Connect with us

Taviano

A Taviano corso su “verde e floricoltura”

Pubblicato

il

Venerdì 6 novembre, alle 15, a Palazzo Marchesale De Franchis, la conferenza stampa di presentazione del corso di “Educazione al Verde e alla Floricoltura” ideato ed organizzato dai volontari del Progetto di Servizio Civile “Ambiente” di Taviano. La mission del progetto è sensibilizzare i minori e le famiglie all’adozione di stili di vita rispettosi dell’ambiente, valorizzando la conoscenza, la fruizione e la tutela delle aree verdi cittadine e sensibilizzando gli studenti sul tema dell’ecologia e dell’ecosistema.


Questo specifico intervento educativo-informativo è rivolto ai bambini delle scuole elementari di Taviano e dei paesi limitrofi, ai ragazzi della comunità “CLARA” e ai bambini della Ludoteca comunale di Taviano. La frequenza del corso è gratuita. Le lezioni si svolgeranno nella sala polifunzionale “A.Ria” del Palazzo Marchesale, e la metodologia formativa sarà ispirata alla pratica dell’edutainment: “l’educazione ludica”, avvalendosi di proiezioni audio e video, e affiancando la teoria con delle visite guidate. Al termine del corso verrà rilasciato un certificato di partecipazione.


Il programma prevede cinque incontri pomeridiani, dalle 15 alle 16, che verteranno su tematiche riguardanti: 6 novembre: “Impariamo a conoscere i fiori e le piante”; 13 novembre: “Le diverse malattie delle piante e dei fiori”; 20 novembre: “Dillo con un fiore”e “I fiori nell’arte”; 27 novembre: “Il verde pubblico. Esempi cittadini” e “Mercaflor e il Mercato dei fiori tavianese”. Durante questi incontri interverranno oltre ai volontari del servizio civile del progetto Ambiente, anche formatori ed esperti del settore. Ad ogni alunno sarà distribuito un kit studio, comprensivo di materiali didattici (slides proiettate durante le lezioni), di quaderni per appunti realizzati con carta riciclata, di un segnalibro del servizio civile, e durante la prima lezione, i corsisti riceveranno in omaggio anche un fiore prodotto nella città di Taviano. Al termine del corso, nel quinto incontro, si svolgeranno, inoltre, tre visite guidate presso: un’area verde cittadina ed il Parco Ricchiello; il Mercato dei fiori di Taviano; un’ azienda specializzata nella produzione florovivaistica.

Il sindaco Salvatore D’Argento commenta così l’iniziativa: “L’obiettivo é rendere consapevoli i bambini dell’importanza delle aree verdi cittadine, sensibilizzandoli al rispetto e alla cura dell’ambiente. Per questo, oltre ad un approccio teorico al tema, abbiamo pensato di inserire anche un percorso didattico che faccia conoscere le aree di “verde urbano” presenti a Taviano.  Ovviamente, poiché la nostra Taviano è la “Città dei Fiori”, in questo corso non poteva mancare una sezione didattica dedicata alla Floricoltura, affrontata sia dal punto di vista tecnico-scientifico che del linguaggio semantico dei fiori. Il tutto al fine di valorizzare le produzioni e le eccellenze locali”.


Il corso completa il percorso informativo-educativo già avviato dai giovani del SCN negli scorsi mesi (a partire da gennaio 2009) nell’ambito dell’educazione e della legalità ambientale.


Attualità

«Ai pescatori non conviene più uscire in mare!»

L’intervento di Luigi Visconti, segretario provinciale della Fai Cisl Lecce: «Il solo costo del gasolio arriva a coprire oltre il 70% dei ricavi. Fino ad oggi nessuna risorsa utile alla tutela del futuro occupazionale di 30mila lavoratori del settore. Si sta lasciando campo libero ad un import di pescato privo di qualsivoglia sostenibilità sociale ed ambientale e di qualsiasi sicurezza alimentare»

Pubblicato

il

Ai pescatori non conviene più uscire in mare: il solo costo del gasolio arriva a coprire oltre il settanta per cento dei ricavi!

Nel 2020 un’imbarcazione spendeva in media 131 euro al giorno per l’acquisto di carburante.

Nel 2022 il costo del carburante medio per battello risulta quasi raddoppiato.

In particolare, si stima che per la pesca a strascico la spesa media giornaliera quest’anno sfiorerà i 600 euro, contro una media di poco inferiore ai 400 euro negli anni 2019-2020.

L’aumento del costo del carburante ha dato, quindi, un ulteriore grave colpo ad un settore già duramente colpito dalla pandemia e dalle limitazioni delle attività imposte dalle autorità europee.

Secondo Luigi Visconti, segretario provinciale della Fai Cisl Lecce, «per risolvere questo stato di crisi, risulta necessario ed urgente attivare un insieme coordinato di azioni a sostegno del settore, nonché prevedere provvedimenti nazionali immediati per favorire il ripristino di adeguati livelli di sostenibilità economica dell’impresa».

Si è discusso con il governo dell’estensione del credito di imposta anche al secondo trimestre 2022, della necessità di inserire fra le cause del cosiddetto “fermo bellico” anche le marinerie del Mediterraneo, del decreto ministeriale appena pubblicato in G.U. che stanzia 20 milioni di euro per fronteggiare il caro energia, della messa a punto di un sistema di norme che consentano la piena applicazione della CISOA (la Cassa Integrazione già in uso nel settore agricolo che interesserà anche la pesca), dell’erogazione immediata dell’indennità di fermo pesca del 2021, di strumenti per il sostegno al reddito dei pescatori che vedono le proprie buste paga investite direttamente dal caro gasolio.

Anche la Regione Puglia, tramite l’assessore Donato Pentassuglia, ha garantito lo stanziamento di ulteriori 3 milioni di euro.

«Attenzione, però», avverte Visconti, «si tratta di provvedimenti che non hanno ancora prodotto nessuna risorsa utile alla tutela del futuro occupazionale di 30mila lavoratori del settore. Bisogna anche dire, come se già non bastasse, che la situazione attuale sta determinando complessivamente un danno enorme alla produzione italiana a favore di un import perlopiù privo di qualsivoglia sostenibilità sociale ed ambientale e di qualsiasi sicurezza alimentare: un paradosso che bisogna sanare con tempestività prima che sia troppo tardi».

Continua a Leggere

Casarano

Moto contro auto: grave 22enne di Casarano

Pubblicato

il

Un ragazzo di Casarano è stato ricoverato in gravi condizioni dopo un incidente che lo ha visto protagonista sulla sp215.

Nel tardo pomeriggio di oggi lo schianto tra la moto che conduceva, una Kawasaki, ed un suv Hyundai.

L’impatto tra Gallipoli e Mancaversa, la marina di Taviano. Da subito la gravità del sinistro si è palesata agli occhi dei presenti: il ragazzo in moto, R. C., 22 anni, di Casarano, è stato soccorso dal 118.

Sul posto anche i vigili del fuoco ed i carabinieri. La moto è andata distrutta nella parte frontale. Il ragazzo è stato condotto in codice rosso in ospedale a Lecce, al Vito Fazzi.

Non gravi le conseguenze patite dagli altri coinvolti.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Taviano sceglie la via della gentilezza

La biblioteca comunale di Taviano, che diventerà presidio mercoledì 8 giugno. L’assessore alla Gentilezza, Serena Stefanelli: «Fare cultura, nutrire spirito e mente, è il modo migliore per farsi messaggeri e praticanti di concordia ed unione»

Pubblicato

il

Si può sostenere la pace, affinché diventi normalità, con la cultura della gentilezza”, partendo da questa premessa è stato inaugurato presso la Biblioteca di Bagno a Ripoli (Firenze), il primo presidio di Gentilezza.

Gaia Simonetti, Luca Nardi, Eleonora Francois, Francesco Casini e Anna Maria Palma all’inaugurazione del primo Presidio di Gentilezza per la Pace  presso la Biblioteca di Bagno a Ripoli (Firenze)

Gli stessi amministratori locali hanno commentato: «Un presidio di gentilezza per la pace è un luogo simbolico e fisico in cui ritrovare, comunicare e condividere il senso di comunità. Abbiamo deciso di condividerlo perché rappresenta l’emblema della costruzione di gentilezza a costo zero, possibile ovunque è praticabile da chiunque».

A questo proposito per favorire la diffusione di questa buona pratica per il bene della collettività, verranno proposte, dal 2 e il 22 giugno, le “Giornate Nazionali dei Presidi di Gentilezza per la Pace” durante le quali Comuni, biblioteche, scuole, associazioni, ambulatori medico pediatrici, musei, librerie, laboratori, enti pubblici e privati potranno inaugurare in autonomia presso gli spazi di cui dispongono uno, o più presidii.

I presidi di gentilezza per la pace sono luoghi accessibili a bambini e ragazzi, vengono inaugurati pubblicamente, sono riconoscibili da una targa che li identifichi come tali e da un oggetto d’arredo (uno scaffale, una mensola, una bacheca, una cesta..) contraddistinto da un elemento di colore viola (colore gentile), che contenga 4 o più libri di libera consultazione inerenti la gentilezza, di cui almeno la metà per bambini e ragazzi.

Ogni ente compilando l’apposito form prima dell’inaugurazione ufficializza il proprio presidio, che sarà riportato in un elenco pubblico dedicato.

Tra i primi a comunicare la propria partecipazione la biblioteca comunale di Taviano, che diventerà presidio mercoledì 8 giugno.

«Dalle biblioteche alle scuole e dalle scuole nelle case», commenta l’assessore alla Gentilezza, Serena Stefanelli, «con le famiglie i valori della condivisione e della gentilezza, attraverso i ragazzi, si disseminano sul territorio e divengono un fenomeno sociale in grado di toccare la quotidianità del maggior numero di persone possibili. Nel nostro presidio della gentilezza ci si potrà arricchire il proprio bagaglio culturale, coltivando al contempo rapporti sociali significativi».

«La scelta della biblioteca quale sede principale del presidio non è casuale», conclude Serena Stefanelli, «fare cultura, nutrire spirito e mente, è il modo migliore per farsi messaggeri e praticanti di concordia ed unione».

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus