Connect with us

News & Salento

Giovane Italia di Patù e Salve: “Berlusconi Presidente”!

Promotori in Puglia della campagna “Berlusconi al Quirinale”, ideata dalla deputata e coordinatrice del Pdl del Trentino-Alto Adige Michaela Biancofior

Pubblicato

il

Nico De Nicoli, ragazzo della Giovane Italia Salve (movimento giovanile del PDL), e James Mancarella della Giovane Italia di Patù, sono tra i promotori in Puglia della campagna “Berlusconi al Quirinale”, ideata dalla deputata e coordinatrice del Pdl del Trentino-Alto Adige Michaela Biancofiore. “Abbiamo subito apprezzato l’iniziativa della nostra amica Michaela”, dicono, “come lei riteniamo che se ci fosse l’elezione diretta del Presidente della Repubblica con i sondaggi attuali la volontà della maggioranza degli italiani vedrebbe eletto Silvio Berlusconi. Il Presidente Berlusconi anche in quest’ultima campagna elettorale ha dimostrato di avere un solo interesse: l’Italia e gli italiani. Intanto”, concludono, “ ci prepariamo per sostenere il Presidente Berlusconi alla manifestazione organizzata per sabato 13 aprile a Bari, dove parteciperemo con i nostri rispettivi gruppi giovanili cittadini del Popolo della Libertà”.

Approfondimenti

Fitto: la morte dell’on Gorgoni merita rispetto

Un atto vile e spregevole

Pubblicato

il

 “’Una società che non conserva il culto dei morti fra i suoi valori spirituali più preziosi, non merita di sopravvivere’, affido alle parole di Foscolo tutta l’amarezza che provo dopo aver appreso la notizia che un gruppo di cittadini di Cavallino ha festeggiato, addirittura con una torta, la morte dell’ex parlamentare e sindaco, Gaetano Gorgoni.

“Si può essere avversari politici e non condividere l’operato di un amministratore, ma la morte, anche del peggior nemico, merita rispetto. Sono vicino alla famiglia e a tutta la comunità di Cavallino per questo vile e spregevole gesto”.

Raffaele Fitto

Continua a Leggere

News & Salento

Covid, il bollettino di oggi in provincia

Oggi effettuati 2.642 test, 4 i nuovi casi, così suddivisi…

Pubblicato

il

Sono stati registrati oggi in Puglia 2.642 test, 4 i nuovi casi, sono così suddivisi:

2 nella Provincia di Bari;

0 nella Provincia di Bat;

0 nella Provincia di Brindisi;

0 nella Provincia di Foggia;

2 nella Provincia di Lecce;

0 nella Provincia di Taranto.

Ci sono stai 5 decessi: 4 in provincia di Bari, 1 in provincia di Foggia. I test effettuati  dall’inizio dell’epidemia sono 114.588. Sono, invece, 2.699 i pazienti guariti e 1.283 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei positivi da Covid in Puglia è di 4.482, così divisi: 1.474 nella Provincia di Bari; 380 nella Provincia di Bat; 651 nella Provincia di Brindisi; 1.153 nella Provincia di Foggia; 515 nella Provincia di Lecce; 281 nella Provincia di Taranto; 28 attribuiti a residenti fuori regione.

Continua a Leggere

Attualità

Domani è un altro giorno

Il Gallo di nuovo in distribuzione. Dopo 84 lunghi giorni senza il vostro giornale, riprendiamo il bandolo della matassa…

Pubblicato

il

Dove eravamo rimasti? Dopo 84 lunghi giorni senza il vostro giornale, riprendiamo il bandolo della matassa.

E lo facciamo con la lena di sempre, quella che da 24 anni a questa parte (a proposito spegneremo le 24 candeline, il prossimo 9 giugno), corrobora le nostre giornate e accompagna il nostro lavoro.
Dopo 2 mesi e mezzo vissuti “sotto vuoto spinto”, dopo una sbronza di Covid 19 ed i postumi che ancora affrontiamo; dopo aver ingurgitato nuovi termini scientifici, parlato di lockdown, discettato di pandemia, discusso e sospettato se siamo o non siamo stati infettati, dopo aver fiutato gli untori, cerchiamo di riprendere in mano con coraggio le nostre abitudini e le nostre vite, anche se non sarà facile.
Non c’è notte che non permetta al sole di risorgere, ne siamo certi, ed è con tale convinzione che, insieme, ci rialzeremo.

Non serve recriminare, non serve abbattersi, rimuginare sull’accaduto.
Fatta l’analisi, constatato il referto, serve audacia, buona volontà, apertura mentale, una sana collaborazione e tutto si risolverà.
Guardate a ciò che è stato con un occhio benevolo e proiettate tutto nel futuro: avreste mai creduto di disporre di una tecnologia che permette di accarezzare i nipotini tenuti a debita distanza?
Di confrontarsi, costruire e contrapporsi lontani 1.000 km?

Di vivere, per quanto strano possa essere, una funzione religiosa “solo come un cane” ma abbracciato da milioni di occhi discreti e interessati?
Di lavorare da casa e scoprire che, toletta a parte, il mondo continua a girare?
Di svolgere con “un click”, in pochi attimi le diverse incombenze quotidiane?
Di sfiancarsi in palestra anche se indugiamo comodi in salotto?
Di svolgere regolarmente una riunione di condominio senza dover “annusare” il coinquilino?
Di salutare la classe e la maestra, fare lezione in un unico afflato, come foste in classe?

Questo è e sarà uno sconvolgimento epocale che passerà alla storia. Qualcuno ha detto che sarà la vera terza rivoluzione fatale, dopo quella francese e l’avvento dell’industrializzazione: questa rivoluzione digitale cambierà e adeguerà ancora una volta l’umanità.
Sembra quasi “a livella” di Totò.
Mettiamola così: siamo il centro del mondo, vittime e carnefici del nostro destino, croce e delizia delle nostre più abbiette paure, siamo i futuri viaggiatori nello Spazio X, e noi che facciamo? Continuiamo a guardare il dito nonostante i saggi ci indichino la luna!
Siamo stati introiettati nel futuro, nostro malgrado, facciamocene una ragione.
L’imperativo è apertura totale, lasciamoci guidare dalle menti smart che coabitano con noi, prestiamo fiducia ai nostri sogni, cavalchiamo con coscienza il momento, cogliamo l’attimo di questa transizione che non potrà che condurci avanti, saprà come farci crescere e portarci bene. Buona salute e buona vita.
Luigi Zito

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus