Connect with us

Melpignano

“MyFido: Giornate da Cani” a Melpignano

E’ l’evento in programma sabato 9 e domenica 10 ottobre a Melpignano, presso il Convento degli Agostiniani, dedicato a tutti i nostri amici cani, senza distinzione di razze o pedigree

Pubblicato

il

E’ l’evento in programma sabato 9 e domenica 10 ottobre a Melpignano, presso il Convento degli Agostiniani, dedicato a tutti i nostri amici cani, senza distinzione di razze o pedigree. Saranno loro i protagonisti assoluti della manifestazione, nella quale potranno divertirsi insieme ai loro padroni e a tutti coloro che vorranno partecipare (anche senza animali al seguito). “MyFido”, però, non è soltanto una grande festa; il cuore del progetto, quello attorno al quale l’evento si costruisce, è un’idea di comunicazione sociale che riesca a stimolare e sensibilizzare il territorio salentino nei confronti delle problematiche inerenti ai diritti degli animali.


Prevenzione dell’abbandono di cani e gatti, diffusione della cultura della sterilizzazione preventiva, microchippatura degli animali, anagrafe canina, campagne di adozioni di cani adulti e non, ricerca di soluzioni efficaci per il fenomeno dei cani vaganti, educazione cinofila e interazione uomo-animale; rappresentano solo una parte delle iniziative che vanno attivate con urgenza sul territorio.


Il progetto MyFido, nato nell’estate del 2010 per portare avanti queste che per noi nel Salento sono battaglie sociali, ha già raccolto l’adesione di numerose istituzioni che hanno visto in questo nuovo modo di fare informazione sociale, l’opportunità di cercare insieme soluzioni efficaci alle tante questioni. Patrocinano l’iniziativa: Regione Puglia, Provincia di Lecce, Azienda di Promozione Turistica di Lecce, Grecìa Salentina, Ordine dei Veterinari di Lecce, Istituto Comprensivo di Melpignano e il Ministero della Salute, quest’ultimo particolarmente impegnato nella lotta all’abbandono degli animali e che grazie al Comune di Melpignano, all’OIPA Italia, Marconi Maglie, CSV Salento, ed ALMONATURE hanno dato vita all’iniziativa. Un nuovo modo di fare informazione sociale perché la nostra idea di comunicazione non è semplicemente verbale e visiva, ma vuole essere veicolata attraverso un altro strumento altamente educativo: il gioco.

Nella sola giornata di domenica 10 la presenza di stands informativi, si accompagneranno divertenti esposizioni di cani di proprietà, dimostrazioni di agility dog, educazione cinofila; attività che saranno eseguite da massimi esperti del settore, quali Salvatore Fontana per l’addestramento, Nicola Ratti per il il disc dog e Stefano Pinto per l’agility. Questi sono gli ingredienti della ricetta che MyFido intende proporre in questa sua prima edizione, con il coinvolgimento fondamentale anche dei bambini delle scuole primarie e secondarie che meglio di chiunque altro possono essere sensibilizzati ed educati alla tutela dell’ambiente e degli animali, attraverso il gioco e il divertimento. Per il programma visitare: www.myfidoweb.it, infoline 340.4032716.


Appuntamenti

Albero di Natale speciale a Melpignano

Nel giorno dell’Immacolata, la scultura coi vinchi intrecciati si tinge dei colori dell’arcobaleno

Pubblicato

il

Non soltanto verde: il Natale lascia spazio a tutti gli altri colori. Contro il consumismo e a favore di quell’energia rinnovatrice che esplode, trasforma e fa rinascere. Cambia anche quest’anno l’albero di Natale di Melpignano: brillerà con le sue luci a partire da domani, 8 dicembre, in Piazza San Giorgio.

Una speciale “scultura” che per l’edizione del 2022 riporterà i colori della bandiera della Pace, realizzati dalle studentesse e dagli studenti della scuola secondaria di primo grado “Oriolo e Ceccato”, come simbolo di riflessione collettiva sulla condizione geopolitica degli ultimi mesi. Ma anche per “illuminare” i diritti civili e celebrare gli esseri umani con tutte le loro numerose, arricchenti diversità.

Non un albero qualunque, dunque. È infatti lo stesso realizzato nel 2020 dall’amministrazione comunale, in collaborazione con l’artista Fabio Pedone, ottenuto tramite l’intreccio dei cosiddetti “vinchi”, gli stralci della potatura. Un’opera di land art (l’arte della terra) che, inneggiando alla natura, è resistita a questi due anni. Per ricordarci come il potere della cura riesca a preservare, a far “rinascere”.

Infine, sempre in occasione del giorno di festa dell’Immacolata, il Comune di Melpignano offre la possibilità di una visita guidata teatralizzata lungo le vie del centro. Tramite i racconti del Cantastorie, i e le partecipanti potranno fare una viaggio tra i tesori nascosti del borgo. La prenotazione è obbligatoria poiché il numero dei posti limitato. Sarà possibile prenotare al numero 3498067219, tramite telefono o Whatsapp.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Melpignano getta le basi per una comunità del cibo

Al mercato del giusto: laboratori e stand, un dibattito e il live con Mino De Santis

Pubblicato

il

AGGIORNAMENTO: Evento rinviato a data da destinarsi causa meteo

La possibilità di acquistare i prodotti a kilometro zero e quella di dialogare con i contadini. E, ancora, la voglia di tornare a socializzare dopo oltre due anni di incertezze e isolamenti. È anche questo il Mercato del Giusto che, domenica 4 dicembre, riempirà con colorati stand i portici di Piazza San Giorgio a Melpignano, luogo dell’antico mercato.

La rassegna, giunta ormai alla sua settima edizione, rappresenta un presidio di biodiversità per condividere con la comunità i saperi e il buon cibo. Mangiare bene. Volersi, soprattutto, bene. Quello del Giusto è un mercato a cadenza periodica voluto dall’amministrazione comunale con l’obiettivo di sensibilizzare al consumo dei prodotti derivati dall’agricoltura organica locale. Coltivatori diretti, associazioni, imprenditori agricoli e consumatori si incontrano, per un ritorno alla terra e al senso di comunità.

Il programma

Domenica si comincerà alle 10,30 con un dibattito sul tema “Le comunità del cibo: filiere corte, consumo alimentare consapevole, nuove pratiche tradizionali sul territorio, coltivazione didattica”. Parteciperanno, oltre alla sindaca di Melpignano, Valentina Avantaggiato, il primo cittadino di Cutrofiano Luigi Melissano e il presidente del Parco naturale regionale Otranto-Santa Maria di Leuca, Francesco Minonne. E ancora, tra i relatori dell’incontro, Francesca Casaluci, per l’associazione “Salento km0”; Enrica Saracino, direttrice dell’Istituto comprensivo di Corigliano d’Otranto, Melpignano e Castrignano de’ Greci e, infine, Angelo Salento, sociologo e professore associato di Unisalento.

Un primo confronto col quale ci si impegnerà alla successiva sottoscrizione di uno schema d’accordo e di condivisione di intenti per la costruzione di una vera e propria “Comunità del cibo”. L’iniziativa all’interno di “Melpignano promuove cultura”, rassegna nata grazie al bando “Borghi e centri storici” e che prevede l’attivazione di un percorso universitario legato alle food policy in collaborazione, tra gli altri, con l’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo per la valorizzazione anche enogastronomica del territorio.

Mentre in piazza si svolgerà il dibattito e saranno disponibili gli stand coi prodotti locali, un laboratorio intratterrà i bambini. Sempre a partire dalle 10,30, infatti, gli educatori dell’associazione VivArch coinvolgeranno i più piccoli in “Pagine di pietra” all’interno del Palazzo Marchesale. Tramite l’osservazione dei graffiti e la loro riproduzione su tavolette di argilla, bambini e bambine si metteranno alla ricerca delle tracce dei prigionieri, viaggiatori e credenti che hanno lasciato memoria in questo prestigioso monumento.

Al termine della mattinata, alle ore 12, anche un momento musicale per ritrovarsi tutti assieme. A esibirsi il cantautore salentino Mino De Santis. Un viaggio trascinante ed emozionale nel passato del territorio e nelle tradizioni con i testi di quello che è considerato il “De Andrè” del Salento.

L’ingresso è libero e gratuito

Continua a Leggere

Attualità

Nuovo ospedale del Sud Salento, via alla progettazione definitiva

Passo avanti decisivo per la struttura che sorgerà nella zona tra Maglie e Melpignano. Tutte le anticipazioni sul nuovo nosocomio

Pubblicato

il

Se ne è parlato tanto negli scorsi anni, poi è quasi caduto nel dimenticatoio, salvo tornare alla ribalta al primo passo ufficiale.

Ci riferiamo al nuovo Ospedale del Sud Salento: dopo l’affidamento della progettazione del nuovo nosocomio avvenuta nel 2019, è stato sottoscritto il contratto tra la Proger S.p.a e l’ASL leccese per la  progettazione definitiva di una struttura destinata, nelle intenzioni, ad ospitare circa 300 posti letto.

Il nuovo ospedale sorgerà in un’area compresa tra i territori di Maglie e Melpignano.

In una nota il Commissario straordinario della Asl Lecce, Stefano Rossi ha dichiarato: «Siamo a un punto decisivo del percorso che porterà il Sud Salento ad ospitare un ospedale moderno sul piano strutturale, impiantistico e organizzativo. Il polo sanitario», ha chiarito, «sorgerà in un edificio che include servizi di diagnostica, ambulatori, spazi per l’emergenza urgenza e reparti di degenza, coniugando rigore costruttivo, funzionalità e sostenibilità ambientale».

Stando ai progetti, l’edificio si svilupperà su tre piani, con tre poli di parcheggi di cui due coperti e uno scoperto per 700 posti auto destinati ai dipendenti e circa 450 posti per i visitatori.

Il piano terra, in un’area di 15.588 metri quadri, ospiterà prevalentemente luoghi di accoglienza e relazione con il pubblico. Sempre al piano terra vi saranno il Pronto Soccorso e la main street, la strada interna che conduce alla Hall di ingresso, con spazi di ricezione quali attività commerciali e punti di ristoro.

Al primo piano (14.461 mq) gli spazi per le degenze, distribuite secondo una logica di progressione dell’intensità di cura a partire dai corpi centrali che ospitano i blocchi operatori.

Il primo piano seminterrato (16.021 mq) ospiterà prevalentemente spazi di supporto, spazi per la logistica, depositi e locali tecnici.

Il secondo piano seminterrato (2.583 mq) accoglierà il secondo livello del Power center e il tunnel di collegamento con la sottocentrale posizionata al primo piano seminterrato.

Infine il piano coperture (13.475 mq) sarà quasi interamente occupato dagli spazi per gli impianti e le UTA e sarà caratterizzato dalla presenza del giardino terapeutico che si sviluppa lungo tutto il profilo dell’edificio, per un totale di 6.370 mq di superficie trattata a verde.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus