Connect with us

Alessano

Capo di Leuca e Serre Salentine: finanziati 3,5 milioni di euro

Valorizzazione dei beni culturali e del patrimonio artistico e riqualificazione dei centri urbani: finanziati 43 progetti di 22 paesi dell’area del Gruppo di Azione Locale “Capo di Leuca”

Pubblicato

il

Il Consiglio di amministrazione e il direttore del Gruppo d’Azione Locale “Capo di Leuca”hanno incontrato i 22 sindaci dei Comuni dell’Area d’intervento del GAL per presentare le graduatorie provvisorie relative alle istruttorie dei 4 Bandi pubblici rivolti agli stessi Comuni, con i quali sono stati finanziati 43 progetti per un totale complessivo di 3.479.387,30 euro di contributo pubblico, negli ambiti della valorizzazione di beni culturali e del patrimonio artistico legato al territorio e alla riqualificazione dei centri urbani.


Il GAL “Capo di Leuca” è il soggetto attuatore del Piano di Azione Locale “il Capo di Leuca e le Serre Salentine”, nell’ambito del PSR PUGLIA 2014 – 2020 per la Misura 19 “Sostegno allo Sviluppo Locale Strategia di Tipo Partecipativo” – Sottomisura 19.2 “Sostegno all’esecuzione degli interventi nell’ambito della strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo”.


MONUMENTI E CULTURA CAPO DI LEUCA


Con l’Azione 1 “I Monumenti e la Cultura del Capo di Leuca“- Intervento 1.1 “Recupero e Valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale” sono stati finanziati 13 Comuni con contributo pubblico totale di 1.705.787,61 euro.


I progetti riguardano la valorizzazione del patrimonio culturale e artistico dei centri urbani e delle campagne. Saranno realizzate iniziative di recupero e funzionalizzazione di immobili e beni di interesse artistico, storico e archeologico, legati alla tradizione culturale dell’area, interventi in siti da destinare a piccoli musei, teatri, archivi, mostre, esposizioni, centri di aggregazione e integrazione sociale, centri di documentazione e di esposizione dedicati alle tradizioni, agli usi, ai costumi e al sentimento religioso.


Nel dettaglio, i progetti presentati dagli Enti locali per questo Bando prevedono che a Morciano di Leuca si procederà alla valorizzazione e al restauro della Chiesa di Santa Maria di Leuca del Belvedere (Leuca Piccola) e dei suoi sotterranei.


Alliste ristrutturerà il Castello Baronale della frazione di Felline, dove sarà allestito un museo e una biblioteca multimediale.


Diversi gli interventi di recupero e valorizzazione: a Tiggiano per “Torre Nasparo” e l’area circostante; a Racale, presso Palazzo D’Ippolito, per il Museo-Laboratorio dell’Emigrazione delle Serre Salentine; a Montesano Salentino si interverrà su “Palazzo Bitonti”; a Casarano per il Sedile e la Torre dell’Orologio di Piazza San Giovanni, destinati a spazio espositivo della cultura locale.


Ad Ugento si recupererà e valorizzerà, nella marina omonima, Torre Mozza e le aree limitrofe, grazie al suo patrimonio materiale e immateriale.


A Gagliano del Capo si riqualificheranno i frantoi ipogei ubicati in via Novaglie; a Specchia si interverrà su Castello Risolo, mediante l’allestimento di sale polifunzionali per conferenze ed esposizioni artistico-museali.


Nel Palazzo Ducale Lopez Y Royo di Taurisano sarà realizzato uno spazio polifunzionale espositivo e per pubblici incontri.


Il Castello Medievale, in località Acquarica del Capo, sarà reso più funzionale dal neo Ente locale di Presicce – Acquarica.


A Matino sarà restaurato il Frantoio Ipogeo di Via Libertà; infine l’ex Chiesa di Sant’Antonio, oggi Centro Culturale Quintino Scozzi, sarà valorizzata dal Comune di Melissano.


FRUIBILITÀ DEL CAPO DI LEUCA


Con l’ Azione 2 “Fruibilità del Capo di Leuca” – Intervento 2.1 “Infrastrutture su Piccola Scala per qualità della vita e per il turismo” sono stati finanziati 5 progetti con contributo pubblico totale di 627.354,94 euro, con i quali si andranno a riqualificare: slarghi, cortili, spazi pubblici ubicati nelle immediate vicinanze di beni di interesse culturale, religioso, artistico, archeologico, con l’utilizzo di tecnologie innovative, integrate con i materiali e le tipologie costruttive tipiche del posto, per realizzare un progetto unitario di storia e cultura, valorizzate anche attraverso forme artistiche e strumentazioni innovative. Grazie al contributo pubblico, a Leuca (Castrignano del Capo) si valorizzerà la Piazza degli Eventi; lo stesso si farà a Corsano con l’area antistante la cappella di San Biagio; la biblioteca comunale e Piazza San Giuseppe, a Presicce-Acquarica si renderà più funzionale lo spazio antistante l’ex Convento degli Angeli in località Presicce.


A Torrepaduli di Ruffano si recupererà e valorizzerà Piazza Carmelitani; lo stesso sarà fatto a Mancaversa (marina di Taviano) al Teatro all’aperto nel Parco Jonico.


MERCATI LOCALI DELLA QUALITÀ


Con l’Azione 3 “Servizi Per La Popolazione Rurale nel Capo di Leuca” – Intervento 3.1 “Mercati Locali della Qualità” con contributo pubblico totale di  673.666,36 euro, sono stati finanziati 5 Comuni che andranno a recuperare e valorizzare i “mercati coperti”, ancora oggi presenti in alcune realtà locali del Capo di Leuca, per destinarli alla commercializzazione delle produzioni tipiche locali e alla valorizzazione delle peculiarità del territorio e dei prodotti dell’agricoltura sociale.


Con il contributo pubblico, a Miggiano verrà valorizzato il Mercato Coperto, ubicato nei pressi del Quartiere Fieristico; a Salve sarà ammodernata e adeguata Piazza Matteotti, mentre a Tricase si renderanno funzionali le “Lamie” ubicate presso la frazione di Depressa.


Ad Alessano si valorizzerà l’esistente Mercato Coperto; nella Marina di San Gregorio (Patù) si andrà a realizzare uno spazio espositivo dedicato al “Mercato Locale della Qualità”.


VILLAGE LIFE


Inoltre, con l’Azione 2 “Fruibilità del Capo di Leuca” – Intervento 2.2 “Fruibilità del Territorio”, con un contributo pubblico totale di  472.578,39 euro, il GAL “Capo di Leuca” ha finanziato 20 Comuni: Alessano, Alliste, Casarano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Matino, Melissano, Miggiano, Montesano Salentino, Morciano di Leuca, Presicce – Acquarica, Racale, Ruffano, Salve, Specchia, Tiggiano, Taurisano, Taviano e Ugento. Queste amministrazioni comunali si doteranno di piccoli mezzi di locomozione ecosostenibili, con i quali potersi addentrare con estrema facilità tra le stradine di campagna e i centri abitati.


Gli stessi Enti locali hanno individuato degli “itinerari” prestabiliti, attraverso i quali andranno a valorizzare le peculiarità culturali, ambientali, artigianali ed enogastronomiche locali, facendo vivere al visitatore un tuffo nella vera village life, nel totale rispetto dell’ambiente, abbinando tradizione e innovazione nell’utilizzo degli strumenti per effettuare una visita turistica ricca di contenuti e sia occasione per un momento di turismo esperienziale.


Alessano

Nuovi consiglieri all’Unione di Terra di Leuca

Da Gagliano del Capo, delegati all’Unione dei Comuni, sono: Federica Sergi, Mario Profico, Antonio Bisanti e Antonio Ercolani. Giuseppina Maruccia, consigliera comunale di Castrignano del Capo, ha sostituito il dimissionario Fausto Marzano

Pubblicato

il

L’Unione dei Comuni “Terra di Leuca” comunica che, a seguito delle recenti elezioni amministrative che hanno portato al rinnovo dell’assise comunale di Gagliano del Capo, il consiglio dell’ente locale ha deliberato la presa d’atto e la validazione dei nuovi componenti del consiglio dell’Unione eletti dai consigli comunali di Gagliano del Capo e Castrignano del Capo, quest’ultimo per la surroga di un consigliere.


L’assemblea svoltasi in videoconferenza ha ufficializzato i nuovi componenti.


I nuovi consiglieri di Gagliano del Capo, delegati all’Unione dei Comuni, sono: Federica Sergi, Mario Profico, Antonio Bisanti e Antonio Ercolani.


Giuseppina Maruccia, consigliera comunale di Castrignano del Capo, ha sostituito il dimissionario Fausto Marzano e si aggiungerà ai colleghi dello stesso Comune: Annalisa Marino, Ippazio Leonardo Ferilli e Giulia Chiffi.


I consiglieri comunali delegati all’Unione dei Comuni degli altri Comuni sono:


Boris Amico, Anna Maria Torsello, Giuseppe Rizzo e Marcello Trenta per Alessano.


Vincenza De Francesco, Samantha Bleve, Sabrina Bisanti e Valeria Longo per Corsano.


Walter Colella, Erica Quaranta e Carmen Zichella per Morciano di Leuca.


Francesco De Nuccio, Mirco Rizzo e Maria Luisa Cucinelli per Patù.

Matteo Pepe, Antonio Cavallo, Walter De Blasi e Gino Luigi Villanova per Salve.


Giuseppe Annesi, Araldo Baglivo, Manuela Sanapo ed Emanuele Giangreco per Specchia.


Gianvito Rizzini (presidente del Consiglio dell’Unione dei Comuni “Terra di Leuca”), Francesco Melcarne ed Ernesto Bellante per Tiggiano.


Nei giorni precedenti al Consiglio dell’Unione, il presidente Gianvito Rizzini, presso il municipio di Gagliano del Capo, aveva incontrato i nuovi consiglieri dello stesso ente locale e la neoeletta consigliera delegata di Castrignano del Capo.


L’incontro aveva la finalità di renderli partecipi delle attività svolte, dei risultati conseguiti nei mesi scorsi e per informarli della situazione politica amministrativa dell’Unione.


Il presidente Rizzini, al termine dell’incontro, ha dichiarato: «Ritengo che la riunione sia stata abbastanza proficua sia per la condivisione del lavoro di riforma e di indirizzo politico che andremo ad attuare nelle prossime settimane e sia per l’energia che mi hanno trasmesso. La loro freschezza, preparazione e determinazione saranno fondamentali per proseguire il percorso che abbiamo tracciato come Consiglio».


Precedentemente a questo incontro, sempre Rizzini aveva incontrato: il nuovo segretario generale dell’Unione, Davide Bisanti, segretario del Comune di Morciano di Leuca, il neo sindaco di Gagliano del Capo, Gianfranco Melcarne e Biagio Raona, presidente della giunta dell’Unione dei Comuni “Terra di Leuca”.


Continua a Leggere

Alessano

Come predetto dal sindaco, nuovi contagi ed isolamenti ad Alessano

Pubblicato

il


Lo aveva predetto: la sindaca di Alessano, Francesca Torsello, 24 ore fa aveva anticipato il rischio di un peggioramento della situazione epidemiologica nel suo paese. Ed ecco che puntualmente i dati iniziano, suo malgrado, a darle ragione a margine di un periodo che ha visto Alessano penultimo a cedere nella lista dei paesi da sempre Covid-free.





“Comunico che al momento ci sono 6 ulteriori positività accertate, anche se non ancora ufficialmente comunicate dalla Asl, e 13 cittadini formalmente in isolamento domiciliare (ma di fatto ve ne sono di più che stanno osservando una quarantena volontaria)”, scrive su Facebook.




“Per altre persone sintomatiche si stanno eseguendo gli accertamenti di rito. Questo è il quadro odierno”, scrive, “che è quindi in fase di definizione e che abbiamo ricostruito dopo un’intera giornata di colloqui con le autorità sanitarie e i nostri medici di famiglia, che ringrazio e con i quali ho fissato una riunione per domani per definire le prossime iniziative e le condotte che andranno adottate alla luce della nuova situazione.
Ho già sentito telefonicamente alcuni dei concittadini che stanno attraversando questo momento particolare: a loro vanno l’abbraccio mio e della città e gli auguri per una pronta guarigione”.





Poi una valutazione sulla situazione scolastica: “Ad oggi non ci sono le condizioni per valutare particolari rischi per le scuole, nei cui plessi si osservano rigidamente tutti i protocolli di sicurezza e le prassi preventive previste: i ragazzi sono al sicuro in classe se fuori dalla scuola si attengono strettamente alle consuete regole che abbiamo appreso.
Come Sindaco sento il dovere di utilizzare un linguaggio di verità, informando con rigore e sobrietà, rassicurando e allo stesso tempo invitando assertivamente tutti alla massima prudenza e responsabilità. Perciò limitiamo ancora i contatti e restiamo a casa”.


Continua a Leggere

Alessano

“La situazione epidemiologica di Alessano rischia un peggioramento”

Pubblicato

il


“La situazione epidemiologica ad Alessano rischia un peggioramento ora e nelle prossime ore”.




Lo dice il sindaco Francesca Torsello che su Facebook scrive: “Ci sono diverse persone con sintomatologia sospetta che si stanno sottoponendo al tampone, ma purtroppo la sanità pubblica è molto pressata dalle richieste avanzate dai medici di famiglia e dai cittadini. L’indagine sierologica promossa dall’amministrazione comunale”, aggiunge, “ha rivelato che, su un campione di 100 persone appartenenti alle categorie più a rischio, nessuno ha sviluppato anticorpi e dunque è altamente probabile che un’ampia fascia della popolazione sia suscettibile all’infezione. Sto lavorando per avere un quadro aggiornato. Vi prego”, conclude, “state a casa e non incontrate nessuno se avvertite sintomi”.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus