Connect with us

Attualità

Terapia al plasma: spariti profilo e pagina facebook del dottor De Donno

Dopo la partecipazione a Porta a Porta su Rai 1 e la polemica con Burioni. Il luminare salentino si mette in silenzio stampa e il mistero resta

Pubblicato

il

Oscurato il profilo facebook del dott. Giuseppe De Donno originario di Morigino di Maglie, il primario di pneumologia dell’ospedale Carlo Poma di Mantova, che insieme al policlinico San Matteo di Pavia ha azzerato i morti con covid sperimentando con successo la terapia col plasma dei guariti.

La notizia è stata lanciata nel pomeriggio da La Gazzetta di Mantova e da quel momento su internet, in particolare sui social si è scatenata la psicosi ma resta il mistero sulle cause.

Questo è stato solo l’ultimo episodio che ha tirato in ballo De Donno.

Ieri sera il luminare salentino era stato ospite da Bruno Vespa a Porta a Porta dove ha parlato della terapia utilizzata.

De Donno era stato anche coinvolto il 2 maggio scorso in una polemica con il noto virologo Roberto Burioni (ospite fisso di Fazio a “Che tempo che fa” su Rai 2).

Il virologo in riferimento alla cura col plasma aveva detto: “Non è nulla di nuovo, perché in passato anche altre malattie sono state trattate in modo simile”.

De Donno aveva replicato in un post: “Il signor scienziato, quello che nonostante avesse detto che il coronavirus non sarebbe mai arrivato in Italia, si è accorto in ritardo del plasma iperimmune”.

Forse il prof non sa cosa è il test di neutralizzazione”, aveva aggiunto, “forse non conosce le metodiche di controllo del plasma. Visto che noi abbiamo il supporto di AVIS glielo perdono. Io piccolo pneumologo di periferia. Io che non sono mai stato invitato da Fazio o da Vespa. Ora, ci andrà lui a parlare di plasma iperimmune. Ed io e Franchini alzeremo le spalle, perché… importante è salvare vite! Buona vita, quindi, prof. Burioni. Le abbiamo dato modo di discutere un altro po’. I miei pazienti ringraziano”.

Ieri invece è stata rilanciata una fake che voleva l’arrivo dei Nas all’ospedale Carlo Poma di Mantova per chiedere informazioni su una donna incinta guarita da Covid-19 con la somministrazione del plasma. Notizia, lo ribadiamo, falsa!

Oggi la questione del profilo facebook cancellato, mentre sui social impazzano le ipotesi anche quella più fantasiose il mistero resta.

Si rincorrono le domande e si cerca di capire perché siano stati oscurati i profili Facebook.

Scomparsi pagina e profilo facebook di De Donno. Che cosa è accaduto?”, si chiedono in molti.

Ancora: “Hanno oscurato l’account facebook del Dr.De Donno, il medico che sta salvando vite umane”.

In molti invece sostengono che lo penuomologo vuole semplicemente “essere lasciato in pace per concentrarsi esclusivamente su suo lavoro“.

Nel frattempo il professore, interpoellato da Radio Radio, avrebbe detto di essere in silenzio stampa.

Attualità

L’esilarante video di don Flavio, parroco di Tricase, a Striscia la Notizia

Pubblicato

il

Dal paese alla ribalta nazionale.

Il simpatico video di don Flavio, parroco della chiesa matrice di Tricase, è finito tra i “pasticcini” di Striscia la Notizia.

Il programma di Antonio Ricci manda in onda ogni sera chicche prese dal web. Oggi, tra queste, rientra lo sketch di Don Flavio che, in corrispondenza della riapertura delle chiese ai fedeli sotto precise disposizioni anticovid, ha pubblicato sui social un video in cui impartisce istruzioni a mo’ di assistente di volo.

Continua a Leggere

Attualità

Covid: anche oggi provincia di Lecce indenne

Bollettino regionale: 11 nuovi casi positivi un Puglia, 9 nel barese e due in provincia di Taranto. Sale a 2.298 il numero dei guariti; quello degli attualmente positivi scende a 1.678

Pubblicato

il

Undici nuovi casi positivi un Puglia, proprio come ieri. E proprio come ieri nessun caso in provincia di Lecce.

A cambiare è soprattutto il tasso di positività salito fino all’1% perché è diminuito il numero dei test registrati (1.091) ma va sottolineato che 7 dei 9 casi si sono registrati in provincia di Bari, gli altri due in provincia di Taranto.

Quattro i decessi con covid: 3 nella Bat, uno in provincia di Foggia.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 104.670 test.

Sono 2.298 i pazienti guariti; 1.678 gli attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio della pandemia è di 4.467, di cui 511 nella Provincia di Lecce.

IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 25 MAGGIO

Continua a Leggere

Attualità

“Il turismo oggi: una sfida difficile, ma esaltante”

Lettera del Vescovo di Ugento – S. Maria di Leuca, Mons. Vito Angiuli agli operatori e alle operatrici del turismo

Pubblicato

il

Mons. Vito Angiuli ha scritto una lettera a tutti gli “operatori ed operatrici del turismo”: “Voi avete la grande responsabilità di guarire le persone dalla paura che ora le attanaglia

Di seguito la lettera del Vescovo di Ugento – Santa Maria di Leuca.

Carissimi operatori e operatrici nel mondo del turismo, in  questo  momento  delicato  di  ripresa,  seppur  con  tante  incertezze,  vorrei farvi  sentire  la  vicinanza  e  il  sostegno  della  nostra  Chiesa  di  Ugento  –  S.  Maria  di Leuca.  Homo  viator,  diceva  il  filosofo  francese  Gabriel  Marcel. 

Con  questa definizione, egli intendeva dire che è nella stessa natura dell’uomo essere viandante e viaggiatore.

“Viator”  è colui che si mette in cammino e  percorre la via, un sentiero ben tracciato  e individuabile nel territorio.  Ed  è  nel viaggio che  si  aprono orizzonti di senso  attraverso  l’incontro  con  l’altro  e  con  la  bellezza  che  ci  circonda,  con  la maestosa  luminosità  del  nostro  territorio,  dei  nostri  monumenti  e  delle  nostre Chiese barocche.

Mons. Vito Angiuli

In questo tempo, però, tutto ci sembra incredibilmente più difficile. Infatti, la fatica  di  pianificare,  gli  spostamenti  bloccati  e  il  distanziamento  sociale  rendono difficile non solo il viaggiare ma anche l’accogliere.

Vorrei,  però,  invitarvi  a  guardare  a  questo  tempo  come  a  un’occasione  di creatività e di alleanza per costruire buone pratiche di valorizzazione del bello e di fruizione del nostro territorio. Voi, operatori e operatrici nel turismo, oggi avete la grande  responsabilità   –  attraverso  le  esperienze  e  i  servizi  che  proponete  –   di guarire  le  persone  dalla  paura  che  le  attanaglia  e  dalla  diffidenza  nei  confronti dell’altro attraverso l’offerta di una bellezza che guarisce.

Voglio  assicurarvi  che  come  Chiesa  vi  siamo  vicini:  è  il  momento  in  cui  la creatività e lo spirito di sacrificio, che hanno sempre caratterizzato la nostra terra, ed i tesori  artistici  e  paesaggistici  che  custodiamo,  possono  spingerci  a  guardare  con fiducia ai prossimi mesi.

Sarà una stagione economicamente difficile, ma vogliamo sperare che sia umanamente arricchente.

Ritorneremo  a  viaggiare  ma  anche  ad  accogliere,  cominciando  dalla  nostra terra per poi raggiungere presto anche mete lontane. Ma ciò che aiuterà il mondo del turismo a rinascere sarà il rendere possibile l’esperienza di quella “Bellezza che salva il mondo e l’umanità” e che sapremo tradurre in racconti e in proposte.

Si  apre  davanti  a  tutti  noi  una  difficile,  ma  esaltante  sfida  da  non  perdere!

Soprattutto  se  sapremo  affrontarla  insieme  per  il  bene  della  nostra  terra  e  della nostra gente”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus