Connect with us

Cronaca

Tentata rapina a Giuggianello, arrestati in tre

I Carabinieri di Muro Leccese, Minervino di Lecce e Scorrano hanno arrestato per tentata rapina aggravata e per spaccio di sostanze stupefacenti tre giovani

Pubblicato

il

Ieri, 18 ottobre 2011, alle ore 14.30, i Carabinieri di Muro Leccese, Minervino di Lecce e Scorrano hanno arrestato per tentata rapina aggravata e per spaccio di sostanze stupefacenti (tranne Stefano): Paiano Fabrizio, nato Tricase nel 1989, celibe, nullafacente, tossicodipendente, censurato (per lui anche lesioni personali dolose aggravate, porto illegittimo di armi); Cavadini Maria Serena, nata a Ginevra nel 1990, nubile, disoccupata, incensurata, convivente del Paiano; De Giuseppe Dario, nato a Minervino di Lecce nel 1975, celibe, nullafacente, censurato, tossicodipendente; Stefano Giovanni Mirko, nato a Poggiardo nel 1980, celibe, nullafacente, censurato. Il 17 Ottobre 2011 alle ore 19 i Carabinieri di Scorrano e Muro Leccese, in seguito ad un richiesta di intervento, si sono recati presso il pronto soccorso dell’ospedale di Scorrano perché una ragazza, C.V., del 1989 di Giuggianello si era presentata presso quel pronto soccorso con molteplici ferite da taglio ed aveva dichiarato di essere stata aggredita con un coltello e dopo essere stata sottoposta a cure mediche veniva riscontrata affetta da “ferita da taglio dell’avambraccio dx, multiple ferite da taglio superficiali dell’emitorace supero-anteriore sinistro, dorso mano sinistra, 3° e dito mano sinistra” guaribile in 10 giorni. La ragazza ha quindi denunciato ai militari che verso le 17, una coppia che lei conosceva, si era presentata presso la sua abitazione e dopo aver suonato al campanello di casa, ha cercato di entrare con forza, prima spintonandola e poi minacciandola, intimandole di dar loro i soldi. La vittima è stata però aiutata dal fratello che è intervenuto e ne è conseguita una colluttazione tra la coppia di rapinatori ed i due congiunti, nel corso della quale il Paiano con un coltello a serramanico ha colpito la ragazza prima all’avambraccio destro e poi più volte di striscio al torace, dandosi poi a precipitosa fuga insieme alla propria compagna e ad altri due soggetti che li attendevano in strada a bordo di una fiat punto di colore nero. Sulla base delle indicazioni fornite dalle vittime i due giovani venivano identificati in Paiano Fabrizio e Cavadini Maria Serena, sua fidanzata. Le ricerche immediate dei due soggetti, effettuate in collaborazione anche con la Stazione di Minervino di Lecce si sono protratte per tutta la notte e per tutta la mattina in tutto il territorio compreso tra Minervino e fino ad Andrano e alle ore 12.00 i primi 3 soggetti venivano rintracciati a casa del De Giuseppe mentre Stefano è stato trovato alle ore 14 successive a casa sua a Cerfignano di Santa Cesarea. I quattro, su disposizione del P.M. di Turno della Procura Tribunale di Lecce, sono stati quindi tratti in arresto e accompagnati presso la casa circondariale di Lecce. Nel corso delle perquisizioni domiciliari sono stati anche rinvenuti e sottoposti a sequestro grammi 3,5 eroina, grammi 2,5 hashish, grammi 3 di marjuana somma contante di € 121,40, provento di illecita attività di spaccio, un bilancino e materiale per confezionamento dosi.

Cronaca

Surano: colpo al Gulliver

I ladri sono penetrati da un buco praticato sul muro interno dopo aver forzato un porta di ingresso. Presi di mira Bricos e Oviesse

Pubblicato

il

Colpo gobbo al centro commerciale Gulliver di Surano.


Nella notte scorsa i malviventi hanno forzato una porta di ingresso si sono intrufolati nel centro commerciale e sono fuggiti con l’incasso del negozio di bricolage e una cassaforte della Oviesse, smontata con la flessibile.


I ladri hanno praticato un foro sul muro interno penetrando nei locali di vendita della Brigros, impossessandosi di vario materiale riposto sugli scaffali in esposizione e del contenuto delle casseforti, sottratte mediante taglio della blindatura.


Non contenti dopo aver praticato ulteriore foro sul muro di confine con l’Oviesse impossessandosi  di 13.500 euro custoditi interno di una cassaforte forzata mediante taglio della blindatura.

Indagano i carabinieri.



Continua a Leggere

Attualità

Sono 1.154 i nuovi positivi in tutta la regione, 99 in provincia

Il tasso di positività è dell’11,25%. 27 decessi in tutta la Puglia, 6 solo in provincia di Lecce

Pubblicato

il

Risale oltre il muro dei mille il numero dei contagiati in Puglia riportati dal quotidiano bollettino regionale.


Oggi infatti vengono denunciati 1.154 casi positivi, di cui 99 (stesso numero di ieri) in provincia di Lecce.


Il totale dei test registrati è di 10.256 test questo vuol dire che il tasso di positività si attesta sull’11,25%.


Ancora tristemente corposo il numero dei decessi: sono 27 in tutta la Puglia, 6 solo in provincia di Lecce.


IL RIEPILOGO


Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.532.395 test.


107.933 sono i pazienti guariti.


31.972  sono i casi attualmente positivi.


Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 143.770, di cui 12.222 nella provincia di Lecce.

I VACCINI


Fermo restando l’indice di contagio ad 1,2 in attesa del nuovo riscontro si sabato prossimo, alla Puglia sono stati  consegnati 301.515 vaccini e ne sono state somministrati 214.635 pari al 71,2% del totale di dosi vaccinali ricevute.


IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 25 FEBBRAIO 2021






Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Assembramento: bar chiuso per cinque giorni a Leuca

In tanti sostavano nei pressi dell’esercizio commerciale senza dispositivo di protezione. Intervenuti i carabinieri di Castrignano del Capo

Pubblicato

il

Erano in tanti nei pressi di un bar a Santa Maria di Leuca e la maggior parte di loro non indossava la mascherina.


Per questo sono intervenuti i carabinieri di Castrignano del Capo ed hanno notificato al legale rappresentante dell’esercizio pubblico il provvedimento di chiusura per cinque giorni come previsto dalla normativa anticovid-19

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus