Connect with us

Cursi

Un week-end alla scoperta del Salento

Paesaggi ed archeologie

Pubblicato

il

Dieci percorsi tematici, dall’archeologia industriale della produzione ai ritrovamento archeologici e botanici, passando per l’archeologia delle infrastrutture ferroviarie, tutti da scoprire con l’aiuto di archeologi, storici, botanici. Sono i dieci appuntamenti da non perdere di “Giardini e Paesaggi Aperti – Paesaggi e Archeologie”, la manifestazione nazionale che sabato 13 e domenica 14 aprile approda in cento siti di interesse architettonico e paesaggistico e che coinvolgerà anche la Puglia, e in particolare, il Salento da Maglie a Tuglie, da Melpignano a Cursi, ecc.


L’iniziativa, promossa dall’Aiapp-Associazione italiana di architettura del paesaggio-Sezione Puglia, con la collaborazione di numerose associazioni ed enti, tra cui la Provincia di Lecce, è stata presentata in una conferenza stampa, a Palazzo Adorno, a Lecce. Ad illustrare le “dieci proposte impedibili” del programma salentino, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, il direttore generale Giovanni Refolo, la presidente Aiapp Puglia Tiziana Lettere e il segretario Aiapp Puglia Francesco Tarantino.

Nel suo intervento il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone ha evidenziato: “Se oggi abbiamo una sensibilità particolare verso temi come quelli del rispetto dell’ambiente, della valorizzazione del nostro passato, della tutela delle risorse naturali lo dobbiamo soprattutto al lavoro fatto in tutti questi anni da un’associazione come l’Aiapp. L’Amministrazione provinciale sta lavorando da tempo su questi aspetti così importanti per lo sviluppo del territorio. La nostra storia, le nostre vocazioni rappresentano ciò di cui dobbiamo essere gelosi, ciò su cui dobbiamo lavorare perché rientrino in un filo rosso, in una strategia che renda il Salento riconoscibile. Noi possiamo davvero strabiliare. Abbiamo risorse umane straordinarie, dobbiamo solo avere la capacità di metterle insieme in un progetto organico che faccia crescere tutto il territorio”.


Cronaca

Da Milano al Salento: agente penitenziario si toglie la vita nel suo paese

Pubblicato

il

Tragedia a Cursi.

Un 54enne del posto, Assistente Capo Coordinatore del Corpo di Polizia Penitenziaria in servizio nella casa di reclusione di Opera a Milano, si è tolto la vita.

Era tornato in Salento per alcuni giorni, in ferie. Oggi è stato rinvenuto senza vita da un familiare nella casa dove alloggiava.

A dare notizia del drammatico accaduto è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

L’uomo non aveva moglie né figli. La sua famiglia è però più volte stata spezzata dal dolore di altri suicidi.

Di poche ore prima invece la notizia di un altro suicidio, ad Arnesano, dove ad essere ritrovato senza vita è stato un finanziere in pensione.

Continua a Leggere

Cronaca

Incidente sulla Maglie-Lecce: lamiere accartocciate e feriti

Pubblicato

il

Altro brutto incidente nel pomeriggio di oggi poco dopo quello registrato sulla strada statale 274 all’altezza di Patú.

Siamo sulla statale 16, nel tratto Maglie-Lecce all’altezza di Cursi.

Per motivi ancora da chiarire due vetture si sono violentemente scontrate dopo le 18.

Ad avere la peggio una Opel Meriva portata via con carro attrezzi. Sul posto la polizia stradale e il 118.

Il traffico è rimasto bloccato nel punto dell’incidente per qualche mezz’ora.

Foto da canale Telegram – Avvisi e segnalazioni Protezione Civile Salento

Continua a Leggere

Attualità

Tampone positivo a Cursi: “Black out nella comunicazione”

L’ufficialità è arrivata direttamente dal bollettino epidemiologico della Regione Puglia. Antonio Melcore: “È importante per noi sindaci conoscere immediatamente i casi accertati o sospetti in modo da poter attivare le misure di controllo e verifica”

Pubblicato

il

Dalla cartina del contagio in Puglia che riporta i casi positivi per ogni Comune risulta anche Cursi raggiunto dunque dal primo caso di contagio da covid 19.

Positività che fino a ieri sera non era in grado di confermare il sindaco del piccolo Comune dell’hinterland magliese, Antonio Melcore che ha denunciato l’ennesimo caso di corto circuito della comunicazione tra istituzioni.

Non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale dalle autorità sanitarie su casi accertati sul territorio di Cursi”, ha scritto in un post su facebook, “nonostante da questa mattina mi sia adoperato a contattare Prefettura di Lecce, Protezione Civile presso Prefettura di Lecce, Protezione Civile di Bari, Direzione Sanitaria di Lecce, Direzione Generale ASL di Lecce e Dipartimento Igiene Pubblica del distretto di Maglie”.

L’ufficialità è arrivata direttamente da Bari con il bollettino epidemiologico della Regione Puglia. La cosa ha infastidito non poco il primo cittadino: “È importante per noi sindaci conoscere immediatamente i casi accertati o sospetti in modo da poter attivare le misure di controllo e verifica di queste situazioni mediante anche la Polizia Locale. Se non procediamo velocemente si corre il rischio di essere travolti da una situazione non più governabile”.

Melcore si chiede “come mai queste notizie trapelino attraverso le testate giornalistiche e non con canali ufficiali. Tutto ciò è assurdo” aggiunge, “se non si procederà con metodi rigorosi e intransigenti, come hanno fatto in Cina ed in Corea, non usciremo da questo tunnel e non faremo grandi passi in avanti. Approfitto per comunicare che stiamo attivando tutte le misure di controllo del territorio per il rispetto delle restrizioni previste dalle disposizioni governative”.

—(leggi anche: SERVIZIO SPESA A DOMICILIO A TRICASE E DINTORNI)—

Infine l’immancabile e irrinunciabile appello: “Mi preme rinnovare l’invito a restare a casa ed utilizzare tutte le misure di prevenzione ormai note. Rimango a disposizione, insieme a Polizia Locale e Protezione Civile, per tutte le necessità che la situazione potrebbe richiedere e vi aggiornerò circa l’evolversi dello stato emergenziale”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus