Connect with us

News & Salento

Procura indaga su suicidio a Tricase

Nessuna accusa ipotizzata: si cercano i motivi che hanno spinto a tale gesto

Pubblicato

il

La Procura della Repubblica vuole far luce sul suicidio del 24enne di Tricase che, mercoledì sera, si è tolto la vita sui binari delle Ferrovie Sud-Est.


E’ stata pertanto aperta una indagine conoscitiva, senza formulare alcun tipo di accusa, al fine di conoscere le motivazioni che hanno spinto il ragazzo a tale gesto. Ne dà notizia CorriereSalentino.it.


Le indagini sul territorio saranno curate dai carabinieri di Tricase. Il sostituto procuratore Maria Vallefuoco ha poi disposto l’esame autoptico sul corpo del ragazzo, già trasferito a Lecce presso l’ospedale “Vito Fazzi”.

Il giovane, nella serata di mercoledì, aveva raggiunto a piedi la curva dei binari a ridosso di Monte Orco, non lontano dal passaggio a livello del santuario della Madonna di Fatima. Qui, aveva atteso l’arrivo del treno che non ha potuto frenare in tempo ed evitare la tragedia.


Appuntamenti

A Ruffano la salute vien…camminando

Sport e prevenzione: incontro pubblico in aula consiliare

Pubblicato

il

Venerdì 28 giugno alle 20:30 l’aula consiliare del Comune di Ruffano ospiterà l’appuntamento La salute vien…camminando.

Un momento per parlare dell’importanza dell’attività sportiva, anche leggera, quale strumento di prevenzione sanitaria.

Il tema sarà affrontato partendo dalla nascita e dall’esperienza dei gruppi di cammino, che oggi coinvolgono tantissimi nostri concittadini in attività che coprono l’intero arco dell’anno solare.

L’evento è organizzato, con il patrocinio del Comune di Ruffano e dell’Asl di Lecce, dal gruppo Camminando insieme, di Ruffano.

Interverranno:

𝐀𝐧𝐭𝐨𝐧𝐢𝐨 𝐂𝐚𝐯𝐚𝐥𝐥𝐨, sindaco di Ruffano,
𝐌𝐚𝐮𝐫𝐨 𝐅𝐚𝐥𝐜𝐨, referente del gruppo “Camminando insieme”,
𝐒𝐨𝐧𝐢𝐚 𝐆𝐢𝐚𝐮𝐬𝐚, dottoressa dell’Asl di Lecce.

🗣️Relazioneranno:

𝐌𝐚𝐫𝐜𝐨 𝐁𝐫𝐮𝐧𝐨, chinesiologo sportivo,
𝐌𝐚𝐮𝐫𝐨 𝐑𝐮𝐬𝐬𝐨, delegato regionale Fidal Campania per il Fitwalking,
𝐀𝐥𝐛𝐞𝐫𝐭𝐨 𝐅𝐞𝐝𝐞𝐥𝐞, direttore Dipartimento di Prevezione Asl Lecce

Modera 𝐌𝐨𝐧𝐢𝐚 𝐒𝐚𝐩𝐨𝐧𝐚𝐫𝐨.

Continua a Leggere

Attualità

Terme di Santa Cesarea: «Confronto indifferibile»

L’affondo dei sindacati: «Mancano investimenti e programmazione». Filcams, Fisascat e Uiltucs preoccupati per le prospettive della società

Pubblicato

il

 Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Le organizzazioni sindacali confederali di categoria Filcams-Cgil, Uiltucs-Uil e Fisascat-Cisl hanno inoltrato una nuova richiesta di incontro urgente a Regione Puglia e Comune di Santa Cesarea, «giacché», si legge in una nota congiunta dei segretari provinciali Daniela Campobasso, Marcello Frassanito e Giacomo Bevilacqua, «da ben un anno, si attende un tavolo di confronto con la proprietà, al fine di affrontare ogni problematica relativa alla vita della società. Una parte importante è quella, per noi più urgente, relativa a garantire con regolarità le retribuzioni dei lavoratori che con solerzia ma anche con grande sofferenza, danno continuità al servizio».

La situazione di incertezza che si trascina da troppo tempo secondo i sindacalisti «sta drenando le ormai esigue risorse psicofisiche dei lavoratori. È inconcepibile che il corrispettivo dell’impegno e della dedizione debba restare appeso alle anticipazioni da parte dell’ASL delle somme dovute per le cure erogate in convenzione con il Sistema Sanitario senza che abbia mai trovato la giusta strutturazione».

Le organizzazioni sindacali pur riconoscendo agli attuali amministratori tutti gli sforzi sostenuti per mantenere in piedi la società, ritengono «non più rinviabile un confronto a tutto tondo sulle prospettive delle Terme di Santa Cesarea soprattutto se Regione e territorio leccese voglio sviluppare in Puglia un turismo di qualità che valorizzi il patrimonio locale, che allarghi la stagionalità e che renda dignitoso il lavoro».

In tal senso si chiede: «Che fine ha fatto il bando di gara per la gestione delle Terme a privati deciso dai soci, il quale avrebbe dovuto attirare investimenti utili a garantire la prosecuzione del servizio pubblico?»

Attualmente i sindacati denunciano la mancanza di investimenti sul patrimonio immobiliare e nessuna programmazione a medio – lungo termine sullo sviluppo imprenditoriale.

Pertanto, «in difesa dei lavoratori ma anche di un patrimonio pubblico abbandonato all’incuria», annunciano che attiveranno «ogni iniziativa utile a riportare alla giusta attenzione il problema inerente la difesa e lo sviluppo delle Terme di Santa Cesarea».

Continua a Leggere

Attualità

Tiggiano, stravince Giacomo Cazzato

Fra i più votati si contano per la lista del Sindaco, il consigliere provinciale del PD Ippazio Antonio Morciano, con 335 voti e Marco Rizzo con 307 preferenze.

Pubblicato

il

La lista Tiggiano al Centro, con 1380 voti, con l’uscente Giacomo Cazzato, che si riconferma sindaco, doppia quella avversaria Liberamente Tiggiano, avente come candidata sindaco Silvia Martella, che raccoglie solo 608 voti.

Fra i più votati si contano, per la lista del sindaco, il consigliere provinciale del PD Ippazio Antonio Morciano, con 335 voti e Marco Rizzo con 307 preferenze.

Per la lista Liberamente Tiggiano la più suffragata risulta essere Tina De Francesco, già candidata alle ultime elezioni regionali e presente nel Consiglio di amministrazione dell’AQP, con 181 preferenze.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus