Connect with us

Casarano

I salentini usano troppo l’auto. Mancano i mezzi pubblici

Il triste primato che emerge dai dati raccolti da UnipolSai

Pubblicato

il

Il triste primato che emerge dai dati raccolti da UnipolSai, relativi all’utilizzo dell’auto da parte dei salentini, rappresenta una chiara fotografia della grave carenza di trasporti pubblici in questo territorio, che rende spesso inevitabile il ricorso all’automobile.

Manca la cultura dei trasporti pubblici nel Salento? Potrebbe anche essere vero, ci sono persone che non prenderebbero mai un mezzo pubblico e chi usa la macchina anche per percorrere qualche centinaio di metri, quando potrebbe andare a piedi o in bici, ma il problema principale prosegue il Comitato – è che i salentini non sono messi nelle condizioni di poter scegliere tra il mezzo pubblico e la propria auto.

In realtà quei pochi treni e autobus in servizio non viaggiano vuoti, nonostante i numerosi disservizi e disagi. Al contrario, molto spesso i pendolari lamentano situazioni di sovraffollamento, anche oltre il numero di passeggeri consentiti. Per parlare di assenza di cultura dei trasporti pubblici bisognerebbe innalzare questo servizio almeno ai livelli minimi essenziali.

La situazione è sconfortante. Nonostante il trasporto pubblico rappresenti un servizio pubblico essenziale, nei giorni festivi i treni non circolano e la società Ferrovie Sud Est si limita a mettere a disposizione due corse sostitutive con pullman, che ovviamente servono solo alcune località.

Il trasporto su gomma non copre le gravi lacune del trasporto su ferro e così chi abita nelle zone prive di stazione ferroviaria, per spostarsi, potrà solo contare sui propri mezzi, fatta eccezione per quelle corse su pullman organizzate ad hoc per studenti e lavoratori.

I “privilegiati” che possono raggiungere facilmente una stazione ferroviaria, invece, non si trovano di certo davanti ad una situazione idilliaca. Da Lecce a Gagliano, via Zollino, ci sono solo 10 corse giornaliere e l’ultimo treno parte alle 19:23. Pertanto è un servizio che non prevede corse serali e un pendolare rischia così di rimanere bloccato a Lecce.

Di fronte a questa situazione come si può affermare che il problema sia solo culturale.

Comitato Trasporti Salento

Continua a Leggere

Casarano

Gallipoli e Casarano: arresti per droga

A Gallipoli incastrato spacciatore 51enne. Un uomo i 31 anni di Casarano invece spacciava nonostante fosse ai domiciliari

Pubblicato

il

A Gallipoli i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato S.B., 51 anni.

Lo hanno sorpreso mentre cedeva 7,5 grammi di marijuana ad un acquirente.

La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire all’interno del suo garage altri 257,6 grammi di marijuana, 4,12 grammi di eroina, 50 grammi di hashish e 9.410 euro in contanti.  Il 51enne è ora agli arresti domiciliari.

Toccherà andare in carcere, invece, a Lucio Parrotto, 31 anni, di Casarano, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

A seguito di perquisizione domiciliare è stato sorpreso a detenere: 14 involucri contenenti 79 grammi di hashish, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento.

Continua a Leggere

Attualità

Maglie e Casarano il giorno della ripartenza

Pubblicato

il

Due grossi centri salentini alle prese con il primo giorno di nuova normalità.

A Maglie il sindaco Ernesto Toma predica ancora prudenza mentre a Casarano si riassapora la libertà proprio nel giorno della ricorrenza del santo patrono, San Giovanni Elemosiniere.

Maglie, il sindaco: “Siamo stati una grande comunità”

Il sindaco Ernesto Toma, “pur sapendo che non è ancora finita,  in un post su facebook ringrazia “tutti coloro che hanno contribuito, insieme all’amministrazione, a superare questo difficile momento. E quindi grazie alla Protezione Civile, la Podistica e la Pro Loco che per prime hanno istituito il carrello solidale, ma il risultato non sarebbe stato quello che è stato senza la collaborazione delle altre associazioni, delle parrocchie, delle suore, della Croce Rossa Italiana, i gruppi social, gli imprenditori ed i Magliesi di buon cuore”. In poche parole Maglie ha scoperto un senso di Comunità ed e’ da questo che vogliamo ripartire con la speranza che ognuno di noi si senta partecipe e protagonista del proprio futuro e di quello della comunità in cui vive”.
Il primo cittadino è orgoglioso: “siamo stati una grande comunità durante la pandemia, ora dimostriamo di esserlo anche in questa fase di rilancio del territorio”.

Casarano: niente festa per il Santo Patrono

Casarano, invece, pur nella gioia della ripartenza fa i conti con l’impossibilità di far festa per il Patrono.

Come avviene ormai da secoli, infatti, nella terza domenica di maggio la città festeggia San Giovanni Elemosiniere.

Quest’anno”, posta il sindaco Gianni Stefàno, “è una festa senza segni visibili. Molti cittadini in questo giorno rivolgono preghiere ed il proprio sguardo al loro santo protettore. Che sia la festa del Santo e la ripartenza che ci porterà tutti in sicurezza a riprendere la vita di sempre affidandoci anche a San Giovanni”.

Ieri il sindaco aveva anche anche reso noto che quest’oggi “per la ricorrenza della festività del Santo Patrono, gli uffici comunali sono chiusi e il servizio di trasporto pubblico locale è sospeso, mente il servizio di raccolta dei rifiuti sarà svolto regolarmente”.

Continua a Leggere

Attualità

Viaggio virtuale nello spazio con il Parco Astronomico di Casarano

La didattica di astronomia a disposizione delle scuole, anche in tempi di coronavirus, grazie ad un progetto virtuale unico in Puglia

Pubblicato

il

Dallo scorso febbraio la vita scolastica, almeno nel senso classico, si è improvvisamente fermata.

Niente più lezioni in classe, nessun compagno di banco con cui scambiarsi due parole, niente più gite didattiche.

Anche per il Parco Astronomico San Lorenzo di Casarano nessun alunno o studente ad animare le tradizionali mattinate di un normale anno scolastico.

La didattica astronomica quella no, quella non si è mai fermata. Ed ecco l’idea del proprietario e direttore del parco astronomico, Giuseppe De Filippi (nella foto a sinistra), di proporre per tutte le scuole, soprattutto per quelle che avevano programmato l’uscita didattica primaverile, l’Astronomia in formato smartworking in accordo con le/i docenti.

Il progetto ha auto i suoi albori i primi di aprile e continuerà fino a fine anno scolastico.

Tutte le settimane ad oggi sono state sold out”, commenta De Filippi, “con video-lezioni della durata di 1 ora, dal lunedì al venerdì, mattutine e pomeridiane. Incontrare i ragazzi qui al Parco è, ovviamente, tutt’altra emozione, ma il loro entusiasmo è evidente e stimolante anche in un banale schermo a decine di chilometri di distanza”.

Si tratta”, continua Giuseppe De Filippi, “di un progetto “virtuale” unico in Puglia che permette a centinaia di alunni e studenti di apprendere e approfondire tanti argomenti inerenti lo Spazio, con occhio di riguardo a curiosità e attualità su Astronomia, Astrofisica ed Astronautica“.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.astronomiacasarano.it e sulla pagina facebook del Parco Astronomico San Lorenzo.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus