Connect with us

Andrano

Minori in strutture, Comuni in difficoltà

Il Consorzio per i Servizi Sociali di Poggiardo ha incontrato il neo assessore regionale Rosa Barone. Al centro i temi riguardanti i minori: interventi indifferibili per i ricoveri dei minori in strutture su disposizione del Tribunale dei Minorenni, i cui relativi costi mettono in difficoltà i singoli Comuni, e integrazione scolastica

Pubblicato

il

Il presidente del consiglio di amministrazione del Consorzio per i Servizi Sociali dell’Ambito di Poggiardo, Fernando Antonio Minonne, ha incontrato il neo assessore alle Politiche Sociali della Regione Puglia, Rosa Barone, alla quale ha illustrato punti di forza e criticità del Consorzio, soffermandosi in particolar modo sulla problematica (comune anche ad altri Ambiti Territoriali Sociali pugliesi) relativa agli interventi indifferibili per i ricoveri dei minori in strutture su disposizione del Tribunale dei Minorenni, i cui relativi costi mettono in difficoltà i singoli Comuni.


«Desidero ringraziare l’assessore regionale per il particolare interesse e la sensibilità manifestata su temi così importanti che richiedono un notevole sforzo finanziario da parte dei Comuni», ha sottolineato Minonne, «e confidiamo che nella stesura del nuovo Piano regionale per le Politiche Sociali possano essere destinate risorse aggiuntive da parte della Regione. È stato fatto presente che per questo servizio i Comuni si sono trovati a dover far fronte a delle spese piuttosto onerose in proporzione all’esiguità dei bilanci ma che tuttavia per garantire l’incolumità e la tutela dei minori non si sono tirati indietro accollandosi tutte le spese».


«Peraltro l’Ambito di Poggiardo, nello spirito di solidarietà che lo contraddistingue», ha aggiunto il presidente del Consorzio per i Servizi Sociali, «è già intervenuto creando a tal proposito un fondo di solidarietà di 80mila euro che negli ultimi anni è stato aumentato a 90mila euro».


Negli ultimi tempi la spesa totale per gli interventi indifferibili a favore di minori ricoverati in strutture è costantemente aumentata e per quanto riguarda l’Ambito di Poggiardo ammonta a circa 250mila euro annui. Una cifra importante tanto più se si considera che dello stesso Ambito fanno parte piccoli Comuni di circa mille abitanti che per questo servizio hanno sostenuto costi talvolta anche superiori ai 100mila euro l’anno.


L’altra criticità con la quale gli Ambiti si devono misurare e che Minonne ha fatto presente nel corso dell’incontro riguarda il servizio di integrazione scolastica che il Consorzio dovrebbe garantire in compartecipazione con la ASL ma che di fatto “è costretto” a svolgere (facendo affidamento quasi esclusivamente sul proprio personale e contando su un budget all’uopo insufficiente ponendolo nell’imbarazzante alternativa di dover lasciar soli i minori disabili o di trovare una soluzione che possa dare risposte adeguate alle famiglie compromettendo tuttavia al contempo l’ottimale svolgimento dell’attività lavorativa degli operatori assistenziali).

«L’Ambito di Poggiardo», ha precisato ancora Minonne, «è quello che riceve meno risorse in quanto ha una popolazione tra le più basse della Puglia ma ciononostante continua ad assicurare l’assistenza a scuola dei bambini disabili svolgendo un servizio che doveva essere garantito in compartecipazione


con il personale della ASL assunto ex Legge Regionale n. 16/1987 il quale però, tra pensionamenti ed altri incarichi, è attualmente ridotto al lumicino tanto che in quest’ultimo periodo l’Ambito si è dovuto far carico quasi integralmente della domanda di assistenza in continua ascesa proveniente dalla scuola. Anche in questo caso si tratta di una situazione che rischia di divenire insostenibile se la Regione Puglia non dovesse intervenire con risorse adeguate».


L’ambito di Poggiardo, lo ricordiamo fa riferimento all’area che comprende i Comuni di Andrano, Botrugno, Castro, Diso, Giuggianello, Minervino di Lecce, Nociglia, Ortelle, Poggiardo, Sanarica, San Cassiano, Santa Cesarea Terme, Spongano, Surano, Uggiano la Chiesa.


Intanto l’incontro sembra aver prodotto i suoi primi effetti: c’è da registrare, infatti, una nota regionale inviata a stretto giro a tutti gli Ambiti finalizzata alla conoscenza della situazione relativa al servizio di integrazione scolastica. Chissà che non possa essere un primo passo nella direzione auspicata.


Andrano

Carambola shock sulla Depressa-Andrano

Urto contro le rocce ai bordi della strada provinciale: soccorso conducente, auto completamente distrutta

Pubblicato

il

A cura di Lorenzo Zito


Come una pallina da flipper impazzita, un’auto oggi si è ritrovata prigioniera delle pareti rocciose che costeggiano la strada provinciale tra Depressa di Tricase ad Andrano.


Poco dopo le 14, una Citroen C3 ha finito per carambolare tra le due sponde stradali, rimbalzando contro quelle che sono un mix di rocce, nelle quali è stata suo tempo scavata la strada, e di muretti a secco, eretti a delimitazione delle campagne circostanti. La velocità ha fatto il resto. Lo raccontano i segni sulla vettura.


Ammaccata in ogni angolo, la Citroen sembra reduce da un demolition derby, uno spettacolo in cui ci si sfida in un cerchio d’asfalto a distruggere l’auto degli altri concorrenti: pneumatici esplosi, carrozzeria ammaccata in ogni dove, vetri rotti, frontale e posteriore sfondati, motore completamente distrutto.

Tutt’altro che un gioco però per il conducente, soccorso prontamente dal 118. Non è chiaro se possa aver accusato un malore prima dello schianto o se le cause del sinistro siano da ricercarsi altrove. Fortunatamente non sarebbe sopraggiunto nessuno al momento del primo impatto: il coinvolgimento di un secondo mezzo avrebbe potuto rivelarsi fatale. In auto nessun passeggero.


La dinamica esatta verrà ricostruita sulla base dei rilievi effettuati sul posto, prima del tramonto, dai carabinieri della Compagnia di Tricase.



Continua a Leggere

Andrano

Assegnati lavori per realizzazione nuovo ecocentro tra Andrano e Castiglione

Pubblicato

il


Assegnato ad Andrano l’appalto per i lavori di realizzazione di un nuovo centro comunale di raccolta differenziata dei rifiuti lungo la provinciale 85 che porta a Castiglione.





Il progetto, che prevede anche la creazione di un annesso Centro del Riuso, prevede un investimento di 450 mila euro.





Come riportato sul sito del Comune, ad aggiudicarsi i lavori, che verranno realizzati mediante l’uso di materiali e tecniche a ridotto impatto ambientale, una s.r.l. di Poggiardo.





Il progetto è così descritto dal Comune di Andrano: “Gli interventi consistono essenzialmente nella realizzazione dell’Ecocentro con la realizzazione di:




− un’area containers destinata ai rifiuti non pericolosi che alloggia carrelli scarrabili, coperti con telo, adibiti al conferimento di pneumatici, ingombranti e legno, inerti, sfalci e potature, su una superficie impermeabilizzata in conglomerato bituminoso;





− un’area Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (R.A.E.E.), Rifiuti Urbani Pericolosi (R.U.P.) quali, farmaci scaduti, pile, RUO R/F, accumulatori a batteria, cartucce/toner, oli e grassi vegetali, oli e grassi minerali, Rifiuti differenziati quali carta/cartone, plastica, vetro, metalli, FORSU, posta sotto una tettoia delle dimensioni di 32 pag. 2 di 5 m x 8.50 m su superficie impermeabilizzata in conglomerato cementizio e che presenta una vasca di raccolta interrata per gli sversamenti accidentali. Al di sotto della tettoia sono alloggiati carrelli scarrabili tipo containers per elettrodomestici quali frigoriferi e congelatori, lavatrici e lavastoviglie, oltre che appositi contenitori per Tv e monitor, apparecchiature elettroniche di piccole dimensioni, sorgenti luminose, appositi contenitori per i rifiuti R.U.P. ed infine cassonetti per la raccolta di carta/cartone, plastica, vetro, metalli, FORSU;





− un’area ricezione con Ufficio/Guardiania per il personale in servizio e per gli utenti del centro di raccolta, dove è collocato il Totem Informatico e la bilancia;





− un’area parcheggio interna alla struttura, di circa 50 m2; Il progetto del Centro del riuso prevede l’accessibilità alle persone diversamente abili sarà garantita da rampe nella pavimentazione di pendenza media 0,5 % che consentiranno anche agevoli operazioni di carico e scarico. Per l’installazione del centro del riuso è prevista la realizzazione di una pavimentazione in conglomerato bituminoso


Continua a Leggere

Andrano

Andrano in viaggio con Dante

Pubblicato

il


Continua incessante l’attività del Comune di Andrano, dedicata a Dante Alighieri nell’anno che celebra i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta.





L’Amministrazione Comunale, infatti, in collaborazione con lo staff di #CiVediamoInBiblioteca e con la Società Dante Alighieri – Comitato Salentino e con l’Università Popolare “Aldo Vallone” di Galatina, dopo aver creato un Comitato Tecnico-Scientifico che si occuperà di coordinare le iniziative nel corso dell’intero 2021, ha inteso dare massimo rilievo a questa ricorrenza di altissimo livello.




Il 25 marzo ritornerà il Dantedì, Giornata Nazionale dedicata a Dante Alighieri, e il Comune di Andrano ha inteso proporre, in diretta sui canali social del Comune, vista la perdurante situazione epidemiologica che ha ormai paralizzato ogni iniziativa in presenza, diversi appuntamenti.

“Il 700esimo anniversario non è una ricorrenza qualsiasi, ma una di quelle che merita attenzione e rilievo. Insieme all’intera Amministrazione Comunale, con il supporto importante di #CiVediamoInBiblioteca e della Società Dante Alighieri – Comitato Salentino, che ringrazio ancora una volta, abbiamo inteso onorare il Sommo Poeta e con lui il meraviglioso patrimonio letterario che ci ha lasciato. Il Dantedì sarà una di quelle giornate che merita la nostra partecipazione, seppur da remoto.
Il mio augurio è che la partecipazione sia vasta, specialmente da parte dei giovani a cui ci rivolgiamo sempre in maniera particolare” – afferma il Sindaco di Andrano, Salvatore Musarò.
“Il Dantedì di quest’anno, che si intercala nell’importante ricorrenza dei 700 anni, punterà su alcune sfumature interessanti del Poeta e del suo capolavoro per eccellenza, la Divina Commedia.” – continua il Consigliere Delegato alla Cultura, Donato Accoto – “Ringrazio tutti gli ospiti per aver accettato l’invito e vi invito a seguirci con costanza sui nostri canali social, in attesa di ricevederci quanto prima in presenza”.

Il programma fissato sarà il seguente:

24 Marzo 2021, ore 19,00

DANTE 1321, DANTE 2021

Con Marcello Aprile e Maurizio Nocera

25 Marzo 2021, ore 17,30

IN VIAGGIO CON DANTE: la Divina Commedia per bambini

A cura di Anna Rita Pantaleo

25 Marzo 2021, ore 17,30

DANTE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus