La Maratonina “Salento d’Amare” è pronta a partire

Tutto pronto per la XVII Maratonina “Salento d’Amare” – 3° memorial Pippi Leopizzi, gara podistica nazionale inserita nel calendario Fidal, che domani, domenica 21, si snoderà tra borghi ed agri di Parabita, Alezio, Tuglie, Sannicola e nelle sue frazioni San Simone e Chiesanuova.

L’evento è organizzato dall’associazione sportiva dilettantistica Podistica Parabita ed è aperto alle categorie Juniores, Amatori, Promesse, Master e Seniores, maschili e femminili.

Oltre 600 gli atleti già iscritti alla gara, provenienti non solo da tutta la Puglia ma anche da altre fiorenti realtà sportive italiane, grazie al gemellaggio con la Maratona di Roma. Occasione ghiotta, dunque, per coniugare i valori atletici alla promozione turistica del territorio, di cui i 21,097 km del percorso, tra palazzi, centri storici, uliveti e vigneti, si faranno prestigiosa cartolina.

Tutto salentino anche il premio. Le medaglie per i partecipanti e i trofei per i vincitori, forgiati in un robusto legno d’ulivo, sono stati realizzati a mano dall’artista parabitano Carlo Antonio Nicoletti, per coniugare creatività e valorizzazione dell’artigianato locale.

La mezza maratona di quest’anno si farà promotrice anche del binomio sport – solidarietà, grazie alla seconda edizione di “Running e Walking to Rosa” (Rete Oncologica-ematologica Salentina), un percorso non competitivo di camminata veloce, lungo 5 km, i cui proventi saranno interamente devoluti a favore dell’Associazione Angela Serra – Italia Memmi Ferrari per la ricerca sul cancro.  

E’ un percorso tecnico da interpretare e in più racchiude scorci e panorami molto suggestivi” ha sottolineato l’ ex atleta e attuale responsabile della Fidal regionale Ottavio Andriani durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione, alla quale hanno preso parte, tra gli altri, il delegato del Coni di Lecce Antonio Pascali e il giornalista Fernando D’Aprile.

Il raduno di giuria e atleti è fissato per le ore 8.00 nel parco comunale Aldo Moro di Parabita. A seguire un commovente ricordo di Pippi Leopizzi, instancabile sostenitore del podismo scomparso nel 2012, al quale è dedicata la manifestazione.

Conclusioni, intorno alle 11.30, con la cerimonia di premiazione dei protagonisti e delle prime 10 società classificate.

Tags:


Commenti

commenti