Connect with us

Dai Comuni

Amministrative a Tricase: due liste per Carbone

Pubblicato

il


Sono state depositare le liste in vista delle ormai imminenti elezioni amministrative.





A Tricase saranno in quattro a concorrere per la poltrona di Palazzo Gallone.





Dopo il passo indietro di Alessandro Distante, quello dell’ultim’ora di Federica Esposito.





Sciolti gli ultimi nodi, quindi, il centrodestra presenta un unico candidato in Carbone. I suoi sfidanti restano Antonio De Donno con 4 liste, Carmine Zocco con 3 liste e Giovanni Carità con 3 liste.





Due liste per Carbone





In totale sono state composte 12 liste elettorali. Sono due le liste a sostegno di Donato Carbone, come di seguito.





La lista “Sud in testa – Carbone Sindaco” e la lista “Fratelli d’Italia – Giorgia Meloni con Carbone“.





Per la lista “Sud in testa“, candidati consiglieri:





Natascha Emma Battistelli





Vita Colletta





Raffaella Dibenedetto





Chiara Maria Marini





Federica Ponzetta





Immacolata (detta Imma) Ponzetta





Salvatore Accogli





Giuseppe Cavalieri





Alberto Francesco Mattia Esposito





Giuseppe Malagnino





Vito Minutello





Rocco Nesca





Salvatore Ponzetta




Mattia Quarta





Davide Sperti





Giovanni Tommaso (detto Giantommaso) Turco





Per la lista “Fratelli d’Italia – Giorgia Meloni con Carbone”:





Anna Rita (detta Anna) Biasco





Carla Cagnazzo





Anna Mauro





Emanuela Immacolata (detta Emanuela) Panzera





Francesca Petracca





Maria Angela (detta Angela) Treglia





Pasquale Canetti





Giuseppe Cavalieri





Enrico Cerfeda





Alberto Ciardo





Massimiliano Crugno





Pasquale De Marco





Antonio Forte





Luigi Mauro





Roberto Schimera





Giovanni Paolo (detto Gian Paolo) Zippo


Botrugno

Matrimonio con la pioggia: a Botrugno sposi bloccati in chiesa

Pubblicato

il

Sposa bagnata sposa fortunata, le avranno detto gli invitati.

Il maltempo di ieri nel Salento ha allagato paesi, fatto saltare tombini, mandato auto in panne e portato della pericolosa grandine. Ma ha anche scombussolato anche la vita privata di qualcuno.

A Botrugno, in particolare, la tantissima pioggia (video a fine articolo) caduta in pochi minuti ha tenuto in ostaggio una coppia di sposi in chiesa.

Il nubifragio abbattutosi in provincia ieri a mezzogiorno, ha raggiunto Botrugno proprio durante la funzione. Al dei novelli sposi, l’acqua iniziava a scorrere per le vie del centro del paese. Al punto da renderle impraticabili.

E così, la permanenza nella chiesa del Santo Spirito si è prolungata oltre il previsto. Nessuna conseguenza, ovviamente e per fortuna, per festeggiati ed invitati. Solo una coincidenza, fortunata secondo detto popolare, un po’ meno secondo qualcun altro.

Continua a Leggere

Attualità

Parco Otranto-Leuca, Forte: “Mancata unità d’intenti”

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo la lettera sul “Parco naturale regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase” (colpito da ripetuti devastanti incendi) indirizzata dal segretario del circolo PD di Tricase, Gianluigi Forte, al sindaco di Tricase, agli assessori del PD di Tricase ed a tutto il gruppo consiliare del Partito Democratico di Tricase.

______________________

Gli ultimi accadimenti che hanno interessato ancora una volta l’area del Parco naturale regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, impongono una seria riflessione sulle prospettive e sul futuro dell’Ente.

Istituito con Legge Regionale n. 30 del 26 ottobre 2006, il Parco nasceva con l’intento di tutelare il proprio patrimonio rurale, architettonico e naturalistico, nonché per valorizzare il territorio, secondo un modello di sviluppo eco-sostenibile.

Tuttavia, l’assenza di unità d’intenti e di una visione a lungo periodo, hanno consentito che il Parco naturale regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase divenisse solo “un vincolo” e non “un’opportunità di crescita” per l’intero territorio, come sarebbe stato auspicabile.

Certamente non si vuol puntare il dito su errori commessi ed eventuali colpevoli; è invece nostra intenzione stimolare un’azione coordinata tra le realtà amministrative aderenti al Parco, al fine di trovare le soluzioni più utili al fine di risolvere le criticità note.

Sentiamo il dovere di farlo, perché la tutela e la valorizzazione dell’immenso patrimonio architettonico, culturale e ambientale che il Parco rappresenta, sono valori cardine e principi ispiratori per la nostra azione politica, da sempre sensibile nei confronti dell’ambiente.
Ecco perché, come portavoce della volontà degli iscritti e dei militanti del Partito Democratico di Tricase, chiedo esplicitamente ai nostri rappresentanti, ed in particolar modo al Sindaco di Tricase, in qualità di Presidente pro-tempore dell’assemblea consortile del Parco, di farsi carico delle summenzionate problematiche che l’Ente Parco sta vivendo.

Il proficuo rapporto con le comunità del Capo di Leuca e con le Città della Provincia di Lecce ha consentito di cogliere opportunità importanti per lo sviluppo della nostra area! Ciò è stato possibile grazie alla lungimiranza dei sindaci e di tutti gli amministratori che hanno colto la sfida del cambiamento: una sfida culturale, ancor prima che economica e sociale.

Auspichiamo, dunque, che anche l’Ente Parco venga presto coinvolto in questo processo, al fine di ridiscuterne la governance, la vision, con nuove idee e prospettive di sviluppo.
È evidente che il mantenimento dello status quo, infatti, stia arrecando danno alla nostra terra. È tempo di invertire la rotta!

Così come avete già dimostrato, in altri ambiti amministrativi di vostra competenza, sono fiducioso in un vostro impegno, dandovi sin da ora, la nostra disponibilità, quella di tutta la comunità del Partito Democratico locale ad una piena e definitiva risoluzione della vicenda.

Gianluigi Forte

Continua a Leggere

Cronaca

Auto contro pickup nella notte sulla Lido Marini-Presicce

Schianto manda Ypsilon fuori strada e ribalta mezzo aziendale: tre feriti, tutti sotto i 24 anni

Pubblicato

il

E’ di tre feriti il bilancio di un incidente stradale che, questa notte, ha visto coinvolti due mezzi sulla strada provinciale 193.

Erano le 4 circa quando una Lancia Ypsilon ed un pickup si sono scontrati lungo la via che collega Presicce a Lido Marini (Ugento).

I mezzi procedevano in direzioni opposte: l’utilitaria era diretta verso la marina, mentre il mezzo aziendale (appartenente ad una ditta di disinfestazioni ambientali di Specchia) procedeva verso l’abitato di Presicce.

Un attimo, forse una distrazione, ed è arrivato lo schianto che ha fatto cappottare il furgone ed ha mandato la Lancia fuori strada, nella vegetazione (foto a fine articolo). I carabinieri della Compagnia di Tricase, intervenuti sul posto, hanno effettuato i dovuti rilievi per risalire alle responsabilità del sinistro, non ancora certe.

Prima però, i vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase hanno estratto dal pickup il conducente, un 24enne di Specchia. Lui e le altre due coinvolte, due ragazze residenti in Svizzera di 20 e 21 anni, che viaggiavano a bordo della Ypsilon, sono stati poi consegnati all’equipe sanitaria del 118.

In ambulanza i tre, feriti, sono stati condotti in ospedale a Tricase. Qui sono stati effettuati i test alcolemici e tossicologici per stabilire che i due conducenti fossero alla guida dei rispettivi mezzi in condizioni idonee.

I primi riscontri in pronto soccorso, invece, hanno fortunatamente restituito indicazioni confortanti circa le condizioni dei tre: nessuno di loro è in pericolo di vita.

Dopo l’alba, la provinciale è stata rimessa in sicurezza: era stata bloccata non solo dai rilievi ma anche dal fatto che il pickup fosse rimasto adagiato sul tettuccio, lungo la strada. I vigili del fuoco hanno liberato la carreggiata, consegnando poi il mezzo ad un carro attrezzi per la rimozione.

Lor. Zito

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus