Connect with us

News & Salento

Incidente sulla litoranea e corsa in ospedale

Soccorsa una ragazza dal 118. Coinvolta una moto

Pubblicato

il

Sinistro in mattinata sulla litoranea adriatica. Coinvolto anche un mezzo a due ruote.

L’incidente verificatosi tra Torre Specchia e San Foca ha portato all’intervento di forze dell’ordine e 118. Due i feriti più gravi. Una donna di Vernole è stata trasportata in ospedale d’urgenza. Salvata, con tutta probabilità, dal casco, è stata soccorsa immediatamente dai bagnanti prima dell’arrivo dei sanitari.

Attualità

Domani è un altro giorno

Il Gallo di nuovo in distribuzione. Dopo 84 lunghi giorni senza il vostro giornale, riprendiamo il bandolo della matassa…

Pubblicato

il

Dove eravamo rimasti? Dopo 84 lunghi giorni senza il vostro giornale, riprendiamo il bandolo della matassa.

E lo facciamo con la lena di sempre, quella che da 24 anni a questa parte (a proposito spegneremo le 24 candeline, il prossimo 9 giugno), corrobora le nostre giornate e accompagna il nostro lavoro.
Dopo 2 mesi e mezzo vissuti “sotto vuoto spinto”, dopo una sbronza di Covid 19 ed i postumi che ancora affrontiamo; dopo aver ingurgitato nuovi termini scientifici, parlato di lockdown, discettato di pandemia, discusso e sospettato se siamo o non siamo stati infettati, dopo aver fiutato gli untori, cerchiamo di riprendere in mano con coraggio le nostre abitudini e le nostre vite, anche se non sarà facile.
Non c’è notte che non permetta al sole di risorgere, ne siamo certi, ed è con tale convinzione che, insieme, ci rialzeremo.

Non serve recriminare, non serve abbattersi, rimuginare sull’accaduto.
Fatta l’analisi, constatato il referto, serve audacia, buona volontà, apertura mentale, una sana collaborazione e tutto si risolverà.
Guardate a ciò che è stato con un occhio benevolo e proiettate tutto nel futuro: avreste mai creduto di disporre di una tecnologia che permette di accarezzare i nipotini tenuti a debita distanza?
Di confrontarsi, costruire e contrapporsi lontani 1.000 km?

Di vivere, per quanto strano possa essere, una funzione religiosa “solo come un cane” ma abbracciato da milioni di occhi discreti e interessati?
Di lavorare da casa e scoprire che, toletta a parte, il mondo continua a girare?
Di svolgere con “un click”, in pochi attimi le diverse incombenze quotidiane?
Di sfiancarsi in palestra anche se indugiamo comodi in salotto?
Di svolgere regolarmente una riunione di condominio senza dover “annusare” il coinquilino?
Di salutare la classe e la maestra, fare lezione in un unico afflato, come foste in classe?

Questo è e sarà uno sconvolgimento epocale che passerà alla storia. Qualcuno ha detto che sarà la vera terza rivoluzione fatale, dopo quella francese e l’avvento dell’industrializzazione: questa rivoluzione digitale cambierà e adeguerà ancora una volta l’umanità.
Sembra quasi “a livella” di Totò.
Mettiamola così: siamo il centro del mondo, vittime e carnefici del nostro destino, croce e delizia delle nostre più abbiette paure, siamo i futuri viaggiatori nello Spazio X, e noi che facciamo? Continuiamo a guardare il dito nonostante i saggi ci indichino la luna!
Siamo stati introiettati nel futuro, nostro malgrado, facciamocene una ragione.
L’imperativo è apertura totale, lasciamoci guidare dalle menti smart che coabitano con noi, prestiamo fiducia ai nostri sogni, cavalchiamo con coscienza il momento, cogliamo l’attimo di questa transizione che non potrà che condurci avanti, saprà come farci crescere e portarci bene. Buona salute e buona vita.
Luigi Zito

Continua a Leggere

Cronaca

Droga in camera da letto: denunciato uomo di Taurisano

Pubblicato

il

A Taurisano i carabinieri della locale Stazione unitamente al personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Puglia”, hanno denunciato per detenzione e spaccio un uomo del posto.

A seguito di perquisizione personale e domiciliare è stato colto in possesso di due involucri ben nascosti in camera da letto.

All’interno degli involucri 9,5 grammi di marijuana.

Continua a Leggere

Cronaca

Bar frequentato da malavitosi: chiuso per 15 giorni

Provvedimento del Questore di Lecce ai danni del Bar Movida di Melissano

Pubblicato

il

I carabinieri hanno temporaneamente chiuso un esercizio commerciale perché “frequentato da persone pienamente inserite in contesti di criminalità organizzata e da altre resesi responsabili di gravissimi reati”.

Il provvedimento di chiusura ai sensi dell’art. 100 del Tulps (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza)  emesso dal Questore di Lecce, ha portato alla chiusura per 15 giorni 15 del Bar Movida di proprietà di una donna residente a Melissano.

Lo stesso bar ad aprile dello scorso anno fu sospeso per gli stessi motivi per 30 giorni.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus