Connect with us

Alessano

Riti e tradizioni nel Capo di Leuca nella devozione a Sant’Antonio da Padova

Le analogie tra il Santo di Padova e don Tonino Bello Educational/Press Tour tra Alessano, Corsano, Gagliano del Capo, Morciano di Leuca, Patù, Salve e Tiggiano con l’adesione di Ruffano

Pubblicato

il

Organizzato dall’Unione dei Comuni “Terra di Leuca” e la Fondazione di Partecipazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”, sodalizio della Diocesi di Ugento – S. Maria di Leuca, nei 7 Comuni dell’Unione (Alessano, Corsano, Gagliano del Capo, Morciano di Leuca, Patù, Salve e Tiggiano con l’adesione di Ruffano) si è svolto l’Educational/Press Tour Riti e Tradizioni nel Capo di Leuca nella devozione a Sant’Antonio da Padova”.

L’iniziativa di ospitalità e di promozione turistica è stata finanziata all’Unione dei Comuni “Terra di Leuca” dall’assessorato dell’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia.

Molto forti le analogie tra il Santo di Padova e il Servo di Dio di Alessano, entrambi innamorati di San Francesco di Assisi, hanno avuto il dono di saper annunciare il vangelo agli uomini del loro tempo. In un’omelia di Don Tonino Bello del Santo patavino diceva: “E’ incredibile, si è spento a 36 anni però il suo nome ancora gira per tutti gli angoli della terra. Io oggi credo che non ci sia villaggio, città e metropoli in tutto il mondo in cui la gente non si raccolga in qualche chiesa per onorare la figura di Sant’Antonio di Padova.

Con il press tour, frutto della collaborazione tra Unione dei Comuni “Terra di Leuca” e Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”, s’intendeva valorizzare le eccellenze di carattere culturale, religioso, paesaggistico e gastronomico dell’area, evidenziando le tradizioni popolari legate alla devozione a Sant’Antonio da Padova, con l’obiettivo di raccontare l’area del Capo di Leuca come un territorio autentico, unico con il suo entroterra, scrigno nascosto che si vuole svelare, sempre pieno di sorprese inattese anche fuori dalla stagione estiva.

L’iniziativa di ospitalità aveva l’obiettivo di destagionalizzare il turismo senza trascurare gli spettacolari paesaggi dello stesso territorio che si ammirano  percorrendo gli itinerari degli antichi pellegrini. I giornalisti partecipanti hanno conosciuto le peculiarità della mobilità sostenibile, percorrendo a piedi da protagonisti degli itinerari emozionanti, consentendoli delle esperienze straordinarie.

I giornalisti partecipanti, presso una famiglia di Patù, hanno seguito la preparazione del pane di Sant’Antonio da Padova, poiché nella cittadina, la mattina del 13 giugno, vi è la benedizione del pane, un’usanza particolare che contraddistingue ovunque i festeggiamenti in suo onore, inoltre, hanno ammirato le luminarie della festa patronale dedicata al santo di Padova e intervistato Mons. Vito Angiuli, Vescovo di Ugento – S. Maria di Leuca, nella conferenza stampa che si è svolta a Salve.

I giornalisti che hanno partecipato: Matteo Marcelli, Avvenire; Sara Panizzon, Il Giornale di Vicenza e Blogger Trip Or Trek Travel blog; Andrea Vismara, Scrittore e Autore radiofonico Edizioni dei Cammini e Radio Francigena; Ilaria Canali, blogger specializzata nel viaggio lento; Cinzia Dal Brolo, Giornalista free-lance per Viaggiarenews, Saporinews, Italia a Tavola, Latitudes, Mondointasca; Laura Colognesi, Direttore In&Out, Camminare, globetrotttermagazine.it, Mirano Magazine; Antonino Padovese, RCS Il Corriere del Veneto e Patrizia Bertini, Familygo.eu.

Alessano

Il Coro del Papa ad Alessano

Auditorium Benedetto XVI: grazie alla Parrocchia “Presentazione B. V. Maria” di Specchia, sarà possibile assistere al Concerto del Coro della Diocesi di Roma, diretto da Mons. Marco Frisina

Pubblicato

il

Per la prima volta nel Capo di Leuca, sabato 28 settembre, alle ore 20, presso l’Auditorium “Benedetto XVI” ad Alessano, grazie alla Parrocchia “Presentazione Beata Vergine Maria” di Specchia, sarà possibile assistere al Concerto del Coro della Diocesi di Roma, diretto da Mons. Marco Frisina, ovvero, i cinquanta coristi che animano molte celebrazioni di Papa Francesco a San Pietro, guidato dall’autore di numerosi canti liturgici, conosciuti ed apprezzati in Italia e all’estero.

Mons. Marco Frisina

Durante la serata saranno eseguiti tredici canti, con l’ausilio dell’Orchestra da Camera di Lecce e del Salento, diretta dal Maestro Luigi Mazzotta.

L’evento si svolgerà nell’ambito di: “Musica e Mirabilia – Cammini di Leuca, oggi come ieri”, e sarà patrocinato dalla Diocesi di Ugento – S. Maria di Leuca, dal Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”e dal Comune di Alessano.

Il Coro è stato fondato nel 1984 da Mons. Marco Frisina, da allora il suo servizio riguarda innumerevoli eventi della Chiesa di Roma: gli annuali incontri del Santo Padre con i giovani romani, l’animazione delle solenni liturgie del Grande Giubileo 2000, l’inizio del Ministero di Papa Benedetto XVI nel 2005 e di Papa Francesco nel 2013, le celebrazioni in occasione della Beatificazione di Giovanni Paolo II e delle Canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II.

Il Coro ha eseguito concerti in Francia, Germania, Austria, Spagna, Turchia e Stati Uniti.

Mons. Marco Frisina da anni porta la sua esperienza di sacerdote, musicista e docente in numerose Diocesi italiane ed estere. Dal 1991 ha iniziato una collaborazione con la RAI come consulente biblista e ha composto le colonne sonore di molti film a tema storico e religioso.

Nella sua discografia sono presenti importanti collaborazioni con artisti italiani, come Ennio Morricone, e internazionali. Tra queste: “Silent Night. A Christmas in Rome“, realizzato nel 1998 insieme al leader dei Chieftains, Paddy Moloney e “Dalla Terra“, disco inciso nel 2000 da Mina, per la quale ha composto i brani “Magnificat” e “Nada te turbe“.

Nel 2011 è stato responsabile musicale della Beatificazione di Papa Giovanni Paolo II, e nel 2014 per la Canonizzazione di Papa Giovanni Paolo II e Papa Giovanni XXIII.

Infoline e prenotazioni: corofrisina.capoleuca@gmail.com3277481733 (dal lunedì al venerdì ore 19- 22; sabato e domenica 9 – 13 e 17 -20)

Maurizio Antonazzo

Continua a Leggere

Alessano

Scuole sicure: oltre 2 milioni dalla Provincia

Il presidente Minerva, firma i provvedimenti. 200mila euro per la sede di Alessano dell’IISS Don Tonino Bello

Pubblicato

il

Quattro provvedimenti per un totale di 2 milioni e 100mila euro di investimenti per istituti superiori del Salento.

Dopo l’impegno dello scorso luglio di 2 milioni e mezzo per cinque istituti scolastici e a pochi giorni dall’inizio delle scuole, il presidente Stefano Minerva ha varato provvedimenti che approvano in via definitiva progetti di lavori sulle scuole provinciali, al fine di garantire la sicurezza degli edifici.

In dettaglio si tratta di 400mila euro per l’IISS Costa Galilei di Lecce, di 400mila euro per il Liceo Classico Linguistico Virgilio di Lecce, di 200mila euro per l’IISS Don Tonino Bello (sede di Alessano) per lavori di rafforzamento e consolidamento di opere strutturali. Questi interventi verranno realizzati grazie a fondi Miur, intercettati dalla Provincia.

Ed ancora, 1 milione e 100mila euro per l’IISS Moccia di Nardò: in questo caso i lavori saranno per il completamento della struttura e per l’adeguamento antincendio e antisismico. Per questo intervento i fondi sono 700mila del Miur e 400mila della Provincia, già stanziati in Bilancio.

«La salvaguardia del patrimonio scolastico provinciale è una priorità assoluta nella nostra azione di governo», ha dichiarato il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, «coerentemente con quanto affermato nelle Linee programmatiche presentate all’inizio del mandato, continuiamo a lavorare per dare vita a interventi concreti di riqualificazione degli edifici scolastici del Salento.

«Il nostro obiettivo», ha concluso, «è rendere le scuole più sicure e funzionali, perché questo significa, da un lato, garantire ai nostri giovani il diritto allo studio e alla formazione e, dall’altro, consentire a tutto il personale scolastico, docente e non docente, di svolgere al meglio il loro fondamentale ruolo».

Il consigliere provinciale Ippazio Morciano, delegato ai Lavori pubblici, Patrimonio, Edilizia scolastica e sismica ha aggiunto: «Occorre monitorare costantemente le scuole di nostra competenza, avvalendoci del prezioso contributo dei dirigenti scolastici e degli studenti».

«Sollecitare gli uffici, coadiuvarli e vigilare affinché gli iter amministrativi si concludano nel più breve tempo possibile: è così», secondo Morciano «che stiamo raggiungendo traguardi rilevanti, con numeri e risorse importanti in campo».

«Stanziati questi oltre 2 milioni di euro, con l’aggiudicazione provvisoria dei lavori già prevista entro il 15 ottobre», ha concluso il consigliere provinciale, «giungeranno a breve nuove misure destinate ad un’unica priorità: la sicurezza dei nostri giovani»

Continua a Leggere

Alessano

Nei guai imprenditori edili di Tricase e Matino

Per le due aziende è scattato il provvedimento di sospensione perché impiegavano personale “non regolare”…

Pubblicato

il

Ad Alessano, i carabinieri di Alessano, insieme al NIL di Lecce, nell’ambito di un controllo “anticapolarato”, finalizzato al contrasto e reato intermediazione illecita e sfruttamento lavoro, hanno deferito in stato di libertà, due costruttori edili: T.A., nato a Tricase, nel 1972, per non aver avviato a visita medica i lavoratori dipendenti, non aver trasmesso il piano sicurezza e coordinamento e verificato l’idoneità tecnico professionale dell’impresa subappaltatrice; e a Matino M. N. A., nato Matino, nel 1965, per non aver redatto il piano di sicurezza operativo e avviato a visita medica i lavoratori dipendenti.

Per le due aziende è scattato il provvedimento di sospensione perché impiegavano personale “non regolare” in misura pari al 50% del totale dei lavoratori. Contestate violazioni amministrative per 8.160,00 e penali per euro 24.916,87.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus