Connect with us

Miggiano

L’auto elettrica si ricarica a Miggiano

Primi in Puglia a dotarsi di una stazione di ricarica per veicoli elettrici alimentata da un impianto fotovoltaico. Il Sindaco Giovanni Damiano: “Orgogliosi di questo primato”

Pubblicato

il

Liberarsi dalla dipendenza assoluta da fonti energetiche destinate ad esaurirsi come il petrolio è oramai da considerarsi un diktat imposto dalla loro non rinnovabilità che induce a considerarla più che una scelta, una priorità irrinunciabile. Tale necessità appare ancora più impellente dal fabbisogno di energia dalla quale il progresso del nostro mondo sempre più tecnologico ci rende dipendenti. Complice il costo dell’energia elettrica che sale in maniera indiscriminata si è assistito al moltiplicarsi di azioni mirate alla ricerca di soluzioni versatili e ingegnose. Un aiuto concreto è rappresentato dalle fonti rinnovabili: fotovoltaico e non solo. L’energia solare rappresenta un’importante realtà nell’ambito di quelle fonti energetiche rinnovabili la cui diffusione su scala mondiale è considerato un obiettivo di sostenibilità ambientale ed economica. L’acqua, il vento, ma soprattutto il sole, dunque, per produrre, attraverso la tecnologia fotovoltaica, energia pulita e sicura. “Nessun paese utilizza tanta energia quanta ne arriva quotidianamente sulle nostre case in forma luminosa” (Denys Hayes, ex direttore del Solar Eenrgy Research Institute del Governo degli Stati Uniti). Questa affermazione da sola basterebbe per motivare le politiche di promozione ed incentivazione dell’energia solare. Il fotovoltaico dunque quale interlocutore tecnologico di prestigio in svariati campi compreso quella della mobilità. La mobilità diventa finalmente sostenibile, dunque, attraverso la centralina fotovoltaica per la ricarica di veicoli elettrici, una soluzione intelligente anche per le Pubbliche Amministrazioni che vogliano rendere più vivibili le loro città promuovendo ed incentivando l’utilizzo di questo tipo di vetture ecologiche. In tal senso Miggiano risponde presente al fondamentale appello della salvaguardia dell’ambiente e della sostenibilità delle soluzioni. Mostrandosi particolarmente attenta alle tematiche ambientali ed allo sviluppo sostenibile ha raccolto la sfida per un’energia pulita e presenta l’imminente installazione di un impianto ad hoc che consente di concretizzare un risparmio energetico con una fornitura “green”: un sistema per la ricarica dei veicoli elettrici sia pubblici che privati. In un mercato ormai in pieno fermento la diffusione di veicoli elettrici, a basso impatto ambientale, può essere sostenuta attraverso l’installazione di stazioni di ricarica elettrica. Per Miggiano c’è la voglia di essere parte attiva di un’efficace idea di cambiamento, a carattere rivoluzionario: essere tra i primi a fare la mossa giusta. “Il Comune di Miggiano punta sull’ecosostenibile, sul rispetto dell’ambiente e sul risparmio dei costi dell’energia sia per il funzionamento degli impianti pubblici sia per i cittadini. Siamo orgogliosi di annunciare che il nostro Comune sarà il primo in Puglia a dotarsi di una stazione di ricarica per veicoli elettrici alimentata da un impianto fotovoltaico”. Lo rende noto il Sindaco di Miggiano, Giovanni Damiano, che spiega: “L’impianto fotovoltaico avrà una potenza di 18,30 kWp e sarà installato a copertura di una pensilina ombreggiante che avrà molteplici funzioni: sul tetto ci saranno pannelli che produrranno energia elettrica per alimentare la Sede Municipale e lo spazio sottostante sarà un parcheggio  coperto per autoveicoli, ospiterà molti stand  espositivi in occasione della nostra Fiera Regionale EXPO 2000, sarà sede di spazi destinati all’informazione o alla pubblicità su pannelli luminosi e, soprattutto, sarà una stazione di ricarica per veicoli elettrici e mezzi comunali come auto, scooter, bici e così via. Intendiamo inoltre attrezzare un punto di accesso ad una rete Wi-fi, illuminazione notturna mediante luci a led; schermi informativi con monitor a led e touchscreen“. Dalla realizzazione di questo impianto multifunzionale, molti saranno i vantaggi per la Pubblica Amministrazione e per i cittadini di Miggiano e del territorio circostante, tra cui la riduzione di ben 13 tonnellate all’anno di emissione di CO2, incentivi economici di 7mila euro all’anno per 20 anni grazie al Conto Energia e possibilità per i cittadini di acquistare veicoli elettrici, usufruendo degli incentivi previsti dal Governo nazionale, con il doppio vantaggio di risparmiare carburante e di poter comodamente ricaricare il veicolo elettrico sotto casa.

“Questa realizzazione”, conclude il Sindaco di Miggiano, “testimonia ancora una volta l’attenzione di questa Amministrazione sia per l’ambiente ed il territorio, sia per le tasche dei cittadini, posto che uno dei vantaggi più immediati derivanti dalla entrata in funzione di questo impianto, sarà il risparmio dei costi dell’energia e di funzionamento dei mezzi della Sede Municipale, mentre in prospettiva offriamo a tutti i cittadini del nostro territorio la possibilità di poter utilizzare mezzi di trasporto elettrici con risparmio per le loro tasche e benefici per l’ambiente”…

Donatella Valente


Attualità

Gli alunni e le famiglie al centro del progetto educativo

Marco Maggi coinvolge ed entusiasma i ragazzi della scuola media di Miggiano e Montensano. Le reazioni dei ragazzi dopo l’incontro

Pubblicato

il

  Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Una bellissima per gli alunni della scuola secondaria di I grado di Miggiano e Montesano, del comprensivo Tricase – Via Apulia  e del comprensivo G. Pascoli, sempre di Tricase, partecipando ai rispettivi incontri con lo scrittore Marco Maggi.

Maggi è docente universitario, consulente educativo e formatore del metodo Gordon per docenti, genitori e operatori socio-sanitari. Da circa 37 anni realizza attività formative per studenti e di promozione nelle scuole di ogni ordine e grado.

È coordinatore di progetti di prevenzione per Enti pubblici ed agenzie educative, nonché autore di numerose pubblicazioni della rinomata Casa Editrice Franco Angeli sul tema del disagio giovanile, è autore di manuali operativi sul bullismo e l’affettività e la sessualità.

In particolare gli argomenti dell’incontro tenutosi presso scuola media di Miggiano e Montesano riguardavano l’Educazione Emozionale in famiglia e lo sviluppo delle competenze emotive a scuola, temi sviluppati dallo scrittore nella sua ultima pubblicazione dal titolo proprio “L’Educazione Emozionale” (F. Angeli Editore).

La responsabile di plesso, prof.ssa Grazia Verardo,  condividendo le finalità di questa iniziativa nel suo discorso introduttivo ha riferito che “parlare di educazione in riferimento alle Emozioni sia quanto mai attuale e indispensabile soprattutto oggi, poiché viviamo in una società complessa, fluida, in continua evoluzione, in un mondo in cui Internet e l’intelligenza artificiale pare risolvano tutti i nostri problemi e rispondano a tutti i nostri quesiti, facendoci perdere a volte il controllo di noi stessi e tenendoci isolati dal resto del mondo.  Siamo consapevoli dei pericoli della Rete, e per questo diciamo spesso  ai nostri  ragazzi che non dobbiamo rinunciare alla vita reale, a quella vita che va vissuta per strada, a scuola, a casa, con gli amici, facendo esperienze significative con e per gli altri e soprattutto non dobbiamo dimenticare che siamo persone, che viviamo di emozioni, di relazioni  con i nostri simili. Sarebbe auspicabile,  quindi, perché non si perda la cognizione di quello che siamo, di avviare in modo sistematico, anche nella nostra scuola, percorsi didattici rivolti all’alfabetizzazione emozionale che diano agli alunni la capacità di riconoscere le emozioni, di gestirle consapevolmente e di controllarle».

La conduzione dell’incontro da parte di Maggi è stata magistrale, ha saputo catturare l’attenzione e l’interesse di tutti i partecipanti coinvolgendoli, a volte in modo spettacolare, nella trattazione di temi così delicati quali le situazioni di disagio, di fragilità emotiva e relazionale degli alunni.

«Straordinaria, bellissima, fuori dal comune…» è stata definita l’esperienza vissuta: tutti i ragazzi, unanimemente, hanno espresso grandi apprezzamenti nei confronti di Maggi per i suoi preziosi consigli relativi alla sfera emozionale e per aver conquistato la loro mente e anche  il loro cuore.

Le testimonianze più significative di alcuni di loro che nella semplicità espositiva e nell’immediatezza emotiva esprimono la loro personale gratitudine nei confronti dello scrittore e per la bella iniziativa.

A.D.: «È un professore straordinario… alquanto stravagante, con lui abbiamo riso e scherzato… ci ha aperto il suo cuore parlando del suo vissuto…; parlava con il cuore e sapeva suscitare in noi molte emozioni e per quanto ho notato anche lui pareva felice di stare con noi. Ho adorato questo incontro soprattutto per il motivo per cui è stato organizzato: educare noi ragazzi a gestire le emozioni…».

F.B.: «Esperienza unica… Non so nemmeno come descrivere lo stupore e il divertimento provato sentendolo parlare, proprio perché non è stato come gli altri suoi predecessori, la sua non era la solita monotona esposizione. È stato talmente bravo parlando di emozioni che ci ha fatto sentire a nostro agio. Non eravamo preoccupati per il fatto che fosse uno scrittore molto importante perché pensavamo di stare con un nostro amico “stretto”, come uno che conosci da molto tempo e a cui puoi confidare tutti i tuoi segreti. Un’esperienza che sarà impossibile dimenticare».

 

Continua a Leggere

Lecce

Rally del Salento, ecco come è andata

Vincitori, classifiche e andamento dell’appassionante gara sulle strade del Salento

Pubblicato

il

  Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Il 56esimo Rally del Salento, organizzato dall’Automobile Club di Lecce e terzo round del Trofeo Italiano Rally, è andato al fotofinish a Luca Pedersoli e Corrado Bonato (nella foto in alto di M. Bettiol), su Citroen DS3 Wrc.

Quella del pilota bresciano di Gavardo è stata una gara entusiasmante, combattuta sul filo dei decimi di secondo con Giuseppe Testa e Gino Abatecola, secondi al termine.

ll molisano ed il frusinate, portacolori della Ro Racing, hanno risposto sempre egregiamente agli attacchi dei propri avversari, ma, dopo aver ceduto il testimone ai vincitori nella seconda tornata di prove di sabato, non sono riusciti a tornare in vetta per un solo secondo e cinque decimi, nonostante due scratch consecutivi nei due tratti conclusivi.

Il forte pilota di Cercemaggiore, grazie alla piazza d’onore ha incrementato il proprio vantaggio in classifica di campionato e ha staccato la concorrenza.

Il Podio è stato completato da Luca Rossetti e Nicolò Gonella.

I due alfieri della Bluthunder Racing, che hanno iniziato la loro esperienza nella nuova serie ideata da Acisport proprio sulle strade salentine, hanno dovuto togliersi di dosso un po’ di ruggine dovuta a diversi mesi di inattività e hanno poi preferito condurre la loro Skoda Fabia R5 Evo all’arrivo, senza prendere rischi inutili.

Il “Salento”, che vanta il coefficiente 1,5 ai fini dell’attribuzione dei punteggi in campionato, ha regalato, come di consueto colpi, di scena.

A saperne qualcosa sono stati Corrado Pinzano e Mauro Turati che, mentre erano in lotta per le posizioni di vertice, sono incappati in una doppia foratura e sono precipitati nelle retrovie.

Il piemontese della New Driver’s Team ha poi dato vita a una splendida rimonta che lo ha condotto al quarto posto finale.

Ottima quinta posizione assoluta, e primo tra i pugliesi, per l’equipaggio formato dal ruffanese Francesco Rizzello e dal casaranese Fernando Sorano, in gara con una Skoda Fabia R5 con i colori della Scuderia “SalentoMotori” di Tricase.

Da sottolineare anche la prestazione di salentini Maurizio Di Gesù e Cristian Quarta che hanno posizionato la loro Skoda Fabia R5 in decima posizione assoluta classificandosi contemporaneamente terzi della Over 55.

La sesta edizione del Rally Storico del Salento, valido per il Trofeo Rally di Zona e abbinato dal 2018 alla manifestazione riservata alle vetture moderne, ha invece visto la vittoria dei portacolori della scuderia RO racing, Toti Mannino e Giacomo Giannone, in gara con una Bmw 2002 del Secondo Raggruppamento.

I due siciliani hanno preso il comando delle operazioni sul primo tratto cronometrato e hanno poi resistito agli attacchi della Ford Escort Rs MK di Alessandro Oliveri e Marianna Ambrogi.

Il podio è stato completato dai vincitori del Terzo Raggruppamento, Pippo Savoca e Francesco La Franca, in gara con una Fiat Ritmo 75.

Il Salento Historic Regularity Rally gara di velocità a media che da quest’anno è entrata a far parte nel novero delle manifestazioni della kermesse salentina, ha visto il successo, tra i concorrenti della velocità a media 60, di Ermanno Keller e Nicola Manzini, su Audi Quattro e tra quelli della velocità a media 50, di Vittorio Catanzaro e Anna Maria Beneduce, su Mazda 323.

Soddisfazione per Automobile Club Lecce, organizzatore del “Rally del Salento”, che dopo aver fatto registrare il record di iscritti, ben 105 tra le tre gare in programma, ha fatto registrare anche il tutto esaurito in termini di pubblico, non solo lungo il tracciato di gara ma anche nella splendida cornice di Piazza Mazzini a Lecce dove una altrettanto splendida galleria di luminarie salentine ha preso il posto della pedana di Partenza e Arrivo della gara.

56° Rally del Salento, Classifica Finale Assoluta (top ten)

1. Pedersoli-Bonato (Citroen Ds3 Wrc) in 49’55”,5
2. Testa-Abatecola (Skoda Fabia Evo RS) a 1”,5
3. Rossetti-Gonella (Skoda Fabia R5 Evo) a 51”,9
4. Pinzano-Turati (Volkswagen Polo R5 GTI) a 1’,10”,5
5. Rizzello-Sorano (Skoda Fabia R5) a 1’10”,8
6. Miele-Paganoni (Skoda Fabia Evo RS) a 1’25”,3
7.Menegatti-Rutigliano (Skoda Fabia Evo RS) a 1’56”
8. Silva-Pina (Skoda Fabia Evo RS) a 2’05”,7
9. Nodari-Nodari (Skoda Fabia Evo RS5) a 3’24”,9
10. Di Gesù-Quarta (Skoda Fabia R5) a 4’05”,6

Trofeo Italiano Rally Asfalto – Classifica assoluta

1.Testa pt 52,5

2.Pinzano pt 45

3.Pedersoli pt 37,5

5.Miele pt 29,5.

Gianluca Eremita

Continua a Leggere

Appuntamenti

Rally del Salento, ci siamo

Identikit della gara che si preannuncia ricca di agonismo e contenuti la gara organizzata da Automobile Club Lecce e valida per il T.I.R. – Trofeo Italiano Rallymaggio.

Pubblicato

il

Tante novità ed un fitto programma di attività collaterali fanno del 56° Rally del Salento, manifestazione ricca di appeal.

La gara organizzata da Automobile Club Lecce, in programma venerdì 24 e sabato 25 maggio, è valida per il T.I.R.- Trofeo Italiano Rally AciSport a massimo Coefficiente (il punteggio ottenuto al termine della gara viene moltiplicato per il coefficiente), l’1,5, e per la C.R.Z.-Coppa Rally AciSport di Zona 8 con Coeff. 1,75 oltre che per i Trofei: “Suzuki Rally Cup”, “Michelin Trofeo Italia”, “Trofeo Pirelli – Accademia”, “R Italian Trophy” e “Clio Trophy Italia CRZ 2024”. Da notare che il “Salento” è l’unica gara del Sud Italia a calendario nel T.I.R. In generale sono solo quattro le gare del Centro-Sud Italia, Roma Capitale, Lazio, Salento e Targa Florio, a far parte di uno dei tre campionati maggiori.

IL PERCORSO DI GARA

Il percorso di gara del “Rally del Salento” targato 2024 abbraccia gran parte del territorio della provincia di Lecce anche se, come ormai accade da diverso tempo, la parte sportiva della gara si concentra tutta nel Capo di Leuca.

Partenza, dalla pedana di Piazza Mazzini a Lecce, venerdì 24 maggio alle ore 17:35. Più tardi, alle 19:53, i oncorrenti

in gara affronteranno la PS 1 Torre Paduli, di 11,30 Km seguita alle 21:45 dalla S.P.S.-Super Prova Spettacolo “Pista Salentina” di 2,64 Km.

Sei i crono previsti sabato, con due passaggi su ognuna delle tre P.S. in programma: “Torre Paduli”, di 11,30 Km,

alle 11:20 e 15:27, “Ciolo”, di 11,75 Km, alle 12:05 e 16:12, e “Specchia”, di 13,06 Km (la più lunga del rally), alle 12:49 e 16:56.

Parchi assistenza e Riordini saranno tutti alla Pista Salentina” di Torre San Giovanni che ospiterà anche tutti i servizi annessi: Direzione Gara, Segreteria, Ufficio Stampa, Cronome- traggio, Arrivo e premiazione in Piazza Mazzini a Lecce alle ore 20:00.

LE ALTRE GARE

Sullo stesso tracciato del Rally del Salento “moderno” si daranno battaglia, con circa due ore di anticipo, i concorrenti del “6° Rally Storico del Salento”, valido per il T.R.Z.-Trofeo Rally Autostoriche di Zona 4, e seguiti dai

partecipanti al “Salento Historic Regularity Rally”, disciplina basata sull’abilità nel mantenere lungo le Prove Speciali una velocità il più possibile costante.

Inoltre il Regularity offre la possibilità di gareggiare in maniera non estrema esaltando, in tutta sicurezza, le auto che hanno fatto la storia dello sport.

LE OPERAZIONI PRELIMINARI

Le operazioni preliminari inizieranno con lo svolgimento delle ricognizioni autorizzate del percorso in program-ma giovedì 23.

Tre i “passaggi”, su ogni P.S., nella fascia 10-18.

Un solo passaggio, invece, sulla S.P.S. 2 “Pista Salentina” consentito dalle 20:00 alle 21:30.

Lo Shakedown, il test con le auto in configurazione “gara”, si svolgerà dalle ore 10:00 alle ore 14:00 di venerdì 24 a Miggiano interessando il tratto finale, di 2,15 Km, della P.S. “Torre Paduli” ma con senso di marcia inverso.

Sempre nella mattinata di venerdì, alla Pista Salentina ci saranno le verifiche sportive e quelle tecniche.

PER SEGUIRE LA GARA “LIVE”

Particolare attenzione è stata dedicata, in questa edizione, al sito web ufficiale della manifestazione www.rallydelsalento.eu che ha subito un arricchimento nei contenuti pur mantenendo la sua abituale struttura. Concorrenti, addetti ai lavori e appassionati potranno trovare tutte le informazioni di cui necessitano, semplicemente navigando al suo interno.

Inoltre è stata inserita la sezione “Archivio” dove è possibile reperire un’immagine del sito delle edizioni precendenti.

Durante la gara, tempi e classifiche potranno essere consultati collegandosi al sito web della F.I.Cr. – Federazione Italiana Cronometristi (rally.ficr.it).

Per consultare l’Albo di Gara ufficiale basterà scaricare

l’applicazione Sportify ed inserire la password a seconda della gara che si vuole seguire.

La password RSalento24 è abbinata al 56° Rally del Salento, Salento24 allo storico e HRSalento24 al regularity.

Sempre in Piazza Mazzini a Lecce verrà allestito il Villaggio Rally, diventato negli anni un appuntamento irrinunciabile che ha ormai superato i confini della gara sportiva per diventare parte della cultura e delle tradizioni locali.

A ragione, rappresenta non solo un’occasione per valorizzare il territorio ma anche un volano di promozione turistica oltre ad essere un valido veicolo di promozione sociale.

Infine ricordiamo che il Gallo e le emittenti radiofoniche MondoRadio e Radio Aurora sono media parner del 56° Rally del Salento.

Gianluca Eremita

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus