Connect with us

Ruffano

Si avvicina alla moglie nonostante il divieto e lo arrestano

All’’uomo i carabinieri della stazione locale avevano notificato un provvedimento

Pubblicato

il

Divieto di avvicinamento alla ex moglie, ma dopo poche ore ci ricasca e lo trovano nelle vicinanze della sua abitazione.


Il tutto succede a Ruffano dove, un 57enne, accusato di atti persecutori e lesioni personali nei confronti della ex moglie è stato fermato.


All’’uomo i carabinieri della stazione locale avevano notificato un provvedimento di divieto di avvicinamento emesso dall’autorità giudiziaria, secondo la nuova legge doveva stare a non meno di 200 metri dai luoghi frequentati dalla moglie.

Ma il monito a nulla sarebbe servito, perchè dopo poche ore è stato avvistato nella zona in cui sorge l’abitazione della donna.


I militari intervenuti l’hanno bloccato e, secondo la nuova legge del “Codice rosso”, è stato tratto in arresto e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, ristretto agli arresti domiciliari.


Alessano

Mappare il Covid: l’obiettivo di 15 Comuni salentini

Pubblicato

il

Mappare il covid? Si può.

È l’idea di 15 Comuni salentini: arrivare a 100 test in 100 comuni, proposta di Alessano, Andrano, Bagnolo del Salento, Corsano, Diso, Maglie, Melissano, Minervino di Lecce, Montesano Salentino, Ortelle, Poggiardo, Ruffano, Spongano, Surano e Uggiano la Chiesa.

I comuni condivideranno con il SISP della Asl di Lecce uno studio che prenderà in esame un campione che sarà costituito in parte da comunità colpite dal virus e in parte da comunità che non hanno avuto nessuna positività; le categorie oggetto dello studio sono quelle più a rischio, ovvero le categorie che sono state maggiormente esposte durante la fase del lockdown quali Forze dell’ordine, volontari della protezione Civile, dipendenti pubblici che non hanno lavorato in smartworking, medici di base, farmacisti, personale degli esercizi commerciali di generi di prima necessità, eventuali operatori sanitari che non hanno effettuato tamponi o comunque nessun controllo sierologico, altri cittadini che hanno i requisiti.

Il campione di popolazione che verrà esaminato andrà dall’1 al 2 per cento per i comuni con più di 5mila abitanti e dall’1 al 4 per cento per i comuni con popolazione inferiore a 5mila abitanti. I test sierologici saranno effettuati in laboratori di analisi cliniche accreditati. Le spese relative all’effettuazione dei test sierologici saranno a totale carico delle Amministrazioni Comunali.

Continua a Leggere

Alliste

Maltrattamenti, armi, droga, truffe, evasioni: arresti e denunce

Ancora carabinieri in azione: giro di vite nel territorio della Compagnia di Casarano

Pubblicato

il

A Melissano i carabinieri della locale stazione hanno arrestato in flagranza di reato Gianni Manni, 51 anni. L’uomo si è reso

responsabile nel tempo di maltrattamenti nei confronti della madre, culminati con il tentativo di aggressione all’interno della propria abitazione, scongiurato dal pronto intervento dei carabinieri. Per l’arrestato si sono aperte le porte della casa Circondariale “Borgo San Nicola” si Lecce.

Sempre a Melissano i carabinieri del posto hanno deferito in stato di libertà:

un uomo, poiché seguito perquisizione personale è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico;

un uomo ed una donna che, in concorso tra loro, dopo aver pubblicato on line annunci di vendita, mediante artifizi e raggiri, si sono fatti versare sulle rispettive carte dagli ignari acquirenti 500 euro per la vendita di un elettrodomestico e 160 euro per la vendita di alcuni capi di abbigliamento, senza mai consegnare la merce;

fermato anche un uomo che, sottoposto al regime arresti domiciliari ad Alliste, si  era allontanato arbitrariamente dalla propria abitazione fino a giungere a Melissano.

I carabinieri di Racale hanno denunciato: un uomo, che nonostante fosse  agli arresti domiciliari, in  seguito a perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 0,88 grammi di eroina, nonchè vario materiale per il confezionamento ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; un uomo, già detenuto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso dai carabinieri in compagnia di una un pregiudicato, violando gli obblighi impostigli dall’autorità giudiziaria.

A Ruffano, i carabinieri locale stazione hanno deferito in stato di libertà un uomo sottoposto al regime degli arresti domiciliari che si era arbitrariamente allontanato dalla propria abitazione.

A Taviano denunciati:

una donna, già agli arresti domiciliari, ed un uomo che, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, sono stati sorpresi in possesso di 3 involucri per un peso complessivo di 0,80 grammi di cocaina.

un uomo, dopo che da perquisizione personale e veicolare  è stato colto in possesso di un involucro contenente 1,2 grammi di cocaina nonché somma in contanti di euro 55 provento dell’attività di spaccio;

un uomo sorpreso alla guida della propria autovettura sprovvisto di patente di guida mai conseguita.

Ad Ugento i carabinieri locale stazione hanno deferito in stato di libertà:

un uomo ed una donna sorpresi in possesso di 24 grammi di marjuana, 3 piante di marijuana, un bilancino, 6 proiettili cal. 6.3, nonché sostanze da taglio e materiale per il confezionamento di sostante stupefacenti;

un uomo che, a seguito di un sinistro stradale con propria la autovettura, sottoposto ad accertamenti, è risultato con tasso alcolemico di  2,5 gr./l., superiore ai limiti consentiti (patente di guida di guida ritirata).

Arrestato Lulzim Kransniqi, 46 anni, nato in Albania e residente a Matino.  Già sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali per aver reati in materia di stupefacenti, è stato sorpreso a violare reiteratamente le prescrizioni imposte dalla misura in atto, non rientrando a casa negli orari prestabiliti e giungendo ad infastidire una donna residente nello stesso paese. L’arrestatoora è in carcere a Lecce.

Sempre a Matino i Carabinieri della locale stazione hanno denunciato a piede libero un uomo, poiché, a seguito perquisizione personale e domiciliare,  è stato trovato in possesso di 24 cartucce cal. 22, 2 ogive per f.a.l. e 2 cartucce cal. 9, tutte illegalmente detenute.

Segnalato, infine, alla Prefettura di Lecce 6 giovani per “uso non terapeutico di sostanze stupefacenti”.

Continua a Leggere

Cronaca

Ruffano, urta delle auto e si ribalta sulla via del cimitero

Pubblicato

il

Ha dell’incredibile l’incidente registrato a Ruffano a mezzogiorno di oggi.

Sulla via per il cimitero comunale una donna si è ribaltata a bordo della sua Y10, vecchio modello Lancia.

Incredibile, dicevamo, perché la strada in questione non è certo una arteria principale del paese, soggetta a traffico intenso o veloce. Si tratta infatti di una via che, superato il cimitero, finisce nelle campagne a valle della serra che costeggia l’abitato ruffanese. Al contempo, è difficile credere che la donna, una signora anziana a bordo di un’auto non più nuova, potesse procedere in maniera spericolata.

Fatto sta che, attorno alle 12, la signora si è ritrovata capovolta all’interno della sua vettura dopo aver urtato altre due auto presenti sul posto. Oltre allo spavento per l’impatto, ha dovuto poi attendere l’arrivo dei vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase per poter essere estratta dalla macchina. Era infatti rimasta bloccata tra le lamiere.

Rimessa nelle mani del personale del 118, la donna è stata poi trasportata presso l’ospedale di Casarano per accertamenti.

Fortunatamente non sarebbe gravi le conseguenze patite. Sul luogo del sinistro la polizia locale.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus