Connect with us

Lecce

Calcio, Lecce: “Evasione Iva? C’erano i Tesoro”

La società giallorossa: «Operazioni realizzate anteriormente alla cessione delle quote di partecipazione sociale da parte dei precedenti proprietari e integralmente a loro riferibili». E poi: «Nella programmazione della prossima stagione non cambia nulla»

Pubblicato

il

«Con riferimento alle notizie di stampa pubblicate»,  l’ U.S. Lecce evidenzia che, «tanto le attività di controllo della posizione fiscale poste in essere, quanto il successivo avviso di accertamento notificato, afferiscono esclusivamente ad operazioni effettuate nell’anno solare 2014».

La società facente capo al presidente Saverio Sticchi Damiani con un comunicato ufficiale sul proprio profilo Instagram ufficiale rimarca, pertanto, che «tali operazioni sono state realizzate anteriormente alla cessione delle quote di partecipazione sociale da parte dei precedenti proprietari e sono integralmente loro riferibili». In pratica quando la società era in mano ai Tesoro.

L’U.S. Lecce ha conferito mandato ai propri legali «al fine di valutare attentamente i contenuti dell’avviso di accertamento notificato, le consequenziali iniziative da assumere a tutela della Società, nonché eventuali profili di responsabilità».

La dirigenza auspica che sia fatta «piena luce sulla vicenda nelle deputate sedi» e, pur evidenziando la gravosità e la non prevedibilità della sopravvenienza, sottolinea che essa «non comporterà alcuna modifica dei progetti già delineati dalla Società riguardanti, in particolare, i profili tecnico sportivi della prima squadra e del settore giovanile e la riqualificazione delle strutture immobiliari».

La società giallorossa ha anche comunicato che «i soci dell’U.S. Lecce, con risorse proprie, hanno provveduto a ripianare interamente la perdita relativa al bilancio dell’esercizio finanziario 2018/2019».

Infine, informa, di avere «effettuato in anticipo rispetto alle scadenze federali, il pagamento di tutti gli emolumenti dovuti ai tesserati ed ai collaboratori della gestione amministrativa maturati al 31 maggio 2019».

Lecce

La ministro Bellanova oggi in Salento

Sarà a Morciano per incontrare i vertici di Turismo Verde Cia

Pubblicato

il

Il ministro alle Politiche agricole, Teresa Bellanova sarà oggi, alle ore 11.15, all’agriturismo “Sante Le Muse” (a Morciano di Leuca).
Incontrerà il presidente nazionale di  “Turismo Verde Cia”, Giulio Sparascio; il presidente regionale di “Turismo Verde Cia”, Pietro De Padova e il presidente provinciale di Cia Salento, Benedetto Accogli.
Si parlerà di rilancio degli agriturismi e saranno illustrate le richieste da parte del mondo agricolo.
Continua a Leggere

Approfondimenti

Fitto: la morte dell’on Gorgoni merita rispetto

Un atto vile e spregevole

Pubblicato

il

 “’Una società che non conserva il culto dei morti fra i suoi valori spirituali più preziosi, non merita di sopravvivere’, affido alle parole di Foscolo tutta l’amarezza che provo dopo aver appreso la notizia che un gruppo di cittadini di Cavallino ha festeggiato, addirittura con una torta, la morte dell’ex parlamentare e sindaco, Gaetano Gorgoni.

“Si può essere avversari politici e non condividere l’operato di un amministratore, ma la morte, anche del peggior nemico, merita rispetto. Sono vicino alla famiglia e a tutta la comunità di Cavallino per questo vile e spregevole gesto”.

Raffaele Fitto

Continua a Leggere

Cronaca

Aggressione a colpi di martello

È avvenuto in via Duca degli Abruzzi a Lecce. Arrestato un gambiano 24enne che ha picchiato violentemente un connazionale

Pubblicato

il

Nel pomeriggio di oggi, gli Agenti in servizio presso la Sezione Volanti della Questura di Lecce hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, K. M., 24enne gambiano, per lesioni aggravate.

Cittadini di passaggio, hanno segnalato alla sala operativa della Questura, un aggressione in corso in via Duca degli Abruzzi.

Sul posto gli agenti intervenuti hanno trovato uno straniero steso per terra e addosso a lui un altro ragazzo di colore che lo picchiava violentemente con pugni in varie parti del corpo, mentre la vittima cercava con entrambe le mani ti tenergli bloccato il braccio sinistro nel quale brandiva un martello.

Immediatamente i poliziotti hanno fermato l’aggressore e chiesto l’intervento del 118.

I sanitari hanno diagnosticato alla vittima traumi e ferite sugli arti e alla fronte giudicate guaribili in 10 gg.

I motivi dell’aggressione potrebbero essere riconducibili a questioni inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’aggressore è stato inoltre sottoposto a perquisizione e nello zaino in suo possesso è stato anche trovato un cacciavite.

Alla luce di quanto accaduto, K.M. è stato tratto in arresto per lesioni aggravate dall’uso di un’arma impropria e possesso di oggetto atto ad offendere e condotto, come disposto dal P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, dott. Alberto Santacatterina,  agli arresti domiciliari.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus