Connect with us

Novoli

Tennis: un fenomeno a Novoli

Continua a collezionare successi il giovane tennista di Novoli, Giammarco Micolani. Nei giorni scorsi, in terra slovacca, sui campi in terra rossa del Circolo Tennis Piestany, dove si è disputata la 32^ Interspa Slovacchia Cup 2010 (torneo internazionale del circuito ITF Juniors), il talentuoso salentino ha sbaragliato la concorrenza dei più promettenti giovani tennisti under 18 a livello mondiale.

Pubblicato

il

Giammarco Micolani Tennis Novoli

Giammarco Micolani Tennis NovoliContinua a collezionare successi il giovane tennista di Novoli, Giammarco Micolani. Nei giorni scorsi, in terra slovacca, sui campi in terra rossa del Circolo Tennis Piestany, dove si è disputata la 32^ Interspa Slovacchia Cup 2010 (torneo internazionale del circuito ITF Juniors), il talentuoso salentino ha sbaragliato la concorrenza dei più promettenti giovani tennisti under 18 a livello mondiale. Le qualità di “Giammy”, accreditato come testa di serie n. 16, sono emerse sin dal primo turno contro il ceco Robin Stanek, battuto 6-2 6-1. Micolani ha poi superato in successione il polacco Sawicki con un secco 6-1 6-2 e nei quarti lo slovacco Robert Rumler, con il punteggio di 6-3 6-7 6-2. Addirittura non c’è stata storia in semifinale contro il temuto austriaco Dominic Thiem, testa di serie n. 2, liquidato 6-2 6-3. La vittoria in finale è arrivata contro il serbo Miki Jankovic, che non ha potuto nulla contro il dritto ed il rovescio di Giammarco (6-1 6-0 in suo favore). Dopo un periodo di meritato riposo Giammarco riprenderà gli allenamenti in vista dei prestigiosi tornei internazionali del Roland Garros di Parigi, Wimbledon a Londra ed infine, a settembre, gli US Open a New York. Grande soddisfazione anche al Circolo Tennis “Mario Stasi” di Lecce, presso cui il giovane tennista disputa il campionato a squadre di Serie B, insieme al fratello maggiore Daniele, Antonio Scala, Andrea Trono ed Eugenio Capano.

Continua a Leggere

Cronaca

Fuoco alle auto in strada, 70enne muore dopo malore

È accaduto a Novoli, alle 4 del mattino. Qualche ora prima a Martano un incendio doloso ha semidistrutto una macelleria

Pubblicato

il

È sceso in strada  ma quando si è reso conto di cosa stesse accadendo, forse per lo spavento, ha avvertito un malore e si è accasciato al suolo.

A nulla è valso l’arrivo a sirene spiegate dei sanitari del 118, che ne hanno potuto solo constatare il decesso.

È accaduto a Novoli, alle 4 del mattino, quando le fiamme hanno avvolto e distrutto un’Alfa 147 ed una Fiat Stilo, parcheggiate in strada nei pressi di Piazza Tito Schipa.

Alla vista delle fiamme un uomo di 70 anni, vicino di casa dei proprietari delle due auto, si è precipitato in strada per verificare che le fiamme non si espandessero pericolosamente.

Il 70enne, però, era affetto da diabete e cardiopatia e probabilmente non ha retto alla tensione, rimanendo vittima di un infarto.

Sul posto sono giunti anche i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Veglie che hanno provveduto a spegnere le fiamme.

Sull’accaduto intanto indagano i carabinieri.

Militari dell’Arma impegnati anche a Martano per capire chi e perché abbia appiccato le fiamme alla Macelleria Scorcia intorno all’una di notte.

Al loro arrivo i Vigili del Fuoco hanno avvertito un forte odore di benzina, residuo di quanto gli incendiari avessero cosparso per dare alle fiamme il locale che ospita la macelleria.

Continua a Leggere

Campi Salentina

Violazioni norme anticoronavirus: denunciate altre 101 persone

Erano fuori di casa o addiritttura fuori dal Comune di residenza, senza lecite comprovate esigenze

Pubblicato

il

Sono proseguiti anche nel girono di San Giuseppe i controlli per violazione delle norme restrittive volute dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per contrastare il contagio da Covid 19

Sul territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Gallipoli, tra Galatina, Copertino, Nardò, Neviano, Seclì, Galatone e Gallipoli, denunciate 13 persone che, al controllo dei militari dell’Arma, non sono stato in grado di fornire valide giustificazioni circa la loro presenza fuori dal Comune residenza.

Nella giurisdizione dei carabinieri della Compagnia di Campi Salentina, tra Leverano, Novoli, Porto Cesareo, Salice Salentino, Squinzano, Veglie e Campi Salentina,  denunciate 25 persone colte fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione.

I carabinieri hanno denunciato altre 4 persone, tra Specchia, Santa Maria di Leuca, Salve e Tricase, trovate controllati fuori dalle rispettive abitazioni senza lecite comprovate esigenze. Nella zona di loro competenza i carabinieri della Compagnia di Tricase hanno controllato in totale 98 persone e 90 veicoli.

Nell’ambito della propria giurisdizione, i carabinieri della Compagnia di Casarano tra Ugento, Casarano, Melissano, Parabita, Racale, Ruffano e Taviano hanno denunciato sempre per violazione del DPCM  35 persone.

Nell’ambito del territorio di competenza della Compagnia di Maglie, tra Cursi, Martano, Castrignano De’ Greci, Melpignano e Surano, hanno denunciato altre  17 persone che circolavano in assenza di valida motivazione dettata da stato di necessità.

Infine sempre per violazione delle restrizioni 7 persone denunciate tra Lecce e Surbo.

Continua a Leggere

Alessano

Che ci fate fuori di casa? 165 denunciati in due giorni!

La maggior parte delle persone rispetta le regole anticontagio. In tutta la provincia, però, c’è che ancora chi è in strada senza motivo…

Pubblicato

il

Le regole ci sono, il buon senso è gentilmente richiesto. Laddove, però, il buonsenso scarseggia è giusto si intervenga e, semplicemente cenga applicata la legge.

Perchè, mentre l’Italia annaspa, il sistema sanitario di alcune regioni rischia il collasso e si annuncia da più parti che in questa settimana dovremmo avere il picco dei contagi anche qui al sud, c’è ancora qualcunoi che non ha capito o fa finta di non capire.

Tra Ruffano, Matino, Ugento, Racale e Casarano,  nella sola giornata di  ieri, i carabinieri hanno denunciato a piede libero 13 personecolte fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione”.

Sempre ieri, nei Comuni di Porto Cesareo, Novoli, Campi Salentina, Carmiano, Squinzano e Salice Salentino, per lo stesso motivo sono state denunciate altre 71 persone.

Tra Nardò, Aradeo, Sannicola, Galatina, Neviano, Cutrofiano e Galatone, i carabinieri hanno denunciato 15 persone perché “all’atto del controllo non fornivano valide giustificazioni circa loro presenza fuori dal Comune di residenza”.

Domenica i carabinieri della Compagnia di Maglie hanno provveduto a denunciare 6 persone che nel territorio di competenza di quella Compagnia “circolavano per strada senza valida motivazione, in violazione delle prescrizioni imposte dai predetti decreti del presidente del Consiglio dei Ministri recanti misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19”.

E il bollettino prosegue: ieri tra PresicceAcquarica, Alessano e Andrano i carabinieri della compagnia di Tricase hanno denunciato altre 7 persone trovati “fuori dalle rispettive abitazioni in mancanza di lecite comprovate esigenze”.

Ancora ieri, infine, nell’ambito dei controlli nella propria giurisdizione, la Compagnia Carabinieri di Lecce, ha denunciato 53 persone per inottemperanza al DPCM.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus