Connect with us

Attualità

Scuole di Miggiano e Montesano: domenica i tamponi

Il calendario completo dei test molecolari a ragazzi e personale dei due plessi di scuola media dell’Istituto comprensivo di Miggiano

Pubblicato

il

Sarà domenica 8 novembre il giorno in cui gli alunni ed il perosnale scolastico della scuola media dell’Isituto comprensivo di Miggiano saranno sottoposti a tampone.


Ne hanno dato notizia mediante i social i sindaci di Miggiano, Michele Sperti, e di Montesano, Giuseppe Maglie.


A MONTESANO SALENTINO


I tamponi verranno effettuati prima presso il plesso di Montesano Salentino secondo il seguente cronoprogramma predisposto dall’Asl:


– alle ore 9,30 – 1A;


– alle ore 10 – 2A;


– alle ore 10,30 – 3A;


– alle ore 11 – 2B;


– alle ore 11,15 – 3B.


A MIGGIANO

Subito dopo si procederà con i tamponi presso la sede della scuola media di Miggiano con questo programma:


– alle ore 12- 1A;


– alle ore 12,30 – 2A;


– alle ore 13- 3A;


– alle ore 13,30 – 2B;


– alle ore 13,45 – 3B.


I tamponi verranno effettuati presso i locali delle rispettive  Scuole Medie, in locali appositamente predisposti nell’osservanza del protocollo previsto dalle norme Covid.


Entrambi i sindaci, «a tutela della salute di tutti e al fine di garantire l’ordinato svolgimento delle operazioni», esortano al «rispetto dell’orario e a seguire scrupolosamente le indicazioni che verranno fornite. Si raccomanda, altresì, il distanziamento e l’uso della mascherina.  Si precisa che è di fondamentale importanza rispettare l’isolamento fiduciario fino all’esito negativo del tampone».


Attualità

Elodie, cuore salentino, in trionfo al Bif&st

Il grande affetto del pubblico per la bravissima cantante-attrice, rivelazione nel film di Pippo Mezzapesa “Ti mangio il cuore”. Intanto le canzoni della nuova icona sexy della musica italiana continuano a raccogliere consensi e dominano le classifiche

Pubblicato

il

Elodie sta vivendo un momento d’oro.

Al successo delle sue canzoni aggiunge quello ottenuto al cinema dov’è ha recitato da protagonista nel film “Ti mangio il cuore del regista Pippo Mezzapesa.

Interpretazione che le è valsa il premio come miglior esordiente, nel nome di Silvana Mangano al Bif&st di Bari.

Elodie e Pippo Mezzapesa con il premio ricevuto al Bif&st

Ad attenderla al teatro Petruzzelli numerosi fan e l’assalto degli ammiratori e della stampa è stato inevitabile.

«La Puglia mi porta sempre bene», dice Elodie, che confessa di non escludere una nuova esperienza come attrice: «Per il momento non ho progetti, ma spero di poterlo fare presto».

Elodie conosce molto bene la Puglia, «una terra che amo particolarmente».

La bellissima cantante e attrice ha anche un pezzo di cuore salentino perché, come lei stessa ha ricordato, «ho vissuto per anni in Salento», prima ancora che cominciasse la sua carriera artistica.

Elodie di Patrizi, infatti è nata nel 1990 a Roma da padre italiano e madre francese creola.

Il padre è un artista di strada mentre la madre è un ex cubista.

I genitori molto giovani si sono separati e la loro è stata una separazione turbolenta.

La madre è stata anche colpita da una terribile malattia.

Anche per questo, ed Elodie non lo ha mai nascosto, ha vissuto un’infanzia piuttosto difficile.

ELODIE E IL SALENTO

A 20 anni, Elodie si trasferisce a Lecce, per seguire il suo compagno di allora.

La loro relazione termina ma lei decide di rimanere in Salento dove lavora come vocalist e cubista nei locali leccesi e gallipolini.

In Salento Elodie finisce per lavorare al Samsara, il grande tempio del clubbing di Gallipoli.

Come la madre prima di lei, il cubo diventa il suo mestiere e nella stessa discoteca incontra Andrea Sylvestre, con cui parteciperà poi ad Amici 2015 (lei poi si classificherà dietro di lui, al secondo posto).

Il connubio Amici + Samsara Beach le permette di entrare in contatto con un’altra donna di successo salentina, Emma Marrone, che le produce due album: “Un’altra vita” (2016) e mentre l’altro, “Tutta colpa mia“, all’anno dopo.

Poi l’ingresso nella scuola di Amici e la scalata verso il successo che ne fa oggi una delle artiste più complete del panorama italiano.

La sua bellezza toglie il fiato tanto da farla divenire una vera e propria icona sexy.

Ciò però non mette in secondo piano la sua bravura.

LE SUE CANZONI

La sua fama si consolida definitivamente con Nero Bali, singolo che le vale un doppio platino.

Un altro paio di singoli niente male (“Pensare male” coi Kolors e “Rambla” con Ghemon) e poi un altro successo, Margarita.

A Sanremo 2020 porta il singolo Andromeda“, scritto da Mahmoood e Stardust.

L’anno dopo salirà di nuovo sul palco dell’Ariston questa volta nelle vesti di conduttrice ed anche in questo caso è un successo.

Sul piano musicale la sua ascesa non si ferma: arrivano “Non è la fine” (feat. Gemitaiz) e “Mal di testa” con Farbri Fibra che preludono il suo terzo album, “This is Elodie”.

A settembre 2021 viene pubblicato il singolo “Vertigine”, primo estratto dal quarto album dell’artista.

La FIMI ha certificato il brano disco di platino per le 100mila copie vendute e nella classifica radiofonica di fine anno si inserisce tra i cinquanta singoli più passati del 2021.

A dicembre ha pubblica insieme a Rkomi  il singolo “La coda del Diavolo” che ha raggiunto la vetta della della classifica dei singoli, segnando la prima numero uno in assoluto per la cantante.

Elodie in “Ti mangio il cuore”

Nel 2021 è stata scritturata per il ruolo di protagonista nel film “Ti mangio il cuore”, diretto da Pippo Mezzapesa che prelude all’uscita del singolo “Proiettili (Ti mangio il cuore)”  in collaborazione con Joan Thiele e scritto con Elisa, che viene pubblicato il 16 settembre 2022 e fa parte della colonna sonora del film.

Nel febbraio 2022 è stato pubblicato l’album di Elisa “Ritorno al futuro/Back to the future”), nel quale è presente il brano “Luglio”, al quale ha collaborato anche Elodie, insieme a Giorgia e Roshelle.

Un boom il secondo singolo tratto dal suo quarto album, ovvero “Bagno a mezzanotte”, scritto sempre da Elisa. Così come hanno avuto grande successo anche “Guaranà”, “Tribale”.

È la consacrazione definitiva fino al recente festival di Sanremo con “Due”, facente parte anch’esso della lista tracce del quarto album.

Quest’ultimo, intitolato “Ok. Respira”, tuttora in continua ascesa, è stato promosso dalla docu-serie “Sento la vertigine”, disponibile su Amazone Prime Video.

Continua a Leggere

Attualità

Volo Brindisi-Milano con 5 ore di ritardo!

I passeggeri sono stati costretti a trascorrere ore intere all’interno dell’aeroporto di Brindisi, vedendo rinviato il proprio volo in partenza inizialmente alle 18,55 e atterrato solamente in nottata e precisamente alle 01,48 dell’indomani. Come chiedere il rimborso

Pubblicato

il

A chi di voi non è mai capitato di dover sopportare lunghe attese in aeroporto a bordo dell’aereo pronto a partire ma fermato prima del decollo?

Oggi vi rendiamo conto di una giornata da incubo per centinaia di persone, molte di loro salentini.

Dovevano raggiungere Milano, ma il volo ha riportato oltre cinque ore di ritardo all’atterraggio. È accaduto martedì scorso, con il volo Brindisi Milano FR3415, con pesanti disagi per i passeggeri della compagnia aerea Ryanair.

I viaggianti, quindi, sono stati costretti a trascorrere ore intere all’interno dell’aeroporto di Brindisi, vedendo rinviato il proprio volo in partenza inizialmente alle 18,55 e atterrato solamente in nottata e precisamente alle 01,48 dell’indomani.

Un disservizio che ha portato non pochi disagi per i passeggeri desiderosi di raggiungere la città lombarda, che, però, potrebbero rifarsi e ottenere 250 euro come compensazione pecuniaria.

Sembra che il ritardo, infatti, sia dovuto a problematiche della compagnia aerea ci sarebbero gli estremi per l’applicazione del Regolamento Comunitario 261/2004.

Chiunque lo volesse potrà dunque segnalare direttamente il disservizio sul sito italiarimborso.it.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Armi di Libertà: insieme contro ogni forma di violenza a Taurisano

Dibattito presso la sede consiliare sabato 1° aprile, in occasione in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Tra i partecipanti il parroco specchiese antimafia don Antonio Coluccia, Fondatore dell’Opera don Giustino e l’ex Procuratore Nazionale Antimafia, Francesco Mandoi. Il sindaco Guidano: «È bene che si parli con i cittadini, ed è bene che questo discorso si porti anche in altri luoghi, come nelle scuole. Conoscere le regole della comunità crea il presupposto per una convivenza civile»

Pubblicato

il

Si svolgerà sabato 1° aprile, alle ore 17,30, presso la Sala Consiliare di Taurisano (Via A. De Gasperi) l’incontro dal titolo “Armi di Libertà: insieme contro ogni forma di violenza”.

Il dibattito, organizzato dal Comune di Taurisano, vuole sensibilizzare la cittadinanza all’importante tema della Legalità in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che Libera promuove ogni anno.

«Taurisano torna, con un dibattito pubblico, a parlare di Legalità», ha ricordato il sindaco di Taurisano Luigi Guidano, «esperienze importanti come questa sono state fatte anche dieci anni fa, quando a Taurisano abbiamo avuto presenze autorevoli ad affrontare questo tema. Parlare di legalità in una comunità è fondamentale: è evidente che le leggi servono perché nessuno è autonomo di ottemperare alle regole della società civile. È bene che si parli con i cittadini, ed è bene che questo discorso si porti anche in altri luoghi, come nelle scuole. Conoscere le regole della comunità crea il presupposto per una convivenza civile».

«L’Amministrazione Comunale ha voluto fortemente quest’incontro con un titolo particolare: “Armi di Libertà”», ha dichiarato l’assessore alle politiche giovanili Quintino Rizzello, «alla violenza vogliamo rispondere con delle armi più importanti: il ricordo, l’esempio e l’impegno. La forza di queste armi è molto più potente, perché sono espressione di un valore più alto, quale la Legalità, e di una società civile e comunità. Questo incontro serve a ricordare, perché dimenticare è la peggiore arma contro la libertà».

Dopo i saluti istituzionali del sindaco Luigi Guidano e dell’Assessore alle politiche giovanili Quintino Rizzello, seguiranno gli interventi del Comandante della Polizia Locale, Bruno Manco; del responsabile dell’Associazione “Libera-Presidio di Casarano” Francesco Capezza; dell’ex Procuratore Nazionale Antimafia, Francesco Mandoi e del Fondatore dell’Opera don Giustino, don Antonio Coluccia.

“Quella di sabato sarà un’importante occasione per fermaci a riflettere sul tema della Legalità, un valore su cui anche 93 persone pugliesi hanno dato la loro vita. – ha commentato il responsabile di “Libera – Presidio di CasaranoFrancesco CapezzaI loro nomi sono stati letti nell’evento di domenica scorsa a Casarano, alimentando ancora oggi una memoria “dinamica”, da cui ognuno di noi deve prendere la spunto per dire no ad ogni forma di violenza. È fondamentale vedere che dopo Casarano anche Taurisano ha risposto all’appello di creare una rete ancora più forte che possa trasformare quella possibilità di cambiamento in realtà”.

L’evento sarà trasmesso in diretta su Taurisano.online.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus