Connect with us

Dai Comuni

Maglie: Antonio Refolo annuncia la sua candidatura a sindaco

Pubblicato

il


Antonio Refolo annuncia la sua candidatura ufficiale a sindaco di Maglie.





Il commercialista scrive: “Negli ultimi mesi, con l’avvicinarsi delle elezioni amministrative, ho colto nella popolazione, un coro di non rassegnazione alla situazione in cui versa la città accompagnato da  tanta voglia di cambiamento.  





Da più parti, ho ricevuto sollecitazioni e, quindi, mi è stata chiesta la disponibilità ad essere il candidato sindaco di un ampio progetto, una vera unione di forze civiche  che puntino alla rinascita ed alla ricostruzione cittadina. 





Accolgo, pertanto, tale invito e mi rendo disponibile a mettere in campo, insieme alla cittadinanza tutta, ai lavoratori, agli imprenditori, artigiani e commercianti, ai professionisti, ai giovani ed agli anziani magliesi, un progetto comune che abbia come fine primario quello della trasparenza, della buona amministrazione, del risanamento economico ed ambientale, del rilancio della città di Maglie quale centro nevralgico, dopo Lecce, del Salento. 





È evidente a tutti, infatti, come la città, negli ultimi, anni, abbia registrato un declino demografico ed una perdita di servizi, presidi territoriali e competitività, che ne facevano, un tempo, punto di riferimento nel territorio. 





Un esempio tra tutti è il drammatico abbandono della città da parte di tante giovani coppie che -quando non emigrano- preferiscono trasferirsi nei paesi vicini e lì “metter radici”, anche -ma non solo- a causa di una pressione fiscale che a Maglie ha raggiunto, ormai, picchi senza precedenti. 





Da tempo si è assistito ad un graduale peggioramento delle condizioni della città e, conseguentemente, della qualità della vita dei nostri concittadini. 




Questo è ciò che ho colto nelle parole e negli sguardi delle tante persone che si sono rivolte a me.





Ed allora penso, come tanti, che non sia più pensabile limitarsi a guardare tale declino! E’ il momento del riscatto, dell’orgoglio e dell’impegno in prima persona.





Non possiamo assolutamente rassegnarci, Maglie può e deve cambiare, solo cosi potrà  ripartire!  





Chiedo quindi, sin da ora, l’aiuto di tutti i miei concittadini che, mettendo a disposizione della città le proprie professionalità e competenze, siano disposti a costruire con me un progetto e un programma comune e di largo respiro,  aperto ai contributi, alle sensibilità ed alle energie di ciascuno





Chiedo anche l’aiuto  delle associazioni presenti ed attive sul territorio che abbiano a cuore la ricostruzione della città affinché si possa davvero partire, insieme, a progettare il futuro ed offrire una svolta vera. Lo meritiamo tutti.





Maglie deve ripartire, e farlo in fretta!”.


Cronaca

Patù torna nella sua scuola

Dopo la ristrutturazione, il plesso riapre alle lezioni. E parte l’iniziativa “Nonno vigile”

Pubblicato

il


Il ritorno a scuola oggi, in molti Comuni della provincia, è un piccolo giorno di festa per centinaia di bambini e ragazzi.





Lo è in particolar modo a Patù dove gli studenti della scuola elementare e della scuola media di via Romano sono tornati nelle loro classi dopo un anno “in trasferta”.





Si è conclusa infatti già prima delle elezioni la ristrutturazione del plesso durata, come promesso dall’amministrazione, il tempo di un solo anno scolastico (in cui classi di Patú erano state temporaneamente trasferite a Salve).





Stamattina il taglio del nastro del sindaco Gabriele Abaterusso all’arrivo dei piccoli studenti.




Nonni vigili





Con la ripresa delle attività scolastiche a Patù, parte anche l’iniziativa “nonno vigile”. Una squadra di nonni volontari seguirà l’accesso a scuola degli studenti, accompagnandoli all’ingresso e scongiurando situazioni di pericolo date dal traffico.





Nelle foto la squadra di nonni vigili ed il taglio del nastro.






Continua a Leggere

Attualità

Su 73 nuovi contagi in Puglia, 5 sono nel Leccese

Pubblicato

il


Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 24 settembre in Puglia, sono stati registrati 4.123 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 73 casi positivi: 37 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 5 nella provincia BAT, 19 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto.

Sono stati registrati 3 decessi: 2 in provincia di Bari e 1 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 389613 test.

4.455 sono i pazienti guariti.

2.263 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 7.304, così suddivisi:

2.846 nella Provincia di Bari;

602 nella Provincia di Bat;

764 nella Provincia di Brindisi;

1.746 nella Provincia di Foggia;

772 nella Provincia di Lecce;

515 nella Provincia di Taranto;

58 attribuiti a residenti fuori regione;

1 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.




Sulla mappa del contagio spunta Carmiano, mentre alcuni dei nuovi contagi sono a Campi ed a Salice (dove un piccolo focolaio aveva interessato la sede comunale).


Continua a Leggere

Cronaca

Incidente sul lavoro: 45enne perde braccio

È accaduto un uomo di San Cassiano. Al suo arrivo in ospedale i sanitari non hanno potuto far altro che procedere all’amputazione dell’avambraccio sinistro

Pubblicato

il

Un incidente sul lavoro avvenuto nella tarda mattinata è costato l’amputazione dell’avambraccio sinistro ad un uomo di 45 anni.

L’operatore ecologico sarebbe incorso nell’incidente mentre era intento alla pulizia di un camion in un deposito.


Prontamente soccorso dai sanitari del 118 è stato trasportato d’urgenza in ospedale al pronto soccorso del Cardinale Panico dove i medici non hanno avuto scelta viste le condizioni del suo braccio ed hanno dovuto procedere all’amputazione dell’avambraccio sinistro completamente maciullato.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus