Connect with us

Appuntamenti

A Maglie scende in strada lo “street food”

Ultimo imperdibile appuntamento con le passeggiate urbane di “Trek on the clock” organizzate da Gli Econauti nell’ambito del progetto Discovering Salento sostenuto da Puglia Promozione

Pubblicato

il

Si chiude domani, sabato 3 gennaio a partire dalle ore 16 da Piazza Santi Medici a Maglie, il fortunato esperimento di “Trek on the clock. Esperienze di turismo sostenibile, sensoriale e accessibile”, il ciclo di passeggiate urbane realizzate da Gli Econauti nell’ambito del progetto di Puglia Promozione “Discovering Salento”.

La passeggiata svelerà gli angoli nascosti del centro storico alla scoperta di palazzi e ville nobiliari, della Collegiata, la Conceria Lamarque, di corti e di piazze che rivelano la storia civile e religiosa di Maglie e del frantoio Ipogeo, accompagnati dai racconti dell’archeologa Valentina Pagano.

Protagonista d’eccezione di questo appuntamento è il gusto: la cittadina che d’estate ospita il Mercatino del gusto di Slow Food, ospiterà a conclusione del trekking urbano una reinterpretazione del cibo di strada nel cuore della città vecchia, sotto i portici del Municipio in piazza Moro. Un modo gustoso e innovativo per scoprire Maglie attraverso lo “street food” nello stile della tradizione culinaria popolare a cura di Alessandra Ferramosca di My Cool Kitchen. Ai celiaci, Gli Econauti offriranno una degustazione dedicata. Sarà garantita la presenza di accompagnatori in lingua francese, inglese, spagnolo e, su prenotazione, in tedesco, russo, cinese e giapponese e di un interprete LIS.

Una collaborazione già rodata quella con My Cool Kitchen che lo scorso autunno ha collaborato alla realizzazione di “Meet&Eat”, il nuovo format ideato e sviluppato da Gli Econauti che unisce la scoperta del territorio alla tradizione culinaria salentina. Il progetto nasce dalla volontà di creare un momento di condivisione e partecipazione attiva dei fruitori i quali, seduti attorno alla stessa tavola, possono godere di una vasta gamma di piatti preparati con prodotti biologici e a km 0, nel pieno rispetto della stagionalità, scelti in maniera accurata. Il clima familiare che crea fa da sfondo all’estro creativo dello chef che mescola sapientemente tradizione e innovazione, rendendo i partecipanti gli attori principali del processo di selezione, ideazione e realizzazione delle portate. Valore aggiunto di Meet&Eat è rappresentato dal trekking urbano e rurale che conduce gli ospiti alla scoperta delle tradizioni, delle storie e delle bellezze del paese ospitante. Il format de Gli Econauti si propone come un evento itinerante atto a far rivivere luoghi ancora poco conosciuti ma ricchi di fascino e potenziale. Paesi, cittadine, borghi sono protagonisti indiscussi di Meet&Eat, dove, ancora una volta, sostenibilità e responsabilità sono degli imperativi categorici assolutamente rispettati.

Il format sarà riproposto l’ultimo giorno dell’anno insieme ad alcuni turisti che sono in zona per gustare ed aspettare insieme la mezzanotte. La cena di Capodanno sarà allestita a casa di Cristine, parigina di nascita e salentina d’adozione, tra le campagne galatinesi. È proprio questo il punto di forza di Meet&Eat: vivere i luoghi, intesi essi come case, masserie, borghi e paesi con la gente del posto, in linea con le tradizioni locali.

Appuntamenti

Inno a Miggiano

Un canto simil patriottico che racconta, attraverso il testo, la storia della Città di Miggiano e con la musica intende rilanciare il senso di appartenenza e di amore verso il proprio paese…

Pubblicato

il

Un’opera passionale e sensibile coltivata dall’Associazione Culturale MiggEvents e dal Presidente Luca Zippo, ideatore dell’evento e compositore di un canto simil patriottico che racconta, attraverso il testo, la storia della Città di Miggiano e con la musica intende rilanciare il senso di appartenenza e di amore verso il proprio paese.

Domani, sabato 21 settembre, in Piazza Municipio (nel caso di condizioni meteo avverse la serata si svolgerà presso il “ Theatrum”di Miggiano), alle ore 20,30, verrà presentato un Inno a Miggiano.

Amo il mio paese e ho voluto offrirgli una composizione che curo da diverso tempo e con un innato entusiasmo o voluto che Piazza Municipio fosse il teatro della sua prima rappresentazione“, ha dichiarato Luca Zippo.

L’originale manifestazione è sostenuta e patrocinata dall’amministrazione comunale, in collaborazione con il Centro di Riabilitazione Valente.

Gianluca Tarquinio, discologo abruzzese, a Miggiano per l’evento in questione, insieme a Pino Greco, corrispondente de il Quotidiano di Puglia, ripercorreranno le vicende storiche dell’Inno Nazionale Italiano, tema in scaletta d’onore al programma.

Farà da colonna sonora alla serata la musica dell’Orchestra di FiatiMiggEvents”, organico composto da musicisti locali e di paesi vicinori, arricchito dall’esibizione del soprano Francesca Valente e dal tenore Giampiero Ruffino.
L’aspetto fonico dell’organizzazione è affidato Rocco Angilè docente presso “I.I.S.S. E. Giannelli di Parabita.

ervono i preparativi e si lucidano gli ottoni, l’orchestra è pronta per intonare un “Inno a Miggiano”.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Eurogames ad Otranto e su Canale 5

La Porta d’Oriente tra le città partecipanti a “Eurogames” con Ilary Blasi e  Alvin. Il 19 settembre in prima serata sull’ammiraglia Mediaset

Pubblicato

il

Trecento concorrenti, 30 squadre, 1 solo paese vincitore.

Al via il domani, giovedì 19 settembre, il nuovo game show di Mediaset in prima serata, la nuova grande sfida tra nazioni europee, tratto dal format Jeaux Sans Frontier
(Giochi senza frontiere).

Al timone Ilary Blasi con Alvin.

A supervisionare sulla regolarità dei  giochi sei arbitri guidati da Yury Chechi.

La regia è affidata a Lele Biscussi.

Tra le squadre partecipanti anche la Città di Otranto, protagonista proprio della prima puntata.

La trasmissione è incentrata su una competizione a squadre: Italia, Spagna, Russia, Grecia, Germania e Polonia gareggiano l’una contro  l’altra in nove giochi, declinati sulla storia e le tradizioni delle sei nazioni.

In ogni puntata, per ciascun paese gioca una compagine proveniente da una diversa città e composta da dieci concorrenti. Alla finalissima accede, per ogni Stato, la squadra con il miglior punteggio durante le puntate eliminatorie.

Tra i giochi fissi, il classico Fil Rouge, il Pallodromo e il Muro dei campioni.

Le altre sei prove cambiano di puntata in puntata e, solo per una, le squadre possono scegliere di giocare il jolly per veder raddoppiato il punteggio ottenuto in quella sfida.

Le squadre di Eurogames

ITALIA: Otranto, Folgaria, Catania, San Felice e Parma.

GERMANIA: Monaco, Amburgo, Colonia, Norimberga e Berlino.

GRECIA: Salonicco, Sparta, Isole Cicladi, Atene e Creta.

POLONIA: Varsavia, Bialystok, Poznan, Gniezno e Janow Lubeske.

RUSSIA: Sochi, San Pietroburgo, Mosca, Ekaterinburg e Novosibirsk.

SPAGNA: Aranda de Duero, Ciudad Rodrigo, Astorga, Monforte e Jaca.

Continua a Leggere

Appuntamenti

A Tricase Porto con vista sull’Oceano Indiano

All’Avamposto Mare 7 ambasciatori di Paesi dell’Indian Ocean Rim Association: importante tavolo di confronto e apertura al dialogo tra comunità costiere del Mediterraneo e dei Paesi dell’Oceano Indiano

Pubblicato

il

In Italia una delegazione di sette ambasciatori di Paesi dell’Indian Ocean Rim Association (IORA), accompagnati dal Direttore Generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali (DGMO) del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), Luca Sabbatucci. Visiteranno le sedi in Italia del CIHEAM tra venerdì 20 e sabato 21 settembre.

La visita alla sede dell’Avamposto Mare – sede distaccata del Ciheam Bari – a Tricase Porto, costituisce un importante tavolo di confronto, nonché di apertura al dialogo, tra comunità costiere del Mediterraneo e dei Paesi dell’Oceano Indiano.

Tale incontro nasce dall’interesse della DGMO-MAECI verso il CIHEAM Bari, avendo negli anni constatato il prestigio di cui l’Organizzazione gode a livello internazionale e, in particolare, dall’apprezzamento che il MAECI rivolge alla best practice di Tricase Porto e della sua comunità, e all’intenzione di valorizzare queste eccellenze nel costruire la partnership con i paesi della IORA.

L’IORA comprende 21 Paesi rivieraschi dell’Oceano Indiano. India, Indonesia, Malesia, Sud Africa, Kenya, Somalia e Mozambico, rappresentati dagli Ambasciatori in Italia dell’IORA, hanno espresso l’interesse di conoscere e creare opportunità di collaborazione affinché le loro comunità costiere – che traggono sostegno dall’economia dell’ecosistema marino e costiero – possano scambiare esperienze con i Paesi del Mediterraneo.

Lo scorso 9 settembre, inoltre, è stato avviato dal CIHEAM Bari il nuovo Corso avanzato sullo Sviluppo delle comunità costiere a cui partecipano 14 funzionari e funzionarie dei Ministeri dell’Agricoltura e della Pesca di vari Paesi (di cui alcuni* sono membri IORA): Albania, Algeria, Bosnia-Erzegovina, Egitto, *Kenya, Libano, Mauritania, *Mozambico, *Somalia, Tunisia. Il corso, si svolge nell’Avamposto Mare –sede distaccata del CIHEAM Bari- a Tricase Porto è il primo esempio di confronto tra comunità ed amministrazione di Mediterraneo e Paesi IORA.

Sabato 21 settembre gli ambasciatori di India, Indonesia, Malesia, Sudafrica, Kenya, Somalia e Mozambico, accompagnati dal Direttore Generale Luca Sabbatucci e da Árni Mathiesen, incontreranno il sindaco Carlo Chiuri e i componenti del consiglio comunale della Città di Tricase (Palazzo Gallone). Dopo l’incontro, la delegazione si trasferirà all’Avamposto MARE-sede distaccata del CIHEAM Bari dove incontrerà i funzionari e le funzionarie ministeriali che partecipano al Corso avanzato sullo Sviluppo delle comunità.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus