Connect with us

News & Salento

PD di Tricase: “Roba da “oggi le comiche” o “indietro tutta”?”

I consiglieri comunali di minoranza accusano L’Amministrazione comunale di centrodestra di continuare a giocare sulla pelle della città: “E’ probabile che si stia preparando, infatti, un altro dei suoi dietro-front a cui Musarò ci ha abituato: la riproposizione della vecchia Giunta che era stata azzerata il 26 settembre scorso”.

Pubblicato

il

I consiglieri comunali di minoranza, Carmine Zocco, Antonio Coppola, Rocco Indino, Alfredo De Giuseppe e Gianluigi Forte, in un comunicato congiunto accusano: “L’Amministrazione comunale di centrodestra continua ancora a giocare sulla pelle della città. Con un altro colpo di scena il sindaco Musarò ha revocato gli assessori che aveva nominato il 1° ottobre. La seconda Giunta viene fatta decadere prima ancora di averla fatta conoscere alla città e presentata in Consiglio Comunale. Nell’ultima seduta del 14 ottobre, infatti, il Sindaco non aveva comunicato i componenti della Giunta, contravvenendo a un suo preciso dovere istituzionale. Quello che allora era un sospetto, si è rivelato ora una certezza. I nuovi “assessori fantasma”erano provvisori e sarebbero stati sacrificati con disinvoltura pur di arrivare a un accordo dopo le lotte intestine senza esclusione di colpi avvenute nella maggioranza. E’ probabile che si stia preparando, infatti, un altro dei suoi dietro-front a cui Musarò ci ha abituato: la riproposizione della vecchia Giunta che era stata azzerata il 26 settembre scorso. Nel comunicato ufficiale il Sindaco afferma di aver preso la decisione “a seguito del confronto democratico tra le forze politiche (della maggioranza, ovviamente!) presenti in C.C. e dopo una verifica dell’azione fin qui svolta e di quella da svolgere nell’interesse della collettività”. Ci chiediamo a quale interesse collettivo si riferiscano. Forse l’hanno confuso con il proprio interesse a mantenere postazioni di potere a qualunque costo, anche al prezzo di esporre la nostra comunità al ridicolo. In realtà, in tutte le loro discussioni il grande assente è stato proprio il bene della città, che anzi è stata trascurata e vilipesa in un momento particolarmente acuto di crisi economica e sociale. Questi mesi di contraddizioni tragicomiche trascorsi tra  barricate interne alla maggioranza,  ondeggiamenti e pentimenti  non lasciano nessun vincitore. Non i consiglieri del PDL che avevano paralizzato l’Amministrazione dopo le elezioni provinciali:  ufficialmente per chiedere un cambio di rotta nell’azione di governo, in realtà volevano solo sostituire alcuni assessori responsabili dell’insuccesso del loro candidato alla Provincia. Ancor meno il Sindaco che, dopo aver esposto un bilancio fallimentare dei suoi primi 14 mesi di amministrazione, aveva dichiarato necessario il cambio degli assessori  “non in grado di svolgere il loro compito”. Il suo intendimento non è riuscito. Oltre che dai suoi consiglieri, è stato fermato dal dicktat di Fitto e dei dirigenti del PDL preoccupati per il consenso nelle imminenti elezioni regionali. La risoluzione della crisi è, quindi, solo momentanea: i contendenti non hanno mai discusso delle prospettive da dare alla città ma si sono rassegnati alla paralisi reciproca. Si sono adattati ad essere separati in casa. Dovremo fare molta attenzione perché non facciano ulteriori danni. Cercheremo di coinvolgere la popolazione affinché questa tragica esperienza amministrativa cessi al più presto non per questioni politiche ma come esigenza collettiva e condivisa di una città che vuole risorgere”.

Attualità

Premio Asimov, i Licei ed i ragazzi vincitori

Pubblicato

il

È firmata da Tizazu Paladino, studente dell’IISS “Virgilio Redi” di Lecce-Squinzano, una delle migliori recensioni a livello nazionale dell’edizione di quest’anno del Premio “Asimov” per la divulgazione scientifica. Nato dalla collaborazione tra l’INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e numerosi Atenei e realtà scientifiche e culturali, il Premio propone la recensione di testi di divulgazione scientifica, appunto, agli studenti delle scuole superiori, che presentano testi valutati e premiati da un’apposita commissione scientifica. Sono stati 12mila gli studenti che hanno partecipato quest’anno, di cui oltre 700 da quindici scuole superiori per la sezione “Puglia sud” (Lecce, Brindisi e Taranto). La finale per il territorio salentino è stata organizzata dal Dipartimento di Matematica e Fisica “Ennio De Giorgi” dell’Università del Salento e alla Sezione INFN di Lecce, col coordinamento di Andrea Ventura, docente di Fisica sperimentale a UniSalento, e di Laura Viola, responsabile della Biblioteca del Dipartimento.

Nato in Etiopia nel 2005 e giunto in Italia nel 2009, Tizazu Paladino ha dimostrato fin dalla scuola primaria una particolare propensione per la ricerca e la logica e uno spiccato intuito matematico: naturale, quindi, proseguire gli studi nell’indirizzo di Scienze applicate del Liceo Scientifico “Virgilio-Redi”, dove attualmente coltiva la sua passione per il mondo digitale.

Premiato a livello regionale per la sua recensione del libro “Bestiario matematico” di Paolo Alessandrini (Hoepli Microscopi), Tizazu Paladino si è distinto a livello nazionale totalizzando il massimo punteggio in ciascuna delle tre valutazioni anonime a cui la recensione è stata sottoposta.

Gli altri libri finalisti di questa edizione sono stati “Il frigorifero di Einstein” di Paul Sen (Bollati Boringhieri), “Breve storia delle pseudoscienze” di Marco Ciardi (Hoepli) e, premiati ex-aequo come vincitori, “La sfrontata bellezza del Cosmo” di Licia Troisi (Rizzoli) e “La malattia da 10 centesimi” di Agnese Collino (Codice Edizioni).

I mille giurati, tra docenti, ricercatori ed esperti di giornalismo e comunicazione, hanno inoltre premiato le recensioni di Maria Rosaria Stefanizzi del Liceo scientifico e linguistico “Vanini” di Casarano; Martina Chiriatti, Giulia Leonardo e Alessandro Prete dell’IISS “Medi” di Galatone; Gemma Cito, Mihret Coccioli e Francesca Cristiana Piccinno del Liceo scientifico e linguistico “Vallone” di Galatina; Alessia Corvaglia e Marco Cosentino dell’IISS “Quinto Ennio” di Gallipoli; Jacopo Martellotto del Liceo scientifico “De Giorgi” di Lecce; Martina D’Ospina dell’IISS “Fermi” di Lecce; Alessandro Fazzi, Tizazu Paladino e Maddalena Sava dell’IISS “Virgilio Redi” di Lecce; Serena Fonzino, Alessandra Giannese e Sara Giulianodell’IISS “Ferraris” di Taranto.

Hanno ricevuto una menzione per essere risultati autori della migliore recensione all’interno del proprio istituto scolastico: Vittoria Resta del Liceo scientifico “Ribezzo” di Francavilla Fontana; Giorgio Martonucci del Liceo scientifico “Banzi-Bazoli” di Lecce; Greta Anna Allegrini, Claudia Ferrante, Laura Gigante e Lorenzo Salvatore Stefanizzi del Liceo classico e musicale “Palmieri” di Lecce, Sofia Candido e Mariangela Pinna del Liceo scientifico “da Vinci” di Maglie, Sarah Pellegrino dell’IISS “Trinchese” di Martano, Kyara Desantis dell’IISS “Del Prete – Falcone” di Sava e Andrea Bertoletti del Liceo scientifico “Battaglini” di Taranto.

Continua a Leggere

Lecce

Ugento Li Foggi, bloccate quelle ingiunzioni di pagamento

Due consiglieri Regionali chiedono a Pentassuglia di fermare i pagamenti, terreni incolti o con avanzata Xylella

Pubblicato

il

Giungono in questi giorni a tutti i proprietari di terreni che ricadono nel Consorzio di Bonifica Ugento Li Foggi le ingiunzioni di pagamento degli anni 2017 e 2018, ed il Consigliere Antonio Gabellone ed il Capogruppo di FdI Ignazio Zullo scrivono all’Assessore regionale all’Agricoltura Donato Pentassuglia perchè si ponga rimedio.

Abbiamo sentito il dovere – sostiene Gabellone – e l’esigenza di rappresentare quelle che sono le sacrosante ragioni degli agricoltori salentini, di fronte a tributi assurdi per benefici per lo più inesistenti. Oltre al danno, provocato peraltro dall’inerzia dei governi regionali succedutisi dal 2013 in poi nel combattere e prevenire il diffondersi del batterio Xylella, ora addirittura la beffa per i nostri agricoltori già in estrema difficoltà.”
Gabellone e Zullo stigmatizzano poi la ingiusta imposizione del tributo consortile.
Le tasse  – sottoscrivono i Consiglieri Regionali – sono sempre mal sopportate perché incidono sul bilancio familiare, a volte anche in modo troppo pesante, ma diventano odiose se a fronte di una richiesta di pagamento non vi è nessun tipo di servizio offerto e soprattutto incidono sulla completa mancanza di produzione. In questo caso siamo in presenza di aziende agricole che hanno le loro campagne in uno stato di abbandono o perché gli olivi infetti sono stati eradicati o perché, lì dove sono stati lasciati, siamo in presenza di ‘scheletri’”.
Per questo hanno “chiesto all’Assessore all’ Agricoltura di prevedere una deroga per i pagamenti dei tributi in tutta la zona classificata infetta.”
Continua a Leggere

News & Salento

La mafia teme la scuola più della giustizia

Al Bachelet di Copertino si parla del rapporto scuola-legalità. Tra i presenti, il Prefetto di Lecce Maria Rosa Trio. L’evento rientra nella programmazione del Festival Virtù e Conoscenza. Per l’occasione sarà allestita e aperta al pubblico la mostra “I nostri cento passi”, un percorso di 100 manifesti realizzati dalla rete scolastica “Il Veliero Parlante” per far gemmare nelle menti dei nostri ragazzi il bisogno di onestà, di collaborazione e di rispetto

Pubblicato

il

Si terrà sabato 30 aprile, ingresso ore 10, presso l’Auditorium dell’Istituto Bachelet di Copertino, il convegno su “La mafia teme la scuola più della giustizia – Non li avete uccisi: le loro idee camminano sulle nostre gambe”, che potrà essere seguito anche in contemporanea sul canale YouTube  e sulla pagina Facebook dell’Alto Riconoscimento “Virtù e Conoscenza”.

Dopo il benvenuto di Giuseppe Manco (Dirigente dell’I.I.S.S. “Vittorio Bachelet” di Copertino) seguiranno i saluti di Maria Rosa Trio (Prefetto di Lecce), Anna Peluso (Assessore alla Pubblica Istruzione e vice sindaco di Porto Cesareo) e Cosimo Damiano Arnesano (Presidente MediterraneaMente APS – Ideatore ed organizzatore del Festival “Virtù e Conoscenza”). Modererà Annatonia Margiotta, funzionario della Regione Puglia per la Sicurezza del Cittadino, Politiche per le Migrazioni e Antimafia Sociale.

Interverranno: Elsa Valeria Mignone (Procuratore aggiunto della Repubblica) che si soffermerà sul tema “La mafia non si sconfigge con la sola repressione”; Fabiana Pacella (giornalista AGI – Agenzia Giornalistica Italiana e de “La Gazzetta del Mezzogiorno”), che relazionerà su “Giornalismo e criminalità organizzata. I bavagli alla stampa; Ornella Castellano (Dirigente dell’Istituto Comprensivo “G. Falcone” di Copertino e Responsabile della Rete Scolastica “Il Veliero Parlante”) che relazionerà su “I percorsi didattici per la cittadinanza sulla memoria operante. Sulle spalle dei Giganti”.

Sono molto attese le testimonianze di Matilde Montinaro (Sorella di Antonio Montinaro, caposcorta del giudice Giovanni Falcone, morto nella strage di Capaci) e di Michele Farina (Presidente Associazione A.Ge.B.E.O. – Villaggio dell’accoglienza costruito su terreno confiscato alla malavita organizzata)

Concluderà Loredana Capone, Presidente del Consiglio Regionale della Puglia.

Per l’occasione sarà allestita e aperta al pubblico la mostra I nostri cento passi”, un percorso di 100 manifesti realizzati dalla rete scolastica “Il Veliero Parlante” per far gemmare nelle menti dei nostri ragazzi il bisogno di onestà, di collaborazione e di rispetto.

«Quest’incontro», riferisce Cosimo Arnesano, «rientra nella programmazione di Educazione Civica e dei PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) che l’istituto Bachelet svolge in qualità di partner della VI edizione del Festival “Virtù e Conoscenza”. Con esso, a trent’anni dalla strage di Capaci, si vuole offrire un contributo sul ruolo della Giustizia, della Stampa, e soprattutto della Scuola, in tema di contrasto alla prepotenza, alla criminalità e alla violenza, uno spunto di riflessione per l’affermazione della solidarietà, della legalità e delle libertà».

Una rappresentanza di studenti gestirà il servizio di accoglienza. Il progetto grafico dell’evento è curato dagli alunni del Corso di Promozione Pubblicitaria dell’Istituto Bachelet di Copertino. Regia Online di Davide Tommasi.

Si potrà accedere nel rispetto della normativa anti Covid-19 e nei limiti dei posti disponibili.

Si consiglia di prenotare con messaggio WhatsApp al seguente numero: 349.1045425.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus