Connect with us

News & Salento

L’impennata delle “sofferenze” bancarie

In provincia di Lecce il rapporto tra le sofferenze (659 milioni) e gli impieghi (8 miliardi 782 milioni) si attesta al 7,5 per cento. Gli affidati sono 11.831.

Pubblicato

il

L’impennata delle “sofferenze” bancarie in Puglia. A partire da settembre 2010, crescono senza sosta. Ammontano a 4 miliardi 870 milioni di euro. In rapporto agli impieghi rappresentano l’8,5 per cento.

A rilevarlo è il Centro Studi di Confartigianato Imprese Puglia che ha elaborato gli ultimi dati della Banca d’Italia.

Si tratta, in particolare, della somma di tutti i prestiti non restituiti dai clienti agli istituti di credito e la cui riscossione appare incerta. Rappresentano, di fatto, possibili perdite in bilancio per le banche.

L’incremento è dovuto, principalmente, all’aggravarsi della recessione che continua a “soffocare” i comparti produttivi e commerciali.

Non si registrano inversioni di rotta. Ha fatto eccezione solo il primo trimestre del 2012, quando le sofferenze sono diminuite del 3,4 per cento. Poi hanno ripreso a correre.

L’incremento maggiore si è registrato nel secondo trimestre 2011, quando sono “schizzate” del 15,2 per cento (da 3 miliardi 751 milioni a 4 miliardi 321).

Parallelamente, aumenta il numero degli affidati, cioè le persone segnalate alla Centrale dei rischi. Ce ne sono ben 65.306 solo in Puglia. “L’incremento delle sofferenze bancarie è la dimostrazione più evidente dello stato di crisi attraversato dalle aziende e dalle famiglie”, spiega il presidente di Confartigianato Imprese Puglia, Francesco Sgherza, “sempre più imprenditori, infatti, si trovano in affanno nel rimborsare le rate dei finanziamenti ottenuti dalle banche. Alle istituzioni chiediamo interventi concreti”.

Per il presidente provinciale di Confartigianato Imprese Lecce, Corrado Brigante, “la cronica mancanza di liquidità e la prolungata fase di crisi che stiamo tuttora vivendo sono tra le principali cause che hanno fatto esplodere l’insolvibilità, nonostante la sempre più rigorosa selettività della clientela alla quale le banche erogano il credito”.

In particolare in provincia di Lecce il rapporto tra le sofferenze (659 milioni) e gli impieghi (8 miliardi 782 milioni) si attesta al 7,5 per cento. Gli affidati sono 11.831.

Glossario

  • Impieghi: tutti i finanziamenti erogati dalle banche alla clientela. Sono compresi mutui, scoperti di conto corrente, prestiti contro cessione di stipendio, anticipi su carte di credito, sconti di annualità, prestiti personali, leasing, factoring, altri investimenti finanziari (per esempio commercial paper, rischio di portafoglio, prestiti su pegno, impieghi con fondi di terzi).
  • Sofferenze: tutti i crediti la cui riscossione non è certa, poiché i soggetti debitori si trovano in stato d’insolvenza (anche non accertato giudizialmente) o in situazioni sostanzialmente equiparabili.
  • Affidati: soggetti (persone fisiche o giuridiche) al cui nome siano pervenute una o più segnalazioni alla Centrale dei rischi a fronte della concessione di crediti per cassa o di firma.
  • Centrale dei rischi (CR): sistema informativo sull’indebitamento della clientela verso le banche e le società finanziarie (intermediari). Ha l’obiettivo di migliorare il processo di valutazione del merito di credito della clientela.

Caprarica di Lecce

Violenta grandinata, tanti i danni

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. Le foto

Pubblicato

il

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. L’unica variazione all’opera è quella toponomastica dopo Poggiardo e Ruffano di ieri, oggi il maltempo ha imperversato nella Grecia salentina ed in particolar modo a Galatina. La sorpresa, per questo periodo di quasi estate, è stata quella di vedere, dopo le prime gocce d’acqua, dei rovesci con grossi cubetti di grandine, e le strade che sembrano ricoperte di neve. In un battibaleno sono state colpite anche e distrutte verdure e vigneti. Di seguito alcune foto pubblicate dalla protezione civile.
Continua a Leggere

Approfondimenti

Fitto: la morte dell’on Gorgoni merita rispetto

Un atto vile e spregevole

Pubblicato

il

 “’Una società che non conserva il culto dei morti fra i suoi valori spirituali più preziosi, non merita di sopravvivere’, affido alle parole di Foscolo tutta l’amarezza che provo dopo aver appreso la notizia che un gruppo di cittadini di Cavallino ha festeggiato, addirittura con una torta, la morte dell’ex parlamentare e sindaco, Gaetano Gorgoni.

“Si può essere avversari politici e non condividere l’operato di un amministratore, ma la morte, anche del peggior nemico, merita rispetto. Sono vicino alla famiglia e a tutta la comunità di Cavallino per questo vile e spregevole gesto”.

Raffaele Fitto

Continua a Leggere

News & Salento

Covid, il bollettino di oggi in provincia

Oggi effettuati 2.642 test, 4 i nuovi casi, così suddivisi…

Pubblicato

il

Sono stati registrati oggi in Puglia 2.642 test, 4 i nuovi casi, sono così suddivisi:

2 nella Provincia di Bari;

0 nella Provincia di Bat;

0 nella Provincia di Brindisi;

0 nella Provincia di Foggia;

2 nella Provincia di Lecce;

0 nella Provincia di Taranto.

Ci sono stai 5 decessi: 4 in provincia di Bari, 1 in provincia di Foggia. I test effettuati  dall’inizio dell’epidemia sono 114.588. Sono, invece, 2.699 i pazienti guariti e 1.283 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei positivi da Covid in Puglia è di 4.482, così divisi: 1.474 nella Provincia di Bari; 380 nella Provincia di Bat; 651 nella Provincia di Brindisi; 1.153 nella Provincia di Foggia; 515 nella Provincia di Lecce; 281 nella Provincia di Taranto; 28 attribuiti a residenti fuori regione.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus