Connect with us

Attualità

Attivisti No TAP imbrattano e sfondano la sede del PD

Sono stati affissi anche dei fogli A4, e esposti all’esterno della sede Pd e in diverse zone del Paese

Pubblicato

il

Attivisti No Tap hanno deturpato, la scorsa notte, i vetri della sede del Pd di Martano, in via Roma, oltre a forzare la porta d’ingresso del locale con un calcio, anche se all’interno non sono stati compiuti atti di vandalismo. I vetri dell’ingresso della sede del partito sono stati imbrattati con scritte, realizzate con bombolette spray, e insulti contro il partito: l’accusa quella di essersi ‘venduto’ e di sostenere la realizzazione del gasdotto Tap, definita ‘un’opera illegittima’.

Sono state affissi anchi dei fogli A4, e esposti all’esterno della sede Pd e in diverse zone del Paese; le stesse che pubblicizzano l’arrivo nel pomeriggio del vicemistro Teresa Bellanova per uno scambio di auguri. L’incontro si terrà nella sede del partito ed è stato confermato dal segretario cittadino Francesco Vitto.

Quanto successo è stato denunciato ai carabinieri che hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza della sede del partito e di varie zone del paese.

 

Attualità

#SalentoRiparte

Mezzo milione di euro a fondo perduto dalla Camera del Commercio di Lecce per supportare le imprese salentine nell’attuale fase economica caratterizzata da un’estrema criticità, a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19

Pubblicato

il

Bando camerale #SalentoRiparte, che prevede 500mila euro di contributi a fondo perduto a favore delle imprese salentine per agevolarne l’accesso al credito.

Bando e modulistica sono scaricabili cliccando qui.

IL BANDO

La Camera di Commercio di Lecce ha approvato con Delibera di Giunta n.16 del 18.05.2020 il Bando “#SalentoRiparte”, allo scopo di supportare le imprese salentine nell’attuale fase economica caratterizzata da un’estrema criticità, a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

#SalentoRiparte prevede 500mila euro da destinare alle MPMI sottoforma di contributo a fondo perduto per il parziale ristoro del costo sostenuto per interessi e oneri accessori sui finanziamenti di importo non superiore a 100mila euro concessi a decorrere dalla data di entrata in vigore del D.L. 8.4.2020, n. 23 ai sensi dell’art. 13 del predetto strumento normativo ovvero con altri analoghi strumenti.

L’entità dell’abbattimento del costo di ciascun finanziamento è determinato nella misura di 80% della quota per interessi (TAEG) e oneri accessori relativa al primo triennio di finanziamento e, comunque, fino ad un contributo massimo di 3.500 euro ad impresa.

Il bando “a sportello” è rivolto alle imprese micro, piccole e medie (MPMI) aventi sede legale o unità locali nella provincia di Lecce, iscritte nel Registro delle Imprese alla data del 31.12.2018, attive al momento di presentazione della domanda ed in regola con il pagamento del diritto annuale.

Gli aiuti di cui al presente bando sono concessi ai sensi e nei limiti della sezione 3.1 “Aiuti di importo limitato” della Comunicazione della Commissione “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” del 19.03.2020 (G.U. del 20.03.2020) e successive modificazioni, nel quadro del regime autorizzato SA. 57021, concernente la notifica degli articoli 54-61 del decreto-legge 34 del 19 maggio 2020.

Sono ammissibili tutti i settori economici tranne: 1. fabbricazione, lavorazione o distribuzione del tabacco; 2. attività che implichino l’utilizzo di animali vivi a fini scientifici e sperimentali; 3. pornografia, gioco d’azzardo, ricerca sulla clonazione umana; 4. attività di puro sviluppo immobiliare; 5. attività di natura puramente finanziaria (p. es. attività di trading di strumenti finanziari).

Si allegano il testo del bando, la nota tecnica e la modulistica per accedere al contributo che potrà essere presentata a partire dalle ore 8 del 5 giugno esclusivamente per via telematica -attraverso la piattaforma Telemaco-Servizio Agef, seguendo le procedure descritte nella nota tecnica pubblicata a corredo del bando.

L’inoltro della domanda può essere delegato ad un intermediario abilitato all’invio delle pratiche telematiche.

Non sono ricevibili le domande inviate con altri

mezzi

Non sono ammesse regolarizzazioni formali o sostanziali successivamente all’invio dell’istanza, tuttavia, in caso di intervenute regolarizzazioni, potrà essere presentata una nuova istanza che acquisirà una nuova collocazione cronologica. Si raccomanda, pertanto, un’attenta lettura del bando e della nota tecnica prima dell’invio della domanda.

L’ente camerale, una volta esaurito il fondo disponibile, disporrà, con apposito provvedimento dirigenziale, la chiusura del bando e ne darà notizia tramite il proprio sito istituzionale.

Per qualsiasi chiarimento o ulteriore informazione è possibile contattare i numeri: 0832.684.245/288/332 o scrivere all’indirizzo mail: contributi@le.camcom.it

Continua a Leggere

Attualità

Rientri record in Puglia: il secondo giorno “senza frontiere” nel dettaglio

Pubblicato

il

Se ne parla già da ieri anche sui quotidiani nazionali: il numero di arrivi in Puglia, dopo l’apertura agli spostamenti tra Regioni, è da record.

Numeri superiori a quelli delle altre regioni. Numeri, beninteso, prevedibili: la Puglia non scopre certo oggi di avere migliaia di figli sparsi per il Paese e per il mondo interno. Persone alle quali è stato chiesto a gran voce (dalla comunità prima ancora che dalle autorità) di rinviare il più possibile il rientro a casa. A tempi migliori. Tempi che, stando a numeri e leggi, per tantissimi pugliesi sono finalmente arrivati.

I numeri

Se nel pomeriggio del 3 di giugno erano già oltre 6mila le autosegnalazioni sul portale online della regione (andato in tilt nelle prime ore di Fase 3), l’indomani, il 4 giugno, a metà giornata è stata superata quota 20mila.

Dalla Lombardia la più grande fetta di arrivi: il 34,8%. Seguono l’Emilia Romagna (13,7%) e poi sotto il 7%, Campania, Veneto e Piemonte. 

Si contano anche spostamenti di persone provenienti dall’estero. Sempre a mezzogiorno di ieri, erano in 749.

È la Svizzera la prima nazione per numero di autosegnalazioni: 26,7%. Poi la Germania col 17,6%. In tanti arrivano anche da Gran Bretagna, Francia e Polonia.

Continua a Leggere

Attualità

La Puglia riparte: 448 milioni di aiuti, anche a fondo perduto

Pubblicato

il

Dopo le tante le riunioni di questi giorni con le associazioni di categoria, i sindacati, gli operatori di tutti i settori produttivi, la Regione Puglia annuncia l’arrivo dei nuovi strumenti per la ripartenza.

Sono online i nuovi avvisi Microprestito (Lift), Titolo II Capo 3 Circolante (Lift Plus) e Titolo II Capo 6 Circolante (Lift Plus), gestiti da Puglia Sviluppo in qualità di organismo intermedio e finanziario.

“Un’importante iniezione di liquidità, del valore di 448 milioni di euro, per far fronte alla carenza di liquidità determinata dalla emergenza sanitaria da Covid 19 e far ripartire il nostro tessuto produttivo”, spiega Loredana Capone.

“Tutti i settori produttivi e dei servizi, tutta la filiera allargata del turismo, le imprese culturali e le partite iva iscritte alla Camera di Commercio potranno partecipare”, commenta. “Le parole d’ordine sono: liquidità immediata e una quota di fondo perduto”.

Ecco i link:

*Avviso Microprestito Circolante*
https://www.regione.puglia.it/web/competitivita-e-innovazione/-/microprestito-circolante

*Avviso Titolo II Capo 3 Circolante*
https://www.regione.puglia.it/web/competitivita-e-innovazione/-/titolo-ii-capo-3-circolante

*Avviso Titolo II Capo 6 Turismo Circolante*
https://www.regione.puglia.it/web/competitivita-e-innovazione/-/titolo-ii-turismo-capo-6-circolante

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus