Connect with us

Alezio

Guida in stato d’ebrezza: patenti ritirate e auto sequestrata

Controlli a tappeto tra Gallipoli, Nardò, Galatone, Galatina, Copertino, Neviano, Aradeo, Cutrofiano e Alezio

Pubblicato

il

Durante la notte tra sabato 13 e domenica 14 ottobre, i Carabinieri della compagnia di Gallipoli sono stati impegnati su tutto il territorio di loro competenza. All’attività di controllo hanno partecipato pattuglie della dipendente aliquota radiomobile, nonché militari delle stazioni di Gallipoli, Nardò, Galatone, Galatina, Copertino, Neviano, Aradeo, Cutrofiano e Alezio, per un totale di 29 militari e 14 automezzi, coordinati dal comandante di compagnia. Con l’ausilio di apparati etilometrici sono stati effettuati centinaia di controlli finalizzati a contrastare la guida in stato di ebbrezza e sotto effetto di stupefacenti per arginare così il fenomeno delle stragi del sabato sera. Su un totale di 32 persone complessivamente sottoposte a esame etilometrico, sei sono state deferite in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza e una per guida sotto effetto di stupefacenti: quasi tutti ragazzi giovanissimi, di età compresa tra i 29 e i 58 anni, con tasso alcolemico tra i 0.98 e 2,16 g/l, quando la soglia consentita è di 0,50 g/l. Nel corso dei controlli un autoveicolo è stato anche sottoposti a sequestro perché provvisto di contrassegno assicurativo falso.

Identificate complessivamente 241 persone e sottoposti a controllo 169 veicoli.  Nella rete dei carabinieri è finito anche un 14 enne di Nardò, deferito in stato di libertà, per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. Il minore é stato  identificato subito dopo aver ceduto una dose di hashish ad una minorenne del luogo.

A Gallipoli denunciato G.L.E., 51enne del luogo, identificato quale autore di una serie di furti di denaro (quantificabili in alcune migliaia di euro),  dall’interno del registratore di cassa di un esercizio commerciale del posto, all’interno del quale si era introdotto nottetempo facendo uso grimaldelli.

Denuncia anche per D.R.S., 37enne e C.A. 33 anni, entrambi del posto, già agli arresti domiciliari, sorpresi in compagnia  di persone estranee al nucleo familiare e con pregiudizi penali.

A Copertino denunciato P.F., 22enne del luogo, trovato, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, in possesso di una pistola “replica” semiautomatica, priva di tappo rosso, nonché di un passamontagna. Sono tuttora in corso indagini per appurare se l’uomo è lo stesso ricercato per le rapine nei supermercati,  ricevitorie – tabacchi, banche o altri esercizi commerciali della zona.

A Nardò, invece, denunciati D.G., 21enne e C.G., 19enne, entrambi del posto. I due, dopo uno scippo ai danni di un’anziana signora, sono stati rintracciati nelle vie del centro e poi riconosciuti dalla vittima. Il maltolto è stato recuperato e restituito.

Infine, nei Comuni del territorio di competenza, sono stati complessivamente segnalati all’autorità prefettizia per uso non terapeutico di sostanza stupefacente 13 giovani, di età compresa tra i 18 ed i 35 anni, tutti residenti nei Comuni dove è stata loro riscontrata la violazione. Complessivamente i Carabinieri hanno recuperato e sequestrato gr. 12,5 di marjiuana, 3, di hashish e 0,70 di cocaina.

Continua a Leggere

Alezio

Denunciato perchè non ha sottoposto i dipendenti a sorveglianza sanitaria

Controlli dei carabinieri nel gallipolino: contestate ammende per 4.900 euro, scoperti 4 lavoratori irregolari e pizzicato titolare di una ditta non iscritto alla camerra del commercio che ha fatto anche domanda per il reddito di cittadinanza!

Pubblicato

il

Dopo la riapertura parziale delle attività produttive proseguono i controlli dei carabinieri per verificare se sono state attuate le misure di contenimento del contagio previste.

I carabinieri della Compagnia di Gallipoli insieme a personale del Nucleo Carabinieri Tutela Lavoro, hanno effettuato le ispezioni tra Gallipoli ed Alezio.

Un uomo di 45 anni, socio amministratore di una società è stato denunciato perché non ha sottoposto i lavoratori dipendenti a sorveglianza sanitaria.

Nel corso dei controlli su attività produttive, industriali e commerciali sono state controllate tre aziende, individuati 16 lavoratori (di cui 4 irregolari) e contestate ammende per un importo totale di 4.900 euro.

Scoperto anche il titolare di una ditta individuale non iscritto alla camera commercio e che, il 21 aprile scorso, aveva presentato istanza Inps per percepire il reddito cittadinanza.

Continua a Leggere

Alezio

Cocaina, marijuana ed hashish: tre arresti in provincia

Tre distinte operazioni dei carabinieri tra Lecce, Leverano e Alezio

Pubblicato

il

Il lockdown vale per (quasi) tutti ma non evidentemente per chi gravita nel mondo della droga e vorrebbe continuare a fare soldi facili con lo spaccio.

I carabinieri hanno fermato tre persone in provincia beccate a smerciare a droga.

A Leverano tratto in arresto in flagranza di reato Antonio Casaluce, 37 anni, trovato in possesso di 1.820,00 euro, di cui non era in grado di dare una giustificazione. Nella successiva perquisizione presso la sua abitazione rinvenuti: 70,4 grammi di marijuana; 26,25 grammi di cocaina; 27 grammi di sostanza da taglio, due bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento. Rivenuti anche altri 2.295 euro in contanti.

Casaluce è stato posto ai domiciliari a disposizione delle autorità giudiziarie.

A Lecce, arrestato in flagranza Mirando Roshaj, 31enne di nazionalità albanese ma residente nel capoluogo salentino, trovato in possesso di 24 grammi di cocaina, 39 grammi di hashish, una sigaretta confezionata artigianalmente contenente marijuana e materiale per il confezionamento, tutto posto sotto sequestro. Anche Roshaj è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso propria abitazione in attesa di citazione diretta a giudizio.

Infine ad Alezio fermato il ventenne F.G.: a seguito perquisizione personale e domiciliare i carabinieri hanno rinvenuto 300 grammi di marijuana, un bilancino precisione e 400 euro in contanti. Anche in questo caso l’arrestato è stato accompagnato presso la presso propria abitazione agli arresti domiciliari.

Continua a Leggere

Alezio

A piedi per 5 chilometri e in due sui motorini: fermati e sanzionati!

Almeno 5 persone sorprese dalla Polizia Locale di Alezio fuori casa e senza valido motivo. Il sindaco Andrea Barone: “Restate a casa”

Pubblicato

il

Continua senza sosta l’attività della Polizia Locale di Alezio, sul territorio comunale, al fine di controllare la legittimità degli spostamenti ed il rispetto delle norme dettate per il contrasto alla diffusione del COVID-19.

Sono stati effettuati numerosi controlli su persone e esercizi commerciali, prestando particolare attenzione ad ogni potenziale luogo di assembramento.

Durante il servizio gli agenti hanno raccolto le autocertificazioni, come previsto dal D.P.C.M.

Almeno cinque delle persone controllate, nella sola giornata di ieri, non hanno saputo fornire una giustificazione valida a dimostrare la legittimità del loro spostamento, in alcuni casi erano a piedi, in altri si trovavano a bordo di un veicolo.

È il caso di una podista che, provenendo da un paese vicino aveva già percorso cinque chilometri a piedi, ed è stata sanzionata per l’importo di  400 euro.

Analogamente nel caso di quattro giovani scooteristi provenienti dalla vicina Gallipoli, entrambi in due sul ciclomotore, in violazione della regola che obbliga al distanziamento sociale ed al divieto di allontanamento dal proprio Comune, se non per motivi di urgenza, salute o lavoro.

In uno di questi casi, gli scooteristi hanno tentato la fuga tra le viuzze del centro, ma venivano prontamente raggiunti ed acciuffati.

Il ciclomotore, dal successivo controllo è risultato sprovvisto di copertura assicurativa ed il conducente sprovvisto di patente perché mai conseguita.

I controlli volti a verificare il rispetto delle disposizioni emergenziali proseguiranno da parte della Polizia Locale per tutta la durata dell’emergenza epidemiologica.

Il sindaco Andrea Barone, rammenta alla Cittadinanza che “ogni spostamento all’interno del territorio comunale deve essere giustificato da comprovate esigenze lavorative, da uno stato di necessità o da motivi di salute. L’attività motoria all’aperto o una breve passeggiata con il proprio animale domestico sono consentite, ma esclusivamente in prossimità della propria abitazione e per un breve lasso di tempo. Andrà tutto bene, ma solo se restiamo a casa”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus