Connect with us

Sport

Calcio, serie B: tocca a Lecce e Gallipoli

Sabato 3 ottobre, alle ore 15,30, si disputa l’ottava giornata: Marilungo e compagni, ancora decisi a riassestare la classifica, saranno ospitati dal Cittadella di Foscarini, mentre gli ionici di Giannini, contro l’Empoli, proveranno a bissare il successo davanti ai propri tifosi.

Pubblicato

il

Qui Lecce.  I giallorossi provano a decollare. Dopo le ultime due vittorie consecutive, Rosati e compagni faranno visita al Cittadella, calcando per la prima volta in assoluto il prato verde del “Tombolato”. Dal team di De Canio ci si attendono ulteriori conferme in chiave continuità, che vorrebbero significare un vantaggio non trascurabile in un torneo mai scontato e sempre ricco d’insidie come quello cadetto. Viste le ultime uscite in trasferta, si può ben sperare, continuare a mostrare ulteriori progressi d’un gruppo destinato a cercare il suo obiettivo stagionale esclusivamente strada facendo, senza puntare ad un traguardo ben definito. Annata di transizione o play off, chissà. E allora ci si può aggrappare ai miglioramenti mostrati ultimamente e far riferimento ai numeri rapportati con gli anni passati: come la formazione attuale, fece undici punti nelle prime sette giornate (con un cammino identico) anche il Lecce di Sonetti, che poi fu promosso in serie A. Non una prova, ma almeno un confortante indizio…


Per quel che riguarda la formazione anti-Cittadella, non convocati gli infortunati Giuliatto e Munari, così come lo squalificato Vives. I dubbi sono tutti dalla cintola in su, dove le alternative e i ballottaggi non mancano, visto il potenziale a disposizione: a partire dall’unica punta, con Baclet (a secco da tre turni) leggermente favorito su Corvia, che invece è andato sempre a segno nelle ultime due apparizioni. Alle spalle dell’attaccante, sicure le presenze di Marilungo e Defendi, mentre Lepore potrebbe esser preferito ad Angelo (che in settimana ha anche lamentato qualche acciacco fisico). Tutto, o quasi, ruoterà sul reparto offensivo, dove De Canio ha lavorato sodo in settimana per oliare e perfezionare l’intesa, provando il classico 4-2-3-1, ma anche un 4-4-1-1 da utilizzare nei ripiegamenti difensivi. Per il resto, Giacomazzi e Edinho si piazzeranno davanti alla difesa, nella quale il rientrante Terranova potrebbe soffiare il posto a Schiavi. Riepilogando, ecco il probabile undici iniziale: Rosati, Belleri, Fabiano, Terranova (Schiavi), Mesbah, Giacomazzi, Edinho, Lepore (Angelo), Defendi, Marilungo, Baclet (Corvia). Arbitra Ciampi di Roma.


Qui Gallipoli. Archiviato il tour de force con tre partite in una settimana (con Vicenza, Ancona e Padova, nelle quali sono stati conquistati 5 punti), la formazione ionica apre il mese d’ottobre rifacendo capolino al “Via del Mare”: per l’ottavo turno cadetto, arriverà l’attrezzato Empoli di Campilongo. Come nelle precedenti uscite, sulla carta ostiche contro avversari probanti, servirà il solito “spirito Gallipoli”, gli schemi offensivi piacevoli e le molte va­rianti nelle conclusioni messe in mostra dai giallorossi, capaci di giocarsela contro qualsiasi avversario. In barba alla travagliata estate che ha portato alla separazione dal presidente Barba e il notevole ritardo sulla tabella di prepa­razione, iniziata solo a metà agosto, meno di dieci giorni prima dell’avvio del torneo. Giannini ha promosso tutti, precluso niente a nessuno, facendo finalmente respirare alla piazza quell’entusiasmo perso per strada fra le molteplici vicissitudini estive. Ora c’è la sfida contro l’Empoli, compagine che aspira almeno ai play off ma dall’andamento fin troppo altalenante, come dimostrano le quattro vittorie e le tre sconfitte racimolate sin qui.


In chiave formazione, il tecnico gallipolino non rinuncerà alla spina dorsale dell’undici di partenza, cioè ai quattro uomini sempre schierati dall’inizio fin qui: il difensore Abbate, il play di centrocampo Pederzoli, il trequartista Mou­nard e l’attaccante Di Gennaro. Quest’ultimi saranno in campo anche contro i toscani, dove Giannini potrebbe osare uno sfrontato 3-4-3, affidando a D’Aversa le chiavi del centrocampo e avanzando sulla linea degli attaccanti Mounard, il quale affiancherà Di Gennaro e Ginestra. E’ arrivato in extremis il transfer di Pallante; convocato in Under 20 Maritato. La probabile formazione: Garavano, Abbate, Grandoni, Franchini, Sosa, D’Aversa, Pederzoli, Scaglia, Mounard, Ginestra, Di Gennaro. Arbitra Gava di Conegliano Veneto.


Giorgio Coluccia


Il programma dell’8^ giornata, sabato 3 ottobre, ore 15,30:


Ascoli-Sassuolo (venerdì 2, ore 20,45)

Brescia-Vicenza

Cesena-Salernitana

Cittadella-Lecce
Crotone-Padova

Gallipoli-Empoli

Mantova-Grosseto

Modena-Reggina

Piacenza-Frosinone

Torino-Ancona (lunedì 5, ore 20,45)

Triestina-Albinoleffe


Classifica: Frosinone 14; Padova, Torino, Ascoli, Brescia 13; Cesena, Empoli, Ancona 12; Lecce 11; Sassuolo 10, Reggina, Grosseto 9; Cittadella, Piacenza, Triestina, Vicenza 8; Modena, Gallipoli 7; AlbinoLeffe 5; Mantova, Crotone 3; Salernitana 2.

* Crotone penalizzato di 2 punti; Gallipoli penalizzato di 1 punto


Sport

Ha la febbre da 9 giorni: Rossettini in ospedale

Pubblicato

il

L’Unione Sportiva Lecce ha comunicato il trasferimento di Luca Rossettini in ospedale per accertamenti.

Il calciatore giallorosso, ha la febbre da giorni, dal match contro la Juventus. Dopo la gara, disputata a Torino il 26 giugno, il difensore originario di Padova non si è più ripreso.

Escluso il Covid

I test hanno però rassicurato sul sospetto Coronavirus. Sia il sierologico che il tampone infatti avrebbero escluso una infezione da Covid.

Mentre il Lecce prepara la difficilissima sfida alla Lazio di martedì, un occhio di riguardo va alle condizioni del numero 13, ancora ai box.

Continua a Leggere

Sport

Il futuro del Tricase Calcio: i tifosi chiedono chiarezza

I Rum Boys: «Vogliamo un progetto serio, duraturo e solido, altrimenti siamo disposti anche a rimanere senza calcio. Attendiamo fiduciosi risposte concrete e non chiacchiere da bar…»

Pubblicato

il

Lontani dallo stereotipo dei tifosi che vanno in curva solo per sfogare beceri istinti o peggio consumare un pomeriggio… alcolico o stupefacente, i Rum Boys, gruppo organizzato della tifoseria tricasina, anche nel recente periodo caratterizzato dall’emergenza sanitaria che tante altre emergenze si è portato dietro, hanno fatto vedere il loro attaccamento alla città, mettendosi a disposizione per tante iniziative di volontariato e sostegno a chi in quel triste periodo ne aveva bisogno.

La squadra di calcio resta però sempre al centro dei loro pensieri e lo fanno notare con garbo a chi oggi dovrebbe prenderne le redini e assicurarle un futuro degno della storia e della tradizione della maglia rossoblu.

«In questo periodo le vicissitudini della vita ci hanno visti in prima linea nella nostra città per motivi diversi dal nostro Tricase calcio», scrivono in una nota i Rum Boys, «speriamo naturalmente in una evoluzione quanto più serena possibile per tutto e per tutti. Ritorniamo, però, ora a parlare di calcio in questo silenzio assordante. come accade ogni estate da molti anni a questa parte, torniamo a porci sempre la stessa domanda: quale sarà il futuro della nostra gloriosa maglia?».

Il 30 giugno si è conclusa ufficialmente la stagione 2019 – 2020, ed i Rum Boys,  «già da ora», pretendono «chiarezza e garanzie da parte di chi ha in mano la gestione della nostra squadra».

La tifoseria organizzata chiede «quanto prima di conoscere le reali intenzioni riguardante il futuro prossimo, ribadendo ancora una volta che ci siamo stancati del modo di fare ed agire che ha caratterizzato l’ultimo decennio».

«Vogliamo un progetto serio, duraturo e solido», avvertono i Rum Boys, «altrimenti siamo disposti anche a rimanere senza calcio, consapevoli che ciò significherebbe ingoiare un boccone amarissimo per chi come noi vive per questi colori». «Attendiamo fiduciosi», concludono, «risposte concrete e non chiacchiere da bar…».

Continua a Leggere

Presicce e Acquarica

Seminario di Bastoni di Gomma Corti e Lunghi a Presicce – Acquarica

Domenica 28 giugno, presso gli impianti sportivi in Via Kennedy, evento di arti marziali con il maestro Antonio De Sabato

Pubblicato

il

Un evento di arti marziali con un “Seminario di Bastoni di Gomma Corti e Lunghi”, con ingresso gratuito, diretto da Antonio De Sabato, Presidente dell’Associazione “Armed combat by CWCSO”, in collaborazione con la Scuola di Karate di Presicce, del Maestro Vito Corsano,Responsabile per la provincia di Lecce per la disciplina “armed combat”.

L’appuntamento è per domenica 28 giugno, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle 14 alle ore 17, presso gli impianti sportivi in Via Kennedy a Presicce – Acquarica.

Da 5 anni, Antonio De Sabato e il suo team di esperti, propongono analoghi seminari e dopo l’Argentina, la Svizzera e la Francia, dove hanno riportato un notevole successo di pubblico, l’iniziativa si svolgerà per la prima volta in Italia, in un territorio come il Salento, luogo ideale per una giornata all’insegna dello sport, nel pieno rispetto delle regole vigenti in questo momento di emergenza.

Il Maestro Antonio De Sabato lo scorso ottobre a Castrignano del Capo ha organizzato una “Giornata delle Arti Marziali e Studio della Difesa Personale” con la presenza di dieci Maestri delle varie discipline sportive orientali. De Sabato è anche docente di seminari di Difesa personale, con lo stile “Scrima System” in: Canada, America, Germania, Spagna, Svizzera e Argentina, e per il prossimo anno ha in programma un seminario in Messico, per aiutare le donne a difendersi dalla violenza e i più piccoli dal bullismo, sia a livello pratico, sia teorico, a livello psicologico e sociale.

De Sabato pratica arti marziali da oltre 35 anni, ed è specializzato nella rottura (Tamarchiwari), dove detiene diversi record mondiali.

Ha fondato la disciplina F.S.S.D (Scrima sistem,Self Defense ), praticata dai professionisti della sicurezza e delle forze dell’ordine.

Nel 2009, è diventato responsabile per la Svizzera della disciplina del Kung-fu Lao Long Dao e autodifesa Thieu Lam, direttamente dal Maestro e fondatore, Marco Guarnieri. Insegna da molti anni diverse specialità delle arti marziali ai bambini, agli adolescenti e agli adulti.

Di rilievo l’esperienze professionali sportive di Antonio De Sabato, tra il 2010 e il 2014 per la Yamabushi – Arti marziali e sport di combattimento, Ginevra,  è stato Responsabile per la Svizzera del Kung Fu Lao Long Dao, Istruttore di Kung-fu, Kickboxing e Baton Combat Chanbara.Tra il 2012 e il 2014 per la Fondazione Sport Smile, Grand-Saconnex, ha ricoperto il ruolo di Istruttore di kickboxing per adolescenti con malattie croniche o in sovrappeso per promuovere la loro salute, la qualità della vita e l’integrazione ed infine per l’Asters Hall di Ginevra è stato Istruttore di autodifesa.

Antonio De Sabato il 25 ottobre 1985 ha ottenuto la Certificazione Kung-Fu standard di conoscenza tecnica e capacità, da parte della WTKA World Traditional Karate Kickboxing Kung Fu & All Styles Association. Il 29 novembre 2009 a Roma gli è stato riconosciuto il Master of Self Defense, concesso dall’Organizzazione mondiale WOMAA di atleti di arti marziali Kickboxing Federale Nazionale.

?

Prestigiosi i risultati ottenuti da De Sabato, a Massa Carrara, al Campionato mondiale 2013 WTKA World Karate tradizionale Kickboxing Kung Fu e tutti gli stili, ha conquistato il I posto categoria rottura  artistica e il II posto categoria Staff di Chambara. Ha ottenuto il I posto categoria di rottura categoria Master al Campionato mondiale 2011 WTKA Karate tradizionale di Kung Fu tradizionale e tutti gli stili a Bergamo. Ha raggiunto il I posto categoria rottura a Massa Carrara al Campionato del mondo 2010 WTKA Karate di kickboxing Kung Fu tradizionale del mondo e tutti gli stili. A Massa Carrara, nel 2009, WTKA World Championship Kung Fu Kick tradizionale e tutti gli stili ha raggiunto il I posto categoria rottura e l’anno precedente il I posto categoria pesante al Campionato mondiale WTKA 2008.

Nel 2007 è stato nominato Atleta dell’anno a Selinute (Trapani), nello stesso anno ha ottenuto il I posto categoria di rottura al WOMAA Organizzazione mondiale dei campionati mondiali di arti marziali Atheletes, a Erice (Trapani). Nel 2006, a Berlino, al World Championship WMAG World Martial Arts Games, ha ottenuto il I posto categoria Leggero, pesante e artistico di rottura di materiale diverso. Nel 2006 a Victoria in Canada ha raggiunto il II posto nella categoria artistico all’ISKA International Sport Karate Association World Championship. A Herstal in Belgio, nel 2005 ha conquistato il Record mondiale di rottura, nello stesso anno ha ottenuto il World Record of Breakage, Bypass a Ginevra in Svizzera rompendo 319 tegole in soli 37 secondi,e a Barcellona ha raggiunto il II posto categoria “rottura Master” al WOMAA Organizzazione mondiale dei campionati mondiali di arti marziali Atheletes. Nel 2004 in occasione del WUMA World Unified Martial Arts World Championship a Catania ha ottenuto il I posto nelle categorie: leggero, pesante e artistico di rottura (materiale vario, tegole mattoni bottiglie, Nel 2003 in Florida (USA) IX posto all’US Open World Championship ISKA International Sport Karate Association e nel 2017 ha conquistato il record del mondo a Concordia in Argentina.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus