Connect with us

Dai Comuni

Blasi “bacchetta” l’assessore Capone

Afferma: “l’unica infrastruttura che cambierebbe il volto di questa terra”. Eppure lei non ci ha pensato

Pubblicato

il

“Non si può dopo sette anni in giunta regionale fare la parte degli indignati.” Così Sergio Blasi, consigliere regionale del Pd, getta in faccia all’assessore allo Sviluppo Economico e al Turismo Loredana Capone la realtà dei fatti. La Capone, in un’intervista recente, aveva espresso la sua indignazione per la scarsissima efficienza dei trasposti dell’Estremo Sud, dopo che un gruppo di turisti era rimasto bloccato alla stazione di Lecce per mancanza di posti sul treno.


Blasi afferma che il primo punto da inserire all’interno del Piano Strategico per il Turismo, documento vantato proprio dalla Capone, fosse un progetto per la realizzazione di una metropolitana di superficie che collegasse le zone a sud di Lecce con la città stessa e l’aeroporto di Brindisi. Il consigliere la nomina addirittura “l’unica infrastruttura che cambierebbe il volto di questa terra”. Effettivamente, un grave problema di trasporti c’è e non va nascosto, ma curato, soprattutto per evitare delle pessime performance organizzative come quest’ultima. D’altronde, se è vero che siamo nel bel mezzo di un’estate traboccante di turisti, oltre a vantarsene bisogna tener conto dei loro bisogni da vacanzieri. “Tutti siamo d’accordo sul fatto che non serve implementare ancora la promozione, io lo ripeto da mesi e mesi, e che bisogna puntare sulla qualità dell’esperienza del turista, a partire dai trasporti. Però arriva il momento in cui chi governa deve passare dalle parole ai fatti. E questo momento, a quanto leggo, non è ancora arrivato. “ Con queste parole Blasi conclude il suo attacco all’assessore, puntando una critica diretta e tagliente, senza preoccuparsi di offuscare troppo il suo punto di vista. Infatti, ciò che emerge dalle sue parole è chiaro: ha sentito delle belle frasi incomplete e le ha viste realizzate in un modo che lo lascia perplesso. Per lui, è arrivato il momento che l’assessore Capone assuma alcune responsabilità che rientrano nel suo ambito. Come sarà assorbita la sua polemica?

Dai Comuni

Tra acqua e fogna, Patù scalda già la campagna elettorale

Il sindaco annuncia nuovi finanziamenti e lavori in vista. E poi punge: “C’è chi va in giro a prendersene merito”

Pubblicato

il

Il sindaco di Patù Gabriele Abaterusso parla dei lavori di completamento delle reti di acqua e fogna sul territorio comunale, per le quali sottolinea un “impegno costante della attuale Amministrazione Comunale”.

Con una deliberazione del Consiglio Direttivo dello scorso 8 luglio , l’Autorità Idrica Pugliese (AIP), accogliendo le richieste del Comune, ha autorizzato e finanziato nuovi tronchi di acqua e fogna in via Gramsci, via Carità, via Mazzini e sul prolungamento e la traversa di via Giuseppe Romano. Nei prossimi mesi, pertanto, Aqp eseguirà i rilievi e le misurazioni necessarie per la progettazione degli interventi, mentre il Comune seguirà tutto l’iter amministrativo per arrivare all’esecuzione dei lavori entro la fine dell’anno.

Il riepilogo

Nel frattempo, il sindaco ricorda che: “Nei mesi scorsi sono stati completati i lavori per i tronchi idrici e fognari finanziati nel 2019: nuovi tratti di acqua e fogna sono già presenti in via Solferino, Borgo San Salvatore, località Palane, via Leopardi, traversa di via Magellano a San Gregorio. Le condotte sono state collaudate e i cittadini hanno già potuto allacciarsi ai servizi. La Giunta Comunale, con deliberazione n.42 del 30 giugno scorso, ha approvato nuovi progetti per estendimenti in via Trento (acqua e fogna), vico Verna (acqua), via L. Da Vinci (acqua), via Volta (acqua e fogna), via Liborio Romano (fogna). Per questi tratti, i lavori partiranno tra poche settimane non appena otterremo il nulla osta della Soprintendenza. Si tratta di piccoli interventi- commenta Abaterusso-, ma che i cittadini attendevano invano da tanti anni, e che siamo riusciti a realizzare dopo tanti incontri a Bari e a Lecce, sopralluoghi sul posto, e grazie alla collaborazione ed al confronto continuo con i dirigenti ed i funzionari tecnici dell’Autorità idrica e dell’Acquedotto Pugliese, che ringraziamo per la disponibilità e la pazienza che hanno sempre dimostrato”.

A settembre inizieranno infine i lavori di “Completamento del sistema Idrico e Fognante lungo la fascia costiera”, un notevole intervento finanziato dalla Regione Puglia per un importo di € 6.300.000,00, appaltato da AQP in data nel luglio 2020: la ditta appaltatrice ha completato il progetto esecutivo e nei prossimi giorni sarà consegnato il cantiere per partire con i lavori subito dopo la pausa estiva. “Buona parte della zona costiera sarà così coperta delle nuove reti: Litoranea, prov.le Patù-San Gregorio, viale Italia, via Volito I e II, contrada Tisa o Vidino, etc, per un totale di 12 km”, aggiunse il sindaco, che poi spiega: “Stiamo intanto cercando le migliori soluzioni per risolvere problemi tecnici e burocratici su altri tratti che ci sono stati segnalati dai cittadini. Una svolta che risolverà il problema dell’approvvigionamento idrico per molte abitazioni e contribuirà in maniera determinante ad adeguare la situazione degli scarichi dei reflui nel nostro territorio alla normativa nazionale e comunitaria”.

Il sassolino dalla scarpa

In tutto ciò non manca poi quel pepe da campagna elettorale (ormai sempre più vicina): “Quanto vi ho appena descritto”, continua Abaterusso, “ha mandato in fibrillazione il nostro oppositore”. E qui il sindaco si toglie un sassolino dalla scarpa: “Nonostante abbia ricoperto in Comune tutti i ruoli possibili negli ultimi 28 anni, non è mai stato capace né di interessarsi né di risolvere nessuna di queste problematiche per i cittadini che pure, nel corso degli anni,
immagino, lo avranno interpellato. E quindi, nelle scorse settimane, turbato dalla visione dei mezzi di AQP al lavoro per la realizzazione di nuovi tronchi che mai si sarebbe aspettato potessero essere realizzati, ha pensato bene di venire in municipio a consultare l’elenco delle strade interessate dai prossimi lavori ed ha iniziato a girare disperatamente le case dei cittadini interessati, portando moduli da compilare e fantomatiche domande da presentare al Comune, assicurando il suo interessamento per la risoluzione del problema! Addirittura- aggiunge il primo cittadino di Patù -siamo venuti a sapere che in alcuni casi, sulle strade dove il Comune aveva già avviato le procedure, ha organizzato sopralluoghi fasulli, con ignari funzionari di AQP, ai quali si è presentato come l’attuale vicesindaco di Patù!”.

Continua a Leggere

Cronaca

Travolge e uccide 21enne modenese: arrestato guidatore in stato di ebbrezza

Il guidatore scontava precedenti per guida in stato di ebbrezza ed è risultato positivo all’alcool test

Pubblicato

il

Dopo la denuncia a piede libero è stato arrestato Marcello Marsano, il 40enne primo sospettato di omicidio stradale dopo il fattaccio della scorsa notte.

L’uomo, aiuto cuoco in un ristorante di Gallipoli, era di ritorno dal lavoro quando ha travolto due ragazzi modenesi che alloggiavano in un appartamento nei pressi della Baia Verde e, in bicicletta, vi facevano ritorno da un locale. Ad avere la peggio è stato Matteo Cassola, 21 anni, per il quale l’impatto è stato letale; il suo amico, anche lui 21 enne, ha riportato lesioni gravi ma non è in pericolo di vita.

Il guidatore scontava precedenti per guida in stato di ebbrezza ed è risultato positivo all’alcool test.

Continua a Leggere

Andrano

Dante e la musica ad Andrano

Domani sera in piazza Castello

Pubblicato

il

L’Orchestra Giovanile del Salento domani sera ad Andrano, in piazza Castello. L’evento, di cui segue locandina, è “Dante e la musica – Un palco all’opera, Le humane passioni”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus