Connect with us

Appuntamenti

Si rinnova il culto per “i guai te Santu Dunatu”

Lunedì 6, giorno di vigilia, si entrerà in pieno nel clima dei festeggiamenti…

Pubblicato

il

Da tutto il Salento a Montesano Salentino per partecipare ai festeggiamenti in onore di San Donato, protettore della piccola comunità che ogni anno, ad inizio agosto, vive il clou di un fervore religioso che dura tutto l’anno, così come i preparativi per questa ricorrenza che vedono al lavoro non solo il Comitato Festa ma l’intera cittadinanza.
La festa e la fiera in onore di San Donato, a Montesano Salentino, hanno origini antichissime. Ciò che accomuna più di tutto i secoli passati con i giorni nostri, oltre alla fede per il Santo, è la mole di fedeli che la devozione stessa muove. Come un tempo in migliaia raggiungevano la Statua de Santu Dunatu per chiedergli la grazia dal “morbo sacro” dell’epilessia (male nei confronti del quale è il protettore), oggi altrettante migliaia di persone si spostano in massa verso il piccolo centro del basso Salento nei caldi giorni di agosto. Lo slogan è ogni volta quello di non farsi mancare davvero nulla e sarà così anche in questo 2018, con tre giorni, dal 6 all’8 agosto, in cui si dipanerà un ricchissimo programma religioso e civile.
In preparazione alla Festa, tutte le sere (ore 19,30) fino a domenica 5 agosto si tiene la celebrazione della Novena durante la messa vespertina.
Lunedì 6, giorno di vigilia, si entrerà in pieno nel clima dei festeggiamenti: Sante messe alle 7,30 nella chiesa parrocchiale; alle 10 solenne cerimonia eucaristica presieduta dal vescovo di Ugento-Leuca Mons. Vito Angiuli; alle 11,30 circa si snoderà il corteo per la processione dalla chiesa parrocchiale alla Cappella di San Donato dove, la sera (ore 20) si celebrerà un’altra messa. Alle 21,30 la solenne processione per le vie del paese accompagnata dal lancio di palloni aerostatici curato dalla Ditta Cosimo Donadei di Parabita. Alle 23 il nuovo sindaco di Montesano, Giuseppe Maglie, provvederà alla la tradizionale consegna delle chiavi del paese al Santo Patrono.
Alle 23,45 tutti col naso all’insù per ammirare lo spettacolo pirotecnico in onore di San Donato (Pirotecninca Napoletana di Matino e Fratelli Cosma Fireworks di Monteroni). Nel corso della giornata presterà servizio il Gran Concerto Bandistico Città di San Giorgio Jonico, diretto dal M° Rocco Lacanfora.
Martedì 7, solennità di San Donato d’Arezzo, sante messe nella cappella di San Donato alle 6, 7, 8, 9 e 10,30; a mezzogiorno in punto la processione dalla cappella alla chiesa parrocchiale.
La giornata dei festeggiamenti civili inizierà presto, alle 7,30, con l’esposizione e fiera mercato (abbigliamento, calzature, giocattoli, utensileria, prodotti tipici, gastronomia e agricoltura).
In serata, alle 20, santa messa in chiesa madre. Alle ore 21,30, in piazza IV Novembre, l’accensione musicale delle luminarie: l’imponente struttura di luminarie realizzata quest’anno dalla De Cagna di Maglie, vuole rendere omaggio all’Arc de triomphe, monumento simbolo dell’architettura storica parigine. Per la prima volta a Montesano Salentino le tradizionali lampade a led saranno affiancate da pixel RGB di ultima generazione, disposti sia sulla parte frontale che lungo il tunnel. Gli installatori promettono di stupire con “eccezionali show musicali ed effetti speciali”. Durante la giornata presteranno servizio ancora il Gran Concerto Bandistico Città di San Giorgio Jonico ed il Gran Concerto Bandistico Città di Ailanto, diretto dal M° Nicola Hansalik Samale.
Spazio alla musica, domenica 8, con l’esibizione, sul palco in Largo Fiera, degli Sperla Rotzie & TBH, The Bright Helmets (Original Reggae Music) e dei Civico 22 (progetto musicale nato da due artisti salentini, Giacomo Filippo Casciaro e Patrik Ippazio Rizzello, “con la voglia di esprimersi attraverso le sonorità del Sud del Mondo”)

Appuntamenti

Coronavirus: niente Capitan Ventosa al Carnevale tricasino

Alla luce delle misure di prevenzione adottate dalla Regione Puglia per ridurre i rischi di contagio per il flusso di rientro in Puglia da regioni con focolai, annullata la presenza di Fabrizio Fontana. Ma Capitan Ventoda ha promesso che prima o poi sarà a Tricase (Video)

Pubblicato

il

Alla luce delle odierne misure di prevenzione adottate dal Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano con propria ordinanza volte a ridurre i rischi di contagio per il flusso di rientro in Puglia da regioni con focolai, gli organizzatori della manifestazione Carnevale tricasino 2020 comunicano che lo spettacolo di Fabrizio Fontana (alias Capitan Ventosa), previsto a conclusione della sfilata di domani, martedì 25 febbraio, di comune accordo con la amministrazione comunale, è stato annullato.

Con la sola eccezione della detta partecipazione, resta confermato il programma già reso noto per martedì 25 febbraio con la sfilata di carri allegorici, gruppi mascherati e mascherine.

 

Continua a Leggere

Appuntamenti

Tricase, Chiesa dei Diavoli: a scuola di open coesione

La dirigente scolastica del “Don Tonino Bello”, Anna Lena Manca: « Per noi una sfida civica grazie alla quale abbiamo avuto modo di progettare la nostra ricerca di monitoraggio relativa ai lavori di recupero e rifunzionalizzazione della Chiesa Nuova»

Pubblicato

il

Chiesa della Madonna di Costantinopoli tra passato e presente: giovedì 20 febbraio (start ore 10) a scuola di open coesione con gli studenti della quinta dei Servizi Commerciali dell’Istituto “Don Tonino Bello” di Tricase-Alessano nella Sala del Trono di Palazzo Gallone.

«Open coesione rappresenta per noi una sfida civica grazie alla quale abbiamo avuto modo di progettare la nostra ricerca di monitoraggio relativa ai lavori di recupero e rifunzionalizzazione della Chiesa Nuova», ha spiegato la dirigente scolastica del IISS “Don Tonino Bello” di Tricase e Alessano, Anna Lena Manca, «analizzare e rielaborare i dati raccolti, esplorare i luoghi oggetto di osservazione e raccontare tutti i risultati raggiunti, col preciso obiettivo di coinvolgere le istituzioni e la cittadinanza, sollecitando al buon esito dei progetti finanziati con le risorse della Comunità Europea».

«Ciò che ci ha fatto appassionare a tale progetto è la sua finalità», approfondisce la dirigente, «la valorizzazione delle risorse naturali, culturali e paesaggistiche locali, trasformandole in vantaggio competitivo per aumentare l’attrattività, anche turistica, del territorio, migliorando la qualità della vita dei residenti e promuovendo nuove forme di sviluppo economico sostenibile».

« Il confronto con le Istituzioni locali», sostiene la prof.ssa Manca, «è di fondamentale importanza non solo per comprendere chiaramente le difficoltà reali che occorre affrontare per ridare vita ad un sito, come quello della Chiesa dei Diavoli, per anni rimasto nel dimenticatoio e abbandonato al degrado, ma anche per verificare l’iter procedurale che sottintende il percorso progettuale per raggiungere l’obiettivo, a cominciare dall’analisi delle prime delibere di input a tutta la documentazione di carattere tecnico, economico e finanziario fino alla fase conclusiva. Il confronto collettivo con le parti interessate e il coinvolgimento della collettività sono alla base di una reale cittadinanza attiva».

Proprio per favorire un costruttivo confronto tra Scuola e Istituzioni il team del progetto “Souls in search of legality” presenta giovedì 20 febbraio, presso la sala del Trono di Palazzo Gallone i risultati intermedi del progetto, «allo scopo di trarre dal confronto tra le parti ulteriori possibili spunti di approfondimento e di sviluppo, utili al monitoraggio e salvaguardia presente e futura del sito interessato».

Gli insegnanti referenti del progetto sono Anna Maria Minonne, Antonio Riso e Bruno Girasoli.

All’incontro prenderanno parte anche: alunni della scuola secondaria delle I grado dell’I.C. “Via Apulia” e dell’I.C. “G. Pascoli” di Tricase, dell’I.C. di Alessano (via delle Rimembranze).

Interverranno il sindaco di Tricase Carlo Chiuri, la sindaca di Alessano Francesca Torsello, l’architetto Carlo Panico i il dott. Michele Turco.

Media partner “il Gallo”, Radio Venere e Korema.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Tricase: cittadinanza onoraria a Liliana Segre

La senatrice a vita sopravvissuta ai campi di sterminio nazisti venerdì diventerà cittadina onoraria

Pubblicato

il

Il consiglio comunale di Tricase si riunirà venerdì prossimo nella Sala del Trono invece che nella consueta aula consiliare.

La location adatta per ospitare un evento importante per il paese.

In quell’occasione, infatti, verrà conferita la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, nominata senatrice a vita nel gennaio 2018, sopravvissuta ai campi di sterminio nazisti e instancabile nel promuovere la necessità di non restare indifferenti di fronte alle violenze e alla barbarie che si riaffacciano nella storia, pur senza coltivare sentimenti di odio neanche nei confronti dei responsabili delle nostre ed altrui sofferenze.

Appuntamento, dunque, nella Sala del Trono di Palazzo Gallone, venerdì 21 febbraio, a partire dalle ore 9.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus