Connect with us

Aradeo

Il Salento protagonista sul primo canale russo

Protagonisti della puntata di Pasqua sono state le Terme di Santa Cesarea, la grotta Zinzulusa, la produzione vinicola di Leverano

Pubblicato

il

Il Salento e Aratravel – Turismo Medicale approdano sul primo canale russo assieme alla bella e talentuosa conduttrice Tv e produttrice Zhanna Badoeva.
Il giorno di Pasqua a su Pervyj kanal (Channel One), la principale emittente televisiva russa di carattere pubblico, è andato in onda “Le vite degli altri”, programma che racconta la vita reale delle persone che vivono in altri paesi del mondo, raccontandone le abitudini e le tradizioni che li accompagnano dalla nascita fino alla vecchiaia.
Nel suo viaggio in giro per il mondo Zhanna Badoeva ha raccontato Monaco, Singapore, Venezia, Israele, Atene, Tokyo e Amsterdam, e a inizio aprile ha fatto tappa anche in Puglia.
Entrata in contatto a febbraio scorso con la realtà imprenditoriale di Aratravel per lanciare un nuovo progetto di vacanze-benessere destinato al mercato russo, la conduttrice tv ha scelto di tornare nel Salento per raccontare la sua gente e le sue storie in una delle puntate della sua trasmissione.
E per farlo si è affidata proprio all’agenzia aradeina, nella definizione della tourmap di produzione del video.
Abbiamo conosciuto Zhanna grazie ai social“, spiega Marcello Martiriggiano di Aratravel , “lei è un’artista molto conosciuta e apprezzata in Russia per il suo carisma e un grande senso dell’umorismo. Condividendo la passione per i viaggi, a febbraio scorso abbiamo pensato di contattarla per lanciare il nostro nuovo progetto di vacanze-benessere destinato al mercato russo con un breve video. Il nostro territorio l’ha incuriosita molto, tant’è che per il suo viaggio per “La vita degli altri” ha voluto farci ritorno. Di lei si può dire abbia apprezzato le bellezze naturali, i prodotti del territorio e la cucina, e al suo ritorno non aveva alcun dubbio su cosa poter tornare a mangiare: un buon piatto di ricci di mare!“.
Protagonisti della puntata di Pasqua assieme ad Aratravel sono state le Terme di Santa Cesarea, la grotta Zinzulusa, la produzione vinicola di Leverano.
Zhanna ha messo poi, come da tradizione, le “mani in pasta” per realizzare un piatto di orecchiette, assaporato il “crudo di mare” assieme ai pescatori del porto di Gallipoli, assistito alla lavorazione del formaggio, conosciuto da vicino le abitudini e i problemi di una tipica famiglia salentina.
Bando a indicazioni e consigli su cosa vedere e dove mangiare in uno specifico luogo del mondo, nel programma “La vita degli altri” Zhanna prova a dare risposta alle domande più scottanti sulla vita dei suoi abitanti, apprendendone tutti i segreti.
Sono sempre stata interessata alla vita degli stranieri dall’interno“, spiega Zhanna Badoeva, “che cosa hanno nel loro frigorifero, quanto spendono per luce e acqua al mese, come vivono i loro anziani. Queste semplici curiosità non trovano risposta da nessuna parte. Naturalmente, la parte più difficile del nostro programma è trovare eroi a cui chiederemo di raccontarci onestamente le loro abitudini e tradizioni, i costi che devono sostenere e il loro salario“.
Aratravel Turismo Medicale
Aratravel è un tour operator italiano specializzato nell’organizzazione di vacanze medicali con speciali pacchetti all-inclusive. Da anni si avvale della collaborazione dei migliori professionisti internazionali nel campo della tricologia, della chirurgia estetica, del benessere e della prevenzione completa, garantendo ai suoi clienti un servizio medico specialistico all’estero.
Pioniere del turismo medicale in Italia, dal 2012 Aratravel ha aperto nuove prospettive di cura e di benessere grazie alla sua presenza su diversi mercati, dall’Italia alla Spagna, dal Portogallo alla Repubblica Ceca e Romania, fino ad Argentina e Brasile, e prendendosi cura dei circa 400 clienti che ogni mese la scelgono per tornare a sorridere.
Chi è Zhanna Badoeva?
Nata in Lituania, Zhanna Badoeva è una star tv e produttrice che ha raggiunto una grande popolarità in Russia, Ucraina e nei paesi della CSI, grazie alla conduzione e realizzazione di spettacoli, reality e documentari dedicati al turismo e alla bellezza. Dal 2011 ha conquistato il pubblico grazie al suo carisma, fascino e senso dell’umorismo nel programma russo “Oryol i Reshka – Heads and Tails”, Ha partecipato allo sviluppo di diversi programmi della tv ucraina quali “Dancing for you”, “Lyalechka”, e preso parte in qualità di giudice alla seconda stagione (2012) della versione ucraina del popolare show “Masterchef”.
La sua popolarità è dovuta anche alla conduzione dei programmi russi “Beauty salons battle”, “#ZhannaHelp”, “Dangerous gigs”, “ZhannaPozheny”, trasmissione che ha riscosso grande successo. Protagonista di una delle ultime puntate della serie, nata con l’obiettivo di aiutare i partecipanti a realizzare il matrimonio dei sogni in paesi diversi, la stessa Zhanna, che scelto di sposare il suo attuale marito Vasyl Melnychyn in Italia. A febbraio 2019 è partito sul canale russo Channel One “The Lives of Others”, un programma in cui il racconto di viaggio si focalizza sulle persone e non solo sui luoghi.
Parallelamente all’impegno televisivo, Zhanna ha lanciato nell’ottobre del 2016 una collezione di scarpe che porta il suo nome, realizzata in collaborazione con il designer italiano Ernesto Esposito. I segreti del suo successo e del suo lavoro in tv e come produttrice sono invece rivelati nelle tante masterclass tenute in Russia: negli ultimi anni Zhanna ha tenuto corsi di perfezionamento a Voronezh, Chelyabinsk, Vladivostok, Novosibirsk, Ussuriysk, Mosca.
Continua a Leggere

Aradeo

Aradeo e Lecce: doppia tragedia

A Lecce un’insegnante 54enne intenta ad effettuare la pulizia di una finestra, precipita da quattro metri e perde la vita. Ad Aradeo suicida un uomo di 70 anni

Pubblicato

il

A distanza di poche ore l’uno dall’altro, doppio dramma nel Salento con la morte di un uomo di 70 anni, buttatosi dal balcone di casa sua ad Aradeo, e l’accidentale quanto tragica caduta nel vuoto, da 4 metri, per una donna di 54 anni di Lecce.

Questa mattina ad Aradeo un 70enne del posto si è recato sul terrazzo di casa sua e si è lasciato cadere nel vuoto.

L’impatto non gli ha lasciato scampo. Sotto choc moglie e figlia che al momento della tragedia erano di sotto nell’abitazione.

Sul posto, oltre ai sanitari (foto in alto) che hanno potuto appurare solo il decesso dell’uomo,  sono intervenuti i carabinieri, la polizia locale ed anche il sindaco Luigi Arcuti.

Sempre questa mattina a pochi chilometri di distanza la tragedia che ha travolto un’insegnante di 55 anni e la sua famiglia.

La donna era intenta ad effettuare la pulizia di una finestra nella tromba delle scale del palazzo dove risiedeva, in via Leuca a Lecce, quando ha perso l’equilibrio ed è precipitata da quattro metri d’altezza.

Anche in questo caso i sanitari del 118 giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

La donna lascia il marito e due figlie.

Continua a Leggere

Aradeo

In strada per spacciare, due ventenni nei guai

I carabinieri hanno operato due fermi ai danni di giovani di Aradeo. Dovranno rispondere di detenzione e spaccio di stupefacenti, possesso di nmunizioni abusive e violazione del DPCM in contrasto al contagio del covid 19

Pubblicato

il

Ad Aradeo, primo paese salentino contagiato dal Covid – 19, due persone sono state arrestate dai Carabinieri per spaccio.

È accaduto nella tarda serata di ieri, quando una pattuglia della locale Stazione ha intercettato due giovani del posto, S.S. e C.C., entrambi del posto.

A seguito dell’emergenza sanitaria in atto, vi è stato un potenziamento dei servizi di vigilanza per la verifica del rispetto dei diversi decreti delle ultime settimane, volti ad evitare la propagazione ed il diffondersi del virus. Malgrado la quarantena e le strade deserte, o forse approfittando di questa situazione, qualcuno ancora si mette a spacciare.

Nel corso di un controllo attivato perché i carabinieri erano stati insospettiti dall’orario e dal comportamento dei giovani, i carabinieri hanno dato vita alla perquisizione e nello zaino di uno dei due fermato hanno rinvenuto ì un involucro in cellophane celeste e trasparente, contenente circa 50 grammi.

La perquisizione, anche mediante l’ausilio di una pattuglia di rinforzo dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Gallipoli, è proseguita presso i rispettivi domicili.

In particolare, presso l’abitazione di C.C. i carabinieri hanno sequestrato un altro involucro di cellophane, i militari sottoponevano a sequestro penale nr. 1 involucro in cellophane, come quello rinvenuto nello zaino del suo compare, questa volta con 2,2 grammi di marijuana. Rinvenuto anche un proiettile integro calibro 38 Smith & Wesson.

I due ventenni sono stati tratti in arresto in flagranza di reato e posti ai domiciliari presso le proprie abitazioni. Entrambi, oltre al concorso nella detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e di munizioni abusive, sono stati sanzionati ai sensi della violazione amministrativa prevista dall’art. 4 del Decreto Legge nr. 19 del 25.03.2020, per non aver ottemperato alle disposizioni in vigore, essendosi fuori di casa senza un giustificato motivo.

Continua a Leggere

Alessano

Ancora per strada: altra raffica di denunce

Nei guai 61 persone per non aver rispettato i provvedimenti relativi al contenimento della pandemia. Sospensione dell’attività per supermercato di Galatone ancora aperto dopo l’orario consentinto

Pubblicato

il

Ai carabinieri insieme a personale della polizia locale, hanno notificato un provvedimento emesso dalla Prefettura di Lecce, sospendendo la licenza di somministrazione alimenti ad un supermercato di Galatone.

Nonostante i divieti, il supermercato continuava la sua attività dopo orario consentito.

La Compagnia Carabinieri di Campi Salentina nel suo territorio di giurisdizione, ha denunciato 20 persone fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione.

Nel corso del servizio i carabinieri di Campi hanno controllato 129 persone e fermato 121 veicoli.

Ancora i carabinieri, questa volta della Compagnia di Gallipoli, hanno denunciato 14 persone tra Sannicola, Neviano e Aradeo.

Tutti non sono stati in grado di fornire valide giustificazioni circa loro presenza fuori dal comune residenza. Inoltre due di loro sono stati denunciati anche per il reato di false attestazioni.

I carabinieri della Compagnia di Casarano, hanno denunciato altre 19 persone tra Racale, Ruffano, Ugento e Matino sempre perché colte fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione. Sul territorio di giurisdizione controllate 109 persone e fermate 109 autovetture.

Infine tra Salve, Corsano, Alessano, Specchia, Castrignano del Capo e Spongano,  i carabinieri delle locali stazioni locali stazioni hanno controllato 90  persone e fermato 75 autovetture.

Sono state denunciate 8 persone. Sempre lo stesso il motivo: “Fuori dalle rispettive abitazioni in mancanza di lecite  comprovate esigenze”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus