Connect with us

Alessano

Rifiuti interrati: si allargano le ricerche tra terreni pubblici e privati

Riprendono gli scavi alla ricerca di scarti industriali e pericolosi interrati nel sottosuolo del capo di Leuca. Oltre alla zona tra Alessano e Tricase, già oggetto d’indagine, si scava anche in ville private tra Patù e San Gregorio

Pubblicato

il

Sono ripresi, in mattinata, gli accertamenti e le ricerche per l’eventuale presenza di rifiuti pericolosi nel sottosuolo del Capo di Leuca. Le ruspe, guidate dai finanzieri e dai militari del nucleo operativo ecologico di Lecce, stanno scavando alla ricerca di scarti industriali come quelli rinvenuti qualche settimana ad Alessano.

Al momento i siti sotto indagine sono due e sono oggetto di inchieste distinte, accomunate dalla tipologia di scarti cercati. Il primo riguarda la zona tra Patù e San Gregorio, dove l’indagine è coordinata dal sostituto procuratore Valeria Elsa Mignone. Sulla strada che conduce dal paese alla località marittima, gli escavatori, sotto la guida dei carabinieri diretti dal maggiore Nicola Candido, stanno allargando la ricerca tra terreni pubblici e non. Rientrano, infatti, nell’area “a rischio” anche alcune ville private in località “Pozzo Volito”.

La seconda zona soggetta agli scavi è invece la vecchia discarica, chiusa dal 1995, in contrada Matine, tra le campagne di Alessano e Tricase, già oggetto di discussione nei giorni scorsi. In questo caso è il procuratore aggiunto Ennio Cillo a guidare l’indagine nel punto dove è prevista la creazione di un tratto della nuova statale 275. La discarica dismessa aveva già destato forti preoccupazioni in seguito agli scavi di qualche giorno fa che avevano fatto scattare l’allarme diossina tra i sindaci di Alessano, Tiggiano e Tricase. Il timore di un possibile inquinamento della falda acquifera non è ancora scongiurato; continuano pertanto le ricerche condotte dal colonnello Vincenzo Di Rella, in attesa dei risultati delle analisi dei campioni d’acqua prelevati dal sottosuolo in questione.

I sondaggi in quest’area potrebbero portare a conseguenze delicate, con ricadute possibili anche sul progetto della 275. Al momento sono in via d’acquisizione documenti e planimetrie riguardanti i depositi di rifiuti presenti nei vari Comuni. Intanto la delicatezza della questione e il timore per l’inquinamento delle falde acquifere tengono la cittadinanza col fiato sospeso.

Ulteriori aggiornamenti sono attesi nelle prossime ore.

Alessano

Ancora per strada: altra raffica di denunce

Nei guai 61 persone per non aver rispettato i provvedimenti relativi al contenimento della pandemia. Sospensione dell’attività per supermercato di Galatone ancora aperto dopo l’orario consentinto

Pubblicato

il

Ai carabinieri insieme a personale della polizia locale, hanno notificato un provvedimento emesso dalla Prefettura di Lecce, sospendendo la licenza di somministrazione alimenti ad un supermercato di Galatone.

Nonostante i divieti, il supermercato continuava la sua attività dopo orario consentito.

La Compagnia Carabinieri di Campi Salentina nel suo territorio di giurisdizione, ha denunciato 20 persone fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione.

Nel corso del servizio i carabinieri di Campi hanno controllato 129 persone e fermato 121 veicoli.

Ancora i carabinieri, questa volta della Compagnia di Gallipoli, hanno denunciato 14 persone tra Sannicola, Neviano e Aradeo.

Tutti non sono stati in grado di fornire valide giustificazioni circa loro presenza fuori dal comune residenza. Inoltre due di loro sono stati denunciati anche per il reato di false attestazioni.

I carabinieri della Compagnia di Casarano, hanno denunciato altre 19 persone tra Racale, Ruffano, Ugento e Matino sempre perché colte fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione. Sul territorio di giurisdizione controllate 109 persone e fermate 109 autovetture.

Infine tra Salve, Corsano, Alessano, Specchia, Castrignano del Capo e Spongano,  i carabinieri delle locali stazioni locali stazioni hanno controllato 90  persone e fermato 75 autovetture.

Sono state denunciate 8 persone. Sempre lo stesso il motivo: “Fuori dalle rispettive abitazioni in mancanza di lecite  comprovate esigenze”.

Continua a Leggere

Alessano

Che ci fate fuori di casa? 165 denunciati in due giorni!

La maggior parte delle persone rispetta le regole anticontagio. In tutta la provincia, però, c’è che ancora chi è in strada senza motivo…

Pubblicato

il

Le regole ci sono, il buon senso è gentilmente richiesto. Laddove, però, il buonsenso scarseggia è giusto si intervenga e, semplicemente cenga applicata la legge.

Perchè, mentre l’Italia annaspa, il sistema sanitario di alcune regioni rischia il collasso e si annuncia da più parti che in questa settimana dovremmo avere il picco dei contagi anche qui al sud, c’è ancora qualcunoi che non ha capito o fa finta di non capire.

Tra Ruffano, Matino, Ugento, Racale e Casarano,  nella sola giornata di  ieri, i carabinieri hanno denunciato a piede libero 13 personecolte fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione”.

Sempre ieri, nei Comuni di Porto Cesareo, Novoli, Campi Salentina, Carmiano, Squinzano e Salice Salentino, per lo stesso motivo sono state denunciate altre 71 persone.

Tra Nardò, Aradeo, Sannicola, Galatina, Neviano, Cutrofiano e Galatone, i carabinieri hanno denunciato 15 persone perché “all’atto del controllo non fornivano valide giustificazioni circa loro presenza fuori dal Comune di residenza”.

Domenica i carabinieri della Compagnia di Maglie hanno provveduto a denunciare 6 persone che nel territorio di competenza di quella Compagnia “circolavano per strada senza valida motivazione, in violazione delle prescrizioni imposte dai predetti decreti del presidente del Consiglio dei Ministri recanti misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19”.

E il bollettino prosegue: ieri tra PresicceAcquarica, Alessano e Andrano i carabinieri della compagnia di Tricase hanno denunciato altre 7 persone trovati “fuori dalle rispettive abitazioni in mancanza di lecite comprovate esigenze”.

Ancora ieri, infine, nell’ambito dei controlli nella propria giurisdizione, la Compagnia Carabinieri di Lecce, ha denunciato 53 persone per inottemperanza al DPCM.

Continua a Leggere

Alessano

Picco influenzale, Alessano si tutela: disinfezione a scuola

Domani pomeriggio intervento di sanificazione e disinfezione di tutti i locali della Scuola Primaria e della Scuola dell’infanzia di Alessano e di Montesardo, attraverso la nebulizzazione di una soluzione disinfettante anti-batterica e anti-virus

Pubblicato

il

L’Amministrazione Comunale – Ufficio Ambiente informa le famiglie della popolazione scolastica dei plessi dell’Istituto Comprensivo di Alessano e Montesardo che nel pomeriggio di sabato 29 febbraio verrà eseguito un intervento di sanificazione e disinfezione di tutti i locali della Scuola Primaria e della Scuola dell’infanzia di Alessano e di Montesardo, attraverso la nebulizzazione di una soluzione disinfettante anti-batterica e anti-virus, dopodiché si provvederà ad arieggiare opportunamente gli ambienti interessati.

Detto intervento è eseguito a mero scopo cautelativo e preventivo ed anche al fine di sanificare e disinfettare gli ambienti scolastici a seguito del picco influenzale verificatosi alcune settimane or sono.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus