Connect with us

Miggiano

Expo Saldi a Miggiano

Da “Expo 2000” a “Expo Saldi non solo moda”. E’ a Miggiano l’appuntamento invernale con lo shopping e le occasioni, che si terrà presso i padiglioni fieristici da giovedì 5 a domenica 8 gennaio

Pubblicato

il

Da “Expo 2000” a “Expo Saldi non solo moda”. E’ a Miggiano l’appuntamento invernale con lo shopping e le occasioni, che si terrà presso i padiglioni fieristici da giovedì 5 a domenica 8 gennaio prossimi, su una superficie espositiva di circa 7.800 mq, dei quali 2.350 coperti, e prevede la presenza di circa 50 aziende, le quali esporranno articoli di abbigliamento, pelletteria e calzature, biancheria intima e per la casa, bigiotteria e cosmesi, piccoli complementi d’arredo, oggettistica artigianale ed etnica. L’impegno dell’Amministrazione Comunale darà vita alla settima edizione, facendo leva sui lusinghieri risultati ottenuti nelle passate edizioni, sia per il numero di espositori che di visitatori. Sin dal momento dell’inaugurazione, fissata per il pomeriggio di giovedì 5, per entrambi sarà l’occasione per strappare un affare, proporre offerte vantaggiose o concedersi uno sfizio in un periodo di crisi in cui l’economia fa fatica a smuoversi. Quattro giorni di saldi qualificati all’interno del quartiere fieristico della cittadina trasformeranno la struttura in un gran centro commerciale (ad ingresso completamente libero) e ravviveranno l’area circostante con la partecipazione di gruppi musicali e le degustazioni di prodotti tipici locali. Sarà così possibile assistere al concerto, fra gli altri, degli “Indiano Salentino” (nella serata di sabato 7), degustando pittule e bruschette, accompagnate dal buon vino del Salento.

Giorgio Coluccia

Continua a Leggere

Attualità

Il sindaco di Miggiano: “Troppa gente in giro!”

Michele Sperti: “Girando tra le vie del paese sembra non essere cambiato niente rispetto a prima dell’emergenza. Eppure non siamo ancora fuori pericolo, Anzi!”. Il video di Silvia, sindaco dei ragazzi

Pubblicato

il

Mentre è proprio di questa sera la conferma che siamo ancora tutt’altro che fuori pericolo, visto l’aumento di casi di contagio nel Salento e in tutta la Puglia, da Miggiano arriva la conferma che in giro c’è ancora chi non ha capito o fa finta di non capire come stanno le cose.

Parliamo di Miggiano perché il sindaco Michele Sperti, così come già hanno fatto prima di lui molti suoi colleghi ha con forza denunciato questi “atteggiamenti sbagliati” (eufemismo) ma si potrebbe parlare allo stesso modo di qualunque altro paese perché, un po’ ovunque, ahinoi, c’è ancora chi insiste, continuando a mettere tutti a rischio.

Dopo un rapido giro di controllo nel pomeriggio, per le strade diel suo paese, Sperti non è riuscito a trattenere la rabbia: “Devo dire con molto rammarico che non c’è differenza tra l’immagine del paese di 20 giorni fa e quello che vedo oggi. Auto e moto che transitano, gente in bicicletta, pedoni che passeggiano…”.

Il sindaco di Miggiano, Michele Sperti (foto di repertorio)

Sperti ammonisce: “A nulla servono mascherina e guanti che indossiamo se ce ne stiamo così serenamente in giro”.

Poi, rivolgendosi a chi non rispetta le regole, tuona: “Sappiate che non è cambiato nulla da quando ci sono state imposte le restrizioni dal Presidente del Consiglio. Nel senso che le restrizioni continuano ad esistere e il rischio resta alto. Non ho capito che cosa sia accaduto in queste ore per cui tutti ci sentiamo autorizzati ad uscire”.

Il sindaco di Miggiano è un fiume in piena: “Doversi recare al tabacchino, al supermercato, sono motivazioni legittime per carità ma non abbiamo ancora capito che dobbiamo ridurre drasticamente il numero delle nostre uscite. Il fatto che ad oggi siamo stati risparmiati, non significa che abbiamo raggiunto l’immunità, Anzi! Probabilmente è il contrario. Nel senso che, siccome ci stiamo rilassando un po’ troppo, diventiamo vulnerabili. Basta leggere i giornali per renderci conto che il rischio non è esaurito, i contagi aumentano e sono alle porte della nostra comunità”.

Poi la stoccata finale che non è una cattiveria ma il condivisibile tentativo di limitare al massimo le uscite incaute: “Non vorrei mai che ci fosse un positivo nella nostra comunità ma, se mai dovesse accadere, allora, cari amici, la colpa sarà stata soltanto nostra Ce la saremo cercata. Vedo ancora troppa gente in giro a fare non so bene cosa. Credo invece sia necessario un rinnovato e ancora più determinato impegno e a questo vi sollecito: stiamo a casa, perché non è cambiato nulla e ci stiamo esponendo. Grazie e scusate lo sfogo”.

Sindaco scusato, i cittadini indisciplinati, no!

Nel frattempo c’è chi nonostante la giovane età denota molta più saggezza di chi non riesce a starsene tra le mura domestiche.

Un invito a RESTARE A CASA giunge accorato e dolcissimo da Silvia Annesi, Sindaco dei ragazzi del nostro Comune.Si Silvia, ti ascoltiamo! Perché ragazzi, ve lo dobbiamo! RESTIAMO A CASA anche e sopratutto PER I PIÙ PICCOLI della Comunità. Grazie Sindaco Silvia ❤️

Gepostet von Comune di Miggiano am Freitag, 27. März 2020

Quello che avete appena visto è il video di il video-invito a restare a casa di Silvia Annesi, sindaco dei ragazzi di Miggiano.

Giuseppe Cerfeda

Continua a Leggere

Appuntamenti

A Miggiano La Luce del Buio

Mi Illumino di meno. Venerdì 6 marzo, alle ore 19, protagonisti i  giovani presso il Museo dell’Olio, con l’opera teatrale da loro scritta

Pubblicato

il

A Miggiano (venerdì 6 marzo) all’interno del Museo dell’Olio, i giovani decidono di far emergere impegno e responsabilità.

Il sindaco, Michele Sperti, da qualche tempo ha inteso invitare i giovani “nella loro  casa”, il Comune appunto, all’insegna della condivisione e dell’inclusione, consapevole che il loro contributo rappresenta fonte di ricchezza e rinnovato slancio per l’intera comunità.

Più volte, in una formazione che si è allargata ogni giorno di più, i ragazzi dai 14 ai 24 anni, rispondendo ad una appassionata lettera del primo cittadino, si sono riuniti nell’aula consiliare e hanno discusso, si sono confrontati e si sono sentiti artefici e responsabili delle sorti del loro paese.

Hanno individuato punti di forza e di caduta intessendo insieme all’amministrazione Comunale una strategia di crescita intelligente, sostenibile e profondamente inclusiva. «Un contenitore di idee e di azioni», dice il sindaco, «che sarà foriero di grandi cambiamenti sociali e culturali  nella nostra Miggiano e ciò, per mano delle nuove  generazioni. Non abbiamo previsto per loro cornici o spazi già assegnati; li abbiamo solo chiamati a raccolta, sicuri che i loro propositi sarebbero stati sufficienti per autodeterminarsi e rendersi attori protagonisti del loro futuro».

Il forte spirito propositivo del gruppo è sfociato nella prospettiva di organizzarsi per l’istituzione della Consulta Giovanile, «un organismo spontaneo, stabile e autonomo», specifica ancora il primo cittadino, «che sarà deliberato in Consiglio Comunale e rappresenterà motivo di crescita personale per i giovani coinvolti e modello di riferimento per i più piccoli».

Il gruppo si è subito messo alla prova, aderendo a “M’illumino di meno”, la giornata dedicata al risparmio energetico e agli stili di vita sostenibili, lanciata da Caterpillar e Radio2 nel 2005.

Nella giornata di venerdì 6 marzo, alle ore 19, saranno i  giovani dunque ad impegnarsi in quest’ opera di sensibilizzazione presso uno dei luoghi più suggestivi della città, il Museo dell’Olio, avendo scritto per l’occasione un’opera teatrale dal titolo: La Luce del buio.

Con questa iniziativa, interviene la giovane Benedetta Di Lollo, «noi ragazzi vogliamo dimostrare che è ora di darsi da fare in un momento di così grandi contraddizioni sociali e fare un grande salto in avanti perchè il futuro è nelle mani di ognuno di noi».

Continua a Leggere

Attualità

Paesaggio Post Xylella

Strategia dell’Area Interna del Sud Salento: Concorso di Idee bandito dal Comune di Specchia, capofila del raggruppamento con Miggiano e Montesano Salentino

Pubblicato

il

Il Comune di Specchia quale Ente capo fila del raggruppamento costituito dai Comuni di MiggianoMontesano Salentino, in attuazione della Strategia dell’Area Interna del Sud Salento, bandisce un Concorso di idee ai fini della predisposizione di una proposta progettuale sperimentale di Paesaggio Post- Xylella che  punta ad individuare un soggetto vincitore a cui affidare, previo reperimento delle risorse economiche necessarie, le fasi successive della progettazione (della direzione dei lavori e monitoraggio), secondo quanto previsto dal  D.Lgs.vo n° 50/2016 e ss.mm.ii. nonché del regolamento di attuazione.

Tra le Azioni della Strategia  approvata è previsto lo stanziamento complessivo  di  ‪940mila euro per il progetto sperimentale di “Paesaggio Post Xylella” in coerenza con le misure attuative dell’Azione 6.6. “Valorizzazione e fruizione del patrimonio ambientale” POR-FESR 2014/2020, già rientranti nel progetto pilota del PPTR per un “parco agricolo multifunzionale” e la definizione di un “Progetto Integrato di  Paesaggio“.

Al vincitore del concorso, sarà corrisposto un premio, messo a disposizione dai tre Comuni, dell’importo omnicomprensivo di 3mila euro.

Possono partecipare al Concorso: tecnici ingegneri o architetti o associazioni di professionisti che siano in possesso dei requisiti di idoneità professionale. Le proposte dovranno pervenire entro le ore 12 del 18 febbraio 2020 al protocollo del Comune Capofila di Specchia.

Alessandra Martinucci, sindaca di Specchia

Soddisfatta la sindaca di Specchia, Alessandra Martinucci, che ritiene così di dare slancio ad una politica fino adesso stantia e autoreferenziale: «Da giovane rappresentante di questo territorio», dice, «mi sento in dovere di restituire al popolo e nello specifico ai tanti tecnici e alle loro molteplici attitudini, la possibilità di concorrere a quella discrezionalità decisionale che, soprattutto in progettazioni così ampie, non può appartenere a pochi ma, come è più giusto e più bello che sia, a tanti».

Dello stesso avviso il sindaco di Montesano Salentino, Giuseppe Maglie che fa riferimento a quanto la politica debba «mettere al centro le molteplici esperienze e competenze,  in un processo di contributo permanente verso la Pubblica amministrazione che non deve mai essere precluso ad alcuno».

«Il paesaggio post-xilella», dichiara infine Michele Sperti, sindaco di Miggiano, «è eredità di tutti ed è per questo che deve necessariamente essere prefigurato e disegnato dalla sensibilità e dalla professionalità di molti».

Il bando è disponibile online anche sulle rispettive homepage dei siti istituzionali dei tre Comuni.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus