Connect with us

Attualità

“Pronto Beppe? Non so se riesco a venire a Lecce…”

Fa il giro dei social una nota vocale dell’allenatore dell’Inter che chiede a Beppe Marotta di mandare un sostituto al suo posto al Via del Mare, ma è solo una simpatica imitazione

Pubblicato

il

Non sarà la prima volta da avversario a Lecce, quella di Antonio Conte. Anzi…


Mentre si avvicina la sfida di domenica tra l’Inter e la squadra di Liverani, sale l’attesa anche per il ritorno in patria del salentino (ad oggi) più noto del pianeta, calcisticamente parlando.


La storia d’amore tra il Lecce ed Antonio Conte è andata in frantumi già qualche decennio fa. Ne è reperto ormai storico una sua foto, da giovanissimo ultras, con la sciarpa giallorossa tra le mani ed una folta (giovane) chioma in testa. Prova provata, per i supporter leccesi, che Conte sia l’emblema del tifoso più ripudiato del Salento: il “rinnegato”.



Negli anni a seguire infatti Conte non ha mancato un colpo nella personalissima sfida al farsi odiare dai propri conterranei.


Episodi più noti (ed eclatanti) un gol in maglia Juve contro il Lecce con esultanza spudorata e la scelta, qualche anno più in là, già in veste di allenatore, di sedere sulla panchina dell’eterno rivale Bari.


È così che Conte negli anni, al ritorno in terra madre, ha raccolto l’astio dei leccesi doc che, in particolar modo al Via del Mare, non han mancato di ricordargli l’inimicizia, con cori, striscioni e fischi.


Ed ecco allora che a poche ore dall’attesissimo ennesimo ritorno a Lecce, inizia a farsi largo tra le chat dei tifosi giallorossi un audio con cui mister Conte rinuncerebbe alla trasferta, accampando qualche scusa e chiedendo all’amministratore delegato interista, Beppe Marotta, di mandare un sostituto al suo posto.


La voce sembra la sua, ma il messaggio è un fake: una simpatica imitazione che gioca sullo stato d’animo dell’allenatore in vista dell’atmosfera che scalderà lo stadio domenica alle 15.



Attualità

Vacanze salentine per Gianni Morandi

Pubblicato

il

Il sorriso stampato in faccia di chi è davanti alla meraviglia barocca della Basilica di Santa Croce a Lecce.

Eccolo, Gianni Morandi in uno scatto postato sul suo profilo instagram mentre si gode le vacanze salientine.

Continua a Leggere

Attualità

Covid: oggi tutti test negativi e nessun decesso in Puglia

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 5 luglio 2020 in Puglia, sono stati registrati 1.637 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e non sono stati registrati casi positivi.

Non sono stati registrati decessi.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 188.242 test.

Sono 3.881 i pazienti guariti.

110 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.536 così divisi:

1.494 nella provincia di Bari

381 nella Provincia di Bat

660 nella Provincia di Brindisi;

1.169 nella Provincia di Foggia;

522 nella Provincia di Lecce;

281 nella Provincia di Taranto;

29 attribuiti a residenti fuori regione.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 5-7-2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/JuFKK

Continua a Leggere

Attualità

Partito dal Salento volo di aiuti umanitari per Mogadiscio

Pubblicato

il

È partito ieri da Brindisi, con il supporto della Base di pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite (Unhrd), destinazione Mogadiscio, il primo dei tre voli umanitari organizzati, nel quadro dell’iniziativa “Ponte aereo umanitario” (Eu Humanitarian Air Bridge).

“L’operazione, con un carico complessivo di 42 tonnellate di aiuti umanitari (tra cui materiale sanitario per la risposta al Covid-19), è il frutto dell’intensa attività di collaborazione e coordinamento tra la Farnesina, la Commissione europea, l’ambasciata d’Italia, la delegazione Ue a Mogadiscio e le autorità somale”, chiarisce una nota stampa del ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale. Il carico è stato messo a disposizione, oltre che dalla stessa Farnesina, “da organizzazioni della società civile italiane e da agenzie delle Nazioni Unite”.

A destinazione, gli aiuti umanitari “sosterranno le attività di assistenza delle autorità somale e delle organizzazioni umanitarie nel contrasto alla diffusione del Covid-19 e nell’assistenza alla popolazione colpita dalle recenti eccezionali inondazioni.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus