Connect with us

Attualità

Problem solving: dallo Stampacchia alle finali nazionali

Cinque ragazzi del Liceo di Tricase si qualificano alle fasi conclusive di Cesena grazie ai risultati conseguiti a livello regionale

Pubblicato

il

Le Olimpiadi di Problem Solving, competizione che mira a promuovere nelle scuole dell’obbligo e nel biennio delle scuole superiori la potenziale pervasività applicativa della metodologia del problem solving, tornano ad impegnare gli studenti del Liceo Stampacchia di Tricase.

Da anni, gli alunni della scuola di piazza Galilei si cimentano con successo in questa competizione, inserita di recente nell’elenco della Valorizzazione delle Eccellenze e che prevede una lunga fase di gare di istituto, nella quale sono coinvolti una quarantina di studenti del biennio divisi in squadre da 4 giocatori.

solvingDi volta in volta, a conclusione delle gare d’istituto, viene selezionata la squadra che giocherà la gara regionale che dà diritto alla partecipazione alla finale nazionale. In parallelo si svolgono le gare individuali, dove gli studenti, singolarmente devono risolvere problemi di vario tipo, avvalendosi di un computer connesso alla rete internet.
Nei giorni scorsi, quattro ragazzi di secondo anno, Giulia Giorgiani, Giovanni De Martino, Alessandro Carbone e Luigi Mastrocinque, componenti della squadra Quarto Elemento, hanno superato brillantemente tutte le fasi d’istituto e si sono classificati secondi nella gara regionale, meritando la convocazione alla gara nazionale del prossimo 22 aprile a Cesena.

Anche Gian Mauro Roselli si è guadagnato la convocazione alla finale nazionale individuale del 22 aprile, classificandosi primo nella gara regionale.
I sorprendenti risultati conseguiti dagli studenti dello Stampacchia sono il frutto di una sana ma agguerrita competizione durante le gare d’istituto, nonché il risultato del lavoro di cooperative learnig, dove i “vecchi” campioni hanno trasmesso le loro competenze ai più giovani.

Attualità

Il sindaco di Miggiano: “Ancora nessuna comunicazione”

Michele Sperti a proposito della notizia appena comparsa sul Bollettino epidemiologico della Regione che riporta il caso di una persona positiva al Covid-19, fa notare: “Nei giorni precedenti casi di errata attribuzione”

Pubblicato

il

Cari concittadini, a proposito della notizia appena comparsa sul Bollettino epidemiologico della Regione Puglia che riporta il caso di un soggetto positivo al Covid-19, vi comunico che alcuna notizia ufficiale mi è stata recapitata dagli organi competenti”.

Il sindaco di Miggiano, Michele Sperti (foto di repertorio)

Lo ha postato alcuni minuti fa il sindaco di Miggiano, Michele Sperti, sulla pagina facebook del Comune a proposito del cambiamento di colore di Miggiano sulla mappa dei contagi del bollettino epidemiologico della Regione Puglia

Al momento”, scrive Sperti, “non sono in grado di fornirvi notizie ufficiali. Sono impegnato comunque in questi minuti a verificare la fondatezza della notizia. Non mancherò di comunicarvi appena sarò in possesso di notizie certe. Posso solo dirvi che di casi di errata attribuzione, in questi giorni, ce ne sono stati tanti. Vi invito vivamente pertanto ad essere sereni e fiduciosi”.

I contagi secondo la mappa epidemiologica diffusa dalla Regione Puglia

Continua a Leggere

Attualità

Altri 32 casi in provincia. Prima volta anche a Miggiano?

Il totale nel Salento sale a 353. La mappa dei paesi contagiati diffusa dalla Regione ci segnala in viola chiaro anche il primo caso positivo a Miggiano. Il sindaco Sperti: “Al momento non mi risulta”

Pubblicato

il

Sono 131 i nuovi casi in Puglia che portano il totale dei contagiati sul territorio regionale a 2.077.

In provincia di Lecce invece il totale dei positivi è a quota 353, compresi i 32 nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.

Da registrare purtroppo altri 15 decessi in Puglia, uno dei quali in provincia di Lecce.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 16.654 test.

Salgono a 65 i pazienti guariti.

Sono questi in sintesi i dati diffusi dalla Regione Puglia con l’odierno bollettino epidemiologico realizzato sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro.

In base alla mappa dei paesi contagiati diffusa dalla Regione ci sarebbe anche la prima volta di Miggiano (segnalata in viola chiaro) e Trepuzzi.

Utilizziamo il condizionale nonostante la mappa della Regione, visto anche il precedente di Corigliano d’Otranto, prima tinto e poi… “scolorito”.

In queste ore convulse il sindaco Michele Sperti, anche lui colto di sopresa dal cambiamento di colore del suo Comune sulla mappa (“Al momento non mi risulta alcun contagiato a Miggiano“), sta cercando di risalire a come realmente stiano le cose.

Bisognerà capire se, come successo a Matino, Tricase ed in altri Comuni, si tratti di una falla comunicativa e il sindaco per una sorta di black out nellacomunicazione, non sia stato informato (e quindi trattasi di cittadino residente a Miggiano) oppure se, effettivamente, può esserci stato un errore come a Corigliano d’Otranto.

Sulla base delle differenti colorazioni della mappa dei contagi che ormai abbiamo imparato a conoscere (vedi sotto), oltre a Lecce e, eventualmente, Miggiano, i paesi di cui almeno un residente sia risultato infetto sono: Alezio, Aradeo, Arnesano, Calimera, Cavallino, Campi Salentina, Cannole, Carmiano, Carpignano Salentino, Casarano, Castrì di Lecce, Castrignano del Capo, Castro, Collepasso, Copertino, Cursi, Cutrofiano, Gagliano del Capo, Galatina, Galatone, Gallipoli, Guagnano, Lequile, Leverano, Lizzanello, Maglie, Martano, Martignano, Matino, Melendugno, Melissano, Monteroni, Muro Leccese, Nardò, Neviano, Nociglia, Novoli, Otranto, Poggiardo, Porto Cesareo, Racale, Salice Salentino, San Cesario di Lecce, San Donato di Lecce, San Pietro in Lama, Scorrano, Soleto, Squinzano, Supersano, Surbo, Taurisano, Trepuzzi, Tricase, Ugento, Veglie, Vernole.

Continua a Leggere

Attualità

Bisogno sociale: 11,5 milioni di euro dalla Regione ai Comuni

Per l’attivazione di interventi urgenti ed indifferibili di protezione sociale in favore dei nuclei familiari bisognosi che subiscono i gravi effetti economico-sociali derivanti dall’epidemia COVID-19

Pubblicato

il

La Giunta regionale ha approvato quest’oggi la delibera di assegnazione in favore dei Comuni pugliesi di 11 milioni e 500mila euro ripartita assumendo come riferimento generale i criteri dell’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile n. 658 del 29 marzo 2020, per l’attivazione di interventi urgenti ed indifferibili di protezione sociale in favore dei nuclei familiari bisognosi che subiscono i gravi effetti economico-sociali derivanti dall’epidemia covid-19.

La Giunta ha anche stabilito, per l’utilizzo celere delle risorse assegnate, i Comuni si possano avvalere della collaborazione e del supporto organizzativo dei Centri Operativi Comunali, opportunamente integrati dai rappresentati locali delle organizzazioni sindacali nonché delle reti informali di solidarietà sociale, delle associazioni di volontariato e delle organizzazioni del Terzo Settore presenti nella comunità locale.

Questa modalità di distribuzione delle risorse sarà quindi celere e snella, rafforzando il ruolo delle reti sociali già mobilitate insieme alle amministrazioni comunali nei  territori. Sarà inoltre avviata un’azione di  monitoraggio della platea di nuove fragilità venutasi a determinare a causa dell’emergenza sanitaria.

Questo monitoraggio consentirà l’acquisizione in queste settimane di dati e informazioni utili alla implementazione delle misure già in campo e alla determinazione di nuovi interventi e misure a sostegno dei cittadini pugliesi.

Ecco alcuni dei finanziamenti ai Comuni deliberati dalla Regione: Alessano, 19.637,44 euro; Andrano, 13.519,82; Botrugno, 7.869,27; Casarano, 58.822,11; Corsano, 16.429,61; Castrignano del Capo, 15.147,04; Cutrofiano, 27.283,58; Gagliano del Capo, 15.676,87; Galatina, 75.736,40; Galatone, 46.679,86; Gallipoli, 58.056,65; Lecce, 229.525,37; Maglie, 36.971,89; Presicce-Acquarica, 31.056,29; Ruffano, 30.501,38; Taurisano, 37.177, 07; Tricase 49.411,47 euro; Ugento, 38.274,46 euro.

Tutti i Comuni (in ordine alfabetico) e i particolari dei finanziamenti si possono consultare cliccando QUI.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus