguaggio del web e sono ben riferiti ai passaggi cruciali della vita di Ida. Le pagine del sito web elaborato dagli alunni, inoltre, si caratterizzano per l’efficacia comunicativa frutto di una collaborazione interdisciplinare».

Continua a Leggere

Attualità

Aumentano i contagi: il bollettino di oggi

In Puglia 1.233 casi positivi su 11.802 test registrati con il tasso di positività al 10,44%

Pubblicato

il

Nella nostra regione sono stati registrati 1.233 casi positivi su 11.802 test registrati con il tasso di positività che schizza di nuovo verso l’alto attestandosi al 10,44%

La Puglia (zona arancione e con un indice settimanale RT di 1,1), continua, dunque, a fare i conti con i numeri della pandemia.

Solo in provincia di Lecce i tamponi positivi sono stati 144.

Registrati, purtroppo altri 30 decessi, due dei quali in provincia di Lecce.

Il riepilogo

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati effettuati 1.276.613 test.

62.204 sono i pazienti guariti.

53.443 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 118.739, di cui 9.851 nella sola provincia di Lecce.

BOLLETTINO DELLA REGIONE PUGLIA DEL 27 GENNAIO 2021

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus