Connect with us

Attualità

Miggiano: a scuola di cultura salentina

Con il Museo della Storia, della Cultura e delle tradizioni salentine, lo straordinario patrimonio culturale del territorio si è materializzato attraverso i moltissimi reperti che lo rappresentano

Pubblicato

il

Oltre la tradizione: poetica della cultura salentina”, è il progetto dell’istituto Comprensivo Miggiano, fortemente voluto dal prof. Gregorio Campi e che nasce allo scopo di riavvicinare i bambini alle relazioni sociali e alla condivisione di esperienze concrete in un periodo storico segnato dal distacco.


Maneggiare l’argilla, ballare la pizzica, cantare gli stornelli salentini, suonare il tamburello, intrecciare cesti sono le attività che hanno consentito ai piccoli il ritorno al contatto, in un percorso alla ricerca delle proprie radici, della propria storia e della propria identità.


È questa la prospettiva del “Museo della Storia, della Cultura e delle tradizioni salentine”, allestito presso la Scuola Primaria di Miggiano, una creazione dell’Istituto Scolastico nella sua interezza che diventa il luogo privilegiato nel quale conservare le tracce delle esperienze vissute dagli alunni, unitamente ad oggetti e fotografie legati alla tradizione popolare.


Il Museo scolastico così non resta una semplice collezione esposta all’interno della scuola, ma diventa l’intera vita e la tradizione di una comunità.


Grazie alla collaborazione dei genitori, in particolare di Luciana Mangino, Sabina Bramato e di Ilaria Cacciatore (le ultime due, rispettivamente presidente e componente del Consiglio d’istituto) e al coinvolgimento dei bambini, è stato possibile raccogliere prodotti realizzati e fruiti dai piccoli durante i laboratori ed oggetti messi a disposizione dalle famiglie.


«La lettura del percorso», spiega la dirigente scolastica Maria Abbondanza Baglivo, «si snoda su tre livelli, che potrebbero individuarsi come un tentativo di risposta alle tre domande fondamentali della vita di ogni persona: da dove vengo, chi sono, dove vado; poi, raggiunta la consapevolezza che l’agire individuale si innesta sempre sull’azione corale, da dove veniamo, chi siamo, dove andiamo. Il Progetto si dipana e si articola in una sorta di moto ascensionale a spirale, i cui aspetti salienti sono: conoscere – per conoscersi e riconoscersi – per conoscere ad un più ampio livello e per agire consapevolmente nel mondo, rispettando e coltivando la bellezza delle diverse e molteplici espressioni culturali. In sintesi, si tratta di guidare gli alunni e le alunne nel non semplice passaggio esistenziale che muove dalla consapevolezza di un’identità culturale, passa per il vissuto della salentinità, giunge sino alla complessa e matura idea di mondialità».


Lo straordinario patrimonio culturale di Miggiano e delle realtà vicine grazie al Museo si è materializzato attraverso i moltissimi reperti che lo rappresentano.


I tanti tipi di zappe e di falci, le chiavi, i ferri da cavallo, gli aratri, le bilance, ci mostrano i contadini curvi a dissodare e ci parlano di mestieri ormai inesistenti.


La fatica di nonni e bisnonni mentre praticavano i lavori in campagna arriva fino a noi e ci stupisce.


Disponibili anche gli strumenti del barbiere e quelli del farmacista, così come gli oggetti quotidiani della vita domestica: ferri per stirare, pentole in terracotta da utilizzare per la cottura al fuoco, contenitori per la panificazione, oggetti per la tessitura, come il fuso, lenzuola da corredo, abiti da bambino per il battesimo, e la culletta per un piccolino. E ancora, arredi degli anni ’50 e di modernariato.


Il museo scolastico diviene, così, uno strumento di didattica attiva: l’osservazione e la descrizione dei singoli oggetti, il confronto fra gli alunni, la guida dell’insegnante per mettere in luce l’una o l’altra peculiarità dei singoli oggetti costituiscono procedure a supporto di un apprendimento generatore di scoperte.


Il museo è elemento di aggregazione e permette il recupero della tradizione salentina.






Pizzica e tamburello


Se Romolo Crudo ha insegnato ai bambini a ballare la pizzica, popoLab, il laboratorio tenuto da Matteo Rocco Carbone e Adele Benlahouar di spazio duepunti ha avvicinato i più piccoli al fantastico mondo del tamburello.


È un viaggio attraverso le sonorità e la cultura popolare nel mondo. Da quella salentina a quella sicula, dai canti indiani a quelli brasiliani. Attraverso l’utilizzo del corpo come risuonatore naturale, della voce come identità popolare e del tamburello come strumento con il quale dialogare, il lab poggia le sue basi sulla pedagogia teatrale e sulla propedeutica musicale.






Attualità

Chi sceglie la politica, tutti i nomi a Miggiano, Morciano, Supersano

I candidati consigliere, i sindaci, le liste e i commenti…

Pubblicato

il

MIGGIANO

Stessa sfida di cinque anni fa a Miggiano per conquistare la fascia tricolore. 

L’uscente Michele Sperti, 46 anni, avvocato e insegnate, vice presidente vicario di Anci Puglia, è nuovamente il candidato di Uniti per Miggiano e punta alla conferma per dare continuità al lavoro avviato.

Cerca invece il colpo di mano, solo sfiorato nel 2019, Marzano, 60 anni, insegnante e capogruppo dell’opposizione uscente a capo della lista Miggiano tutta.

Michele Sperti, sindaco

Salvatore Annesi

Giuseppe Barbieri

Paolo Cacciatore 

Simona Maria Carbone 

Stefano Cosi

Gianluigi Giannelli 

Marco Lisi 

Angelo Mancarella

Maria Antonietta Mancarella

Luciana Mangino 

Mario Michele Orsi

Antonio Surano

______________________________

Santo Marzano, sindaco

Donato Carbone

Emanuele Carbone

Ilaria Carbone

Silvana Carbone

Alfredo De Pascalis

Gennaro Di Lollo

Rocco Longo

Luigi Lisi

Carmine Martella

Alberto Solda

Pasquale Solda


MORCIANO DI LEUCA

Strada spianata per Lorenzo Ricchiuti a Morciano di Leuca. Il primo cittadino uscente avrà l’unica preoccupazione di raggiungere il quorum, per indossare per altri cinque anni la fascia tricolore.

Ricordiamo che prevede che siano eletti tutti i candidati consiglieri compresi nell’unica lista ammessa e il candidato sindaco collegato, purché la lista stessa abbia riportato un numero di voti validi non inferiore al 50 per cento dei votanti, e il numero dei votanti non sia stato inferiore al 40 per cento degli elettori iscritti nelle liste elettorali del comune.

Ai fini del calcolo del suddetto quorum per la determinazione del numero degli elettori iscritti nelle liste elettorali del comune non si tiene conto degli elettori iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE) che non esercitano il diritto di voto.

Lorenzo Ricchiuti, sindaco

Walter Colella 

Diego Gabriele Coppola 

Rosa Cosi 

Francesco Antonio Costantini 

Paolo De Giorgi 

Maria Cristina Gaitanaru 

Arturo Pepe 

Gabriella Renna

Sofia Renna

Ombretta Renzo

Francesco Volpe

Carmen Zichella

_____________________________________________

SUPERSANO

Corsa a tre per la poltrona di sindaco a Supersano.  Bruno Corrado si presenta per la terza volta agli elettori: il primo cittadino uscente è il candidato sindaco della lista Obiettivo Supersano 3.0.

Sono alla loro prima corsa per la fascia tricolore invece i due sfidanti: Marco Antonazzo è il candidato prescelto per la lista Io Scelgo Supersano; e Bruno Contini è il candidato sindaco della lista Viviamo Supersano.

Bruno Corrado, sindaco

Lucia Brocca

Alessandro Cavallo

Luigi Cocco

Alessandra Deodati

Chiara Malerba

Telemaco Melcore

Paolo Antonio Negro

Sandro Negro

Giuseppe Palese

Antonio Rillo

Mauro Vincenti

Andrea Zezza

_____________________________

Bruno Contini, sindaco

Danilo Beltrante

Daniela Esposito

Pietro Esposito

Anna Giurgola

Angelo Maglie

Alberto Marzo Maggio

Luciana Negro

Sabina Preite

Mafalda Rizzo

Giuseppe Stefanelli

Angela Valentini

Michele Vizzino

__________________________________

Marco Antonazzo, sindaco

Alessandra Carrozzo

Massimo Casto

Stefania Cossa

Silvia De Vitis

Giorgio Galati

Mauro Gravante 

Simona Macrì

Luigi Maglie

Angelo Marini

Andrea Tarsilla

Michele Valentini

Maria Vita Villani

 

 

Continua a Leggere

Andrano

Andrano, Bagnolo, Minervino e Muro: tra vecchie facce e fratelli coltelli

Tutti i nomi: candidati consigliere, i sindaci, le liste e i commenti…

Pubblicato

il

ANDRANO

Come era già noto da tempo corre per continuare ad indossare la fascia di sindaco l’uscente Salvatore Musarò, ancora a capo del gruppo Unione Popolare.

Fino a poche ore dalla scadenza della presentazione delle liste non vi erano certezze, invece, sul candidato che dovrà competere con Musarò.

Alla fine quella che potremmo definire l’area di centrosinistra ha scelto Alessandro Panico, vicino all’ex sindaco Mario Accoto. La gestazione, a quanto trapela, è stata piuttosto complicata ed avrebbe anche lasciato strascichi. Come confermerebbero la mancata candidatura di Ivan Botrugno di Castiglione e l’assenza dalla lista del gruppo storico della sinistra locale. 

Salvatore Musarò, sindaco

Antonio detto Tony Accogli

Valerio Accogli

Donato Accoto

Domenico detto Mimmo Balestra, 

Fernando detto Nando Elia

Isabella Guido

Maria Grazia Nuzzo 

Pasquale detto Lino Panico, 

Francesca Pappaccogli

Alfredo Retucci

Gianluca Rizzo

Rocco Surano

________________________________________

Alessandro Panico, sindaco

Maria Luce detta Mary Congedo 

Immacolata Coluccia

Valerio Giorgiani 

Emilio Micocci

Luigi Moscatello 

Cesario detto Cesarino Musarò

Mariangela Pellegrino

Antonio Rizzo 

Giuseppe detto Segretario Rizzo (1955)

Giuseppe detto Pisco Rizzo (1968) 

Susanna Rizzo 

Michele Urso


BAGNOLO

Una certezza a Bagnolo del Salento già c’è: comunque vada a finire l’8 e il 9 giugno prossimi il paese avrà ancora una prima cittadina.

La scelta è tra l’uscente Irene Chilla, 43 anni, insegnante, che sarà ancora a capo del gruppo che fa riferimento alla lista Bagnolo al Centro, e una vecchia conoscenza: Sonia Mariano, 54 anni funzionario pubblico, già sindaco di Bagnolo per tre mandati e vice sindaca uscente.

Mariano guiderà la lista Bagnolo nel Cuore.

Irene Chilla, sindaco

Fernando Baldassarre 

Luciana Conte 

Matteo Cutazzo 

Stefano De Luca 

Emanuel Guido 

Graziano Nocita 

Antonio Salvatore 

Luca Stefanizzi 

Giuseppe Terrazzano 

Annalisa Toma 

_________________________________

Sonia Mariano, sindaco

Giorgio Baldassarre

Ilaria Caracuta 

Marco Coluccia 

Salvatore Donno 

Giuseppe Papaleo 

Angelo Pedone

Noemi Pitardi

Gabriele Preite

Francesca Rollo

Marco Setta


MINERVINO

L’uscente Ettore Caroppo si ripresenta agli elettori Minervino di Lecce, Cocumola e Specchia Gallone con la lista Il Cuore di Minerva e punta al suo quinto mandato da primo cittadino.

Dovrà vedersela con l’ex assessore all’ambiente Fredy Cursano, candidato sindaco della lista Identità e Futuro, e con una lunga esperienza politico amministrativa.

Antonio Marte, geologo libero professionista e già assessore, è, invece, a capo della lista Noi Costruiamo il Futuro”.

Sono in totale 35 i candidati al consiglio comunale.

Ettore Caroppo, sindaco

Maria Antonio Amato

Maria Antonietta Cagnazzo

Biagio Civilla

Sandra Cosi

Fernanda De Benedittis

Alessandro Galati

Anna Barbara Lanzilao

Massimo Palma

Lorenzo Rizzello

Antonio Santo

Santo Santoro

Rossano Urso

___________________________

Fredy Cursano, sindaco

Marco Francesco Accoto

Giorgio Bandello

Mauro Baccaro

Claudia D’Amuri

Daniele Merico

Patrizia Pezzulla

Donato Giuseppe Quintana

Mario Rizzello

Gaia Rizzi

Luciano Schiattino

Salvatore (Fiore) Sequino

__________________________________________

Antonio Marte, sindaco

Elvira Corvaglia

Antonella Destro

Vincenzo Gioacchino Foscarini

Marco Pezzulla

Matteo Rizzello

Grazia Maggio

Nicola Guglielmo

Roberto Pagliara

Stefania Foscarini

Marco Panico

Claudia Lazzari

Flavio Pezzulla

_______________________________________

MURO LECCESE

Amici mai questo è certo. Tra i due candidati la (di)sfida è totale. Da qualche giorno si è aperto nei giorni scorsi davanti al giudice di pace, presso il Tribunale di Lecce, il processo, che vede imputato il sindaco uscente Antonio Lorenzo Donno, per una presunta minaccia rivolta alla consigliera comunale di minoranza Laura Lubelli.

I due ora si troveranno di fronte per la carica di primo cittadino. Donno, 51 anni commercialista, è a capo di Uniti per Muro; Lubelli, 33 anni, insegnante, è la candidata di Muro Città Futura.

Lorenzo Donno, sindaco

Antonio Benegiamo

Giovanni Antonio Bonavoglia 

Antonio Carluccio 

Antonio (Tonino) De Pascali

Valentina Maria Grande

Stefano Lanzilotto

Salvatore Maggiulli

Patrizia Miggiano 

Francesco Negro

Dora Patella

Sara Spano

Giovanni Nicola (Nino) Toma

____________________________________

Laura Lubelli, sindaco

Muro Città Futura

PierLuca Calò

Fernando Cancelli

Daniele Carluccio

Marco Chiri

Alessio Degabrieli

Chiara De Paola

Paola De Pascali

Salvatore (Totò) De Pascali

Maurizio Manzi

Rita Patrizia Mariano

Walter Massafra

Ilaria Vizzino

 

 

Continua a Leggere

Attualità

I candidati consiglieri ed i sindaci di Corsano e Tiggiano

Tutti i nomi dei candidati consigliere, le liste…

Pubblicato

il

CORSANO

Sono tre i candidati ad indossare la fascia tricolore per i prossimi 5 anni a Corsano. L’uscente Biagio Raona, ovviamente, vuole portare a termine l’attività avviata nel mandato in scadenza e resta a capo della lista Corsano Futura, che fa sintesi del gruppo di maggioranza. 

A capo della lista Corsano Rinasce, invece, Gianfranco Riso, reduce da cinque anni sui banchi dell’opposizione. 

In lizza anche l’immarcescibile Luigi Russo, sempre presente nelle competizioni elettorali con la “sua” Alternativa Proletaria.

Biagio Raona sindaco, Lista n. 1

 

 

 

 

 

 

Francesco Caracciolo 

Cosimo Bello 

Luciana Biasco 

Eva Carbone

Luigi Casciaro

Fabrizio Chiarello

Luigi Chiarello

Enza De Francesco

Biagio Mariano

Giuseppe Martella

Antonio Orlando

Paola Orlando

__________________________________________________

Gianfranco Riso sindaco, Lista n. 3


 

 

 

 

 

 

Biagio Martella 

Stefano Bisanti 

Salvatore (Salvo) Bleve 

Luigia (Gina) Casciaro

Eleonora Chiarello 

Grazia Chiarello

Luciana Chiarello

Francesco (Gianfranco) Longo

Maurizio Ruberti

Alessio Ruggieri

Daniele Russo

Ilaria Russo

______________________________________

Luigi Russo sindaco, Lista n. 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pietro Casciaro 

Salvatore Annesi 

Biagio Chiarello 

Antonio Bleve 

Grazia Bleve 

Giovanni Cipriano 

Anna Maria Dell’Abate 

Biagio Licchetta 

Ivan Martella 

Chiara Tessarolo 

Graziella Tornese 

Donato Zaccaria


TIGGIANO

Chiede un nuovo mandato Giacomo Cazzato, di nuovo candidato per la lista Tiggiano al Centro.

Il gruppo che fa riferimento al consigliere provinciale Ippazio Antonio Morciano vuole dare continuità alle attività già avviate.

La sfidante del primo cittadino uscente è Silvia Martella, alla sua prima candidatura. È la prescelta per Liberamente Tiggiano, gruppo sostenuto anche da Tina De Francesco presente anche in lista.

Giacomo Cazzato, sindaco, Lista n. 2

 

 

 

 

 

 

Fabio De Francesco

Laura Marra

Maria Antonietta Martella 

Ippazio Antonio Morciano

Giuseppe Negro

Antonella Nuccio

Crhristian Ricchiuto

Maria Lucia (Marilù) Ricchiuto

Gianvito Rizzini

Marco Rizzo

_________________________________________________

Silvia Martella, sindaco, Lista n. 1

Gabriele Aretano

Chiara Balducci 

Tina De Francesco

Federica Fortiguerra

Gabriele Marchetti

Lucia Marzo

Francesco Melcarne

Alessandro Musio

Cosimino Protopapa

Stefano Serafino

 

 

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus