Connect with us

News & Salento

Contrabbando e evasione per 85mila euro, sequestrati tre velieri di lusso

I riscontri documentali permettevano di accertare che i velieri erano stati acquistati presso un noto cantiere francese da due società croate

Pubblicato

il

Contrabbando per non aver versato circa 85.000 euro di I.V.A. al momento dell’acquisto di tre imbarcazioni a vela. Reato aggravato dall’utilizzo di documenti e contrassegni di identificazione falsi; queste le violazioni contestate dai Finanzieri del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, di stanza a Brindisi, ai rappresentanti legali delle società proprietarie dei velieri.


Nell’ambito degli ordinari controlli di polizia economico-finanziaria svolti in mare e nei porti, dai Reparti navali del Corpo, venivano controllate tre imbarcazioni in navigazione verso la Croazia, apparentemente registrate nel porto di Trogir (Croazia), così come stampigliato sullo scafo.


I riscontri documentali permettevano di accertare che i velieri erano stati acquistati presso un noto cantiere francese da due società croate, in regime di non imponibilità dell’I.V.A. spostando così l’imposizione al momento dell’arrivo del bene nel Paese di destinazione, ossia la Croazia. I tre velieri, però, venivano “registrati” all’estero e immatricolati nello Stato statunitense del Delaware in elusione delle norme del Codice doganale europeo che stabilisce i limiti per la circolazione delle merci “extra UE” nel territorio doganale dell’Unione Europea.


Veniva, quindi, conclamata anche la falsità della bandiera utilizzata e il Paese di immatricolazione. Le imbarcazioni a vela, del valore commerciale complessivo superiore ai 300.000 euro, venivano sottoposte a sequestro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, con la constatazione all’Agenzia delle Dogane dei diritti di confine evasi.

L’operazione in rassegna dimostra l’efficacia del dispositivo aeronavale posto in essere dalla Guardia di Finanza quale Polizia del Mare per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica, la difesa delle frontiere esterne, la tutela dell’economia legale e contrastare le attività illecite.


 


Attualità

Fitto: sulla SS 275 la Regione resti fuori, non aggiunga altri passaggi

“Il che fa presupporre che non sia neppure a conoscenza che il secondo lotto Tricase-Leuca è in una fase diversa e distaccata”

Pubblicato

il

LA REGIONE RESTI FUORI ED EVITI DI AGGIUNGERE ULTERIORI E INESISTENTI PASSAGGI BUROCRATICI

Il 24 maggio scorso ho auspicato che fosse nominato un commissario per la Statale 275 Maglie- Leuca”. Attacca il candidato presidente alla Regione Fitto,  “parliamo di un’opera strategica per il territorio e che oggi vede un altro tassello messo ambiguamente da chi, probabilmente, vuole solo perdere tempo. Perché non saprei come altro definire l’intromissione nel procedimento da parte dell’assessorato regionale all’Ambiente al quale il relativo Ministero aveva SOLO COMUNICATO che stava procedendo all’aggiornamento della procedura di ottemperanza VIA. Una nota inviata da Roma a Bari per conoscenza, ma che dalla Regione è stata interpretata come attribuzione di un compito da affidare alla Sezione Autorizzazione dell’Assessorato. NON E’ COSI’!”

E allora resta da capire in base a quale norma legislativa la Regione Puglia decide di avviare questo ulteriore procedimento, che genera confusione e fa perdere ancora tempo?” continua l’eurodeputato “e perché non solo si intromette, ma sbagliando completamente l’oggetto di intervento scrive a tutti e 15 Comuni dell’intera opera (da Melpignano a Leuca) e non solo a quelli del primo Lotto funzionale Melpignano-Tricase, oggetto della comunicazione del Ministero?

Il che fa presupporre che chi scrive non sia neppure a conoscenza che il secondo lotto Tricase-Leuca è in una fase completamente diversa e distaccata, che sarà oggetto di un ulteriore procedimento amministrativo. A conferma che in Regione vi è non solo chi decide di intervenire illegittimamente nel provvedimento, ma anche chi non conosce proprio il progetto”.

E chiude: “Che non sa che è già stato richiesto al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici un secondo parere e in quella sede i Comuni, la Provincia ma anche la Regione hanno espresso parere favorevole e per accelerare il procedimento amministrativo.

“E allora a cosa serve riscrivere ai Comuni? A fingere un coinvolgimento, viste le Elezioni Regionali a breve, o a prendere tempo? Ribadisco: l’unica soluzione è un commissario!”

Continua a Leggere

Attualità

Il calendario di tutti i controlli stradali di luglio

Autovelox, photored e telelaser: ecco dove e quando in provincia

Pubblicato

il

La polizia provinciale di Lecce ha reso pubblico il calendario di controlli su strada che verranno effettuati nel mese di luglio con autovelox, photored e telelaser.

Di seguito il documento completo

Calendario autovelox e telelaser luglio 29-6-20 ad

Continua a Leggere

Cronaca

Furti nella campagne, primi 2 arresti

La task force di polizia, carabinieri e finanza per fermare le razzie all’interno delle aziende agricoleha prodotto i primi effetti

Pubblicato

il

Dopo le diverse denunce e le varie notizie di cronaca che, a tambur battente, si facevano beffa di stampa, forze dell’ordine e proprietari terrieri, sono arrivate le prime manette ai polsi: due arresti eseguiti questa mattina dai poliziotti del commissariato di Nardò.

L’invito partito dalla prefettura, nei giorni scorsi,di «denunciare e raccontare con attenzione tutto ciò che può essere utile ai fini delle indagini», ha sortito il suo effetto: la task force di polizia, carabinieri e finanza per fermare le razzie all’interno delle aziende agricoleha prodotto i primi effetti.

Di solito sono descritti come furti su commissione per rimpinguare le casse del mercato nero e del racket delle estorsioni, che parte proprio dai campi.

La nota stonata: non sempre ai furti fanno seguito denunce formali, spesso per paura di una ritorsione da parte di ladri che, dopo aver razziato la merce, possano danneggiare la campagna, rovinare i raccolti, tagliare i tendoni. ecc. si sceglie l’omertà.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus