Connect with us

Appuntamenti

Un cuore salentino riscalda la Lituania

Dopo lo straordinario successo dello scorso anno ai festeggiamenti in onore dei 100 anni dell’indipendenza della Lituania, il Klaipeda Light Festival ha deciso di riconfermare la scorranese Marianolight scegliendo il progetto “Cuore” come simbolo di amore per il prossimo e per la Patria

Pubblicato

il

La scorranese Marianolight  continua ad illuminare la Lituania.

Siamo davvero molto orgogliosi”, annunciano, “di riportare le tradizionali luminarie nel lontano Nord Europa. Dopo lo straordinario successo dello scorso anno, quando le nostre luminarie ultracentenarie  hanno fatto da cornice ai festeggiamenti in onore dei 100 anni dell’indipendenza della Lituania, il Klaipeda Light Festival  ha deciso di riconfermare la nostra presenza scegliendo il progetto “Cuore” come simbolo di amore per il prossimo e per la Patria, dedicato a due importanti eventi di febbraio: il giorno dell’indipendenza lituana e il giorno di San Valentino”.

Da oggi, giorno di San Valentino e sino a lunedì 18 febbraio il Cuore della Marianlight si accenderà tra lo stupore dei presenti.

Si tratta di una installazione che consta di un immenso frontone alto ben 24 metri e largo 23 mt e di una galleria lunga 100 metri, le lampade LED utilizzate oltre 100mila ed altre 15.000 sono le lampade RGB mentre i canali dimmer saranno 120.

Grazie alla tecnologia RGB”, spiegano, “abbiamo programmato delle speciali accensioni, su musiche a tema e melodie lituane, che riscalderanno cuori e atmosfera baltica. Gli spettacoli saranno ripetuti ogni sera e  ogni quarto d’ora. E’ stato un grande impegno per i nostri dodici tecnici lavorare a queste latitudini per i 18 giorni dell’installazione, dove oltre al freddo pungente (la temperatura è per lo più sotto lo zero con punte di – 11) spesso nevica ma quest’anno”, concludono, “abbiamo sentito vivo e presente, oltre all’interesse dei cittadini, anche il loro affetto e gratitudine per aver riportato queste nostre luci nel loro paese”.

Appuntamenti

La mediazione nelle controversie condominiali e immobiliari: professionisti a confronto

L’incontro si terrà venerdì 21 febbraio, dalle 14,30 alle 18,30 presso la Sala del Trono, Palazzo Gallone di Tricase

Pubblicato

il

Le liti in materia di diritti reali (proprietà), condominio, locazioni e successioni, rappresentano poco meno del 50% del contenzioso che interessa i cittadini che vengono chiamati in mediazione civile (Fonte, statistiche Ministero Giustizia 2019).

Con i cittadini vengono chiamati al tavolo della mediazione anche gli avvocati, i consulenti tecnici, gli amministratori di condominio ed interessati i notai quando, ad esempio,  le parti raggiungono un accordo nel quale sono previsti trasferimenti di proprietà.

Se la mediazione civile aiuta le parti a definire i conflitti familiari, di vicinato, di eredità, uno spazio determinante è riservato alla qualità dei professionisti che le assistono nei vari ruoli.

L’importanza di comprendere appieno le potenzialità dell’istituto della mediazione e il ruolo dei vari professionisti che intervengono nel percorso che porta le parti ad accordarsi,  sarà oggetto dell’incontro di Tricase dal tema.

L’incontro si terrà venerdì 21 febbraio, dalle 14,30 alle 18,30 presso la Sala del Trono, Palazzo Gallone di Tricase.

Medyapro  capofila del progetto

L’iniziativa è stata promossa e coordinata dall’Avv. Mario Antonio Stoppa, responsabile dell’Organismo di mediazione ed Ente di Formazione MedyaPro, sede di Lecce, in collaborazione con il Comune di Tricase, nelle persone del Sindaco Avv. Carlo Chiuri e del Consigliere Comunale, Geometra Luigi  Giannini.

L’evento vede anche la partecipazione e la collaborazione dell’Alac – associazione liberi amministratori condominiali, sede di Lecce.

Importanti sinergie

L’importanza dei temi che saranno trattati ha permesso di ottenere il patrocinio del Comune di Tricase, del Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati di Lecce, nonché il riconoscimento di crediti formativi per i geometri e per gli avvocati del foro di Lecce che parteciparanno.

Preziosi contributi

Dopo i saluti istituzionali del sindaco Carlo Chiuri e del Presidente del Collegio dei Geometri di Lecce Geometra Luigi Ratano, al  tavolo dell’incontro si alterneranno i professionisti esperti in materia.

Nella prima parte dell’incontro, partendo dall’importanza di conoscere e utilizzare al meglio lo strumento della mediazione civile sia nelle fasi delle trattative stragiudiziali che nel corso processo, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lecce, Prof. Avv. Antonio de Mauro si occuperà del  rapporto tra mediazione e processo.

Ad illustrare le fasi e il ruolo del geometra e degli amministratori di condominio all’interno della procedura di mediazione civile sarà invece l’Avv. Annamaria delli Noci, mediatore MedyaPro, e il Consigliere Geometra Antonio Vergara.

Seguirà, ad opera dell’Avv. Giuliana Bartiromo, un focus sugli aspetti legali più interessanti per gli amministratori di condominio e  gli avvocati chiamati in  mediazione (si parlerà anche dei quorum  assembleari necessari per andare in mediazione e raggiungere un accordo).

Nell’ultima parte sarà affrontato il tema della deontologia dell’avvocato in mediazione con la relazione di Isabella Fersini, Consigliera dell’Ordine degli Avvocati di Lecce.

L’evento sarà moderato e coordinato dall’Avv. Mario Antonio Stoppa che tratterà anche del ruolo della Pubblica Amministrazione in mediazione nelle controversie immobiliari.

Ampio spazio sarà lasciato al dibattito e alle domande dei partecipanti.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Sant’Antoni te le focare a Cutrofiano

Tradizione lunga oltre 200 anni, e inserita all’interno dell’albo  dei rituali del fuoco della Regione Puglia. Stasera sul palco Io Te e Puccia e Antonio Castrignanò.

Pubblicato

il

Cutrofiano, la Città della Ceramica, questa sera sarà il palcoscenico per i festeggiamenti legati a Sant’Antonio da Padova.

Una tradizione lunga oltre 200 anni, e che per tale motivo è stata inserita all’interno dell’albo  dei rituali del fuoco della Regione Puglia, racconta la notte del 17 febbraio 1810, o addirittura quella del 1743,quando a seguito di un terremoto, le famiglie prese da spavento si riversarono per le strade e nelle campagne, ed iniziarono a pregare il Santo patrono, accendendo dei falò (focare) per riscaldarsi.

I falò erano fatti con tralci di vigna, legna facilmente reperibile in campagna, data la potatura dei vigneti ancora in atto. Le preghiere votive e la fede fecero scampare il terribile pericolo del terremoto, per cui la devozione si rinnova di anno in anno.

All’interno del paese per tanto la tradizione vuole che si accendano i falò, circa 40, dopo il passaggio del Santo in processione che inizierà alle ore 19 al termine della celebrazione della Santa Messa.

Le focare diventano così il luogo di ritrovo dei vari vicinati, per un momento di comunità, condivisione e convivialità, infatti accanto ai falò si imbandiscono tavolate con carne alla brace e alla pignata, pittule e bruschette accompagnate dal buon vino locale.

In Piazza Municipio invece ci sarà una focara collettiva organizzata dalle associazioni cutrofianesi con patrocinio e contributo dell’amministrazione comunale, che potrà accogliere i vari visitatori che ogni anno arrivano nel paese per ammirare l’unicità della tradizione cutrofianese.

Alle 21 con l’accensione pirotecnica della focara si darà inizio alla serata che vedrà la presenza di stand enogastronomici e tanta buona musica. Quest’anno vedrà si esibirà sul palco il gruppo Io Te e Puccia; special guest Antonio Castrignanò.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Il “Carnevale specchiese nel borgo”

Pubblicato

il

Frutto dell’iniziativa della Pro Loco Specchia, col sostegno dell’Amministrazione Comunale e la collaborazione degli organizzatori delle passate edizioni, torna il “Carnevale Specchiese…nel borgo”.

Due gli appuntamenti in programma: sabato 22 e domenica 23.

Sabato 22, a partire dalle 21e30, Scuderie in maschera: grande veglione di carnevale presso le scuderie di Palazzo Coluccia in via Diaz, in collaborazione di Mondo Radio, con dj Solero, Elvix e Roby Tex alla voce, che vedrà la straordinaria partecipazione dei dj e dell’animazione di Balla Italia. Ingresso gratuito con partecipazione preferibilmente in maschera.

Domenica 23 a partire dalle ore 14e30: sfilata per le strade del paese, animata dal Cappellaio Matto, musica e spettacoli di strada, con arrivo in Piazza del Popolo dove avrà luogo la premiazione delle maschere e dei gruppi più belli.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus