Connect with us

Lecce

Natalie e Stefy salvate da un pescatore

Si tratta di due storie distinte ma simili nel loro lieto fine, che hanno coinvolto sia…

Pubblicato

il

Natalie e Stefy, due tartarughe di diversa specie, salvate dallo stesso pescatore cesarino. Dopo le cure tornano al mare ed alla libertà, grazie al lavoro dei collaboratori di Amp Porto Cesareo e Torre Guaceto


Natalie e Stefy, questi i nomi dati dagli operatori dell’Area Marina Protetta (Amp) Porto Cesareo e da Gianni Imperiale, il pescatore che le ha messe in salvo, sono le due tartarughe che hanno animato le festività di fine anno della nota città turistica dello Jonio, che con i rettili marini, ha ormai un rapporto speciale, bello e particolare.


Si tratta di due storie distinte ma simili nel loro lieto fine, che hanno coinvolto sia una tartaruga della specie rara “Chelonia Mydas” sia un esemplare adulto di tartaruga del peso di ben 80 chilogrammi, appartenente quest’ultima alla famiglia delle Caretta caretta. Entrambi gli esemplari sono stati recuperati nelle acque della Riserva Nazionale, una lo scorso 18 dicembre e l’altra il 24, vigilia del santo Natale.


Gli esemplari che erano in mare aperto ed in evidente stato di difficoltà, sono stati notati e messi in salvo da un pescatore professionista, il signor Gianni Imperiale, che ha allertato il personale dell’Amp Porto Cesareo attivando il protocollo di salvataggio previsto con un apposito regolamento che ha fatto scuola a livello nazionale. Dopo gli immediati soccorsi, sono stati gli stessi operatori della riserva, che dapprima hanno assistito con immediatezza le tartarughe e poi le hanno trasferite e messe in cura presso il “Centro di recupero Tartarughe di Torre Guaceto”, dove le sono state prestate le attenzioni dei casi e che di fatto porteranno alla loro completa guarigione e re-immissione in mare.


La prima a tornare in libertà è stata proprio Natalie, che nelle scorse ore ha avuto la sua giornata di gloria, coincisa con il ritorno all’amato Jonio. Il rettile è stato infatti liberato sotto l’attento sguardo di Gianluca e Davide e di alcuni ambientalisti che hanno vissuto in diretta questa emozionate esperienza di libertà e valori ambientali.


Per Stefy invece, prosegue il percorso di cure sotto la supervisione dell’esperto biologo faunista Giacomo Marzano, che di fatto segue l’intero iter di recupero dei rettili presso il centro di recupero tartarughe marine di Torre Guaceto.

A celebrare e festeggiare il salvataggio di Natalie, è stato il sindaco di Porto Cesareo Silvia Tarantino e lo ha fatto con la pubblicazione di un bel post sui suoi canali social istituzionali.


Le tartarughe, il mare ed il cuore grande dei Cesarini – ha scritto la Tarantino-. Una tartaruga di specie rara è giunta presso il centro di Torre Guaceto direttamente dall’Amp Porto Cesareo. I collaboratori della Riserva nazionale, informati da un pescatore locale di una cattura accidentale, si sono recati sul posto per recuperare la tartaruga e condurla a Torre Guaceto.


Raggiunto il pescatore la bella scoperta – continua – non si trattava di un esemplare di Caretta Caretta, bensì di una Chelonia Mydas.


Gli avvistamenti di questa specie sono molto rari a queste latitudini, la Chelonia, comunemente detta tartaruga verde, infatti, popola le acque africane e turche. Dall’apertura del centro recupero di Torre Guaceto, nel 2016, a oggi, infatti il Consorzio ne ha accolto solo tre esemplari”. Nelle scorse ore come detto la sua liberazione e la festa.


Attualità

Lecce: frutta, verdura e acqua per gli anziani in situazioni di disagio

L’assessore al Welfare Silvia Miglietta: «Estati sempre più torride che mettono a dura prova soprattutto la fascia di popolazione più fragile, costituita da anziani e persone in precarie condizioni di salute…»

Pubblicato

il

Il settore Welfare del capoluogo salentino attiva anche quest’anno il piano “Emergenza Estate” che prevede il servizio di fornitura a domicilio di acqua, frutta e verdura di stagione a persone anziane con età superiore ai 65 anni, in stato di fragilità e con ISEE non superiore a 7.500,00 o in precarie condizioni di salute.

Il servizio ha l’obiettivo di prevenire e ridurre gli effetti delle ondate di calore sulla salute dei cittadini più fragili.

La consegna delle forniture sarà effettuata gratuitamente dalla Protezione Civile.

L’assessore al Welfare Silvia Miglietta

Gli interessati potranno scaricare la domanda di partecipazione dal sito istituzionale del Comune di Lecce nelle pagine del settore e nella sezione News, o ritirarla di persone presso il settore Politiche Sociali in via San Massimiliano Kolbe o presso l’Ufficio relazioni con il pubblico (Urp) a Palazzo Carafa, dalle ore 8.30 alle ore 13.

La domanda – corredata di certificato rilasciato dal medico di medicina generale attestante le condizioni generali di salute, e del Modello ISEE relativo ai redditi dell’anno 2021 – dovrà pervenire al protocollo anche a mezzo PEC all’indirizzo: protocollo@pec.comune.lecce.it.

«A causa del cambiamento climatico», dichiara l’assessore al Welfare Silvia Miglietta, «viviamo estati sempre più torride che mettono a dura prova soprattutto la fascia di popolazione più fragile, costituita da anziani e persone in precarie condizioni di salute. A loro si rivolge questo servizio di consegna gratuita di acqua, frutta e verdura, operato dai volontari della Protezione Civile, che ringrazio per la collaborazione, e che sono attesi da molti anziani che vivono soli e prudentemente limitano le uscite nelle ore più calde per poter avere una visita e scambiare qualche chiacchiera»

Continua a Leggere

Appuntamenti

Minerva, il Presidente Poeta

“D’amici d’amore di gente e città”: venerdì 1° luglio a Lecce  la presentazione del libro di poesie di Stefano Minerva

Pubblicato

il

Non cercarlo il Salento”, Dormi ch’io veglio”, “Non chiedere parole alla solitudine”, “I quattro a pavana”, “Stanzie”: sono solo alcuni dei titoli, pescati tra i 37 che compongono D’amici d’amore di gente e città, il volume di poesie a firma di Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce e sindaco di Gallipoli, che sarà presentato a Lecce venerdì 1° luglio, alle ore 19, presso l’ex Convitto Palmieri.

Ad introdurre il “viaggio” tra le 73 pagine del volume, ricche di tanta passione e di impegno civile, saranno il vice presidente della Provincia Antonio Leo e l’editore Grazia Manni.

A seguire, il clou dell’evento: dialogheranno con l’autore il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e il sindaco di Lecce Carlo Salvemini.

A moderare gli interventi sarà il direttore del Nuovo Quotidiano di Puglia Rosario Tornesello.

La presentazione, che segue quella svoltasi nei giorni scorsi a Gallipoli (nella foto in alto), rientra nella rassegna “Incontro con l’autore”, con il patrocinio del Comune di Lecce.

«È una grande emozione presentare questo volume di poesie, innanzitutto perché hanno un autore d’eccezione: il presidente dell’Ente del quale faccio orgogliosamente parte da alcuni mesi. I versi raccolti in questo libro colpiscono dritto al cuore, non solo perché sono un racconto d’amore per la nostra terra e la nostra storia, ma anche perché esprimono con chiarezza l’essenza dell’uomo che Stefano Minerva è. Mettono in luce quella profondità e sensibilità d’animo, che già traspare nel suo modo di fare politica e di amministrare», dichiara il vice presidente della Provincia Antonio Leo.

Continua a Leggere

Attualità

Ordine Ingegneri di Lecce: il nuovo Presidente ed il nuovo Consiglio

Presidente Francesco Micelli, segretario Lorenzo Conversano, tesoriere Serena Carrisi. Micelli: “L’ordine sia la casa trasparente di tutti gli ingegneri”

Pubblicato

il

È Francesco Micelli il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Lecce per il quadriennio 2022 – 2026. La nomina nella prima seduta del Consiglio eletto nell’ultima tornata elettorale.

«L’Ordine degli Ingegneri», l’impegno del neo Presidente, «sia una garanzia per la società, nella salvaguardia della qualità dei servizi professionali, ma anche la casa trasparente di tutti gli ingegneri, capace di diventare moltiplicatore di opportunità e forza di coesione territoriale con gli enti e le realtà produttive».

Con il passaggio di consegne dalla precedente consigliatura e la nomina delle cariche statutarie, si è insediato il nuovo Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Lecce per il quadriennio 2022-2026.

Al timone della squadra di governo degli ingegneri salentini, all’unanimità, è stato designato Francesco Micelli, 49 anni, professore associato di Tecnica delle Costruzioni e presidente del Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria Civile presso l’Università del Salento.

Il neo presidente sarà affiancato dal segretario, Lorenzo Conversano, 36 anni, già componente del Consiglio uscente con il ruolo di coordinatore della Commissione Strutture – Infrastrutture – Geotecnica – Protezione Civile, e dal Tesoriere, Serena Carrisi, 39 anni, ingegnere edile specializzata nel settore della progettazione architettonica sostenibile, efficientamento energetico, progettazione strutturale, della sicurezza sui luoghi di lavoro e prevenzione incendi, alla prima esperienza in Consiglio.

Le tre cariche neo elette sono espressione della lista “Noi Ingegneri-Per l’Ordine di Tutti”, che nella tornata elettorale del 15 e 16 giugno, la prima con voto telematico e le nuove disposizioni sul rispetto della parità di genere previste dal Regolamento fresco di varo, ha guadagnato, tra conferme e new entries, 12 dei 15 seggi in Consiglio.

Si tratta dello stesso presidente Micelli, il più votato con 888 preferenze su 2116 votanti, della neo designata tesoriere Serena Carrisi, del nuovo segretario Lorenzo Conversano, di Marco Pisanello, Marina Marti, Alessandro Licci, Selenia Arigliano, Silvia Giancane, Paolo Stefanelli, Claudio Sanapo, Nicola Fiore e Junior Simone Valzano. Espressione della lista “Ingegneri per il futuro” gli altri tre consiglieri eletti, tutti uscenti, Raffaele Dell’Anna, già presidente, Giuseppe Coluccia e Marco Cataldo.

«È per me un privilegio e un onore ricevere l’incarico di più alto rappresentante dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Lecce»,  ha detto il Presidente Francesco Micelli, non senza emozione, nell’avvicendarsi subito dopo la nomina con il consigliere Giuseppe Coluccia che ha presieduto inizialmente la seduta quale consigliere più anziano, e dopo aver ringraziato la presidente uscente Anna Maria Riccio per il lavoro svolto in tempi particolarmente difficili e delicati.

«Un orgoglio che mi riempie il cuore di soddisfazione e nello stesso tempo mi fa sentire una grande responsabilità. Mi propongo di svolgere questo ruolo di “primus inter pares” con lo stesso spirito che ha ispirato la candidatura e la campagna elettorale: sobrietà, trasparenza e impegno disinteressato. Affronteremo come Consiglio questo percorso», ha proseguito, «con spirito di servizio. Le idee sono tante, così come le esigenze e le problematiche affiorate in questi anni attorno al ruolo dell’ingegnere nella società. Siamo consapevoli di non poter risolvere con un “click” tutte le questioni spinose che abbiamo davanti, tuttavia ci proponiamo di affrontare sin da subito, con grande spirito di abnegazione, le priorità che sono sul tavolo. Ho riscontrato grande entusiasmo sia nei giovani professionisti, sia nelle fasce più mature, durante e dopo le elezioni. Questo ci dà una grandissima forza, perché costituisce quel mix di entusiasmo ed esperienza che saranno il motore delle attività del Consiglio. L’impegno dinanzi a noi è chiaro: vogliamo che l’Ordine degli Ingegneri sia una garanzia per la società, nella salvaguardia della qualità dei servizi professionali, ma anche la casa trasparente di tutti gli ingegneri, capace di diventare moltiplicatore di opportunità e forza di coesione territoriale con gli enti e le realtà produttive. Mi impegnerò affinché tutto il Consiglio possa traguardare obiettivi sempre più ambiziosi per la categoria, animato da spirito costruttivo e di comunità».

Nei prossimi giorni si procederà alla nomina di vice presidente e vice presidente vicario e si disegnerà l’assetto delle Commissioni, articolazioni operative fondamentali per tradurre in azioni concrete impegno e iniziative consiliari. 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus